Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 25 Maggio 2024

Al Salone del libro Loren…

Mag 15, 2024 Hits:808 Crotone

L'Istituto Ciliberto-Luci…

Mag 14, 2024 Hits:264 Crotone

Le opere di Bach: gli eff…

Mag 02, 2024 Hits:556 Crotone

In città l'ultima tappa d…

Apr 30, 2024 Hits:587 Crotone

Convegno Nazionale per la…

Apr 23, 2024 Hits:815 Crotone

L'Associazione "Pass…

Apr 05, 2024 Hits:1184 Crotone

Ritorna Calabria Movie Fi…

Apr 03, 2024 Hits:1172 Crotone

La serie evento internazi…

Mar 27, 2024 Hits:1547 Crotone

Mafia:Consoli riceve associazione antiracket Asaae Onlus

antiracket

 

Il vicesindaco Marco Consoli ha incontrato nelPalazzo degli elefanti Gabriella Guerini, presidente dell’Associazione antiracket antiusura etnea Asaae Onlus, accompagnata dallo staff tecnico formato dalla commercialista Maria Luisa Barrera e dagli avvocati Andrea Fassari e Vincenzo Ragazzi.

Nel corso dell’incontro l’Asaae ha ufficializzatola sua richiesta al Comune di Catania di costituirsi parte civile in due processi per mafia che partiranno rispettivamente il 16 aprile davanti al Tribunale penale etneo (per 24 presunti affiliati al gruppo santapaoliano “della stazione”) e il 29 aprile davanti al Gip di Catania (per 4 persone accusate di associazione mafiosa, estorsione, usura, spaccio di stupefacenti e rapina).

“Ho rassicurato i rappresentanti dell’Associazione –ha detto Consoli – sul fatto che l’Amministrazione guidata da Enzo Bianco ha intenzione di proseguire nel suo cammino di legalità e di lotta allacriminalità organizzata anche attraverso la costituzione di parte civile in processi di mafia per reati commessi sul territorio di Catania. Il Comune deve essere accanto a Magistratura, Forze dell’Ordine e Associazioni nel dire no a Cosa nostra e a qualunque forma di illegalità”.

L’Amministrazione comunale di Catania aveva giàdeciso, sempre su invito dell’Asaae, di costituirsi parte civile nel processo per estorsione, con rito abbreviato, cominciato nel novembre dello scorso anno contro nove presunti appartenenti al gruppo di Picanello e alla famiglia Assinnata di Paternò, indicati come appartenenti al clan Santapaola-Ercolano.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI