Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 21 Luglio 2024

Isola Summer 2024, ecco g…

Lug 05, 2024 Hits:471 Crotone

Premio Pino D'Ettoris: al…

Lug 01, 2024 Hits:555 Crotone

San Giuda Taddeo presenta…

Mag 27, 2024 Hits:1071 Crotone

Al Salone del libro Loren…

Mag 15, 2024 Hits:1763 Crotone

L'Istituto Ciliberto-Luci…

Mag 14, 2024 Hits:1076 Crotone

Le opere di Bach: gli eff…

Mag 02, 2024 Hits:1241 Crotone

In città l'ultima tappa d…

Apr 30, 2024 Hits:1274 Crotone

Convegno Nazionale per la…

Apr 23, 2024 Hits:1483 Crotone

A Ragusa è iniziato il conto alla rovescia per la cerimonia di premiazione della XXIX edizione del "Premio Ragusani nel Mondo", che avrà luogo sabato 27 luglio 2024 alle h 20:00 a Piazza Libertà, come di consueto.
Un'edizione davvero particolare, con il focus puntato sugli attesi giochi olimpici che si terranno a Parigi e, quindi, si dedicherà grande spazio anche allo sport, con la partecipazione virtuale di Larissa Iapichino e Savita Russo, due campionesse di origini iblee impegnate proprio nei giochi olimpici.
Larissa Iapichino, nata a Borgo San Lorenzo il 18 luglio 2002, è una delle atlete più promettenti del panorama sportivo italiano. Figlia d'arte, con la madre Fiona May, due volte argento olimpico nel salto in lungo e il padre Gianni Iapichino, ex primatista italiano dell'asta e originario di Vittoria, la giovane ha già lasciato il proprio segno in molte competizioni internazionali.
Savita Russo, nata a Scicli il 18 maggio 2005, è una judoka di grande talento. Fin da piccola ha dimostrato una passione innata per il judo, sport che l'ha vista trionfare a livello internazionale. Tra i suoi successi, il bronzo ai Mondiali cadetti del 2022 e il titolo europeo juniores del 2023 in Olanda e recentemente il bronzo ai Campionati Europei di Zagabria.
Sempre nell'ambito sportivo, sarà premiata la Virtus Ragusa per la recente promozione ottenuta.
Il "Premio Ragusani nel Mondo" è un appuntamento annuale atteso con grande coinvolgimento ed entusiasmo dalla comunità iblea e dai suoi emigrati presenti in ogni parte del mondo.
Sin dalla prima edizione nel 1995, il Premio ha saputo trasformarsi e crescere, diventando in itinere un vero e proprio emblema della ragusanità, riconosciuta non solo in Sicilia, ma anche a livello nazionale ed internazionale, come più volte sottolineato da Salvatore Brinch, presidente dell’Associazione “Ragusani nel Mondo”, dal presidente onorario Franco Antoci e dal direttore Sebastiano D’Angelo.
I premiati di quest’anno, come sempre, rappresentano delle vere e proprie eccellenze di chiara fama, ognuno nel proprio specifico ambito.
Sul palco ci saranno: Guglielmo Iozzia, ingegnere biomedico originario di Santa Croce Camerina e specializzato in Intelligenza Artificiale applicata alla ricerca di vaccini; Orazio Caffo, chirurgo oncologico originario di Modica, direttore di Oncologia Medica all'Ospedale Santa Chiara di Trento; Ignazio Tasca, medico chirurgo originario di Scicli, direttore dell'Unità Operativa Complessa di Otorinolaringoiatria dell'Ausl di Imola; Corinna Carbone, manager nel settore delle risorse umane, originaria di Ragusa, attualmente responsabile HR in un'azienda statunitense nel settore della sostenibilità ambientale ed infine Antonio Noto, sociologo e sondaggista di origine chiaramontana, fondatore e direttore di Noto Sondaggi.
Il riconoscimento dedicato alle imprese quest’anno verrà conferito ad Argo Software - azienda fondata a Ragusa - leader nella progettazione di soluzioni informatiche per il settore scolastico, recentemente premiata per l'innovazione nell'ambito e-learning e gestione documentale.
Ci saranno inoltre due riconoscimenti alla memoria dedicati al pittore Franco Cilia e al fotografo Peppino Leone, recentemente scomparsi.
Nel corso della serata si alterneranno sul palco vari ospiti, tra cui i “Cugini di Campagna” che, dopo le premiazioni, terranno un concerto aperto a tutti, il cantante Lorenzo Licitra, noto per la sua partecipazione a "Tale e Quale Show" e per il ruolo centrale di Gesù, nella recente versione musical della famosa opera degli anni '70 "Jesus Christ Superstar".
L’evento sarà arricchito dall'Orchestra del M° Peppe Arezzo e da numerosi momenti di spettacolo, fra cui la performance del cabarettista Massimo Spata.
Quest'anno il Direttivo dell'Unione Nazionale Associazione Immigrazione e Emigrazione (U.N.A.I.E.) si riunirà a Ragusa nei giorni antecedenti la manifestazione, un segno del prestigio acquisito nel tempo dal Premio a livello nazionale.
La serata della cerimonia, che sarà preceduta da un’anteprima a Chiaramonte Gulfi in programma la sera del 26 p.v., sarà condotta dai giornalisti Salvo Falcone e Caterina Gurrieri. Nella mattinata della stessa giornata si svolgerà la conferenza stampa di presentazione di tutti i premiati presso l’auditorium dell’Università Pegaso di Ragusa.
L’accesso alla serata sarà libero, sino ad esaurimento posti.

Conto alla rovescia per la nuova edizione, la 33esima, di “Ibla Grand Prize”, il  prestigioso concorso internazionale di musica e canto promosso dalla Fondazione Ibla, con la direzione artistica del maestro Salvatore Moltisanti. La manifestazione, che si svolgerà dal 7 all'11 luglio 2024 a Ragusa Ibla, è un appuntamento imperdibile per giovani talenti musicali provenienti da tutto il mondo. Il concorso offre ai partecipanti la possibilità di esibirsi davanti a una giuria di esperti del settore, composta da direttori d'orchestra, produttori e impresari. I vincitori avranno l'opportunità di esibirsi nei più importanti teatri in Europa, Asia e America, un'occasione unica per farsi conoscere e avviare una carriera internazionale. Gli artisti in gara sono selezionati attraverso un rigoroso processo di valutazione dei loro curriculum e delle loro esibizioni, che vengono giudicate da una giuria altamente qualificata. Durante il concorso, i concorrenti si esibiscono in diverse categorie, cercando di ottenere l'approvazione della giuria per avere la possibilità di esibirsi nei teatri più prestigiosi del mondo, come accaduto appena qualche settimana fa ai vincitori della scorsa edizione, che hanno concluso il tour esibendosi alla Carnegie Hall a New York. La manifestazione si sviluppa su diverse giornate e in varie location storiche di Ragusa Ibla, permettendo al pubblico di godere della musica in contesti suggestivi e affascinanti. Le esibizioni musicali si svolgeranno tutte dalle 20,30 alle 23,30 al Teatro Donnafugata il 7 e 8 luglio, alla Sala Falcone Borsellino il 7, 8, 10 e 11 luglio, all’Auditorium San Vincenzo Ferreri dal 7 all'11 luglio ed infine nel Cortile di Palazzo Ottaviano Bruno il 7, 8, 10 e 11 luglio, in questo caso a partire dalle ore 21,00. Particolarmente significativo è l'appuntamento a Villa Anna a Ispica, il 9 luglio con un bellissimo concerto di gala ad ingresso libero. 
Salvatore Moltisanti, direttore artistico dell'evento, rilancia l’appuntamento che tra l’altro vedrà anche il ritorno della principessa Dewi Sukarno, da anni grande sostenitrice del concorso internazionale: “Quest’anno Ibla Grand Prize celebra la sua 33esima edizione. Siamo orgogliosi di continuare a promuovere il talento musicale internazionale in una cornice tanto suggestiva come Ragusa Ibla. La musica è un linguaggio universale che unisce, e questo concorso è la dimostrazione del suo potere. Ogni anno vediamo giovani musicisti di straordinario talento che portano con sé non solo la loro musica, ma anche storie e culture diverse, arricchendo così il nostro evento e la nostra comunità”. Il sindaco di Ragusa, Peppe Cassì, ha espresso grande entusiasmo: “La manifestazione non solo arricchisce culturalmente la nostra città, ma offre anche un’importante vetrina ai giovani talenti provenienti da tutto il mondo. Ragusa Ibla si conferma ancora una volta come crocevia di culture e arti. È un evento che attira visitatori e appassionati, promuovendo non solo la musica ma anche il nostro patrimonio culturale e artistico”. Patrizia Valenti, commissario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, è sulla stessa lunghezza d’onda:“Il nostro supporto all’Ibla Grand Prize è un investimento nella cultura e nella comunità. Il brand Ragusa si costruisce anche grazie ad eventi di alto profilo, in grado di valorizzare il nostro territorio provinciale, rilanciandolo in un contesto più ampio. La musica è un linguaggio universale, supera i confini ed ha il potere di unire le persone, soprattutto quando coinvolge giovani artisti internazionali che arrivano in questa parte di Sicilia. Un'esperienza che arricchisce la comunità iblea e che, allo stesso tempo, parla della provincia di Ragusa al mondo”. L'evento gode del patrocinio del Comune di Ragusa, del Libero Consorzio Comunale di Ragusa e della Banca Agricola Popolare di Ragusa, oltre al sostegno di sponsor e associazioni locali.


COMISO - Dopo il successo del primo appuntamento del 9 giugno scorso con l'intenso monologo teatrale "Viaggio in Sicilia" di Alessandro Romano, il festival culturale "L'ingegnere di Babele" torna questo venerdì 28 giugno con una nuova serie di eventi. Organizzato dalla Fondazione Gesualdo Bufalino, il festival è giunto alla sua quarta edizione e continua a esplorare i diversi linguaggi nell'era moderna, mettendo sempre al centro la figura e l'opera del celebre scrittore Gesualdo Bufalino. Questo venerdì 28 giugno, alle ore 19:00, il festival renderà omaggio al maestro fotografo Giuseppe Leone, recentemente scomparso, con una straordinaria mostra fotografica intitolata "Immagini per Cento Sicilie". Saranno esposte le splendide foto di Leone che corredano la sua collaborazione con Bufalino culminata nella pubblicazione l'antologia "Cento Sicilie" edita nel 1993, curata dallo stesso Bufalino e da Nunzio Zago, oggi direttore scientifico della Fondazione.
Le fotografie in bianco e nero di Leone, riproposte oggi in una sequenza che racconta i luoghi, le feste e la vita in Sicilia, offrono un ritratto affascinante e autentico dell'isola. Come ha sottolineato Nunzio Zago, "Non c'è aspetto della realtà siciliana - luoghi, feste, costumi - che Peppino Leone non ci abbia restituito con bravura tecnica e intelletto d'amore". La mostra sarà visitabile fino al 31 luglio 2024, dal lunedì al venerdì, dalle ore 10:00 alle 13:00, e il martedì, giovedì e venerdì anche dalle 16:00 alle 19:00.
Il presidente della Fondazione, l'on. Giuseppe Digiacomo, ha espresso il suo entusiasmo per i nuovi attesi appuntamenti culturali del festival: "Questo omaggio a Giuseppe Leone non è solo un tributo a un grande fotografo, ma anche un modo per riscoprire e valorizzare la collaborazione tra Leone,  Bufalino e Zago, un rapporto non solo culturale ma profondamente umano".
Il festival "L'ingegnere di Babele" continuerà poi con un doppio appuntamento dedicato alla narrazione, previsto per sabato 29 e domenica 30 giugno, alle ore 21:30. L'attore e regista Vincenzo Pirrotta sarà il protagonista delle due serate, leggendo alcuni dei testi più affascinanti di Bufalino. Nella serata di sabato, Pirrotta leggerà il racconto breve "Dossier Lo Cicero", tratto dalla raccolta "L'uomo invaso". Questo racconto rappresenta un viaggio nella complessità della mente umana e nella profondità delle emozioni, esplorate con la consueta maestria letteraria di Bufalino.
Domenica 30 giugno, invece, la lettura continuerà con il primo capitolo del romanzo inedito "Il Guazzabuglio". Questo testo inedito offre un'opportunità unica di immergersi nell'opera di Bufalino, scoprendo nuovi aspetti del suo universo narrativo. Entrambe le serate saranno arricchite dalle musiche del compositore e pianista Luca Mauceri, che accompagnerà le letture con una colonna sonora che promette di amplificare l'emozione delle parole di Bufalino.
Nella serata del 29 giugno, prima della lettura di Vincenzo Pirrotta, sarà presentata l’installazione “Scoperte. Prima e dopo il cinema” dell’artista Salvo Catania e Zingali. Prima di ogni evento del festival, lo stesso artista si cimenterà nella realizzazione di disegni digitali sui temi degli eventi in programma.
La quarta edizione del festival culturale "L'ingegnere di Babele", in programma fino al 7 luglio con altri appuntamenti tra musica e cinema, gode del contributo dell'Assemblea Regionale Siciliana, del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, del Comune di Comiso, della Camera di Commercio del Sud Est e del supporto della Banca Agricola Popolare di Ragusa e di Agriplast di Vittoria. Tutti gli eventi si svolgono a Comiso, presso il loggiato della Fondazione Gesualdo Bufalino, in Piazza delle Erbe 13. L'ingresso agli eventi è gratuito fino ad esaurimento posti. Per maggiori informazioni, è possibile contattare il numero 0932712273 o visitare il sito della Fondazione Bufalino.

Domani è giorno di festa per Modica. Domani è il giorno della festa dedicata al patrono, San Pietro apostolo. La comunità cittadina dei devoti e dei fedeli si stringe attorno al proprio santo. Si comincia alle 8,30 in chiesa Madre con la celebrazione eucaristica. Alle 10 il corteo dal palazzo comunale, accompagnato dalla civica filarmonica di Modica, con la presenza del sindaco, delle autorità regionali, dell’Amministrazione comunale, del presidente del Consiglio e dei consiglieri comunali, delle autorità civili e militari oltre che dei rappresentanti delle associazioni locali. Alle 10,30 si terrà la messa della città, presieduta dal parroco arciprete, il sacerdote Giuseppe Stella. E’ prevista la consegna del cero votivo e la firma dell’atto di impegno da parte del primo cittadino e del parroco. Nel pomeriggio, ci sarà, alle 19, la solenne concelebrazione presieduta dal vescovo della diocesi di Noto, mons. Salvatore Rumeo. Dalle 20,30, poi, prenderà il via la processione del venerato simulacro di San Pietro e il paralitico oltre che della reliquia, lungo il corso Umberto, accompagnata dalla civica filarmonica di Modica. Durante tutta la giornata della festa saranno benedetti e distribuiti i fori legati all’iniziativa “Come in terra così in cielo”, per deporli sulle tombe dei propri cari defunti, chiedendo a San Pietro di aprire loro le porte del Paradiso. Alle 22, in piazza Matteotti, è previsto il concerto degli Orbital Debris, tributo ai Queen. Mentre a mezzanotte ci sarà lo spettacolo pirotecnico a cura della premiata ditta Fratelli Chiarenza. Domenica, infine, alle 19,30, è prevista la celebrazione eucaristica a cui seguirà l’estrazione dei premi del sorteggio di beneficenza e la visita serale al campanile. “Siamo arrivati alla fase finale dei festeggiamenti – commenta il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti, che assieme al presidente sezionale, Giorgio Moncada, ha sostenuto mediaticamente le iniziative di queste ultime settimane – e ci stiamo rendendo conto sempre di più di come la festa sia seguita con grande attenzione da tutti i modicani, anche dagli operatori commerciali iscritti alla nostra associazione”. Ieri sera, intanto, grande successo, in chiesa Madre ha riscosso il concerto del coro dell’Unitre cittadina, con il direttore Orazio Baglieri e il pianista Giorgio Cannizzaro, alla presenza del presidente Unitre Modica, Enzo Cavallo.

Presentati i premiati della XXIX edizione del "Premio Ragusani nel Mondo” in programma a Ragusa il prossimo 27 luglio 2024.
Ospiti della nota manifestazione iblea il gruppo musicale i Cugini di Campagna, il cantante Lorenzo Licitra e il cabarettista Massimo Spata.
Saranno sei le storie - ricche di sfaccettature umane e professionali estremamente interessanti - che quest’anno connoteranno un'edizione pronta a celebrare, come di consueto, le eccellenze ragusane che si sono distinte a livello nazionale e internazionale.
I premiati di quest’anno sono stati resi noti nel corso della conferenza stampa del 27 maggio che, svoltasi nella Chiesa della Badia a Ragusa, ha visto gli interventi del presidente dell’associazione “Ragusani nel Mondo” Salvatore Brinch, del vicepresidente Peppe Lizzio, del presidente onorario On. Franco Antoci, del direttore Sebastiano D’Angelo e del Sindaco di Ragusa Peppe Cassì.
Sul palco ci saranno:
Guglielmo Iozzia, originario di Santa Croce Camerina, ingegnere biomedico nato a Ragusa il 17 maggio 1969. Laureato a Bologna, ha una specializzazione in software diagnostico e dispositivi medici. Dopo esperienze professionali in aziende come IBM e FAO, dal 2019 è direttore associato presso Merck, azienda farmaceutica statunitense. Risiede in Irlanda ma lavora su progetti internazionali, specialmente nel campo dell'IA applicata alla ricerca di vaccini.
Orazio Caffo, nato a Modica, rinomato chirurgo italiano. Laureatosi in Medicina e Chirurgia a soli 23 anni con il massimo dei voti a Catania, si è specializzato in oncologia clinica presso l'Università degli Studi di Parma. Ha contribuito alla creazione dell'unità operativa di Oncologia Medica nell’Ospedale Santa Chiara di Trento, dove attualmente ricopre il ruolo di direttore di struttura complessa. È coordinatore della rete oncologica della Provincia Autonoma di Trento e docente universitario a Verona. Autore di oltre 200 pubblicazioni scientifiche, è considerato un esperto di patologie prostatiche a livello italiano e internazionale.
Ignazio Tasca, nato e cresciuto a Scicli, noto medico chirurgo specializzato in otorinolaringoiatria e patologia cervico-facciale. Laureato all’Università di Bologna, si è distinto per le sue competenze nella chirurgia del naso, della laringe e della tiroide. Attualmente, è direttore dell’Unità Operativa Complessa di Otorinolaringoiatria della Ausl di Imola. Ha organizzato numerosi corsi e congressi internazionali sulla chirurgia del naso ed è autore di diverse pubblicazioni scientifiche. Tasca ha ricevuto riconoscimenti nazionali ed internazionali e fa parte di diverse società mediche, tra cui la Società Italiana di Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico Facciale.
Corinna Carbone, originaria di Ragusa, una donna dall'importante carriera manageriale che ha saputo costruire con successo nel settore delle risorse umane, partendo dai primi passi nella comunicazione e nel giornalismo, per poi approdare all'ENI a Milano. Dopo un periodo in Olanda, si è trasferita negli Stati Uniti, dove ha consolidato la sua esperienza, ottenendo ruoli di alto livello nella gestione del personale. Attualmente, è responsabile delle risorse umane in un'azienda statunitense attiva nel settore della sostenibilità ambientale. La sua passione per il successo delle persone e il suo impegno nel supportare i giovani emergono nella sua attività professionale e nei suoi interventi come speaker ad eventi del settore. Corinna ha recentemente ricevuto un prestigioso premio come uno dei migliori 100 HR leader negli Stati Uniti.
Sul palco salirà anche uno dei sociologi italiani più famosi a livello mediatico. Si tratta di Antonio Noto, nato a Napoli ma con radici chiaramontane, rinomato sociologo e sondaggista. Laureato all'Università di Napoli, si è distinto nel settore delle ricerche di mercato e dei sondaggi di opinione. È conosciuto per le sue collaborazioni con importanti programmi televisivi, come "Porta a Porta" su Rai Uno e con giornali nazionali, fra cui "La Repubblica". Fondatore e direttore della società "Noto Sondaggi", è autore di diverse pubblicazioni e ha ricevuto riconoscimenti accademici per il suo contributo nel campo della sociologia e delle analisi politiche.
Infine, il Premio speciale dedicato alle aziende del territorio quest’anno sarà attribuito ad Argo Software che, fondata nel 1990 a Ragusa, è leader nella progettazione di soluzioni informatiche per il settore scolastico. Con oltre 4500 scuole italiane che utilizzano i suoi sistemi gestionali, l'azienda si distingue per la qualità, l'ergonomia e la semplicità d'uso dei suoi prodotti. Recentemente ha lanciato "Campus Argo", una piattaforma di e-learning per la formazione dei docenti e un sistema di conservazione a norma di documenti digitali.
Tuttavia, le sorprese non finiscono qui. Durante la conferenza stampa e in accordo con le rispettive famiglie, sono stati annunciati due particolari riconoscimenti, che saranno consegnati alla memoria dell’artista ragusano Franco Cilia e del noto fotografo Peppino Leone - entrambi recentemente scomparsi - lasciando un enorme vuoto nella comunità.
Durante la serata si alterneranno sul palco vari ospiti tra cui - come anticipato - I Cugini di Campagna, che al termine delle premiazioni terranno un vero e proprio concerto aperto a tutti e il giovane cantante Lorenzo Licitra, noto per la sua partecipazione a "Tale e Quale Show" e per il ruolo di Gesù in una recente riedizione nel famoso musical "Jesus Christ Superstar". Proprio dal palco del “Premio Ragusani nel Mondo” è partita la sua straordinaria ascesa artistica che l’ha portato a vincere il programma di talent "X Factor".
L’evento sarà impreziosito dall'Orchestra del M° Peppe Arezzo e da altri momenti di spettacolo, fra cui la performance del cabarettista Massimo Spata.
Come sottolineato dal direttore dell'associazione “Ragusani nel Mondo” Sebastiano D’Angelo e dal vicepresidente Peppe Lizzio, l'evento continua a crescere in popolarità e rilevanza. Quest'anno, il Direttivo dell'Unione Nazionale Associazione Immigrazione e Emigrazione (U.N.A.I.E.) si riunirà a Ragusa nei giorni antecedenti la manifestazione, una ulteriore attestazione del prestigio acquisito dal Premio a livello nazionale.
Secondo Salvatore Brinch, presidente dell'associazione "Ragusani nel Mondo” la manifestazione mette in luce, ancora una volta, la ragusanità e il senso di appartenenza a questa Terra. Egli ha dichiarato - "Quest'anno celebriamo la ventinovesima edizione del Premio Ragusani nel Mondo con un senso di orgoglio e gratitudine. I nostri premiati rappresentano l'eccellenza della nostra Terra e il loro successo è la prova che la nostra comunità può raggiungere vette straordinarie. Il premio è un tributo a coloro che, con il loro impegno e talento, continuano a portare alto il nome di Ragusa nel mondo”.
L'On. Franco Antoci, presidente onorario dei "Ragusani nel Mondo” ha dichiarato - “il Premio è diventato un appuntamento imprescindibile che celebra la ragusanità in tutte le sue forme. Da quasi trent'anni, questo evento riesce a coniugare storia, cultura e modernità, raccontando storie di successo che sono fonte di ispirazione per tutti noi. Siamo lieti di onorare queste personalità che hanno contribuito in maniera significativa al progresso della nostra società”.
La serata, che sarà preceduta da un’anteprima a Chiaramonte Gulfi, sarà condotta dai giornalisti Salvo Falcone e Caterina Gurrieri, mentre la grafica di questa edizione è curata da Emanuele Cavarra. Come sempre, maggiori informazioni si potranno trovare sul sito web: www.ragusaninelmondo.it e sui canali social, dove si terrà anche la diretta streaming. L’accesso alla serata, che si svolgerà come sempre in piazza Libertà, è libero fino ad esaurimenti posti.
Sebastiano D’Angelo, direttore dell’associazione e curatore del premio, ricorda che - “la manifestazione si conferma un appuntamento fondamentale per la comunità iblea, capace di combinare cultura ed intrattenimento e, allo stesso tempo, la promozione del territorio. Con una storia quasi trentennale, l'evento continua a valorizzare le eccellenze ragusane, proiettandole su un palcoscenico internazionale.
La XXIX edizione promette di essere un evento memorabile, capace di attrarre l'attenzione di migliaia di spettatori, sia in piazza che attraverso i media e i social network”.
Valori riconosciuti anche dal Sindaco Peppe Cassì, il quale ha ricordato che - “ogni premiato rappresenta una storia di dedizione, innovazione e successo raccontati nel corso di un evento che sarà ricco di momenti di grande emozione e spettacolo”.
Gli organizzatori hanno brevemente parlato anche del lavoro, già da tempo iniziato, per questa edizione 2024, con la possibile idea di allargare la presenza del Premio in altre realtà della provincia, proprio per continuare a tessere una tela che appartiene a tutta la comunità iblea.
Un'imperdibile occasione per sentirsi orgogliosi della propria identità e per trarre ispirazione dalle storie di successo dei premiati.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI