Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 29 Maggio 2020

Zero contagi a Crotone, P…

Mag 27, 2020 Hits:135 Crotone

La Lega di Crotone unita …

Mag 25, 2020 Hits:201 Crotone

Lega Giovani: La mafia pu…

Mag 23, 2020 Hits:277 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Gior…

Mag 23, 2020 Hits:269 Crotone

Tre anni fa il gemellaggi…

Mag 19, 2020 Hits:460 Crotone

Antica Kroton, la Lega in…

Mag 16, 2020 Hits:505 Crotone

Crotone in fiore

Mag 05, 2020 Hits:706 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Il C…

Apr 08, 2020 Hits:1206 Crotone

Presentata ufficialmente alla BIT di Milano la seconda edizione del Trapani Comix che si svolgerà l’8, 9 e 10 maggio. Trapani Comix and Games è il primo Festival Mediterraneo della Cultura Pop che si svolge nella città di Trapani. La seconda edizione, come il passato anno, prevederà un evento dedicato alla celebrazione della cultura pop come il fumetto, il cinema d'animazione, il mondo videoludico e l'editoria.

Il Trapani Comix and Games si ispira ai più acclamati Festival internazionali del settore prendendone spunto e portando in città tutte le novità e gli spettacoli che è possibile ritrovare in tutta Europa, creando per qualche giorno un’ambiente internazionale straordinario e decisamente originale, fatto di musica, fumetti, cultura, libri, giochi di ruolo e video-games, youtubers e influencers.

La location scelta e riconfermata per la prossima edizione è la Villa Comunale Margherita che si è rivelata strategica e identificativa per l’evento, non solo per la posizione e la conformazione, ma anche per ciò che rappresenta. Al suo interno è stato creato un circuito dove i partecipanti possono svolgere varie attività come conoscere gli ospiti nelle aree dedicate, rilassarsi o semplicemente chiacchierare nei punti ristoro che offrono vari tipi di cucina. Ma è anche possibile acquistare dai negozianti di settore i gadget e l’abbigliamento locale e d’oltreoceano, e conoscere le offerte di lancio degli sponsor che hanno aderito e aderiranno all’evento.

«La presentazione dell’evento svolto alla BIT – dicono Francesco Tarantino, Gianni Federico e Erick Cannamela – ci permette di aprire un nuovo corso per la manifestazione. L’obiettivo di questa seconda edizione - affermano i rappresentati di Nerd Attack, che organizza il Trapani Comix – è quello di incrementare gli allestimenti in tutta la Villa Margherita, aumentando il livello culturale e mediatico attraverso la partecipazione di ospiti acclamati e associazioni strutturate per far impegnare e dilettare le famiglie in tre giorni di evento con oltre un centinaio di appuntamenti e spettacoli di ogni genere».

L’evento, inoltre, ha l’interesse a coinvolgere, oltre gli appassionati e addetti ai lavori, anche turisti e visitatori per favorire un afflusso in città anche in un periodo notoriamente di bassa stagione. Per raggiungere questo obiettivo, tra le novità introdotte, ci sarà un pacchetto speciale che includerà, oltre al biglietto d’ingresso ed altri benefit particolari all’interno del Festival, anche alcuni servizi turistici, come alloggio ed altri servizi complementari, realizzato in collaborazione con Elite Island.

Nei prossimi giorni, all’interno del sito di Trapani Comix, saranno rilasciate le informazioni dettagliate e sarà possibile prenotare.

«Nel resto d’Italia questa pianificazione turistica si sta intensificando in realtà molto affermate – spiega Giacomo Incarbona di Elite Island che ha presentato il progetto alla BIT - , siamo all’inizio di un percorso con un evento che può diventare una tradizione. Crediamo fortemente anche in altre forme di turismo perché il nostro territorio si presta tantissimo a sperimentazioni diverse. Associare le bellezze del Trapanese con la peculiarità della cultura pop è un’ottima intuizione che già lo scorso anno ha portato buoni risultati. Quest’anno, con il nostro sostegno, vogliamo migliorare ancora di più i flussi turistici in un periodo storicamente difficile».

I dépliant descrittivi dell’evento sono stati ospitati anche nello stand del Distretto Turistico Sicilia Occidentale. 

I Comuni di Castellammare del Golfo, Erice, Favignana, Pantelleria e San Vito Lo Capo, il Gac Isole di Sicilia, Liberty Lines e Funierice volano alla Bit, la Borsa Internazionale del Turismo che prende il via domenica 9 febbraio a Fiera Milano city sotto un’unica insegna, “The Best of western Sicily”, il meglio della Sicilia Occidentale. Otto partner riuniti in un’area espositiva (padiglione 3, stand A09-C08, di fronte allo spazio della Regione Siciliana) progettata e coordinata dall’agenzia Feedback di Palermo fanno sinergia per promuovere insieme un territorio ricco di storia, cultura e bellezze naturali. Nell’ambito del programma della Bit saranno presentate a giornalisti, viaggiatori e operatori del settore le strategie di promozione turistica, il calendario degli eventi e le principali attrattive di questa area della Sicilia.

Si comincia domenica 9 febbraio alle ore 11 con l’appuntamento dedicato al Comune di Castellammare del Golfo-Scopello: “destinazione da scoprire, emozioni da vivere”. A raccontare le bellezze della cittadina, tra gli altri, il sindaco Nicolò Rizzo, l’assessore allo spettacolo Maria Tesè e Maria Grazia Culcasi, tra gli organizzatori del Djoon Experience festival che quest’anno si svolgerà a Castellammare.

Alle 12:30 è il turno del Comune di San Vito Lo Capo, perla del turismo trapanese, che racconterà le sue bellezze ma anche tutte le iniziative messe in campo per la promozione turistica: dal tradizionale appuntamento con il Cous Cous Fest al San Vito Out door festival.  All’incontro parteciperanno, oltre al sindaco di San Vito Lo Capo Giuseppe Peraino e all’assessore comunale al turismo Nino Ciulla, anche Mareme Cisse, la chef senegalese campionessa in carica del Cous Cous Fest e Federico Quaranta, conduttore televisivo e radiofonico. Al termine della presentazione si svolgerà una degustazione di cous cous alla sanvitese a cura degli chef Enzo Caradonna e Peppe Peraino. Lo showman Sasà Salvaggio farà una simpatica incursione allo stand. Al festival internazionale di San Vito Lo Capo sarà dedicata anche un’esclusiva serata ad inviti, il Cous Cous Fest Soirèe, al ristorante Filippo La Mantia, a Milano: un percorso attraverso la tradizione gastronomica della Sicilia Occidentale tra gusti, profumi e colori che esprimono la Sicilia e le sue mille anime. Dopo lo chef e attore Andy Luotto e il cuoco siciliano La Mantia, quest’anno altri due personaggi saranno proclamati Ambassador del festival nell’ambito della serata.

Domenica 9 febbraio alle ore 14:30 si prosegue con l’appuntamento del Comune di Favignana e si chiude, alle ore 16, con la presentazione del libro di Federico Quaranta, "Terra. Riscoprire le nostre origini per costruire un futuro migliore" (Sperling & Kupfer).

Il programma della Borsa internazionale del turismo prosegue lunedì 10 febbraio alle ore 11 con l’incontro dedicato alla società Funierice, che gestisce il servizio di trasporto pubblico e turistico in funivia con il piccolo borgo medievale; alle 12 si parla dei progetti dell’amministrazione di Erice alla presenza, tra gli altri, del sindaco Daniela Toscano Pecorella, di Salvatore Denaro, dirigente del settore turismo, cultura e centro storico del Comune di Erice e di Bruno Bertero, direttore marketing DMO della Regione Friuli Venezia Giulia mentre alle ore 13:30 spazio alle strategie turistiche di Pantelleria, “la Sicilia che non ti immagini, l’Africa a portata di sguardo” con il vice sindaco Maurizio Caldo, Danilo Giglio di Vivere Pantelleria e Vincenzo Pernice del Vivaio Federico Paulsen; si prosegue alle 14:30 con tutte le destinazioni gestite dalla compagnia di navigazione Liberty Lines, raccontate dal direttore commerciale Nunzio Formica: dalla Sicilia alla Puglia, dalla costa istriana alle isole greche. Alle ore 16 si chiude con l’appuntamento del Gac Isole di Sicilia, presieduto da Giuseppe Pagoto, che sarà incentrato, soprattutto, sulle tecniche di pesca artigianale.

Chiude il programma della Bit, martedì 11 febbraio alle ore 11, l’incontro dedicato ad Unicredit, dal titolo “Unicredit4TheBestofWesternSicily”, al quale parteciperanno, tra gli altri, Vittorio La Placa, Head of retail Sicilia Unicredit , Massimo Itta, Vice President Account Management Mastercard  e Claudia Vassena, Head of Buddybank.

Come chiamare l’area antistante il castello, alla cala marina, comunemente indicata come piazzale Stenditoio?

 L’amministrazione comunale lo chiede ai cittadini bandendo un concorso di idee per la nuova denominazione del piazzale fino ad oggi denominato “stenditoio” perché ai tempi della realizzazione i pescatori avrebbero dovuto stendervi le reti ad asciugare.

Il restyling della piazza, splendida terrazza sul mare, era stato completato a maggio perché l’amministrazione aveva ottenuto la consegna anticipata per utilizzarla come è poi avvenuto nel corso dell’estate.

L’area demaniale era stata danneggiata non appena ultimata e dopo il ripristino era stata inaugurata alla presenza delle autorità, quale messaggio di legalità e civiltà.  

Adesso il Comune promuove un concorso di idee per individuare una nuova denominazione del piazzale: la partecipazione è aperta a tutti i cittadini nati e/o residenti nel Comune di Castellammare del Golfo, ma anche ad enti o associazioni culturali senza scopo di lucro. Le proposte pervenute entro il 20 febbraio 2020 saranno valutate dalla commissione toponomastica che sceglierà la proposta vincitrice.

«La finalità del concorso di idee è quella di favorire la partecipazione attiva e democratica dei nostri concittadini, delle associazioni e delle istituzioni scolastiche, in modo che anche i  cittadini più piccoli, attraverso un coinvolgimento diretto ed un percorso didattico supportato dagli insegnanti, possano avanzare le loro proposte e -spiega il sindaco Nicola Rizzo- contribuire in modo tangibile alla scelta della nuova intitolazione del piazzale Stenditoio, oggi una suggestiva  “terrazza sul mare”, diventata quasi un simbolo di civiltà per il percorso che è passato dal danneggiamento all’immediata rinascita».

Per partecipare al concorso di idee, è necessario, entro e non oltre le ore 12 del 20 febbraio 2020, compilare e firmare l'apposito modello  “Proposta per l’intitolazione del Piazzale Stenditoio”, Allegato “A”, scaricabile dal sito istituzionale e disponibile  presso l’ufficio Toponomastica  - IV Settore -  via Canale vecchio. Le proposte presentate andranno motivate con una breve relazione di carattere storico, culturale, territoriale  …

 Il modello potrà essere inviato tramite pec (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) o inviato per posta, in busta con la dicitura “Concorso di idee per intitolazione del piazzale “Stenditoio”, indirizzata al Comune di Castellammare del Golfo  - Servizio Toponomastica – C.so Bernardo Mattarella n. 24. Inoltre il plico potrà essere consegnato presso l’ufficio protocollo.  

Per informazioni: ufficio Toponomastica (Signora Francesca Arena Tel. 0924 592443. Signora Giovanna  Luglio - Tel. 0924 592411).     

In allegato: foto d’archivio di piazzale Stenditoio

Oltre millecinquecento fra studenti, insegnanti, imprenditori, professionisti e appassionati hanno preso parte alla prima settimana delle Scienze, Innovazione, Tecnologia e Ambiente che si è svolta a Partanna dal 2 al 7 dicembre. Provenienti dagli istituti superiori della cittadina che ha ospitato l'evento e da Salemi, Campobello, Castelvetrano, Mazara del Vallo, Marsala e Alcamo gli alunni delle scuole trapanesi hanno riempito le sale del G55 coworking/fablab, le scuderie del Castello Grifeo e l'auditorium “Giacomo Leggio” per provare di persona i laboratori di realtà virtuale e aumentata, di programmazione videogiochi e di grafica al computer. Accompagnati nel loro viaggio interattivo dagli esperti dell'AIV (Accademia italiana videogiochi) i ragazzi hanno potuto così conoscere gli sbocchi occupazionali legati alle professioni tecnologiche sempre più ricercate dal mondo del lavoro e sempre meno dipendenti da sedi fisiche grazie all'interconnessione che permette di lavorare in remoto senza spostarsi da casa. Formazione, apprendimento, competenze digitali ma anche rispetto dell'ambiente, sviluppo sostenibile, riciclo e smaltimento dell'amianto e innovative metodologie didattiche per l'inclusione degli allievi con disabilità. Nel corso della manifestazione si è parlato anche dell'hub energetico che Terna realizzerà a Partanna, ovvero una sottostazione di trasformazione e collegamento alla rete elettrica che unirà l'Italia alla Tunisia grazie a un cavo sottomarino lungo oltre 200 km. L'opera da 600 milioni di euro per lo scambio di energia fra i due paesi dovrà essere completata entro il 2027. Questi i temi portanti che il Comune con il fondamentale apporto dell'associazione Apice ha voluto privilegiare per raccontare che “si può fare impresa anche da noi” rimanendo nella propria terra di origine e contribuendo così al suo sviluppo. Il percorso di informazione e avvicinamento delle nuove generazioni ai mestieri del domani si è avvalso della collaborazione avviata con Luca De Dominicis, Ceo di Aiv, che al termine della settimana di incontri ha manifestato l'intenzione di attivare entro il prossimo ottobre nella struttura di via Garibaldi, 63 dei corsi di programmazione, game design e computer graphics per i ragazzi del territorio interessati a nuove opportunità di specializzazione post-diploma. L'iniziativa si sommerà al campus estivo che Aiv intende organizzare portando i propri studenti di Roma a Partanna e coinvolgendo anche i ragazzi del territorio. “Durante la settimana – afferma il sindaco Nicolò Catania – abbiamo incontrato giovani, ma anche imprenditori, professionisti, rappresentanti politici e delle istituzioni scolastiche della provincia per ribadire che lo spopolamento delle nostre cittadine si combatte a partire dalle piccole realtà, creando una rete fra tutti gli attori del territorio, svecchiando le mentalità e stando al passo con i tempi che impongono di offrire nuove prospettive ai nostri ragazzi per invertire la desolante tendenza all'emigrazione che ci caratterizza”. “Un cambiamento – conclude l'assessore all'Innovazione e al G55 Antonino Zinnanti – che va recepito in primo luogo da chi si occupa di formazione e in questo senso la risposta delle scuole alla prima edizione della settimana delle Scienze è stata più che positiva, oltre le nostre aspettative. Un risultato che ci incoraggia e ci spinge a lavorare ancora di più per far sì che queste novità si possano trasformare in un sistema didattico che dia più chance lavorative ai giovani della provincia creando al contempo le condizioni per farli restare nel luogo in cui vivono”.

 

 

«Tutelare e mettere in sicurezza la Grotta di Santa Margherita verificando la possibilità di realizzare un percorso pedonale agevole e salvaguardare i preziosi affreschi al suo interno».

Lo fa presente il sindaco Nicola Rizzo dopo aver convocato al Comune un tavolo tecnico per discutere del recupero della grotta di Santa Margherita: subito dopo il porto in direzione di Punta Pirale è raggiungibile solo via mare ma per chi consoce il percorso. Profonda circa 17 metri, al suo interno custodisce affreschi medievali rimasti parzialmente integri poiché l’anfratto si trova quasi a 15 metri di altezza su livello del mare e la roccia è a strapiombo sul mare. L’icona  di Santa Margherita, la madonna col bambino e un santo, nonché un pesce sono ancora ben visibili ma altre immagini sulla sinistra sono danneggiate

Al tavolo tecnico convocato dal sindaco Nicola Rizzo, oltre al presidente del consiglio comunale Mario Di Filippi erano presenti rappresentanti della Forestale, Soprintendenza, Associazione Cai, associazione Bc Sicilia, Capitaneria di porto, Università di Palermo, Gal Elimos e Cnr.

«Ho convocato un tavolo tecnico per discutere della messa in sicurezza e del recupero della grotta di Santa Margherita poiché il nostro fine è principalmente quello di tutelarla unitamente ai pregevoli dipinti al suo interno ma anche renderla accessibile in un secondo momento -afferma il sindaco Nicola Rizzo-. Esperti ed associazioni come Bc Sicilia ne hanno discusso nel corso di convegni anche recenti sulla conservazione e fruizione ma l’incontro tecnico è stato convocato al fine di coinvolgere gli enti preposti alla tutela concordando con la soprintendenza, forestale, nonché capitaneria di porto, demanio ed il Cai -che offre l’opportunità agli esperti speleologi di visitarla- come mettere in atto misure di salvaguardia e futura fruizione prevedendo anche la realizzazione di un percorso pedonale per raggiungerla. Abbiamo coinvolto anche il Gal Elimos, l’Università degli studi di Palermo ed il Cnr, che possono offrirci grande supporto anche per la salvaguardia e valorizzazione degli antichissimi affreschi che si trovano sulle pareti della grotta alcuni dei quali già da anni sono poco visibili e attiveranno un'attività di monitoraggio in tempi brevissimi per verificare lo stato attuale delle condizioni ambientali della grotta e degli affreschi. Dopo aver sentito i pareri degli enti ed aver acquisito la disponibilità alla collaborazione tecnico-progettuale, convocheremo un altro tavolo di discussione -conclude il sindaco Nicola Rizzo- che allargheremo ad associazioni e gruppi interessati ad una progettualità che può sviluppare anche un interessante risvolto turistico -culturale».

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI