Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 09 Agosto 2022

Si è svolta lo scorso martedì 5 luglio la conferenza stampa di presentazione delle attività e delle iniziative previste dalla Città Metropolitana e dal Comune di Reggio Calabria in occasione delle celebrazioni del cinquantesimo anniversario dal ritrovamento dei Bronzi di Riace che ricorre il prossimo 16 agosto. All’incontro con gli organi di informazione hanno preso parte il Sindaco metropolitano f.f. Carmelo Versace, il Sindaco f.f di Reggio Calabria, Paolo Brunetti, il consigliere metropolitano delegato alla Cultura, Filippo Quartuccio e l'assessora comunale alla Cultura e Turismo, Irene Calabrò.

L’occasione è servita inoltre per fare ulteriore chiarezza rispetto al lungo e articolato percorso avviato ormai da mesi (nel mese di dicembre i primi passi in questa direzione, poi l’ufficializzazione a gennaio) dall’Ente di Palazzo Alvaro, per celebrare al meglio tale importante appuntamento. Un lavoro che la Metrocity, è bene ricordare, ha avviato sin da inizio anno nell’ambito di un apposito tavolo di lavoro che vede, tutt’oggi, al suo interno tutti gli attori istituzionali, sociali e culturali del territorio reggino.

Tra gli esiti di questa attività che nel corso dei mesi è stata caratterizzata da diversi incontri e momenti di confronto a carattere operativo, c’è anche la produzione di un logo identificativo del Cinquantenario che la stessa Città metropolitana, peraltro, aveva presentato lo scorso aprile in occasione dell’ultima, nonché unica, riunione del tavolo di coordinamento della Regione Calabria.

“Oggi è una bellissima giornata che suggella un lavoro partito da lontano e che ha prodotto un programma molto importante e di altissimo profilo artistico e culturale che abbraccerà tutto il territorio metropolitano di Reggio Calabria”. Con queste parole il Sindaco f.f. Versace ha racchiuso i contenuti della presentazione rimarcando il respiro “nazionale e internazionale di un cartello di eventi, spettacoli ed iniziative su cui gli uffici dell’Ente, guidati dalla Dirigente Attanasio che ringrazio, hanno davvero lavorato con grandissima attenzione e dedizione”. Nessuna polemica con la Regione, ha evidenziato inoltre il rappresentante di Palazzo Alvaro, “ma semplicemente la doverosa presa di posizione da parte della Città metropolitana rispetto ad una evidente mancanza di garbo istituzionale. Nelle ultime ore, peraltro, ho avuto modo di parlare con il presidente Occhiuto che mi ha contattato telefonicamente e con cui ho avuto modo di confrontarmi, pacatamente, rispetto a quanto non ha evidentemente funzionato in termini di comunicazione fra Enti. E se ci sarà l’opportunità di mettere in rilievo per come merita, il grande lavoro svolto dal coordinamento metropolitano ormai da quasi un anno, saremo ben lieti di accettare l’invito del presidente Occhiuto, sicuramente non siamo in cerca di sterili passerelle”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il Sindaco f.f. Brunetti, che ha poi messo in evidenza “la vitalità del nostro territorio che a dispetto di una narrazione troppo spesso orientata ai soli aspetti negativi, riesce ad esprimere capacità organizzative e attrattive di assoluto rilievo. Lo dimostra il lavoro che la Città metropolitana sta portando avanti, insieme al Comune e agli altri Enti, per la valorizzazione dei Bronzi, ma anche attraverso eventi di caratura nazionale come la presentazione dei calendari di Serie B che vedranno la nostra città al centro dell’attenzione del mondo sportivo”.

Numeri importanti per questo programma celebrativo, “e finalmente si parte – ha detto Quartuccio – con un cartellone ricchissimo di eventi distribuito su tutto il territorio metropolitano. Undici comuni coinvolti per la realizzazione delle iniziative e diciannove realtà associative coinvolte. Un lavoro imponente, sinergico con tutte le realtà del territorio, Comune di Reggio, di Riace, Soprintendenza, Direzione regionale musei, Museo Archeologico Nazionale, insomma una grande opera di sintesi che oggi ci consente di presentare all’Italia intera un programma di grande rilievo artistico e culturale”.

Nel definire il programma sono state recepite le istanze del territorio, ha infine evidenziato l’assessora Calabrò, “anche attraverso una specifica attività di preparazione dei siti che ospiteranno gli eventi. Stiamo inoltre chiudendo il nostro calendario che a breve presenteremo con due azioni importanti finanziate con fondi esterni, il primo nel quadro del Fondo unico per lo spettacolo dedicato alle aree periferiche della città e il secondo nell’ambito del Pon React che guarda anche alla creazione di un distretto culturale. Quella di oggi è una bella pagina di rappresentanza e di identità che abbiamo voluto comunicare ai nostri cittadini”.

 

Riapre il sito archeologico dell'area sacra ellenistica "Griso Labocetta", un'oasi tra le vie Tripepi, Aschenez, Palamolla e XXIV maggio. Il sindaco metropolitano facente funzioni, Carmelo Versace, insieme al consigliere delegato alla Cultura, Filippo Quartuccio, e con il supporto della Sovrintendenza per i Beni culturali, hanno ufficialmente riconsegnato lo spazio a cittadini e turisti che, da oggi, potranno contare su una serie di attività e manifestazioni curate dall'Associazione Ulysses, presieduta da Maria Cagliostro, aggiudicataria dell'Avviso pubblico destinato alla gestione dell'area.

«La cultura - ha detto Versace - è un settore nevralgico per lo sviluppo del territorio. Fin dal suo insediamento su input del sindaco Giuseppe Falcomatà, la Città Metropolitana ha puntato fortemente sull'area sacra "Griso Labocetta" che torna ad essere patrimonio per i nostri concittadini. È bello, adesso, poter pensare che questo spazio possa cominciare ad essere vissuto dalle scolaresche, dai turisti o da chi frequenta, abitualmente, il centro cittadino». «Questa apertura - ha continuato l'inquilino di Palazzo Alvaro - ripaga tutti gli sforzi fatti per creare concrete opportunità di sviluppo ed un serio riscatto nel nostro comprensorio. La partita è ancora lunga e difficile, ovviamente, ma la potremo vincere solo facendo rete e coinvolgendo le migliori professionalità. Come "Griso Labocetta", infatti, la città è costellata di siti che possono arricchire l'offerta aggiungendosi alle meraviglie custodite nel Museo nazionale».

Un grande risultato che esalta le ambizioni del consigliere Quartuccio entusiasta nel riconsegnare l'area ai cittadini. «Finalmente - ha affermato - il sito "Griso Labocetta" rivive grazie all'impegno della Città Metropolitana che ha compiuto interventi di restyling e grazie all'avviso pubblico del settore 2 che ha individuato nell'Ulysses l'associazione che se ne prenderà cura».

«Abbiamo il dovere di rendere fruibili quanti più spazi culturali possibili», ha affermato il delegato alla Cultura aggiungendo: «È altrettanto doveroso  creare una sinergia proficua che le migliori realtà associative del territorio». «Questo sito - ha concluso - riapre nella circostanza fattuale della ricorrenza del 50° anniversario della scoperta dei Bronzi di Riace ed ospiterà alcune iniziative legate a questo evento così importante. Come si vede, in città c'è una pulsione culturale differente, esiste un'offerta di rilievo e di spessore e prende sempre più forma una grande voglia di riscatto culturale». Un ringraziamento particolare, il consigliere Quartuccio lo ha voluto riservare alla Soprintendenza dei Beni culturali per «il costante e continuo rapporto di collaborazione che ci permette di tagliare traguardi di altissimo livello».

Per Marisa Cagliostro, presidente dell'associazione Ulysses, «è un onore ed un onere poter gestire un'area di rilevanza storica, mitologica e culturale inestimabile». 

«Il partenariato con altre importanti realtà associative e culturali cittadine  - ha spiegato - ci permetterà di allestire un calendario di eventi ed iniziative, coerenti con i luoghi, già a partire dal mese di luglio». Teatro, arte, letteratura, musica e danza sono alcune delle discipline illustrate dai partner, ma, nelle intenzioni della presidente Cagliostro, «c'è la volontà di coinvolgere altre associazioni per ampliare l'offerta, per esempio, al cinema con la partecipazione dei circoli "Chaplin" e "Zavattini", o alla musica con il Museo dello strumento musicale di Demetrio Spagna».

«L'area - ha continuato - sarà aperta anche a chi vorrà semplicemente leggere un libro, potendo contare su una piccola biblioteca che presto allestiremo».

Il Consiglio Metropolitano ha approvato il rendiconto di gestione per l’esercizio finanziario 2021. Il documento contabile ha incassato il voto favorevole ed unanime dell’aula Repaci con il sindaco facente funzioni, Carmelo Versace, che si è detto «molto soddisfatto per il lavoro portato avanti dai dirigenti e dal direttore generale, nel consegnare un Ente finanziariamente solido», e per «il contributo fattivo e collaborativo, nel merito di tutti i provvedimenti trattati nel corso della seduta, delle minoranze presenti in aula».

«Nonostante il periodo pandemico – ha detto Versace riflettendo sul rendiconto 2021 - registriamo un cospicuo avanzo di amministrazione, con l’evidenza che l’Ente non risulta in condizioni strutturalmente deficitarie, un tema caldo per gli enti pubblici in generale».
«Non ci siamo mai tirati indietro – ha aggiunto – quando si è trattato di dover investire cospicue somme, in conto capitale, su settori chiave quali l’edilizia scolastica o la viabilità. Quest’ultimo punto, poi, è particolarmente delicato se si considera come la Città Metropolitana sconti, nello specifico, difficoltà oggettive in tema di fondi ordinari e che, nel comparto stradale, non disponga di fondi previsti per questo tipo di interventi. Eppure, gli sforzi fatti ci consegnano importanti risparmi che indicano il buon cammino intrapreso dall’amministrazione».

L’aula, sempre all’unanimità come per ognuna delle proposte poste in discussione, ha approvato due punti fondamentali relativi alle attività poste in essere per le celebrazioni del 50° anniversario del ritrovamento dei Bronzi di Riace. In entrambe i casi, ha relazionato il consigliere delegato alla Cultura, Filippo Quartuccio: «E’ stato costituito il Comitato tecnico per la candidatura Unesco dei Bronzi di Riace. Ne fanno parte la Città Metropolitana ed i Comuni di Reggio Calabria e Riace. Questa candidatura rientra nella logica più ampia che vede collaborare diverse istituzioni così com’è stato per la promozione della Locride quale capitale italiana della Cultura. Queste delibere non sono meri provvedimenti amministrativi, ma testimoniano l’impegno della Città Metropolitana nella cultura, nella promozione e nel marketing territoriale in una strategia di sviluppo complessiva dell’intera area metropolitana».
Il secondo passaggio dedicato ai Bronzi riguarda il via libera del consiglio al programma “Memoria e Mito”, il cartellone di eventi ed attività predisposto da Palazzo Alvaro proprio in occasione della ricorrenza che interessa i Guerrieri custoditi al Museo nazionale. «E’ un atto profondamente ambizioso», ha affermato Quartuccio sottolineando come «il lavoro di costruzione sia stato tutt’altro che semplice». «Il provvedimento – ha spiegato - ha comportato una variazione al bilancio di previsione 2022-2024, considerata la mancanza di un capitolo specifico. Così, abbiamo individuato somme per circa 510 mila euro e siamo in attesa che la Regione, come annunciato, contribuisca con 100 mila euro. Mi preme ringraziare quanti hanno lavorato, con grandi sacrifici, alla formazione del miglior programma possibile per garantire l’interesse dell’intera area metropolitana».
Nella circostanza, il sindaco facente funzioni, Carmelo Versace, ha promosso l’azione dell’intera amministrazione che «sta provando a segnare, in maniera fattiva, un passaggio che è importante non solo per il territorio metropolitano, ma per l’intera Calabria».

Il Consiglio ha quindi approvato poste in entrata per 280 mila euro, relative a trasferimenti che i Ministeri dell’Interno e dell’Economia hanno riconosciuto alla Città Metropolitana per l’illuminazione delle sedi istituzionali, delle strade e degli istituti di istruzione secondaria.

L’aula “Leonia Repaci” ha, poi, discusso ed approvato il rinnovo dei protocolli d’intesa per l’evento della “Traversata dello Stretto” e per le attività da svolgere in sinergia con la “Deputazione di Storia Patria per la Calabria”, temi illustrati dai consiglieri Filippo Quartuccio e Giuseppe Giordano.

L’unanimità dell’assemblea ha anche approvato l’istituzione del capitolo in bilancio per il fitto dei locali “UAT di Bianco”, riconoscimenti di debiti relativi a sentenze passate in giudicato, modifiche ed integrazioni al Regolamento per l'istituzione e la tenuta dell'Albo Unico Metropolitano delle Associazioni, al Regolamento per la concessione dei contributi a Enti pubblici e le organizzazioni private della Città Metropolitana, al regolamento recante la disciplina del cerimoniale, dell'uso dei segni distintivi e della concessione del patrocinio della Città Metropolitana di Reggio Calabria ed una variazione al programma biennale degli acquisti di forniture e servizi 2022-2023 per avviare una campagna promozionale del territorio attraverso le iniziative legate al “Jova beach party 2022”, il grande evento che vedrà l’intera area metropolitana al centro dell’attenzione mediatica nazionale ed internazionale.

 

La Città metropolitana di Reggio Calabria ha preso parte a “Missione Italia”, la due giorni di approfondimento sui progetti per lo sviluppo delle comunità locali che gli Enti territoriali stanno portando avanti nel quadro del PNRR. L’evento, promosso a Roma da Anci, ha acceso i riflettori, in particolare, sul progetto per la realizzazione di impiantistica integrata per il trattamento dei rifiuti urbani differenziati su cui sta lavorando la Metrocity. L’Ente di Palazzo “Corrado Alvaro” è stato rappresentato, in occasione dell’appuntamento capitolino, dal consigliere metropolitano delegato e Sindaco di Gioiosa Ionica, Salvatore Fuda.

L’occasione è servita a descrivere il lavoro e le buone pratiche che la Città metropolitana di Reggio Calabria sta portando avanti in questi anni. “Un lavoro faticoso e complesso – ha spiegato Fuda - iniziato insieme al Sindaco Giuseppe Falcomatà e che sta proseguendo con il Sindaco f.f. Carmelo Versace, per costruire insieme ai 97 comuni della nostra città un piano, una strategia, una visione che tenga dentro da un lato le esigenze della contingenza e del quotidiano e dall’altro la necessità vitale di programmare e progettare per il medio-lungo periodo”.

Il cammino è ancora pienamente in corso, ha inoltre rimarcato il consigliere metropolitano, “ma sappiamo perfettamente dove andare. Continuiamo a lavorare nell’interesse del territorio nonostante il recente intervento legislativo regionale sul modello di governance in materia di rifiuti, pur non ancora operante, stia creando non poche incertezze e timori sulle prospettive e sulla stabilità del sistema. Presto comunque adotteremo il Piano d’Ambito nella sua versione definitiva dopo la conclusione di un ampio confronto con i territori”.

Al redigendo Piano d’Ambito, ha poi sottolineato Fuda, “si possono naturalmente ricondurre le proposte avanzate per essere finanziate con i fondi PNRR e riguardanti il completamento dell’impiantistica pubblica al servizio della raccolta differenziata: un biodigestore per il trattamento dell’umido, un impianto per il trattamento del secco, un impianto per trattare i materiali assorbenti, due per le terre da spazzamento e 5 stazioni di trasferenza; gli interventi proposti valgono circa 100 milioni di euro”.

Alle proposte della Metrocity si aggiungono tutte quelle che direttamente i comuni hanno presentato sulla linea 1 del bando PNRR come i centri comunali di raccolta, le isole ecologiche mobili o la digitalizzazione dei sistemi di raccolta. “Su questi interventi – ha evidenziato il rappresentante di Palazzo Alvaro - abbiamo chiesto al CONAI di supportare i Comuni e così è stato. Il Consorzio non si è mai tirato indietro; i proficui rapporti di collaborazione continueranno e si intensificheranno in futuro”.

Sugli esiti della due giorni capitolina, infine, “abbiamo ascoltato con interesse il Ministro Cingolani e Laura D’Aprile, Capo Dipartimento Transizione ecologica del MITE. A settembre molto probabilmente sapremo se, e in che misura, le proposte progettuali avanzate saranno ammesse a finanziamento. Siamo fiduciosi anche in virtù del fatto che la struttura dell’UPS Rifiuti si distingue per la qualità e l’efficienza che riesce a garantire. Per questo voglio ringraziare l’ingegnere De Matteis e tutto il personale della struttura che lavorano con serietà e abnegazione. Grazie anche al Sindaco De Caro, Presidente nazionale di ANCI per l’invito che mi ha rivolto e grazie ad ANCI Calabria, al suo Presidente Marcello Manna e al Segretario Franco Candia”.

È stato presentato mercoledì scorso, nella sala Biblioteca di Palazzo “Corrado Alvaro”, il calendario degli eventi in programma all’interno di “Estate Metropolitana 2022”. Un ricco cartellone di spettacoli composto da ben 75 appuntamenti che scandiranno la stagione estiva coinvolgendo, da giugno a settembre (due appuntamenti sono previsti anche a dicembre), tutto il territorio reggino nel segno della cultura, della musica e dell’intrattenimento di qualità. I dettagli dell’iniziativa sono stati illustrati dal Sindaco f.f. della Città metropolitana, Carmelo Versace e dal consigliere metropolitano delegato alla Cultura, Filippo Quartuccio nel corso di una conferenza stampa a cui hanno preso parte anche la dirigente del Settore 2 della Città metropolitana, Giuseppina Attanasio e l’assessora comunale di Reggio Calabria alla Cultura e Turismo, Irene Calabrò, che ha messo in evidenza la proficua sinergia tra Comune e Città metropolitana sul fronte della programmazione culturale.

La Città metropolitana ha voluto fortemente caratterizzare questo cartellone di eventi puntando sulla valorizzazione degli artisti locali e promuovendo delle attività di spettacolo che riguardano quelle amministrazioni comunali che hanno fatto richiesta nel quadro dell’avviso pubblico scaduto lo scorso 25 marzo. “Si tratta di eventi – ha spiegato Quartuccio - che spaziano dalla danza, alla musica, al teatro abbracciando, in generale, le forme espressive legate all’arte e alla cultura. L’elemento chiave e centrale che anima l’intero programma è la forte spinta verso il rilancio del talento locale. Artisti del nostro territorio che fanno delle loro capacità e delle loro doti artistiche, un motivo di vanto per il nostro territorio e che è preciso dovere delle istituzioni valorizzare al meglio. Un obiettivo che questa amministrazione metropolitana ha posto al centro dell’agenda di lavoro dedicata alla Cultura, con l’obiettivo di far ripartire un settore, quello degli spettacoli, che viene da un periodo durissimo. Per realizzare tutto ciò – ha poi aggiunto il rappresentante di Palazzo Alvaro - c’è stata una programmazione importante e faticosa, per la quale devo ringraziare gli uffici del Settore che hanno lavorato incessantemente e con grande attenzione affinché l’offerta culturale contenuta in questo lungo e articolato calendario, potesse essere di assoluta qualità”.

Recuperare la normalità perduta negli ultimi due anni in seguito all’emergenza pandemica, è un altro elemento che identifica l’Estate Metropolitana 2022, ha rimarcato il Sindaco f.f. Versace, evidenziando che “l’Ente ha fatto semplicemente ciò che era doveroso e giusto, utilizzando esclusivamente risorse proprie, in un momento di grave sofferenza per il settore della cultura e in particolare degli spettacoli. E di questo voglio ringraziare il consigliere Quartuccio, gli altri colleghi delegati e naturalmente gli uffici guidati dalla dirigente Attanasio. In questa direzione, abbiamo profuso il massimo sforzo per chiudere in anticipo un calendario di eventi che vede il coinvolgimento di circa settanta amministrazioni comunali, per un investimento economico di oltre 300mila euro e il protagonismo delle associazioni e dei promoter del nostro territorio. Un percorso che non guarda solo al comparto spettacoli, ovviamente, ma anche a tutto l’indotto che gravita intorno ad esso, pensiamo ad esempio  all’alberghiero e alla ristorazione. Estate Metropolitana – ha aggiunto Versace - vuole anche essere un messaggio rivolto al tessuto imprenditoriale e produttivo locale, a cui diciamo di investire con fiducia ed entusiasmo in un territorio, come quello reggino, che mostra continui segni di vitalità, che è desideroso di ripartire ed è ricco di grandi capacità artistiche e organizzative”.

Prossimamente, ha infine concluso Versace, “annunceremo l’altro programma di iniziative ed eventi esclusivamente dedicato al Cinquantesimo dei Bronzi di Riace. Dunque una duplice azione promossa dalla Città metropolitana che guarda alla valorizzazione del territorio e che vedrà ancora una volta i nostri Comuni pirenamente coinvolti all’interno del calendario di appuntamenti dedicati ai due capolavori bronzei”.




Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI