Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 23 Marzo 2017

Aeroporto, il meridionali…

Mar 18, 2017 Hits:192 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Ritr…

Mar 11, 2017 Hits:387 Crotone

Cirò - "Riforma Lili…

Mar 08, 2017 Hits:459 Crotone

Riconsacrata da Monsignor…

Mar 06, 2017 Hits:444 Crotone

A Umbriatico svelati i mi…

Mar 02, 2017 Hits:581 Crotone

All’AKC il Trofeo del 1…

Mar 01, 2017 Hits:564 Crotone

L'orchestra O. Stillo suo…

Feb 28, 2017 Hits:617 Crotone

"La ridefinizione gi…

Feb 25, 2017 Hits:1059 Crotone

“Ė un paradosso. Proprio il reparto in cui si dovrebbero riportare i malati gravissimi a condizioni di vivibilità accettabili, ristabilendone in primo luogo la respirazione, in questi giorni di afa sconsiderata si soffoca per malfunzionamento dei condizionatori”. La denuncia arriva da Michel Emi Maritato, presidente di AssoTutela, che spiega da quanto tempo l’Associazione tenga sotto controllo l’efficienza degli impianti refrigeranti degli ospedali regionali. “Siamo in prima linea per controllare che non si verifichino disagi ai cittadini ricoverati nelle strutture regionali e alla direzione della Asl, che amministra l’ospedale Santa Maria Goretti di Latina, sono arrivate segnalazioni dal mese di giugno, sia da parte dei parenti che dei ricoverati e soprattutto degli operatori. Proprio i dipendenti – continua Maritato – sono esasperati per la sciatteria con cui si esegue l’ordinaria manutenzione degli impianti. E non solo. Anche situazioni apparentemente di facile risoluzione, come la riparazione di una zanzariera, per l’ufficio tecnico della Asl di Latina diventano problemi insormontabili, come accaduto di recente nel reparto di Medicina. Chiediamo alla Regione Lazio trasparenza sulla destinazione dei 33 milioni e 600 mila euro destinati nel mese di giugno - con immediata liquidità a ogni ospedale per 1 milione e 600 mila euro – per le manutenzioni urgenti delle strutture”.

Una delle premiazioni - da sinistra, il Sindaco dr. Cosmo Mitrano, Antonella Magliozzi, Mauro Di Nitto, la Sig.ra Magliocca, Gianluca Andreetta, Cosmo Ciano, l'Ass. Antonio Di Biagio

 

La kermesse di eventi natalizi organizzati dalle Associazioni “Le Tradizioni”, “Gaeta Dinamica” e “I Graffialisti” - tutti patrocinati dal Comune di Gaeta - si è conclusa lo scorso sabato 5 gennaio 2013, con il tradizionale concerto de Gliè Sciusce, giunto quest’anno alla quinta edizione, dopo il concerto gospel del coro Big Soul Mama presso il Santuario della SS.Annunziata, l’innovativa manifestazione enogastronomica, artistica e culturale “Castelli in Festa – Festa del Ceppo”, le mostre d’arte contemporanea “L’Albero d’Artista” e “Immagina”, la prima tenutasi lo scorso 16 dicembre lungo via della Indipendenza – cuore del centro storico di Porto Salvo – e, la seconda, aperta fino al 13 gennaio, presso la Çirò Gallery Atelier, nonchè “Abbracci Gratis” versione riadattata dell’australiana Free Hugs.

Come per gli altri eventi, iniziati a metà dicembre, si è registrato un elevatissimo indice di gradimento da parte dei numerosi visitatori che hanno seguito con grande partecipazione il Gran Galà de Gliè Sciusce, acclamando i gruppi folkloristici.

 

Quest’anno lo spettacolo è stato ancor più ricco di emozioni e messaggi sociali.

Leit motiv della serata è stato il ricordo di due noti personaggi locali legati alla tradizione dei Sciusci, ovvero, Nino Granata detto “Cocchetto” e Cosmo Buccarello: tra la commozione degli organizzatori, degli intervenuti e del pubblico, lo spettacolo si è aperto con un minuto di applausi, «perché così avrebbero voluto».

Sottolineando l’attenzione rivolta alla cultura e al fatto che Gaeta, Città d’Arte, annovera tra i suoi cittadini eminenti personalità note a livello nazionale e internazionale, sono stati conferiti degli importanti riconoscimenti.

Tra questi ricordiamo i riconoscimenti conferiti dall’Amministrazione Comunale ai poliziotti Gianluca Muoio e Antonio Vellone.

Il “Premio Eccellenza Gaetana” è stato consegnato al Prof. Adriano Madonna, insigne e già pluripremiato giornalista e fotografo. Il premio è consistito in una pregevole opera d’arte donata dalla pittrice Milena Ferruzzi dell’Associazione di promozione sociale I Graffialisti ed è stato consegnato dal presidente dell’Associazione, l’artista Antonella Magliozzi.

A seguire, è stato conferito il “Premio Patrimonio Culturale di Gaeta” per la Tradizione al lavoro bibliografico M° Nicola Magliocca, insigne scrittore e, autore di preziose pubblicazioni di carattere prevalentemente storico, mediante le quali ha fornito un importante contributo alla conservazione delle antiche tradizioni locali.

A far da cornice all’evento vi erano degli stand enogastronomici organizzati dall’Associazione Gaeta Dinamica, dove, fra l’altro, sono stati distribuiti ai più piccini delle graziose composizioni artistiche, i c.d. “sacchetti della befana”, e si è potuta ammirare una singolare mostra di antichi attrezzi da lavoro a cura del collezionista Damiano Di Tucci.

L’occasione è stata ritenuta utile per continuare nell’opera di sensibilizzazione circa l’esigenza di installare delle telecamere per la videosorveglianza a fini di sicurezza lungo la suggestiva via della Indipendenza, mediante la raccolta di firme: solo nella giornata dedicata al Galà, ne sono state raccolte altre duecento. L’iniziativa, tuttora in corso, sposata anche dalle Associazioni Le Tradizioni e Gaeta Dinamica, ebbe inizio nell’agosto del 2011, in occasione di un appuntamento del Meeting artistico Open Gallery Indipendenza.

Entusiasta il Sindaco di Gaeta, dr. Cosmo Mitrano, intervenuto più volte direttamente sul palcoscenico per la consegna dei premi, che ha sentitamente ringraziato il pubblico, i gruppi folkloristici e gli organizzatori, rimarcando la grande importanza rivestita della collaborazione tra persone, volontari, gruppi ed enti, per la realizzazione di manifestazioni che hanno in sé diverse finalità, tra cui quella di preservare le antiche tradizioni dall’oblìo.

Gli enti non profit “Le Tradizioni”, “Gaeta Dinamica” e “I Graffialisti” hanno tratto dalle parole del Primo Cittadino e dell’Assessore dr. Antonio Di Biagio - anch’egli intervenuto durante l’evento, manifestando vivissimo apprezzamento per l’iniziativa - nuova linfa per portare avanti con rinnovata energia le loro iniziative “compartecipate”, consolidando ulteriormente quello spirito di sana, costruttiva e serena collaborazione che le ha contraddistinte e animate nel perseguimento di un unico fine: il benessere della collettività.

I presidenti delle Associazioni promotrici, Mauro Di Nitto per “Le Tradizioni”, Cosmo Ciano per “Gaeta Dinamica” e Antonella Magliozzi per “I Graffialisti” ringraziano la cittadinanza tutta, le Autorità intervenute e gli artisti per l’ottima riuscita dello spettacolo, augurando a tutti un anno di pace e serenità.

A partire dal 25 maggio 2011 si svolgerà a Campodimele (Provincia di Latina) la terza edizione del progetto internazionale della fiaba Un paese incantato, ideato e diretto dallo psicologo Giuseppe Errico e l'artista Bruno Leone, promosso dall'assessore alla cultura Zhara Pecchia del Comune di Campodimele e Angela La Torre dell'associazione Agenzia Arcipelago Onlus. Giunta alla sua terza edizione, la manifestazione Un paese incantato ha via via  assunto, in questi anni, una sua precisa identità nel panorama attuale di eventi e progetti sul tema delle fiabe. L'obiettivo  era ed è quello di mettere insieme una proposta che possa coniugare arte e psicologia,  racconto e didattica. Il progetto infatti tende a valorizzare le  narrazioni orali  e a promuovere, attraverso  artisti e studiosi (psicologi, ecc.), esperienze, iniziative sociali e aggregative. Seppur in presenza delle ristrettezze di bilancio  che gravano sul comparto dei Comuni, ma consapevole  nel contempo dell'importanza di tale progetto, la Città  di Campodimele si è impegnata affinché l'iniziativa continui a crescere puntando a traguardi sempre più significativi e imporanti. Dunque una città delle fiabe che lungo le vie del Borgo medievale, accoglierà bambini, adulti e turisti. Irrinunciabile infine, il fitto calendario che, oltre a celebrare Il "racconto fiabesco", prevede  anche numerosi e interessanti appuntamenti con illustratori,   artisti, studiosi, autori e scrittori.

Il progetto è patrocinato dal Ministero dei beni e attività culturali, l'Assessorato alla cultura della Regione Lazio, la Provincia di Latina ed è sotto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.  Per tre giorni, nei giorni 25-26-27 maggio 2011 in questo angolo verde del Sud Pontino, adulti e bambini potranno osservare il mondo attraverso il racconto fiabesco.

La manifestazione sarà ricca di iniziative ed eventi, come per gli anni precedenti, i bambini e i giovani saranno i veri protagonisti.  Tra gli appuntamenti da non perdere lo spettacolo della commedia dell'arte del Maestro Bruno Leone e le fiabe di Tonino Taiuti, le musiche ritmiche di Toni Cercola, i racconti orali di Giudo Primicitile Carafa (Nakote Teatro), le marionette e burattini di Roberto Vernetti, la mostra di antichi strumenti del cinema "La Lanterna Magica" dell'artista Claudio Correale, le poesie fiabesche di Cinzia Demi, i racconti di Sandro Mascia, Salvo Pitruzzella, Pino Ionta e Lorenzo Ciufo,i laboratori di Loredana Mariciano, Alessandra Vitelli, Paola Legnaro, Enrico Vannucci,  i racconti orali dei narratori Anna Rita Persechino,  Carola Flauto, Simona Sagone (Ass. Youkali di Bologna), la fiaba dello scrittore Alessandro Pitruccelli narrata da Marcherita Agresti,   le opere di Tiziana Grassi (Ospedale delle bambole di Napoli), i racconti del Carnevale di Viareggio di Enrico Vannucci. Per la giornata finale è previsto un incontro con lo studioso Michele Rak che leggerà una Fiaba tratta dal testo "Lo Cunto de li cunti" di Basile e darà via al primo seminario permanente europeo della fiaba "Lo conto".

Tra le numerose iniziative  in programma spettacoli orali dal vivo (burattini, marionette, teatro di strada), mostre, incontri, giochi all'aperto, attività di  laboratorio ludico, film, musica. Inoltre ci saranno anche numerosi artisti e ospiti d'eccezione: il professore Vincenzo Cappelletti, presidente della Fondazione Nazionale Carlo Collodi; Michele Rak, teorico delle dinamiche delle culture e della funzione dei linguaggi d'arte nel mutamento sociale (anch'egli membro del comitato scientifico del progetto di Campodimele coordinato dal dottor Giuseppe Errico). A settembre, durante una giornata speciale del festival, saranno presenti lo scrittore, poeta e regista Giuliano Scabia, tra i fondatori del Dams di Bologna e il musicista e premio Oscar Ennio Morricone.



Durante i tre giorni dedicati alla fiaba si susseguiranno, in uno scenario naturale di festa, partecipazione e allegria, spettacoli e mostre, eventi, giochi.



Novità di quest'anno una nuova iniziativa rivolta ai bambini ovvero un concorso a tema sulle fiabe dal titolo suggestivo: "Raccontami una fiaba".   



Tale  concorso rivolto, esclusivamente, ai bambini della Provincia di Latina e bambini che frequentano  ludoteche, associazioni, biblioteche, accoglie lavori singoli o di piccoli gruppi ovvero fiabe inedite, scritte, disegnate, illustrate e filmate.  Il concorso  è rivolto coloro che hanno una età compresa tra i 3 e i 10 anni che possono partecipare con lavori individuali o di gruppo, frutto di attività didattiche e sperimentali sulle "fiabe". La finalità è quella di far scoprire ai bambini il mondo della fiaba  valorizzando le esperienze e stimolando ulteriormente operatori, maestre, insegnanti e bambini a cimentarsi nella creazione di nuove fiabe.  I lavori inviati entro la data di scadenza verranno quindi esaminati da una commissione presieduta dal Sindaco di Campodimele, dottor Roberto Zannella.



I lavori scelti dalla commissione saranno premiati, con opere artistiche dell'Ospedale delle Bambole di Napoli, alla presenza del sindaco e della giuria del concorso.  Nella giornata  finale del festival (27 maggio 2011) si svolgerà sia la consegna dei premi.



Nella stessa giornata avverrà la premiazione "La Fiaba Magica"  al quale partecipano studiosi, scrittori e artisti che si occupano di fiabe. Quest'anno, in presenza delle istituzioni locali, saranno premiati i seguenti artisti e studiosi per il loro lavoro:  Michele Rak, Vincenzo Cappelletti.



Questo territorio del sud pontino  continuerà  a realizzare, oltre al festival,  il suo grande progetto: divenire un punto di riferimento internazionale per lo studio, la ricerca e la sperimentazione delle fiabe attivando collaborazioni con centri di ricerca a livello internazionale e eventi di formazione. Campodimele è, una delle cittadine più caratteristiche e suggestive del Sud Lazio, con i suoi antichi borghi e le sue chiese secolari, anche in questa edizione, pertanto, accoglierà bambini e famiglie intere nella splendida cornice delle colline e di una natura incontaminata. 



Hanno aderito all'iniziativa il Comune di Castel Ritaldi (Provincia di Perugia), la Fondazione Nazionale Carlo Collodi - Pinocchio, l'Ospedale delle Bambole di Napoli, l'Osservatorio Europeo Permanente sulla Lettura dell'Università degli Studi di Siena, l'Università degli studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, la casa editrice Il Narratore, le Associazioni Lux in Fabula, l'associazione  Yourkali di Bologna, La Libreria di Margherita di Formia, l'I.P.E R.S. di Formia.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI