Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 23 Marzo 2017

Aeroporto, il meridionali…

Mar 18, 2017 Hits:192 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Ritr…

Mar 11, 2017 Hits:387 Crotone

Cirò - "Riforma Lili…

Mar 08, 2017 Hits:459 Crotone

Riconsacrata da Monsignor…

Mar 06, 2017 Hits:444 Crotone

A Umbriatico svelati i mi…

Mar 02, 2017 Hits:581 Crotone

All’AKC il Trofeo del 1…

Mar 01, 2017 Hits:564 Crotone

L'orchestra O. Stillo suo…

Feb 28, 2017 Hits:617 Crotone

"La ridefinizione gi…

Feb 25, 2017 Hits:1059 Crotone

“Due Poli ospedalieri come Alatri e Sora declassati, il nosocomio di Anagni cancellato, neanche 4000 operatori in servizio, contro i 6000 di cui ci sarebbe bisogno e una atavica carenza di posti letto per acuti”. Ė la situazione della sanità frusinate, analizzata dal presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato che dichiara: “Non si può uccidere un uomo morto, l’atto aziendale va rivisto sulla base delle esigenze della popolazione. Le strutture sanitarie a Frosinone e provincia - argomenta Maritato - hanno già subito una pesante battuta d’arresto con la creazione della cosiddetta ‘macroarea’, idea della precedente amministrazione che non ha fatto altro che penalizzare una provincia già povera di strutture. Ci chiediamo da chi sia composta la commissione dei cosiddetti ‘saggi’ che hanno provveduto alla stesura dell’atto aziendale e quante risorse aziendali siano state destinate a tale gruppo. Se questi sono i saggi – chiosa il presidente – non credo che la sanità regionale sia destinata a compiere grandi passi avanti”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI