Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 22 Gennaio 2022

“I Quattrocento anni di storia dell’Accademia delle Scienze Mediche di Palermo che oggi si festeggiano presso la Sala delle Capriate dello Steri  diventano l’occasione per affermare il ruolo importantissimo e prioritario che svolge la comunità scientifica all’interno del nostro territorio e in particolare nella città di Palermo. Parlare oggi di “Cultura Scientifica tra identità e confronto”, in un momento così delicato nel quale la cura alla persona deve essere messa primo posto, significa affermare con forza i valori etici che da 4 secoli guidano le azioni degli accademici”.

Lo ha dichiarato l’assessore alle Culture, Mario Zito, intervenuto  stamani a Palazzo Steri, in rappresentanza dell'Amministrazione comunale, alle celebrazioni per i quattrocento anni dell’Accademia delle Scienze Mediche di Palermo.

“Quattrocento anni di attività  - sottolinea il sindaco, Leoluca Orlando  - sono un'occasione per ripercorrere quattrocento anni di storia della nostra città ma anche di sviluppo delle scienze mediche. L'Accademia delle scienze mediche di Palermo rappresenta un punto di riferimento importante grazie alle sue presenze di grande eccellenza riconosciute a livello nazionale”.

Stamattina il sindaco Leoluca Orlando ha partecipato al convegno dal titolo "I carabinieri di Sicilia nel processo di formazione dello stato unitario e post-unitario", tenutosi nella Sala Magna del Complesso monumentale dello Steri. Durante il convegno, organizzato per celebrare il 160° annuale d'istituzione della Legione Carabinieri Sicilia, il sindaco ha consegnato al generale Rosario Castello, comandante della Legione Carabinieri di Sicilia, la medaglia della città di Palermo. 

"Questa medaglia - ha detto il sindaco - è un modo per esprimere apprezzamento e gratitudine per l'impegno dell'Arma dei Carabinieri di Sicilia, la cui nascita coincide significativamente con quella dello Stato italiano e sta ad indicare un legame profondo con la cittadinanza. I carabinieri da militari svolgono il loro ruolo di difesa della legalità, ma sono e devono essere percepiti come cittadini,

come espressione e promotori di cittadinanza attiva. In Sicilia, a Palermo, sono stati tanti gli esempi di carabinieri che hanno saputo mandare, attraverso il loro impegno talvolta pagato col sangue, un messaggio fortissimo alla cittadinanza. Per tutte queste considerazioni lo scorso settembre ho conferito a tutti i carabinieri italiani la cittadinanza onoraria di Palermo per ringraziare tutti gli uomini e le donne che ogni giorno sono impegnati, a tutela della comunità, nel contrasto ad ogni forma di illegalità e nel contribuire ad una convivenza civile".

Si è svolta ieri presso i cantieri culturali alla Zisa, una conferenza di servizi, dal titolo "obiettivo dim'ora!".

Il progetto vede da tre anni  il servizio sociale u.o.marginalità adulta, il terzo settore ed il volontariato impegnati in un lavoro di accoglienza,  ascolto ed accompagnamento alle persone senza dimora, con  un programma operativo a valere sui fondi pon metro 2014.2020.

"L'incontro di oggi è un modo - ha sottolineato il sindaco, Leoluca Orlando - per mettere insieme tutte le realtà che si occupano dei senza dimora, non soltanto l'Amministrazione comunale ma anche lo straordinario contributo che viene dalle organizzazioni ed associazioni che in collaborazione con l'amministrazione comunale affrontano il tema dei senza dimora. In primo luogo rendendo visibili coloro che non hanno dimora. La visibilita è il presupposto per il riconoscimento di un diritto, in questo caso il diritto alla csa. In secondo luogo è anche un'occasione per scambiarsi pratiche e modi  diversi di affrontareil problema con l'unico obiettivo di ridurre il disagio di quanti in una grande realtà urbana come Palermo sono privi di dimora.

I servizi sociali del Comune ovviamente sono sempre presentiin questo percorso. È evidente che il rapporto pubblico- privato è fondamentale anche per la capillarità di questi interventi che dunque somo maggiormente  garantiti grazie alle tante associazioni di volontariato presenti sul territorio".

Per l'assessora alla Cittadinanza Solidale, Maria Mantegna, "l'esperienza di questi anni ha permesso a noi tutti insieme a ridare dignità alle persone senza dimora riconoscendo loro il diritto ad essere ascoltati ed a ricominciare ad esprimere bisogni e desideri.

Un grande lavoro di squadra che vedrà una continuità con la programmazione futura".

Il sindaco Leoluca Orlando ha incontrato stamani, a Villa Niscemi, l’Ambasciatrice della Repubblica di Polonia in Italia, Anna Maria Anders. 

L'ambasciatrice è giunta a Palermo appositamente per consegnare al sindaco il "BENE MERITO",  un attestato di benemerenza conferitogli dal ministro degli Esteri della Repubblica di Polonia.

"All'ambasciatrice  - ha dichiarato Orlando - ho espresso la mia gratitudine per l'attenzione riservata a Palermo, a conferma dell'importante internazionalizzazione della città che, grazie anche alla presenza della comunità polacca, arricchisce il suo mosaico di culture. Accanto agli scambi culturali e turistici di grande rilievo sono state esaminate altre forme di collaborazioni tra la realtà palermitana e quella polacca".

Il sindaco Leoluca Orlando, insieme al sindaco di Montpellier, Michael Delafosse, in questi giorni a Palermo per partecipare al Global Parliament of Mayors, questa mattina si è recato in visita alla Bottega del Kultur Ensemble, ai Cantieri culturali alla Zisa. La Bottega, inaugurata a giugno di quest'anno, è la prima di otto botteghe previste in diversi paesi del mondo e il primo istituto di cultura franco-tedesco annunciato dal Trattato di Aquisgrana, siglato nel gennaio 2019 dal presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron e dalla cancelliera federale della Germania Angela Merkel. E' stato il sindaco Delafosse a chiedere espressamente al primo cittadino di Palermo di poter conoscere l'istituto franco-tedesco.

"E' stato un grande piacere accompagnare ai Cantieri Culturali della Zisa il sindaco di Montpellier, Micheal Delafosse, città gemellata con Palermo - ha dichiarato Orlando -. Delafosse ha molto apprezzato la bellezza del luogo a conferma dell'impegno dell'Amministrazione comunale per la valorizzazione dei patrimoni della città. Il Kultur Ensemble è un importante punto di incontro per artisti e intellettuali in sintonia con il grande sviluppo culturale e artistico di Palermo".

La visita ai Cantieri culturali è stata per Orlando e Delafosse anche l'occasione per visitare il Cinema De Seta, il Goethe Institut, l'Institut Français, il Centro Sperimentale di Cinematografia e lo Zac.

Foto di Stefano Patania.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI