Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 22 Gennaio 2021

Acicastello si impone sulla Rari Nantes Taranto

RISCALDAMENTO A CATANIA-VIDOVIC DI SPALLE

 

Sicilia sfortunata per la Rari Nantes Taranto. A Catania, Acicastello si impone sugli jonici per 14-7. Questi i parziali: 4-0, 4-3, 3-2, 3-2. Un match sicuramente sottotono per la squadra di coach Dusan Vidovic, che torna a casa con l’amaro in bocca dopo la bella prova della scorsa settimana in occasione del derby.

Tornando al match della piscina “Zurria”, Taranto ha pagato lo scotto di aver incassato un pesante parziale nella prima ripresa, fondamentale per l’intero andamento della gara. La formazione rarinantina è uscita frastornata dal primo tempo ed ha poi cercato di migliorare in corso d’opera. Dal secondo parziale in poi, infatti, il divario tra le due squadre si concretizza in una sola rete di scarto. Nel terzo tempo Taranto ha visto inoltre l’espulsione del tecnico Vidovic reo, secondo l’arbitro, di aver protestato troppo a causa di una decisione dello stesso direttore di gara.

Ben tre i rigori assegnati, ma solo uno, il primo, realizzato dai siciliani. Gli altri due, uno per parte, sono stati scagliati fuori dallo specchio della porta. In casa Rari Nantes da segnalare le doppiette di Federico Patti (giunto a 22 gol in stagione), Davide Liuzzi e Davide Oliva, oltre alla marcatura di Ivan Conte.

Dunque si torna dalla Sicilia con una pesante sconfitta, con l’obiettivo, immeditato, di dare il massimo già da sabato prossimo. All’orizzonte infatti l’ultima partita del girone di andata, con Taranto che ospiterà nello Stadio del Nuoto il Cus Palermo per un vero e proprio scontro diretto in chiave salvezza.

Primo tempo. Pronti via e si entra nel vivo del match. La Tartera subisce la prima espulsione, pochi secondi e Patti commette fallo da rigore: la squadra siciliana con Piazza non sbaglia. I padroni di casa approfittano del gol a freddo e Piazza mette a segno la doppietta subito dopo. Taranto fa fatica a trovare lo smalto giusto e su una nuova inferiorità (espulso Chieco), incassa il 3-0 di Calarco. La Rari Nantes usufruisce della prima superiorità ma non riesce a sfruttarla, anzi sulla successiva espulsione di Patti subisce ancora con il gol del siciliano Arena. La frazione si chiude con un’azione sull’asse rarinantino La Tartera-Chieco, ma sfuma.

Secondo tempo. Coach Vidovic striglia i suoi che però in apertura di frazione devono ancora capitolare. E’ Piazza che sigla il 5-0. Poi c’è un lampo tarantino con Liuzzi che riesce a sbloccare la squadra segnando il 5-1. I catanesi premono, sono bravi e fortunati: prima insaccano il 6-1, ancora con Arena, e poi il rarinantino Patti stampa sul palo un rigore assegnato alla squadra jonica. La compagine di coach Cacia traccia il solco e lo aumenta con Ferlito durante una superiorità (espulso Carucci). Poi si registra l’inferiorità per Acicastello e Federico Patti si riscatta del rigore fallito, realizzando il 7-2. Acicastello sbaglia un rigore e va in inferiorità. Taranto si inserisce nel break e Ivan Conte segna il 7-3. A pochi secondi dalla fine Piazza segna ancora.

Terzo tempo: Acicastello segna il nono gol in apertura con Arena, a cui risponde in pochi secondi la Rari Nantes, ancora con Davide Liuzzi (9-4). Si alternano due superiorità: prima Acicastello (fuori La Tartera), con l’azione che sfuma e poi Taranto, ma Patti in attacco non inquadra la porta. Il bomber rarinantino però non ci sta e sulla successiva azione realizza il gol del 9-5. La tensione è alta e a farne nel spese è l’allenatore di Taranto Vidovic che viene espulso dall’arbitro. Poi il divario aumenta con i gol, in rapida sequenza, con i soliti Arena e Piazza.

Quarto tempo: L’ultimo parziale è ancora ricco di gol. Acicastello aumenta ulteriormente con Maiolino a cui risponde poco dopo il tarantino Davide Oliva (12-6). Su una nuova superiorità, i siciliani allungano con la rete di Scuderi. Davide Oliva mette dentro un altro pallone, ma gli isolani chiudono la contesa con il gol di Cardinale che approfitta dell’ennesima superiorità siciliana (espulso Conte).

CHIECO ROBERTO

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI