Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 16 Agosto 2017

Il nuovo lungomare vuole ricercare la propria identità complessiva nei termini di nuova infrastruttura slow motion quale sistema in grado di strutturare il territorio esistente e gli elementi circostanti ad esso afferenti quali la fruizione, la presenza dei residenti, gli attraversamenti, la presenza dei servizi alla balneazione, le emergenze patrimoniali, il territorio dell’area vasta. Si tratta di un progetto ispirato dall’ordine, dalla pulizia, dalla semplicità e dalla onestà dell’intervento: la nuova infrastruttura stabilisce un nuovo equilibrio civico e una nuova relazione di convivenza uomo-natura e uomo-uomo. è un trait d’union tra la zona più fortemente antropizzata e il litorale marino naturale.

È quanto ha dichiarato Basilio FERRARI, candidato alla riconferma di sindaco per la coalizione di centro destra, consegnando alla Città, oggi (venerdì 23 giugno) quello che lo stesso primo cittadino uscente ha definito il percorso per biciclette più lungo, bello e moderno della Regione: 2 km di tracciato ciclopedonale che vanno a sommarsi ai 30 km di pista ciclabile già presenti in tutta la Calabria. La pista ciclabile – ha aggiunto – rappresenta una delle infrastrutture più importanti tra quelle progettate e portate a termine nel corso del percorso amministrativo. L’opera è stata realizzata – ha chiosato – senza contrarre mutui nonostante il debito milionario ereditato dall’Esecutivo PERROTTA.

L’intervento di riqualificazione degli spazi pubblici del Lungomare – è andato avanti FERRARI – è stato strutturato per dare impulso alla ridefinizione della sua identità architettonica e paesaggistica (dolce, lenta) con un nuovo fronte mare che potrà così costituirsi sia quale spazio restituito a forme e modi d’uso nuove, rivolte alla collettività, sia quale polo di attrattività (e di sviluppo socio-economico) a valenza naturalistica ed ecologica, mettendo a sistema opportunità e potenzialità territoriali presenti sull’area, coinvolgendo soggetti pubblici e privati tramite progetti e iniziative in corso e da attuare. 

è stata migliorata la sicurezza e la fruibilità dell’area – ha aggiunto – ed è stata permessa la circolazione a ogni tipo di utenza, secondo il concetto del traffic-calming, rendendo più sicuro l’attraversamento dei pedoni e dei ciclisti. Nuovi e futuri scenari prevedono il potenziamento di sistemi di mobilità alternativi all’automobile anche attraverso la costruzione di un sistema ciclabile. La struttura di base è data dal percorso della pista ciclopedonale litoranea e le sue connessioni con il territorio cittadino circostante. Ai percorsi così strutturati si aggiungono le attività che potranno nascere di noleggio comunale e privato (bike-sharing), le attività di servizio (bike-grill) e le attrezzature per la sosta (bike-rack) con l’intento di costituire un vero e proprio sistema alternativo di mobilità ed incentivare l’uso della bicicletta negli spostamenti di breve e medio raggio dall’abitato alla spiaggia e viceversa.

Grazie alla recente acquisizione delle aree demaniali – ha concluso FERRARI – abbiamo previsto la realizzazione, alcune sono già in corso d’opera, di aree alle porte del sistema Lungomare destinate a parcheggi di scambio intermodale, anche con la revisione di quelli esistenti - (Fonte: Lenin MONTESANTO – Comunicazione & Lobbying)

Approfondite le diverse misure di sostegno per le imprese nel corso del seminario “Mix delle agevolazioni per gli investimenti nel Mezzogiorno” che si è tenuto in Confindustria Cosenza. Frutto dell’intesa tra Unindustria Calabria e Direzione Regionale dell'Agenzia delle Entrate della Calabria, il seminario sta facendo tappa nelle cinque sedi territoriali di Confindustria in Calabria, in partnership anche con l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili delle rispettive province.  Nell’introdurre i lavori, il presidente di Unindustria Calabria Natale Mazzuca ha sottolineato come “le risorse nazionali, regionali e comunitarie rese disponibili vanno ben utilizzate. Dare supporto alle imprese è una priorità imprescindibile in un momento che è cruciale per la Calabria ed il Paese. Occorre mettere a sistema tutte le opportunità a disposizione del sistema produttivo per ridare slancio all’economia, facendo leva su innovazione, ricerca e sviluppo, anche in ottica di industria 4.0”.
Messaggi chiari sono arrivati anche dal Direttore Giuseppe Orazio Bonanno della Direzione Regionale Agenzia Entrate Calabria e dal Presidente dell’Ordine dei Commercialisti di Cosenza Andrea Manna secondo cui "le agevolazioni fiscali catturano l'interesse perché rappresentano un'àncora per molte imprese e sono capaci di dare sostanza ai segnali di ripresa che pur si vedono nell'area del Sud".
Per il Direttore Bonanno della Direzione Calabria dell’Agenzia delle Entrate "c'è un Paese che risponde con i servizi quando i cittadini pagano le tasse. Vogliamo essere un interlocutore affidabile, al servizio di tutti, per dare risposte rispetto a norme che non sempre sono chiare. L'agenzia delle Entrate non è da ostacolo ma si pone come partner per fare chiarezza e soprattutto per far diminuire i casi di contenzioso che potrebbero essere chiariti con altri strumenti".   Gli interventi tecnici sono stati svolti da Maurizio Bozzo di Confindustria Cosenza, dal Presidente Sezione Servizi alle Imprese Unindustria Calabria Enrico Mazza, dai Dottori Commercialisti Francesco Caracciolo e Fabio De Buono, dalla Funzionaria dell’Agenzia delle Entrate Direzione Regionale Calabria Anna Maria Pagnotta.
In particolare sono state illustrate le misure a favore delle imprese innovative (che possono far ricorso all’incentivo “SMART & START” gestito da Invitalia) e gli aiuti previsti dalla Regione Calabria per la creazione di una nuova impresa o per l’avvio di un lavoro autonomo da parte di disoccupati o inoccupati, tramite il bando “AUTOIMPIEGO e AUTOIMPRENDITORIALITÀ”.
Inoltre sono stati approfonditi i temi relativi agli incentivi in favore di donne e giovani tra i 18 e 35 anni che possono dar vita ad una nuova impresa in forma di società, grazie al rifinanziamento della misura “NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO”.  Gli esperti si sono soffermati sul “Credito d’Imposta Ricerca e Sviluppo 2017”, un sostegno a favore delle imprese che investono in ricerca e sviluppo, sul “Credito d’Imposta Mezzogiorno” per gli investimenti in beni strumentali nuovi, destinati alle imprese operanti nelle regioni del Sud e sulle due agevolazioni fiscali “Superammortamento” e “Iperammortamento”, aiuti riconosciuti sull’acquisto di beni materiali effettuati entro 31 dicembre 2017 (super) e sull’acquisto di beni strumentali nell’ottica di trasformare l’impresa in chiave tecnologica e digitale 4.0 (iper).


            

 

Nella seduta del 25 maggio il Consiglio Comunale di Rende ha approvato all'unanimita' l'adozione di un inno Ufficiale della Citta Rende.

E' stato il presidente del Consiglio Comunale, Mario Rausa, ad illustrare la proposta presentata dal concittadino Francesco Sorrenti, presidente della Holly Music di Treviso, occasionata dal riconoscimento della detta qualifica con decreto del Presidente della Repubblica.

L'iniziativa e' stata positivamente discussa da consiglieri sia di maggioranza che di opposizione e valutata con commenti positivi, proveniendo la stessa dal fratello del compianto Michele Sorrenti, campione italiano di atletica, al quale e' stato dedicato un viale da precedente amministrazione.

La produzione discografica, realizzata mettendo insieme una equipe di circa una cinquantina di musicisti tecnici studiosi ed operatori musicali per un lavoro artistico gia' ascoltabile e veicolabile e' stata dettata esclusivamente dall'amore di Sorrenti per la propria terra e per quella di una famiglia che da Rende negli anni 50 si trasferi' a Treviso per motivi di lavoro.

L'album esplicativo dell'idea progettuale, ispirata originariamente dal padre , Giuseppe Peppino Sorrenti, e' cosi' congegnato:

Titolo, Inno di Rende

Autori musica, Buosi/Marchese

Autori testo, Furfaro/Sorrenti

Supervisione, Silvana Palazzo.

Produzione: Holly Music, Treviso, presidente Francesco Sorrenti.

Direzione artistica e arrangiamenti orchestrali: Gianni Ephrikian (vincitore Los Angeles Music Award 2015).

Arrangiamenti coro moderno: Fabrizio Rispoli.

Versioni musicali nel cd :

1 Versione coro e banda

2Versione strumentale bandistica

3 Versione acustica, voc. Maria Rosaria Spizzirri

4 Versione pop con Coro Getsemani

5 Versione jazzistica : Sing Swing

l'Inno e' documento di sintesi musicale e testuale della identita' della comunita' rendese a livello storico culturale e specchio dei sentimenti migliori della comunita' medesima. La sua adozione oltretutto  e'  in linea con una politica culturale tesa al recupero della memoria storica ed alla costruzione di una comune coscienza civile sociale e culturale.

La composizione scritta per l'occasione e' contenuta in un album pensato in piu' versioni sia per coro, banda e piccoli gruppi, per diffondere il nome di Rende anche presso le comunita' dei rendesi emigrati in Italia ed all'estero in cio' mantenendo vivo l'amore per la propria terra, per le sue tradizioni, contribuendo altresi' a stabilire un ideale continuum con le nuove generazioni.

L' Inno, in quanto sintetica espressione artistico-musicale che racchiude le caratteristiche storiche e territoriali della citta' di Rende, puo' ben interpretare tali positivi contenuti e l'esigenza avvertita dalla comunita' di suggellare l'avvenuto riconoscimento ufficiale del titolo di Citta' dando a tale traguardo maggiore visibilita' con una iniziativa nata come omaggio affettivo e disinteressato alla Bella Arintha.

 

            Inno  di   Rende               

 

Stesa su di un colle

Che sara' sua madre

Ed anche oggi

E' sempre uguale

 

Fu la bella Arintha

A cullarti,

Dolci canzoni

Ed emozioni.

 

Alla Valle,

Sceser dal Castello

E poi fecero

Qualcosa  di speciale

Resero piu' giovane

La citta'

Ma dentro

A se'

Come sempre uguale.

 

E Rende

Fu il nome poi prescelto,

Che ha reso

E che rendera'

Possibile,

Ancora,

Da oggi in poi,

A tanta gente

Felicita'.

 

Steso su di un colle

Il Borgo antico

Popolo amico

Che ti accoglie.

 

E' l'ateneo

Una citta'

Fra chiese e viali

Verde e musei

 

Rende Rende

Storia e presente

Pure il futuro

Risplendera'

 

Rende Rende

Sei tu la vita

Gioia infinita

Dei nostri cuor.

Si è conclusa sabato scorso la prima edizione della rassegna teatrale ViviTeatro, un’iniziativa che ha raccolto nel corso di questi mesi grande favore di pubblico. Ad andare in scena per la serata conclusiva al Cinema Teatro di Cariati è stata la commedia di Eduardo Scarpetta Miseria e Nobiltà, interpretata dalla compagnia L’Arcobaleno.

«Mi sono emozionata – ha detto la regista Miriam Crivano – . Quando con l’associazione culturale e teatrale “Nella Ciccopiedi” abbiamo deciso di organizzare una rassegna non sapevamo quanto sarebbe stata dura e neanche quante soddisfazioni ci avrebbe dato. Ma oggi siamo felicissimi di avere seguito il nostro intuito e gli insegnamenti preziosissimi di Nella. A lei, che non c’è più ma che è stata per noi una grande guida, dobbiamo sempre molto».

Da ottobre a maggio sul palcoscenico del Cinema Teatro si sono susseguite più di venti compagnie, arrivate non solo dalla Calabria, ma da diverse altre parti d’Italia. A dicembre la rassegna ha ospitato anche Michele Placido, che si è complimentato con gli organizzatori per lo straordinario lavoro che in poco tempo sono riusciti a fare e per la bellezza della struttura che ha ospitato la rassegna.

«La cultura e il teatro hanno visto momenti migliori – ha continuato la regista – . Oggi non è così semplice riempire le sale. Non era per nulla scontato che l’operazione riuscisse. Eppure, a ogni nuovo spettacolo è stato il pubblico, con la sua presenza e il suo entusiasmo, a sostenerci. A loro va il nostro ringraziamento più commosso. E poi – ha aggiunto – vorrei ringraziare il Comune, che ha patrocinato la rassegna e ci ha messo a disposizione il teatro. Quando anche le istituzioni sono attente e favoriscono la cultura, il nostro lavoro diventa sicuramente più facile e più appassionato».

Appuntamento, dunque, fissato all’anno prossimo con la seconda edizione? Così si spera. Per ora al direttore artistico Francesco Filareti, alla compagnia L’Arcobaleno di Cariati e a tutti gli attori e gli organizzatori va il plauso del numeroso e sempre più affezionato pubblico.

Mail Boxes Etc. (MBE) organizza, il 5 maggio a Cosenza presso la Confcommercio dalle ore 15:30 alle 17:30, un incontro gratuito per presentare il Bando per l’assegnazione dei contributi economici a sostegno dell’autoimprenditorialità in Calabria.

I temi del workshop riguarderanno lo sviluppo della Rete in Franchising Mail Boxes Etc. e l’Avviso pubblico a sostegno delle iniziative autoimprenditoriali: l’obiettivo è poter realizzare la propria impresa grazie a un contributo a fondo perduto.

Il Bando si rivolge alle donne disoccupate o inoccupate/disoccupati di lunga durata, alle persone con difficoltà di inserimento lavorativo e a quelle a rischio di disoccupazione di lunga durata fino alle persone che percepiscono gli ammortizzatori sociali ma sono giunte al termine della fruizione e non hanno la possibilità di rientrare nel mondo del lavoro.

L’investimento massimo ammissibile è pari a 40.000 euro (al netto dell’IVA) da realizzarsi nell’arco di 12 mesi: in questo caso l’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto pari al 75% delle spese ammissibili fino a un massimo di 30.000 euro. Sono ammesse inoltre le richieste di agevolazione in forma associata: l’investimento massimo in questo caso è pari a 120.000 euro (al netto dell’IVA) e il contributo a fondo perduto ammonta a un massimo di 90.000 euro.   

MBE, tra le maggiori reti al mondo di negozi in franchising nel campo dei servizi postali, di comunicazione e di supporto alle attività di aziende e privati, illustrerà l’attività dei Centri in Franchising e i piani di sviluppo volti a promuovere l’autoimprenditorialità sul territorio. La Regione Calabria rappresenta un territorio strategico per la Rete MBE, un’area che offre la possibilità di aprire nuovi Centri MBE in quanto dotata di numerose zone libere da poter avviare all’autoimpiego.

L’incontro si aprirà con il saluto di benvenuto di Maria Cocciolo Direttore di Confcommercio Cosenza, istituzione da sempre attiva nel promuovere progetti a sostegno dell’imprenditorialità.

A moderare il workshop sarà Nicola Tamma Area Manager Mail Boxes Etc. Calabria - Sicilia - Puglia - Basilicata che presenterà le opportunità per entrare nel mondo del lavoro attraverso le opportunità imprenditoriali e fornirà informazioni inerenti alla partecipazione al Bando.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI