Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 25 Agosto 2019

Magna Grecia film Festiva…

Ago 23, 2019 Hits:126 Crotone

Prestigioso incarico all’…

Lug 24, 2019 Hits:1089 Crotone

La Biblioteca Frassati co…

Lug 24, 2019 Hits:981 Crotone

Taormina Film Fest: il ma…

Lug 08, 2019 Hits:3661 Crotone

A Nicole Kidman il "…

Lug 02, 2019 Hits:1423 Crotone

Maria Taglioni: 11 diplom…

Giu 24, 2019 Hits:1470 Crotone

Giuseppe Castagnino nomin…

Giu 14, 2019 Hits:1759 Crotone

Si è chiusa tra applausi e consensi la tre giorni del “Miglierina Musical Fest 2019”, prima edizione del nuovo e originale Festival del Musical svoltosi nella cornice gremita di pubblico del Teatro all’aperto di Miglierina, accogliente comune calabrese situato tra Lamezia e Catanzaro, incluso tra i Borghi  autentici, nel Circuito delle 100 mete d’Italia e socio di Avviso Pubblico, Rete Nazionale degli Enti Locali Antimafia.

Il format del Festival, che si è rivelato subito un successo, ha previsto due serate eliminatorie e la finalissima. A contendersi il Premio MMF Miglierina Musical Award, realizzato dal maestro orafo calabrese Gerardo Sacco, da assegnare ogni anno alle Migliori Scuole e Associazioni di Musical, sono state quattro “compagnie” calabresi su invito della stessa organizzazione: la “ASD e Culturale The Sparkling Diamonds - Centro Studi Musical Calabria” di Reggio Calabria diretta da Katia Crucitti ed Eugenia Chindemi, che ha presentato un estratto da “Mulan il Musical”,  l’ “Associazione Teatrale Gala, Giovani Artisti Lametini Associati” di Lamezia Terme diretta da Roberto Panzarella, con un middley dei musical Divina Commedia, Romeo&Giulietta e Notre Dame De Paris, la Scuola di Arti Sceniche “Sorgente delle Arti, Centro di Formazione Professionale per lo Spettacolo” di Crotone diretta da Luigi Sgrizzi, con un middley di vari musical e l’Associazione Musicaltime di Diamante diretta da Davide Fasano, Claudia Perrone e Mattia Di Napoli, con un middley di commedie musicali di Garinei e Giovannini dal titolo “Se il tempo di G & G”. Superata brillantemente la prova della prima edizione, dalla prossima sarà redatto un autentico bando di iscrizione e partecipazione a livello nazionale.

Prima classificata l’Associazione Musicaltime di Diamante, al secondo posto l’Associazione Teatrale Gala di Lamezia. Premiati anche i due più piccoli componenti della Sparkling Diamonds.

Ad aprire il Festival, realizzato con il finanziamento dell’ Assessorato alla Cultura della Regione Calabria (Pac 2014/2020), alla presenza del responsabile dell’Assessorato Salvatore Bullotta, è stato il sindaco Pietro Hiram Guzzi, che ha approvato idea e progetto del promoter Ruggero Pegna, affidando l’organizzazione alla sua Show Net, con la collaborazione di Raimo Produzioni.

Bravissimo nel suo ruolo di testimonial, presidente di giuria e conduttore della prima e terza serata insieme allo stesso promoter, il popolarissimo Giò Di Tonno, protagonista di alcuni dei Musical di maggior successo, a cominciare da Notre Dame De Paris in cui da sempre interpreta il ruolo di Quasimodo, “Il Gobbo di Notre Dame”. Applauditissima anche Barbara Cola, la Lady Capuleti di “Romeo & Giulietta, Ama e cambia il mondo”, ospite della seconda serata, condotta magistralmente da Paolo Giura, volto noto di Calabria Tv. Nella terza serata, in attesa della classifica finale, Giò Di Tonno ha regalato al numeroso pubblico uno straordinario concerto, sfoderando tutte le sue qualità di cantante, ma anche di imitatore e personaggio dello spettacolo simpatico e completo. Per lui, continui applausi, una lunga standing ovation finale e un premio speciale dell’amico orafo Gerardo Sacco, anch’egli sul palcoscenico alla proclamazione dei vincitori per la consegna dei premi da lui realizzati.

Soddisfattisimi a fine serata tutti i protagonisti e, in particolare il sindaco Guzzi, che ha affermato: “E’ partito un grande e bellissimo progetto. Il successo di questa prima edizione premia la bravura di tutti e conferma la nostra intenzione di storicizzarlo come grande Festival del Musical.

E’ un progetto nuovo – dice Ruggero Pegna – ma è già una bella realtà, appuntamento al 2020!”.

«Continua l’azione della Camera di commercio nella valorizzazione e promozione delle eccellenze. L’olio di oliva prodotto nel territorio della provincia di Cosenza fa parte a pieno titolo del patrimonio agricolo ed enogastronomico dell’Italia. Un premio che arriva alla sesta edizione racconta tante storie unite dal filo rosso della guida che ogni anno lo accompagna. Sono storie di terra, sole, alberi. Ma soprattutto storie di persone in carne ed ossa, che fanno sacrifici, impegnandosi, cambiando lo stato delle cose, producendo bellezza e gusto. E’ il Capitale umano così centrale nel  #ModelloCameraCosenza.

La valorizzazione del comparto olivicolo è una delle declinazioni della nostra filosofia rispetto alle potenzialità dell’economia territoriale. Così come abbiamo ottenuto il Cartellino Blu per il Fico dottato bianco di Cosenza e lavorato tanto per l’iscrizione del Magliocco Dolce (vitigno identitario) nel registro nazionale varietà di vite».

E’ quanto ha affermato Klaus Algieri, presidente della Camera di Commercio di Cosenza, intervenendo durante la cerimonia finale della VI Edizione del premio L’Oro dei Bruzi.

Presentata la guida agli oli extravergini di oliva della provincia di Cosenza. Un viaggio tra gusto e cultura alla scoperta dell’oro verde.

I VINCITORI DELLA VI EDIZIONE DEL PREMIO L’ORO DEI BRUZI

Azienda agricola Parisi Donato, Azienda agricola Le Conche, Società agricola Doria sono le prime tre classificate nella categoria “Fruttati intensi”.

Tra i “fruttati medi” a vincere è stato il Frantoio Figoli, seguito da Azienda agricola Capparelli Gianluca e Frantoio Santa Lucia.

L’Azienda agricola Arcaverde di Caruso Alessandro ha conquistato il primo posto nella categoria “fruttati leggeri”. Madreterra di Edoardo Giudiceandrea e Azienda agricola Rita Bilotti si sono posizionate rispettivamente al secondo e terzo posto.

Consegnati gli attestati di partecipazione alle imprese olivicole presenti nel concorso.

Dopo i saluti istituzionali del presidente Klaus Algieri, sono intervenuti:  Elena Di Raco, responsabile Ufficio studi e ricerche Enit (Agenzia nazionale Turismo); il  capo panel  Massimiliano Pellegrino e il  Segretario Generale della Camera di commercio di Cosenza, Erminia Giorno.

 

“Più sicurezza e più efficienza per gli immobili e più slancio per l’economia. Utilizzando gli incentivi fiscali Sismabonus ed Ecobonus si può innescare quel grande piano di manutenzione e riqualificazione che auspichiamo da tempo. Se pensiamo al fatto che il 65% degli immobili sono antecedenti alle prime norme antisismiche e che gli edifici sono responsabili per il 40% delle emissioni che alterano il clima, ci rendiamo conto c’è connessione stretta con la qualità della vita e l’aumento della spesa sanitaria nazionale”. Il presidente di Ance Cosenza, Giovan Battista Perciaccante, nell’introdurre il tema del seminario “Eco e Sima Bonus: la spinta per vincere la sfida della longevità” che si è svolto nella sede di Confindustria Cosenza, insiste sull’opportunità di utilizzare questi strumenti fiscali che prevedono la detrazione di gran parte delle spese sostenute per gli interventi dall’Irpef o dall’Ires e, nel caso di lavori su parti comuni condominiali, la possibilità di cedere il credito d’imposta maturato con la detrazione fiscale alle imprese esecutrici e ad altri soggetti privati collegati al rapporto che ha dato origine alla detrazione.
Organizzato da Ance Cosenza, l'iniziativa ha registrato il diretto coinvolgimento dei tecnici attraverso gli Ordini professionali degli Architetti, dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, degli Ingegneri, dei Geometri di Cosenza e dei Geologi della Calabria.
Sono intervenuti al seminario anche il Direttore dell’Area Fiscalità Edilizia ANCE Marco Zandonà che ha illustrato gli aspetti normativi e fiscali degli incentivi e la cessione dei crediti di imposta; Francesco Manni del Centro Studi ANCE, Alessandro Arcuri dello Studio Tributario e Societario Deloitte che ha presentato la piattaforma Ance-Deloitte, pensata per agevolare l’uso dei nuovi incentivi, attraverso la cessione dei crediti di imposta.
Alla tavola rotonda, coordinata dal Direttore di Confindustria e Ance Cosenza Rosario Branda, hanno preso parte il Consigliere del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Cosenza Giovanni Romio, il Tesoriere dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Cosenza Gianfranco Mancuso, il Consigliere dell’Ordine degli Ingegneri di Cosenza Bruno Larosa, il Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Cosenza Andrea Manna, il Consigliere dell’Ordine dei Geologi della Calabria Valeria Lupiano.
Il presidente di Unindustria Calabria Natale Mazzuca, nel concludere i lavori, ha sottolineato l’enorme portata di questi incentivi e delle connesse detrazioni. “Dobbiamo veicolare il messaggio che queste ristrutturazioni sono in realtà un importante investimento sul futuro e sulla sicurezza propria e dei propri cari”.
Ance Cosenza ha programmato nel breve periodo degli incontri tra imprenditori edili ed i referenti di importanti società di servizi energetici, che, nei mesi scorsi, hanno annunciato di voler mettere a disposizione un consistente plafond finanziario per agevolare questo tipo di interventi. Tutti ne trarrebbero beneficio: i proprietari degli immobili che non dovrebbero più anticipare investimenti rilevanti per rimodernare i propri immobili, facendosi carico della sola minima quota di spesa non detraibile dalla dichiarazione dei redditi; le società di servizi energetici che si  proporrebbero come interlocutori privilegiati in un mercato enorme e ancora sostanzialmente inesplorato; i costruttori che potrebbero trovare dei partner con importanti disponibilità finanziarie; lo Stato che, finalmente, vedrebbe l’attuazione di questa intelligente strategia.

Intensa e ricca di suggestioni la giornata di approfondimento sul sistema produttivo territoriale vissuta dalla delegazione di rappresentanti istituzionali della Città di Kenosha Wisconsin che ha visitato aziende di primaria importanza della provincia di Cosenza.

Insieme al Presidente della Sezione Edile Ance di Confindustria Cosenza Giovan Battista Perciaccante, al direttore degli industriali Rosario Branda ed alla responsabile della comunicazione Monica Perri, la delegazione americana guidata dal Membro del Consiglio del Distretto 10 della Città di Kenosha Anthony Kennedy e coordinata da Maria Turano, presidente dell'Associazione Mariano Turano, è stata accolta dalla presidente Gloria Tenuta dell'azienda specializzata nella trasformazione produzione di surgelati di alta qualità, la GIAS SpA di Mongrassano, per poi visitare il Museo della Liquirizia Amarelli in Rossano con l’Amministratore Delegato Fortunato Amarelli, presente anche Pina Amarelli, alla scoperta di una realtà che dal 1731 raccoglie e lavora la liquirizia realizzando una gamma di prodotti che vengono esportati in tutto il mondo. Il tour per il sistema produttivo della Calabria ha fatto, infine, tappa ai vigneti ed alla cantina dell’azienda Tenute Ferrocinto in Castrovillari, specializzata nella produzione di vini e spumanti che valorizzano i vitigni del Pollino, con l’Amministratore Delegato Luigi Nola, presenti enologi ed agronomi dell'impresa. Al programma hanno preso parte anche il Sindaco di Castrolibero Giovanni Greco, accompagnato dall'Assessore marco porcaro e dalla Consigliera Annamaria Buono, dal Sindaco di Cerisano Lucio Di Gioia, dall'Assessore del Comune di Marano Marchesato Maria Francesca Trozzo e dalla componente del Direttivo dell'Associazione Turano Teresa Chiarelli.

"La comunità di Kenosha Wisconsin - dichiara il presidente di Ance Cosenza Giovan Battista Perciaccante - si caratterizza per una altissima percentuale di italiani e circa il 30% di questi hanno radici nei comuni di Castrolibero, Cerisano, Marano Marchesato e Principato. Accogliere la loro delegazione, accompagnandola alla scoperta di realtà produttive interessanti, coglierne la soddisfazione e la testimonianza per quanto sia cambiata in meglio la nostra realtà ci restituisce tanta fiducia e voglia di andare avanti nell'impegno profuso per la crescita del territorio. Siamo davvero felici del loro entusiasmo manifestato per il tour che stanno compiendo alla scoperta di luoghi di interesse culturale nei borghi gemellati, presso l'Università della Calabria".

La delegazione di Kenosha è impegnata in questi giorni in un programma intenso di attività in virtù dell'intesa sottoscritta da tempo tra diversi soggetti istituzionali, tra cui l'Associazione Mariano Turano, i Comuni di Castrolibero, Cerisano, Cosenza, Marano Marchesato, Marano Principato e Rende, Confindustria Cosenza con il presidente Natale Mazzuca e l'Università della Calabria.

 

 

 

 

 

Significativo riconoscimento per Unindustria Calabria che è stata giudicata, insieme ad altre 7 associazioni degli Industriali del Paese, vincitrice del Premio Marketing di Confindustria. In Viale dell’Astronomia il Vice Presidente di Confindustria Antonella Mansi ed il Direttore dell’Area Brand Identity di Viale dell’Astronomia Luigi Paparoni hanno consegnato il Premio “Brand Ambassador 2019” al Direttore degli Industriali Rosario Branda ed alla Responsabile dell’Area Comunicazione e Marketing Monica Perri, presente anche il numero uno degli industriali calabresi Natale Mazzuca. 

"Sono particolarmente lieto – ha dichiarato il Presidente di Unindustria Calabria Natale Mazzuca - per il riconoscimento ottenuto, frutto dell'impegno quotidiano da parte dei dirigenti e della struttura tecnica dellorganizzazione. Insieme ai colleghi presidenti delle sedi di Catanzaro, Aldo Ferrara, di Crotone, Michele Lucente, di Reggio Calabria, Giuseppe Nucera e di Vibo Valentia, Rocco Colacchio, siamo consapevoli di operare nell’interesse del sistema economico del territorio e lavoriamo quotidianamente affinché si realizzino le migliori condizioni per far sviluppare le imprese e per far crescere tessuto sociale. Un premio nazionale – conclude Mazzuca – è la migliore testimonianza della validità del lavoro che svolgiamo, facendo attenzione ad anticipare le esigenze degli imprenditori, ad offrire servizi coerenti ed innovativi attraverso la rete dei nostri direttori e funzionari”.

“Questo riconoscimento – dichiara il Direttore Rosario Branda - ci inorgoglisce perché è il frutto dell'impegno quotidiano che  le cinque sedi territoriali di Unindustria Calabria profondono al servizio delle imprese. Al centro della nostra attività – continua il Direttore Branda - c’è l’impresa con i suoi valori, le persone che vi lavorano e gli imprenditori con i loro bisogni e le esigenze che mutano rapidamente secondo le leggi del mercato. Questo riconoscimento rappresenta uno stimolo a fare di più e sempre meglio per continuare ad essere attrattivi, allargando la nostra base associativa, innovando i processi, implementando l’offerta dei servizi, aggiornando in maniera continua conoscenze e competenze della struttura”. La consegna dei riconoscimenti è avvenuta all'interno del meeting dei funzionari del marketing, coordinato da Giulia Bertagnolio di Confindustria.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI