Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 10 Aprile 2021

La storica Biblioteca Vincenzo Bellini da alcune settimane, infatti, sta realizzando percorsi progettuali che coinvolgono centinaia di cittadini catanesi, utilizzando il finanziamento di 80 mila euro del Mibact che ha premiato la proposta della giunta comunale presieduta da Salvo Pogliese che su iniziativa dell’assessore Barbara Mirabella, sta riqualificando l’offerta della biblioteca comunale al territorio.

Nell'ambito del progetto "Biblioteca Casa di Quartiere. Cultura, Innovazione e Inclusione per una Economia Circolare”, finanziato con fondi del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la biblioteca di via Sangiuliano, ha promosso tre corsi, gratuiti, di dizione, fotografia e scenografia, messi a punto nei mesi scorsi dalla direzione Cultura e dall'ufficio Sistema Bibliotecario- Film Commission, ora coordinati da Paolo Di Caro e Sabina Murabito, con un gran numero di iscritti e richiedenti per ciascuna delle iniziative. 

“Le modalità di svolgimento delle attività che avevamo previsto con presenza in aula nei locali della biblioteca Bellini–ha detto l’assessore Mirabella-  sono stati giocoforza rimodulati in modalità online, soggette alle misure e ai decreti riguardanti il contenimento del contagio da Covid 19. Tuttavia i laboratori stanno avendo grande apprezzamento per l’innovativo contenuto delle iniziative e la qualità delle proposte. Il tema guida delle attività riguardanti i corsi di fotografia e scenografia è in linea con la mission del progetto Mibact, il romanzo di Italo Calvino <<Le città invisibili>>”.

In dettaglio, il percorso formativo di dizione “L'Arte di dire con Arte”, affidato all'associazione Retablo, articolato in 14 giornate ha l’obiettivo di fornire strumenti finalizzati allo sviluppo della potenzialità espressiva all'interno di contesti sociali e privati.

Il corso di fotografia, affidato all'Accademia di Belle Arti, ha una durata di 50 ore e si prefigge l’obiettivo di sviluppare nei partecipanti competenze sugli aspetti più significativi della fotografia digitale e grammatica visiva.

Il workshop sulla scenografia sostenibile, infine, affidato anch’esso all'Accademia di Belle Arti, è articolato in 90 ore e ha l’obiettivo di sviluppare competenze in tema di scenografia come strumento integrativo di rigenerazione urbana delle realtà territoriali.

In programma, nelle prossime settimane, altri corsi-laboratori formativi gratuiti, incentrati sulla promozione delle pluralità e diversità nella comunità locale, da realizzarsi attraverso attività artistiche e creative che facciano leva sulla collaborazione civica ai temi della sostenibilità ambientale, del riuso, del riciclo, attraverso percorsi green rivolti a minori ed adulti.

Coi fondi del finanziamento statale del Mibact, inoltre, è stato ristrutturato anche uno spazio comunale in disuso per connettere lo stabile all’immobile principale della biblioteca di via Sangiuliano, a cui è contiguo. Il nuovo sito della biblioteca Bellini, posto all’angolo tra via di Sangiuliano e via Manzoni, che verrà inaugurato nei prossimi giorni, secondo i programmi dell’assessorato alla cultura diverrà anche sede del bookcrossing, l’area di libero scambio dei libri attualmente ospitato nel palazzo della Cultura di via Vittorio Emanuele.

“Grazie al  finanziamento del Mibact del nostro progetto di economia circolare <<Casa di Quartiere>>, cittadini, associazioni e istituzioni svolgono un ruolo consapevolmente attivo nella promozione di un modello di sviluppo sostenibile -ha detto l’assessore Mirabella-. Con questa iniziativa l’amministrazione Pogliese ancora una volta si dimostra sensibile alle esigenze di crescita civile e culturale della città, creando luoghi di incontro e collaborazione, sul modello di altre analoghe esperienze in Europa e in Italia, che portiamo avanti con i gravosi limiti delle restrizioni statali per l’emergenza sanitaria, affinché le nostre biblioteche diventino uno spazio aperto alle esigenze culturali della città”.

 

 

L’Amministrazione Comunale ha pubblicato il bando pubblico per l’affidamento in regime di concessione del servizio di gestione quinquennale di tre Spiagge Libere Attrezzate, quattro parcheggi annessi, due Solarium e una passerella per utenti diversamente abili. Lo hanno reso noto il sindaco Salvo Pogliese e l’assessore al mare Michele Cristaldi.

 L'importo stimato della concessione nel quinquennio è di 2,5 milioni di euro, dato dal fatturato totale del concessionario generato per tutta la durata del contratto per sei chioschi bar ubicati in ciascuna delle spiagge libere e dei solarium, dei quattro parcheggi a pagamento.

La realizzazione dei due solarium, nella zona del Nautico e nei pressi di piazza Europa, a cura e spese dell’Amministrazione, per l’anno 2021, è subordinata all’evoluzione delle disposizioni governative in materia di pandemia da Covid-19, mentre, come accaduto lo scorso anno, le spiagge anche per la vastità degli spazi a disposizione potranno essere agevolmente realizzati con le eventuali regole per il distanziamento che verranno dettate.

Il sistema di aggiudicazione scelto dal Comune è quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo.

 I numerosi apprezzamenti registrati lo scorso anno per l’ottimale approntamento delle nostre tre spiagge libere –ha detto il sindaco Pogliese-  sono il viatico migliore per ottimizzare e rendere stabile nel tempo il mare con accesso gratuito e con servizi adeguati. Ringrazio l’assessore Cristaldi che ogni giorno si spende con entusiasmo e competenza per curare ogni aspetto di una proposta sempre più innovativa e in linea ai nuovi bisogni emergenti dei cittadini, secondo modalità di trasparenza e valutazioni di merito”.

Le imprese interessate dovranno presentare la richiesta di partecipazione al bando entro il prossimo 3 Maggio e nei giorni immediatamente successivi: “Fermo restando le tante incognite connesse al Covid che a oggi non sono prevedibili -ha spiegato l’assessore Cristaldi- ci siamo mossi per tempo, in modo da avviare la stagione balneare congiuntamente a quella dei lidi privati, auspicando che non ci siano intoppi. Abbiamo previsto -ha proseguito l’assessore- un sistema a punti per premiare le proposte che valorizzino l’accesso dei diversamente abili alle strutture, attività di animazione, il miglioramento delle strutture esistenti con altri spazi giochi per bamibini, la raccolta differenziata, le aree di sgamba mento per cani che abbiamo già sperimentato con successo lo scorso anno, ma anche altri servizi aggiuntivi come il wifi sugli spazi per l’acceso alla balneazione”

Malgrado le incognite per il Covid, l’assessore Cristaldi ha reso noto che nei prossimi giorni verrà pubblicata la manifestazione d’interesse per realizzare i due solarium e l’accesso per i disabili nella zona del Lungomare roccioso, strutture i cui progetti sono stati rimodulati al fine di ottimizzare i costi di realizzazione.

 

Con 14 voti favorevoli e 7 astenuti il consiglio comunale di Catania, presieduto da Giuseppe Castiglione, ha approvato il bilancio consolidato con i propri enti ed organismi strumentali, aziende, società controllate e partecipate, coi risultati complessivi della gestione dell'ente locale e delle aziende partecipate non quotate rientrati nel perimetro della gestione pubblica.

Il documento contabile, propedeutico al bilancio di previsione, è stato illustrato in aula dal vicesindaco e assessore alle partecipate Roberto Bonaccorsi, è stato adottato dall’aula a conclusione di una breve seduta dell’assemblea cittadina.

Il presidente del consiglio comunale Giuseppe Castiglione, a conclusione dei lavori, ha annunciato che a breve verrà sottoposto all’esame del civico consesso il nuovo regolamento per il funzionamento dei lavori dell’assemblea cittadina, poiché quello vigente risale al 1994 ed è stato modificato solo in alcune parti.

 

Qualità dell’opera, sostenibilità, originalità e armonia con il contesto in cui è stata realizzata: questi i criteri in base al quale è stato scelto il vincitore del premio “Città di Catania”, riconoscimento del concorso nazionale “CarlottaxARCHITETTURA”, tenutosi lo scorso 17 marzo in memoria dell’arch. Carlotta Reitano, ex presidente della Fondazione, scomparsa prematuramente lo scorso settembre.

Questa mattina, la consegna del premio al Comune di Catania, alla presenza del sindaco della città etnea Salvo Pogliese, dell’assessore ai Beni Culturali Barbara Mirabella e dei presidenti dell’Ordine e della Fondazione degli Architetti di Catania, rispettivamente Alessandro Amaro e Veronica Leone. «Questi Premi non sono solo testimonianza delle professionalità d’eccellenza della nostra città – sottolinea il sindaco Pogliese – ma assumono un valore particolare perché legati alla figura di Carlotta, donna vulcanica che ha lasciato un ricordo indelebile in chi l’ha conosciuta. Per questo abbiamo voluto co-organizzare un evento ideato per valorizzare i progetti e i professionisti che meglio hanno saputo raccogliere le sfide contemporanee attraverso un approccio etico e innovativo, promuovendo, diffondendo e salvaguardando la cultura e il territorio».

A ritirare il premio “Città di Catania” è stata l’ingegnere Giorgia Testa di Linea T Studio, in rappresentanza del vincitore Salvatore Terranova: nel 2017 l’architetto catanese ha realizzato il progetto “Vinicolo Hub”, un container scomponibile di 40 piedi. Una struttura che si innesta perfettamente nell’ambiente circostante, mimetizzandosi nello scenario del porto di Catania - tra lo scalo merci e spazio turistico – trasformandosi in chiosco, caffè o cocktail bar. Al Palazzo degli Elefanti era presente anche Solaria Sclafani, che ha ricevuto un importante riconoscimento dalla giuria del concorso – che ha visto la partecipazione di 55 progettisti – con la menzione “Restauro”, per il lavoro minuzioso di recupero di un’antica masseria del ‘600 nel territorio di Viagrande (Catania), eseguito senza intaccare le strutture preesistenti e il verde che ne era parte integrante.

«Il ricordo di Carlotta vive grazie a queste iniziative – spiegano Amaro e Leone – in nome dei valori per cui si è sempre battuta: promuovere l’architettura, con la consapevolezza del suo ruolo all’interno della collettività. Il suo impegno per la comunità e i colleghi traccerà un lungo percorso, che diventerà modello soprattutto per i giovani: “Carlottax”, infatti, sarà il titolo di numerose attività culturali e sociali». Il vincitore del concorso è stato l’architetto Luigi Ferrario, con il suo “Casa 25” a Bastioni di Porta Volta (Milano) – completato nel 2019 – e l’innovativo modo di intervenire su un edificio storico tenendo contro della preesistenza della struttura. L’altra menzione d’onore, quella “Interni e design”, è andata all’architetto Salvatore Curcio, che nel 2017 ha recuperato un antico complesso termale nel territorio di Cefalù (Palermo), convertendolo nel ristorante “Le Terme”.

Una grande opportunità per tantissimi studenti di riscoprire uno dei più importanti parchi di Catania. Stamattina nell’Aula Magna dell’IIS "FERMI – EREDIA è stato  presentato il progetto di cittadinanza attiva promosso dal Kiwanis Vlub Catania Est, con il Patrocinio del Comune di Catania, in collaborazione con l'associazione Sicilantica, e che vede al centro l'istituto Superiore Fermi-Eredia di Catania. “I giovani adottano il Parco Gioeni” riprende e rilancia le attività realizzate già nel 2017 e prevede azioni rivolte alla tutela e valorizzazione del polmone verde etneo. “Vogliamo dare ai nostri ragazzi un’opportunità che gli permetta di acquisire competenze specifiche ed essere cittadini attivi- afferma dirigente prof.ssa Maria Giuseppa Lo Bianco - il progetto è complesso e  ambizioso ma certamente di grande interesse per la comunità ed i giovani. Stiamo cercando di tornare alla normalità, in totale sicurezza, cercando di dare ai nostri studenti la formazione necessaria anche per la cura e la custodia di un bene comune”. Nel corso del progetto sono state previste giornate di studio, sopralluoghi per vedere lo stato dell'arte del parco (coordinate con il Comune e la Dusty) e la piantumazione di essenze mediterranee che l'Assessorato Regionale all’Agricoltura metterà a disposizione. Presenti all’evento di oggi la docente vicaria prof.ssa Francesca Santonocito, i docenti delegati e gli alunni delle classi coinvolte, la Prof.ssa Teresa Patania presidente Kiwanis Club Catania Est, il Dr. Elio Garozzo coordinatore Progetto Kiwanis International Trustee, l’Ing. Giovanni Condorelli presidente Siciliantica della sezione di Catania. “La progettualità interna e la cura del parco che si trasforma in amore per la propria città sono fondamentali- dichiara l'assessore alla Pubblica Istruzione e Grandi Eventi Barbara Mirabella- parliamo di un grande patrimonio storico e ambientale della città di Catania che va riscoperto e apprezzato. Mettere insieme impegno e creatività in un contesto urbano come questo è importantissimo”.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI