Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 24 Ottobre 2017

“Un incontro proficuo quello di giovedì pomeriggio alla Camera di Commercio di Matera che ha visto la partecipazione attenta e qualificata di dirigenti scolastici, associazioni di categoria e imprese sul tema dell’Alternanza scuola-lavoro”.

E’ quanto afferma il presidente della Camera di Commercio di Matera all’esito dell’appuntamento organizzato per divulgare le iniziative e i servizi messi in campo dal sistema camerale per dare ulteriore impulso all’alternanza scuola-lavoro e per presentare i bandi pubblici per contributi/voucher a imprese che partecipano a questi percorsi di professionalizzazione delle competenze acquisite a scuola. I contributi/voucher intendono favorire la progettazione di percorsi di qualità e concorrono coprire le spese che le imprese che ospitano gli studenti sostengono.

“A breve i bandi saranno pubblicati sul sito dell’ente camerale – prosegue il presidente Tortorelli – per accedervi è necessario che le imprese siano iscritte al Registro Nazionale per l’alternanza scuola-lavoro (RASL) istituito presso le Camere di commercio. Per effettuare tale iscrizione, che ricordo è  del tutto gratuita, è possibile chiedere assistenza alla Camerali di Commercio di Matera”.

I bandi emessi dalle Camere di commercio in ciascun territorio si possono consultare sulla pagina web di UNIONCAMERE:

http://www.unioncamere.gov.it/P42A0C3489S147/contributi-alle-imprese-per-l-alternanza.htm

Nel corso dell’incontro sono stati illustrati i risultati del Progetto Excelsior e il premio “Storie d’Alternanza”. Dedicato a tutti gli studenti che effettuano i percorsi di alternanza scuola-lavoro e che vorranno raccontare la propria esperienza con un breve video, il premio “Storie d’Alternanza” consentirà, dopo una selezione a livello provinciale, di concorrere a livello nazionale a un cospicuo premio in denaro.

Per partecipare al Premio è necessario inviare alla Segreteria organizzativa di Unioncamere all'indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e alla Camera di Commercio di Matera : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. la seguente documentazione: 1) domanda di iscrizione;2) racconto in forma di video; 3) scheda di sintesi relativa ai risultati del progetto di Alternanza scuola-lavoro;4) liberatoria.

La documentazione deve pervenire entro: Sessione II semestre 2017 - dal 1 settembre al 27 ottobre 2017 e Sessione I semestre 2018 - dal 1 febbraio al 20 aprile 2018.

Musica sacra, quasi inedita per le moderne sonorità della fisarmonica, uno sguardo all’Europa nell’incontro tra due grandi virtuosi di Parigi e Mosca del mantice e la consueta attenzione ai giovani interpreti con i vincitori del Primo Premio Assoluto nella categoria di musica da camera per ensemble di fisarmoniche nel “41° Premio Internazionale di Fisarmonica - Città di Castelfidardo”.

Sono questi gli ingredienti dell’edizione 2017 del Fadiesis Accordion Festival. 
In programma a Matera dal 13 al 15 ottobre per poi proseguire dal 20 ottobre al 5 novembre in Friuli, il festival internazionale fisarmonicistico è organizzato dall’Associazione musicale Fadiesis. Giunta alla sesta edizione a Matera e alla settima a Pordenone, la rassegna per il 2017 si articolerà sul tema Sconfinamenti.

“Sconfinare è la motivazione prima del nostro progetto – spiega il direttore artistico del Fadiesis Accordion Festival Gianni Fassetta - che intende espandere le potenzialità della fisarmonica oltre la sfera folclorica entro la quale è stata relegata, per proiettarla in nuovi territori musicali e artistici: dalla musica classica a quella contemporanea, dalla musica sacra al jazz etnico”.

Ed è con il prezioso repertorio della musica sacra che si apre venerdì 13 ottobre a Matera la sesta edizione lucana del Fadiesis Accordion Festival: per la sezione Mantice Sacro la voce di Rita Ciccarone, sarà accompagnata dal clarinetto di Massimo Santaniello, dal violoncello di Francesco Ferraraini e dalla fisarmonica di Gianni Fassetta. Quattro interpreti di livello internazionale, per un concerto di musica sacra con l’inedita partecipazione della fisarmonica, qui denudata della sua popolare modernità, per accompagnare, con la purezza di un organo antico, un repertorio che attraversa cinque secoli.

“Con la disponibilità dell’Arcidiocesi di Matera – Irsina anche quest’anno apriamo il Fadiesis con un concerto a ingresso gratuito nella chiesa di San Francesco da Paola – afferma Gennaro Loperfido, referente per la Basilicata dell’associazione musicale friulana Fadiesis – rinnoviamo con il supporto di don David Mannarella quest’appuntamento risultato tanto gradito al pubblico lo scorso anno”.

La rassegna proseguirà, nelle serate di sabato 14 e domenica 15 ottobre all’auditorium Raffaele Gervasio, con due concerti d’eccezione. Alle 20,30 di sabato 14 si potrà ascoltare il duo Paris-Moscou, la fisarmonicista francese Dominique “Domi” Emorine, con l’affiatato compagno il fisarmonicista russo Romanov Jbanov. I due grandi virtuosi del mantice sapranno coinvolgere gli spettatori in un avvincente viaggio musicale tra due universi e due culture, dalla Russia alla Francia, con continue fermate in tanti Paesi d’Europa e del mondo e con irresistibili momenti di spettacolo.

Domenica 15, con inizio alle 18, l’auditorium di piazza del Sedile accoglierà i Lecce Accordion Project il trio di bayan composto da Michele Bianco, Giovanni Fanizza e Francesco Coluccia. Un trio di giovani talenti fra i vincitori del “41° Premio Internazionale di Fisarmonica - Città di Castelfidardo”. Per questi due concerti è previsto un biglietto d’ingresso di 10 euro.

“La sesta edizione del Fadiesis Accordion Festival – prosegue Gennaro Loperfido –  continuerà a Pordenone sabato 4 novembre con il laboratorio-concerto con gli Allievi del Conservatorio Egidio Romualdo Duni di Matera. Nell’ex Convento di San Francesco, in piazza della Motta a Pordenone, alle 20,45 si terrà un concerto per due fisarmoniche e orchestra d’archi a cura del Conservatorio di Matera. Si consolida così un rapporto di amicizia culturale tra il Friuli Venezia Giulia e la Basilicata che riaccoglie nell’edizione pordenonese del Festival l’Istituzione musicale della Capitale Europea della Cultura 2019”.

“L’edizione 2017 del Fadiesis Accordion Festival – conclude Gennaro Loperfido – è realizzata grazie al sostegno di sponsor privati. Sono ben dodici, in questo 2017, le aziende del settore della climatizzazione che ci offrono importanti contributi. Per loro abbiamo coniato un claim che descrive le caratteristiche della loro azione a sostegno della cultura: Il clima che fa cultura. Ed è indubbio che senza il loro sostegno sarebbe stato difficile offrire al pubblico concerti di questa qualità”.

 

Nella splendida e suggestiva cornice di Casa Cava, è stato presentato l’evento “Vincerò-Luciano Pavarotti: il racconto di una vita straordinaria” in programma il 12 ottobre, con inizio alle 20,30,  presso il Teatro E. Duni a Matera. In occasione dell’anniversario della nascita dell’illustre lirico  (Modena, 12 ottobre 1935), la Fondazione “Luciano Pavarotti” e la Regione Basilicata, in collaborazione con Quadrum Srl, l’Orchestra da Camera e Sinfonica Lucana e l’Associazione Lucania Arte Teatro, hanno organizzato una imperdibile serata che, si preannuncia di grande impatto emozionale. Alla presentazione dell’iniziativa, da tutti definita di elevato spessore culturale, sono intervenuti Patrizia Minardi, Responsabile dell’Ufficio Sistemi Culturali e Turistici della Regione Basilicata, Paola D’Antonio, Assessore ai Sassi del Comune di Matera, il Maestro Pasquale Menchise, Direttore d’ Orchestra internazionale e incaricato come Direttore Artistico dell’ evento in programma da Nicoletta Mantovani, il Maestro Enzo Di Matteo, dell’Associazione Lucania Arte Teatro e Consulente Artistico e Franco Braia, Amministratore di Quadrum Srl, società delegata dalla Fondazione “ Luciano Pavarotti” alla cura dell’immagine, dell’organizzazione e del coordinamento dell’evento. A rendere unica ed irripetibile questa serata, artisti di fama internazionale quali l’attore Lino Guanciale, che interpreterà i testi scritti da Grazia Verasani e narranti la storia di Pavarotti, i cantanti della “Pavarotti Foundation” ed i musicisti dell’orchestra Sinfonica “Matera 2019”. Gli organizzatori hanno sottolineato la valenza artistica dell’iniziativa finalizzata, come ha ricordato Patrizia Minardiad avviare un percorso, nell’ambito del Piano Regionale dello Spettacolo, in cui la lirica possa rappresentare un tassello importante e di prospettiva per confezionare un’offerta culturale che, nel contempo, sia ossequiosa delle aspettative turistiche, e possa anche servire ad avvicinare un pubblico sempre più numeroso a questo genere musicale”. L’evento, che annovererà la presenza di Nicoletta Mantovani, moglie del grande tenore, “contribuirà ad incrementare la visibilità della nostra città che, soprattutto per l’elezione a Capitale Europea della Cultura 2019, beneficia già di una importante attenzione mediatica. Queste manifestazioni rendono merito all’impegno profuso da tutti nella direzione di una partecipazione attiva in vista dello storico appuntamento” ha dichiarato Paola D’Antonio . L’evento segnerà l’esordio dell’Orchestra Sinfonica Matera 2019, composta da musicisti lucani di comprovata esperienza e saranno diretti da Pasquale Menchise, che si è soffermato sulla valenza artistica della manifestazione, ricordando che “la passione e la dedizione, sono fattori imprescindibili per il raggiungimento di risultati prestigiosi, grazie ai quali è stato possibile realizzare questo evento, il primo di una certa rilevanza nella nostra Regione in campo lirico l’organizzazione di uno spettacolo unico e di grande impatto emozionale. Non è un caso che questo evento si celebra il 12 ottobre perchè in questa data del 1935 nacque Luciano Pavarotti. Ho un rapporto di collaborazione con la Fondazione Luciano Pavarotti ( da oltre 5 anni) e ho voluto fortemente questa data a Matera nonostante gli organizzatori avessero pensato alla Cina. Questa data arriva dopo quella di Verona del 6 settembre scorso, trasmessa in diretta su Rai Uno per celebrare il decennale dalla scomparsa di Luciano Pavarotti e quello di Matera rappresenta un appuntamento importante, una serata storica per avviare una grande stagione lirica nella città dei Sassi. E’ un concerto-spettacolo in cui Pavarotti si racconta attraverso la voce dell’attore Lino Guanciale, che racconta la sua vita all’ultima figlia Alice. Un evento che ripercorre la sua lunghissima carriera artistica attraverso anche una serie di aneddoti che pochi conoscono. La Fondazione Pavarotti presenterà anche alcuni video dedicati al grande tenore italiano mentre cantanti della Fondazione Pavarotti versioni con miei arrangiamenti dei brani più popolari eseguiti da Pavarotti sia della tradizione lirica che quelli più popolari”.

Ed ancora di emozioni ha parlato il Maestro Enzo Di Matteo, consulente artistico dell’evento, dicendo che sono tali “quelle che, sgorgano naturalmente dall’animo quando si ascolta la voce, calda, passionale e tecnicamente perfetta di Luciano Pavarotti”. A Quadrum Srl è toccata la parte organizzativa e, Franco Braia, Amministratore della stessa ha dichiarato che “stiamo registrando grande interesse ed entusiasmo per questo evento, al punto che sono già pervenute numerose richieste di biglietti dalla Lombardia, Toscana ed Emilia Romagna. Inoltre, per volontà espressa di tutti, una parte del ricavato sarà devoluta all’Associazione di volontariato “Con Cuore Impavido”, che si occupa dei malati di Sla”.

Durante l'appena trascorso weekend Matera, città dei famosi sassi, è stata la suggestiva location dell'evento "Art Fashion Dream", nel corso del quale sono sfilate in passerella le splendide creazioni di Carlo Alberto Terranova, un grandissimo nome dell'Alta Moda e del Made in Italy, che non ha certo bisogno di presentazioni.
Quest'anno ha lanciato in esclusiva il suo nuovo brand  "Sarli New Land", ideato dal famoso stilista Fausto Sarli proprio per colui che è sempre stato il suo delfino.
Quindi, una storia che continua, un filo che finalmente si riannoda, stretto e forte come una fune che nessuno potrà mai spezzare nel segno di una sublime e luminosa haute couture, che trova in questo brand la sintesi perfetta tra la bellezza e la  genialità di ieri, che si allineano ad un presente forte dell'heritage su cui può contare.
Un presente che spiega le sue vele al vento, sicuro della sua rotta all'insegna della raffinatezza e dell'eleganza più sofisticate.
Questa nuova collezione, straordinaria grazie ai suoi incantevoli abiti haute couture, rappresenta  il mito di Fausto Sarli e il genio creativo di Terranova, che magicamente si coniugano, creando uno stile couture assolutamente unico e singolare.
Originalità, classe e femmininilità sono i requisiti fondamentali delle creazioni di Carlo Alberto Terranova, ai quali si aggiungono l'attenta scelta di tessuti pregiati e la minuziosa cura sartoriale verso ogni piccolo dettaglio, con risultati che non finiranno mai di stupire.

 

In gergo tecnico lo chiamano fresh start, ripartenza, per i piccoli imprenditori, i professionisti e i consumatori lo strumento della Composizione delle crisi da sovraindebitamento è una seconda chance che può portare fino all’esdebitazione (beneficio della liberazione dei debiti non onorati) di tutti i debiti pregressi.

Chi e quali requisiti deve avere per accedere a questo strumento di legge, quali documenti e in che tempistica presentarli e, soprattutto, a chi rivolgersi, sono stati gli argomenti trattati martedì mattina a Matera nel corso di un incontro fortemente voluto dalla Camera di Commercio di Matera e condiviso dalla Prefettura, dal Comune e dal Tribunale di Matera e organizzato in collaborazione con l’Arcivescovo di Matera-Irsina Monsignore Antonio Giuseppe Caiazzo. Destinatari del messaggio sono stati i parroci della diocesi.

“Tutti voi siete interlocutori privilegiati delle famiglie e dei singoli, ben conoscete la realtà anche socio-economica delle vostre parrocchie e potreste individuare persone che potrebbero utilizzare lo strumento del sovraindebitamento - ha detto il presidente della Camera di Commercio di Matera, Angelo Tortorelli – il vostro aiuto è prezioso come primo contatto con persone in difficoltà. A voi chiediamo di indirizzare queste persone all’Organismo Sovraindebitamento Unioncamere Basilicata. E’ l’unico soggetto in Basilicata iscritto (n.59 dal luglio 2016) al Registro tenuto dal Ministero della Giustizia e dunque qualificato a gestire l’iter per il sovraindebitamento”.

Positiva la risposta del clero della diocesi di Matera-Irsina, i parroci che quotidianamente sono di supporto alle famiglie in difficoltà hanno ascoltato con interesse e hanno rivolto la richiesta di nuovi incontri per approfondire il tema. “Questi argomenti riguardano tutti noi da vicino – è intervenuto Monsignore Caiazzo – conosciamo persone e situazioni. Dobbiamo sapere che esistono uffici e procedure per poter offrire il più qualificato aiuto a chi si rivolge a noi”.

 

 “I requisiti, così come la modulistica e ogni altra informazione, per accedere alle procedure del sovraindebitamento  -– ha precisato il segretario generale della Camera di Commercio di Matera Luigi Boldrin – sono rintracciabili sul sito di Unioncamere Basilicata al link http://www.bas.camcom.it/P42A202C13S10/Crisi-da-sovraindebitamento--la-modulistica.htm o si può contattare l’ufficio Mediazione della Camera di Commercio di Matera – in via Lucana, 82 - tel. 0835.338411 – ”.

Il prefetto di Matera Antonella Bellomo e l’assessore al Bilancio del Comune di Matera Eustachio Quintano, presenti all’incontro, hanno rimarcato l’impegno del presidente della Camera di Commercio Tortorelli su questo tema. Nei prossimi mesi la Camera di Commercio affronterà lo stesso argomento in una serie di appuntamenti nelle scuole: “Divulgare strumenti che, risanando un’attività, hanno positive ricadute su tutta la collettività è importante. Far crescere una cultura della gestione economica/debitoria, lo è ancor più – ha detto Tortorelli – per questo vogliamo incontrare gli alunni”.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI