Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 28 Giugno 2017

Per una sola serata, quella del 16 Ottobre scorso, il centro storico tranese è divenuto un punto d’aggregazione informale per gente incuriosita dal format immediato dell’Innovation bar. Artisti locali con opere in mostra, musica innovativa, aperitivo gratuito prodotto con ingredienti biologici o a chilometro zero, per una proposta vicina a chi di “innovazione” ha sempre sentito parlare, rinunciando ad approfondire per la paura di confrontarsi con un linguaggio tecnico e ostico. Un’iniziativa sostenuta anche dal Comune di Trani con la chiusura al traffico della centralissima via Mario Pagano, che ha permesso all’incredibile afflusso di interessati – circa 300 le presenze confermate   di conoscere e usufruire con comodità dei servizi proposti, tra i quali l’applicazione NIDOnet, disponibile gratuitamente su Play Store per rimanere aggiornati sulle prossime tappe in programma. Tra gli ospiti e relatori dell’evento, Maurizio Lotito, founder di Postpickr, Marcella Loporchio, crowd mentor, Maria Teresa Amoruso, direttrice del portale Sì Puglia, e Giancarla Trizio, founder e CEO di Tou.Play. La serata ha coinvolto gli esercenti della zona e le rispettive attività commerciali, trasformando per poche ore via Mario Pagano in un piccolo salotto dell’innovazione.  Abbiamo raccolto le parole di Elio Palumbieri, presidente dell’associazione, a margine dell’evento: "Trani è anche cultura e innovazione, e non c’è risposta migliore di questa per chi ancora dipinge il meridione come un luogo spento e senza iniziativa. Siamo orgogliosi di aver vissuto con i tranesi una serata che ha ridestato interesse per il nuovo, al punto da avere in serbo per questa città un altro appuntamento targato Innovation bar" .

 

riserbato-lupelli-uva

 

Una graduatoria per definire i beneficiari di alloggi popolari. Questa mattina nella sala giunta del comune di Trani un incontro che il Sindaco Gigi Riserbato ha definito con il termine operativo. Vi hanno preso parte, oltre al Primo Cittadino, l’Assessore Comunale Servizi Sociali Rosa Uva, il Direttore Generale dello IACP Sabino Lupelli e i rappresentanti sindacali degli inquilini.

Propedeutica alla graduatoria e la pubblicazione del bando sul quale saranno indicati i termini per l’accesso al diritto alla casa. Ma ancora prima sarà necessario un lavoro di ricognizione per verificare il reale fabbisogno abitativo della città.

“L’incontro odierno – ha detto il Riserbato – è un ulteriore segnale concreto del lavoro che l’Amministrazione sta eseguendo a favore delle fasce deboli di cittadini. Il Bando – aggiunge il Sindaco – è condiviso con le associazioni di categoria degli inquilini che hanno comunque manifestato la necessita di piccole correzioni che saranno immediatamente recepite”.

Intanto il Comune ha fatto registrare un passo importante nella direzione di una più attenta capacità di risposta dell’Ente alle esigenze della cittadinanza con l’istituzione di un ufficio del piano casa. “Una novità dal valore storico per il Comune di Trani fino a questo momento privo di un ufficio del genere – commenta il Sindaco -. Una novità introdotta distaccando un’unità lavorativa da un altro ufficio per sopperire alla scarsità di personale nel quale il Comune verte. Questa figura – aggiunge il Sindaco - svolgerà un ruolo di tutoraggio con il personale dello IACP”.

 

Per il Direttore Generale dello IACP, Sabino Lupelli l’istituzione dell’ufficio casa “è una svolta epocale per il Comune di Trani”.

Lupelli si è soffermato sulle categorie di cittadini che potrebbero rientrare nei requisiti del bando affermando che “oggi la soglia di povertà riguarda anche le famiglie monoreddito e i giovani che non riescono ad accedere al mercato immobiliare”. Altro momento significativo per la definizione del bando è legato all’individuazione delle aree sulle quali si andrà a costruire. “Un impegno su tutti i fronti per lo IACP, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale”, dice il Direttore Generale che ricorda la già importante copertura sul territorio tranese sul quale lo IACP è presente con 660 immobili.

 

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI