Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 24 Febbraio 2017

foto

 

La serata finale con il Gran Gala del ciclismo amatoriale sannita ha consegnato agli archivi la prima edizione del ‘Giro Ciclistico delle Terre Sannite’, con legittima soddisfazione degli organizzatori, l’ASD Ciclistica Sannita di San Giorgio del Sannio e dal comitato U.D.A.C.E. (unione degli amatori ciclismo europeo) di Benevento, che nella stagione agonistica 2011 da poco archiviata hanno portato a compimento una competizione che ha riscosso una notevole partecipazione e consensi. Anche il convivio di sabato sera, tenutosi sabato sera nell’accogliente scenario dell’Hotel Park l’Incanto a Pietradefusi, ha evidenziato il lusinghiero successo riscosso dall’evento con la partecipazione di circa duecento persone tra Atleti con famigliari al seguito, simpatizzanti del pedale e addetti del settore. La serata è iniziata con l’intervento del presidente Udace di Benevento Carmine Genito che ha dato il benvenuto a tutti i commensali e hanno dato inizio alla premiazione con la consegna di trofei e attestati i terzi e secondi classificati per categorie di appartenenza al 1° Giro Ciclistico delle Terre Sannite’, mentre, nell’intermezzo della serata, il consigliere Nazionale Udace Michele Melise, il coordinatore regionale Udace Francesco Piccirillo, i presidenti dei comitati provinciali Udace di Avellino e Foggia Mario Vernacchio e Paolo Scarpiello hanno premiato con la consegna della maglia di campione del ‘1° Giro Ciclistico delle Terre Sannite’ il vincitore della classifica finale Orlando Cosimo di San Giovanni Rotondo (FG) e i vincitori delle nove categorie che sono: Luigi Scognamiglio, cat. Debuttanti (15-18 anni); Angelo Del Sesto, cat.Cadetto (19-27 anni); Antonio Valletta, cat. Juniores (28-32 anni); Gennaro Grieco, cat.Seniores (33-39 anni); Giovanni Vivere, cat. Veter (40-47 anni); Lucio Quarantiello, cat.Gentleman (48-55 anni); Francesco Castagnozzi, cat. Super Gentleman A (56-65 anni); Gennaro Volpe, cat.Super Gentleman B (66-75 anni)e Antonella De Ioia, cat. Woman. Durante la serata e all’interno della stessa si è ammirata l’esibizione di ballo ‘ liscio e latino americano’ di maestri della scuola Olydance. La nutrita presenza pubblico ed numerosi partecipanti hanno premiato il lavoro svolto con notevole impegno nel corso della stagione agonistica da tutto il team ASD Ciclistica Sannita che ha rinnovato a tutti gli amanti del pedale e non l’appuntamento al prossimo anno ai quali si aggiungeranno altre iniziative.

Giuseppe Albanese

 

La serata per i giovani talenti segna un nuovo successo per Rai Uno. Ottimi,  infatti, gli ascolti per la seconda edizione dell’evento che ricerca nuovi talenti nello spettacolo

Nella suggestiva cornice del teatro Romano di Benevento, si è svolta sabato 3 settembre la seconda edizione del TalentFest, la manifestazione ideata da Dino Vitola che ricerca nuovi talenti nello spettacolo.

Condotta da Eleonora Daniele, la serata ha visto esibirsi sul palco i finalisti della lunga e certosina selezione affiancati dai big della musica italiana: Toto Cotugno, Katia Ricciarelli, Nicola Di Bari, Sal Da Vinci, Ivana Spagna, Cecilia Gasdia, Massimo Di Cataldo, Umberto Balsamo, Francesco Zingariello, Jimmy Fontana, e Paki dei Nuovi Angeli.

Due giurie hanno svolto il gravoso compito di valutare le singole esibizioni: a presiedere la giuria artistica Cesare Lanza, (anche capo degli autori del programma, con l'esperienza di tre edizioni del Festival di Sanremo sempre vincenti, insieme con Tony Eustor e Marco Luci) affiancato da Luca Jurman, Marisa Laurito, Giampiero Mughini e Sebastiano Somma. A comporre la giuria tecnica Dino Vitola, Fabrizio Pausini, Maria Rosaria Madonna, Mafalda De Blasis Ratti, Stefano Arena e Marida.

Accolto dagli applausi l’ingresso di Paolo Villaggio che, seduto su un trono, ha poi premiato il vincitore della sezione Junior Gianmarco Arena.

Particolare attenzione ha suscitato Martina Stavolo che ha interpretato una sua canzone dedicata a Vasco Rossi "Un amico dei giovani" scritta con Giampaolo Serino, uno degli autori del grande artista. La Stravolo, che ha partecipato all'ottava edizione di "Amici" con Maria De Filippi ha con coraggio difeso il Blasco nazionale, oggetto di tante polemiche e di attacchi proprio in queste ultime settimane.

Molte dunque le emozioni vissute nel corso di questa seconda finalissima del TalentFest, che ha visto vincere Daniela Federico. Come hanno riconosciuto entrambe le giurie, il livello generale delle esibizioni è stato molto buono; i giurati hanno altresì sottolineato la necessità per tutti i finalisti di intraprendere o continuare un percorso formativo di studi per riuscire ad esprimere al meglio il proprio talento.

Il buon esito dell’evento è stato frutto dell’impegno della produzione capitanata da Dino Vitola in collaborazione con l'Accademia Studio 254 di Cesare Lanza e Maria Rosaria Madonna, responsabile dell'organizzazione locale.

La serata è stata per la Rai un successo anche dal punto di vista degli ascolti: oltre due milioni e cinquecentomila spettatori (con uno share del 15.47 %) hanno seguito con interesse la finale del Talent Fest, confermando quanto il mix tra buona musica, artisti e giovani di talento, buon ritmo e cultura siano ingredienti indispensabili per un programma che funzioni.

 

Firmato oggi presso la Sala Giunta di palazzo San Giacomo il protocollo d'intesa tra la Provincia di Napoli ed il Comune per la riqualificazione degli storici locali della Real Casa della SS. Annunziata. L'accordo è stato firmato dal Presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro ed il Sindaco di Napoli Rosa Russo Jervolino.

Il documento è il frutto di un lungo lavoro che ha portato l'Assessore agli Archivi Storici Municipali Diego Guida e il Presidente del Consiglio Provinciale Luigi Rispoli alla definizione di un protocollo che prevede lo stanziamento da parte dell'Ente Provinciale di 400.000 €.

La somma rientrante nel  più ampio progetto approvato dal Consiglio Provinciale di Napoli denominato “la Provincia investe in Provincia”, sarà impegnata dal Comune di Napoli, non solo per rendere nuovamente fruibile al pubblico i locali e far fronte così alle numerose richieste di consultazione riguardanti i "figli della Madonna o Esposti", ma anche per il ripristino del Salone delle Colonne dove si svolgeva la famosa “Festa del Fazzoletto” durante la quale le giovani esposte trovavano marito.

Con questo atto si conclude, dunque, il progetto, portato avanti dall'Assessore Diego Guida, di recupero della memoria dell'Annunziata restituendo di fatto un pezzo considerevole della sua storia del suo tesoro ed ora, finalmente, anche della sua sede alla città.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie.

LEGGI