Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 27 Febbraio 2021

Il prossimo 12 dicembre Andrea Bocelli sarà protagonista di "Believe in Christmas" uno spettacolare concerto dal vivo che prevede, nell'ambito del progetto ViVas!, la direzione artistica di Franco Dragone, regista e produttore italo-belga, autore di grandissimi spettacoli teatrali ed eventi in tutto il mondo. Dragone ha firmato le regie di spettacoli iconici del Cirque du Soleil come Saltimbanco, Alegria, “0”, prima di fondare la sua compagnia Dragone Group in Belgio, con la quale ha creato lo spettacolo di Céline Dion A New Day nel 2003, andato in scena per 732 serate al Caesar’s Palace di Las Vegas; l'Aida che ha inaugurato la Stagione Lirica 2013-2014 del Teatro San Carlo di Napoli; la cerimonia di apertura e di chiusura dei Mondiali di calcio Brasile 2014; così come decine di altri spettacoli permanenti, da Macao al Lido di Parigi, da Dubai, alla Cina, che hanno come denominatore comune quel senso di meraviglia che stordisce, sempre nel segno di una rigorosa ricerca artistica. In diretta streaming dal Teatro Regio di Parma e attraverso gli occhi di Virginia, figlia del tenore che ci guiderà nell’evento, 

Andrea Bocelli tornerà così sul palco nel periodo natalizio con un live speciale senza precedenti, legato al suo ultimo album "Believe", uscito lo scorso 13 novembre su etichetta Sugar e subito in cima a tutte le classifiche di vendita mondiali. Lo spettacolo sarà girato con una visione a 360 gradi e un numero incredibile di telecamere che prevede una forma di fruizione totalmente immersiva che permetterà allo spettatore di essere davvero al centro della scena, proprio al fianco del tenore e dei musicisti. Andrea Bocelli sarà accompagnato da una grande Orchestra e tanti ospiti. Le coreografie saranno create da Tiziana Pagliarulo (che assicura anche la co-regia con Dragone), mentre le ambientazioni sceniche saranno ideate con la collaborazione di Filippo Baracchi. Assicura la Direzione di Creazione Filippo Ferraresi. Il concerto avrà luogo all'interno di uno dei Teatri più prestigiosi della penisola, il Teatro Regio di Parma, unico palcoscenico nazionale ad ospitare un Festival noto in tutto il mondo dedicato al grande Maestro Giuseppe Verdi. "Believe in Christmas" è prodotto da Driift, azienda pionieristica con sede nel Regno Unito (che ha seguito acclamati eventi per Nick Cave, Niall Horan, Dermot Kennedy, Biffy Clyro), con la collaborazione di Maverick Management e Almud. 

E’ uscito l’Annuario del Cinema Italiano & Audiovisivi 2020-2021,l'unico da 69 anni protagonista dell' editoria cinematografica e televisiva, fondato da Alessandro Ferraù, diretto da Emanuele Masini, edito dal Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema. L'opera costituisce un prezioso strumento di consultazione per quanti, a vario titolo, operano nel variegato e composito ambiente del Cinema e dell'Audiovisivo.

Nell'elegante volume, (corredato di un pratico CD) è racchiuso praticamente tutto quanto c'è da sapere sul cinema e sulla tv: indirizzi, E-mail, siti Internet delle ditte di produzioni, distribuzioni, import-export, doppiaggio, post-produzione, edizioni musicali. Ed ancora: mezzi tecnici, arredamenti, attrezzature, calzature, parrucche, trucco, effetti speciali, casting, rappresentanti artistici, trasporti, servizi ed attività ausiliarie, sale cinematografiche, circuiti e multisale italiane con indirizzi, numero degli schermi e dei posti; i Networks e le emittenti tv; le ditte dell'Home Video; le Film Commissions, le Locations in Italia e all'estero; il Product Placement; il Cinema Culturale; le Istituzioni, gli Enti e le Associazioni; i Festival in Italia e all'estero, i principali Premi del Cinema Italiano; i titoli dei film prodotti in Italia dal 1930; i cast & credits dei film italiani degli ultimi 15 anni; gli Oscar assegnati all'Italia, il "Chi è del cinema e della tv" ovvero tanti nomi che contano con recapiti e curricula.  

Era nato a Roma il 2 novembre 1940 da una famiglia semplice: «Mio padre era un impiegatuccio, mamma era casalinga: erano persone di un altro secolo - raccontava Gigi qualche tempo fa —. Non sono figlio d'arte, insomma, però, ora che ci penso forse la vena artistica l'ho ereditata proprio da mia madre: mio nonno materno faceva il pecoraro, ma era un poeta. Quando è morto abbiamo ritrovato una serie di libretti con bellissime poesie, erano sonetti dove non c’era una virgola sbagliata.

Comico, cabarettista, doppiatore, conduttore televisivo, regista, ma anche cantante e direttore artistico. Artista in grado di unire la cultura e il mondo dello spettacolo più popolare. Dal teatro Shakespeariano ai film dei Vanzina, nato e cresciuto a Roma, Proietti amava profondamente la sua città e la sua gente. I suoi primi grandi passi come attore teatrale ma poi ha attraversato con semplicità anche il variegato mondo del grande e piccolo schermo. 

In tv aveva spopolato con la serie Rai, il Maresciallo Rocca iniziata negli anni 90 ma molti dei suoi lavori sono stati di grande successo.

E' morto il 2 novembre, giorno del suo 80esimo compleanno.
Gigi Proietti era stato ricoverato due settimane fa alla clinica Romana villa Margherita, era gravissimo dopo un attacco cardiaco. Soffriva già di problemi cardiaci e le sue condizioni si sono aggravate. Con lui erano le due figlie e la moglie.

Roma e Lazio, nella giornata della scomparsa di Gigi Proietti, si trovano unite dal dolore per la morte del Maestro. «Un pezzo di Roma se ne va. Grazie di tutto, Maestro», hanno twittato i giallorossi di cui Proietti era notoriamente tifoso.

«Va via un pezzo della nostra Roma, quella vera passionale e allegra. Anche dal cielo ci farai stare allegri», ha scritto l'ex capitano giallorosso in un messaggio al Foglio, ritwittato dal direttore Claudio Cerasa. «Gigi ti voglio bene. Roma ti sarà sempre grata», scrive Totti.

Lo aveva amato e studiato  scrive il quotidiano romano il Messaggero . A lui si era ispirato durante una carriera che lo aveva consacrato tra i grandi del teatro italiano e internazionale. Gigi Proietti sottolinea il Messaggero,adorava William Shakespeare e questo non era un segreto, adesso, scherzi del destino, al drammaturgo britannico lo legherà per sempre anche una particolare coincidenza. 

 

Entrambi sono, infatti, deceduti nel giorno del compleanno. Gigi Proietti se n'è andato oggi che avrebbe compiuto ottant'anni. Lo stesso aveva fatto Shakespeare oltre quattro secoli fa, nel 1616, ad appena cinquantadue. Un filo rosso in grado di attraversare le epoche, i mutamenti e i luoghi della storia, di unire nell'abbraccio indissolubile dell'arte Roma e Londra conclude il quotidiano Romano.

Domenica 25 ottobre 2020 alle ore 18.00 nella  storica Casina di Macchia Madama, Via di Macchia Madama, 94, suggestiva dimora  immersa nel verde al centro di Roma, si terrà un evento dedicato alla memoria ed alla  promozione del patrimonio cinematografico nazionale: il Premio Cinema Anni d'Oro e Premio George Hilton,  ideato dalla regista e produttrice Carlotta Bolognini, che ne cura anche la direzione artistica.
Un appuntamento molto atteso che  aprirà le porte ad un ciclo annuale di premi e riconoscimenti rivolti alla storia del Cinema italiano e non solo e che costituirà anche l'occasione per riflettere e modulare canoni e principi di distribuzione e produzione cinematografica.
La prima edizione del Premio Cinema Anni d'Oro sarà dedicata ai film girati nelle strade e nei quartieri di Roma tra il 1945 e il 1986 e vedrà la presentazione di grandi opere cinematografiche,  come "ROMA CITTA’ APERTA" di Roberto Rossellini (1945), "GUARDIA, GUARDIA SCELTA, BRIGADIERE E MARESCIALLO" (1956) e "ARRANGIATEVI" (1959) entrambi di Mauro Bolognini, "LA DOLCE VITA" di Federico Fellini (1960), solo per citarne alcuni.
I registi premiati, oltre a quelli appena menzionati, saranno tra i migliori del Cinema italiano come Mario Monicelli, Antonio Pietrangeli, Dino Risi, Luigi Magni e Luca Verdone.
Per ogni film candidato saranno premiati gli attori protagonisti, come Antonella Lualdi per "LA NOTTE BRAVA" di Mauro Bolognini, e i figli dei registi, quali Tommaso e Vera Rossellini. Presentatori della serata saranno l'attrice italo-persiana Yassmin Pucci e il docente dell'Università di Perugia, critico e giornalista Fabio Melelli, mentre la madrina della Manifestazione sarà Rossella Izzo.
Il Premio alla Carriera George Hilton, in omaggio al grande attore recentemente scomparso, sarà consegnato a Gianni Garko, Nino Benvenuti e Ottaviano dell'Acqua.
Tra gli ospiti della serata,  grandi nomi come Antonellina Interlenghi, il  Colonnello Orazio Anania, Adriana Russo, Stefano Jurgens, Antonella Ponziani, Saverio Vallone, Pippo Franco, Elena De Curtis, Evelina Nazzari, Rino Barillari, Lando e Massimiliano Buzzanca, Olga Bisera, Vassili Karis e molti altri.
Un evento, grandioso per contenuti, protagonisti ed ospiti, finalizzato alla promozione del patrimonio culturale e del  materiale cinematografico, che rappresentano la nostra
identità nazionale; un bagagio che sotto il  profilo professionale costituisce un aulico esempio da seguire e, al contempo, una fonte di ispirazione a livello metodologico e contenutistico per lo sviluppo innovativo del cinema contemporaneo.
L'evento è stato curato nei piccoli dettagli, che fanno la differenza, come l'allestimento delle sale e dei giardini; tutto è stato attentamente studiato e in linea con lo spirito cinematografico e storico-culturale della serata.
La partecipazione  all'evento è su invito.

Dopo il successo alla scorsa edizione alla Mostra del Cinema di Venezia, lo scorso 18 ottobre approda  alla Festa del Cinema di Roma  WiCA | Women in Cinema Award, riconoscimento ideato e condotto dall’attrice Claudia Conte.

La cerimonia di premiazione si è svolta presso l’Auditorium di Roma a Casa Alice | Alice nella Città dove a ritirare i riconoscimenti ci sono stati Liliana Cavani, Paola Cortellesi e Riccardo Milani, Daniela Ciancio, Donatella Palermo e Claudio Masenza.

“Sono molto felice di accompagnare l’evento WiCA anche a Roma, in un momento di grande incertezza dovuta alla pandemia - sottolinea Claudia Conte che ha sfilato sul red carpet con un abito di Luigi Bruno Haute Couture - L’ESSERE QUA OGGI ASSUME UN VALORE SIMBOLICO PERCHé SUGGERISCE CHE ANCHE SE STIAMO LONTANI, RISPETTANDO LE GIUSTE DISTANZE, CONTINUIAMO TUTTI A CREDERE CHE IL CINEMA E L’ARTE SIANO FONDAMENTALI PER DARE SENSO ALLE COSE”.

I premi sono conferiti da un’Academy tutta al femminile composta da autorevoli giornaliste di cinema.

Partner culturale l’Accademia Italiana di Arte Moda e Design fondata dall'Architetto Vincenzo Giubba.
Tra i partner di Women in Cinema Award Area Stile di Marco Lanfranchi, Luciano Pannone della Pannone Group, Marcellini Fragrances, il maestro orafo Michele Affidato, Angelo Paradiso, Giuseppe Cacace alias Rueto, Polini Group, Me Events di Emanuela Sansone.

WiCa è realizzato e organizzato da Claudia Conte e Cristina Scognamillo, che ne cura anche la comunicazione. 

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI