Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 24 Aprile 2019

Gara 2 delle finali play off sfortunata per la Rainbow Catania Basket che cede di misura, 59-62, all’Alma Basket Patti, prolungando la serie alla “bella” che si disputerà domenica prossima in casa delle peloritane.

Partita dura e agonisticamente intensa, quella tra etnee e pattesi, con le padrone di casa che partono meglio, aggiudicandosi il primo quarto per 14-8. Nel secondo tempo la sfida si fa serrata con le ospiti che trovano il sorpasso grazie ad un canestro della Ferreyra, sul  17-18. Le bianco rossoblù, però, beneficiano di una Diaz determinante sotto le plance e riescono a contro-sorpassare, allungando fino al 28-24. A  mandare le due squadre negli spogliatoi è la tripla di capitan Ferlito per il 31-24 di metà gara. Al rientro in campo la Rainbow non trova l’allungo decisivo,anche grazie ad un feeling non ottimale con i tentativi dalla lunetta. Patti sembra ricucire il gap arrivando sul 33-30 con Kramer, Guerrera ed Herrera, ma le catanesi riescono ad allungare nuovamente, con le triple di Aleo e Licciardello, che contribuiscono al 47-42 della penultima sirena. Nell’ultimo quarto le padrone di casa mantengono un vantaggio di sei punti fino al 55-49 di metà tempo, spegnendosi in un finale in cui l’Alma riesce a rimontare dal 57-51, trascinata da Martina Lombardo, che firma 9 punti, tra i quali una tripla, che aggiudicano il successo alle pattesi, rimandando il verdetto finale sulla stagione della Serie B femminile siciliana a Gara 3.

A fine partita arriva il commento di coach Bruni: “Nonostante la sconfitta abbiamo giocato bene. Avevamo in mano la gara fino agli ultimi 3 minuti. Sono state brave loro a riprenderla nel finale.  Per quanto ci riguarda non c’è un aspetto che non abbia funzionato in particolare. E’ semplicemente una finale play off e la stanno giocando le migliori squadre siciliane della categoria. Ci sta che la sfida arrivi alla terza. Così come ci stava la nostra vittoria in casa loro, domenica scorsa, e ci sta che loro abbiano vinto qui. Adesso andiamo a giocarci lo spareggio al “PalaSerranò”.

La coach etnea si proietta a Gara 3:”Ci aspettiamo un pubblico su di giri, così come la loro squadra ed il loro staff. Ci aspetta una battaglia, noi andremo a giocarcela per vincerla sul piano tecnico e tattico. Lotteremo fino alla fine”.

RAINBOW CATANIA BASKET: Diop 2; Nucera; Ferlito 5; Engeln 4; Aleo 10; Chiarella 13; Costi ne; La Manna 7; De Fraia; Spina ne; Diaz 15; Licciardello 3. Coach: Bruni

ALMA BASKET PATTI:  Lombardo 13; Coppolino 2; Gangemi; Merrina 7; Ferreyra 2; Sciammetta 4; Romeo 1; Kramer 9; Ingrassia 3; Guerrera 11; Cucinotta; Herrera 10. Coach: Buzzanca

PARZIALI: 14-8; 31-24; 47-42

Arbitri: Alessandro Lorefice di Ragusa (1° Arbitro) e Luca Massari di Chiaramonte Gulfi (2° Arbitro).

Partita eccellente e vittoria meritata dell’Ekipe Orizzonte nel big-match della sedicesima giornata di Serie A1 di pallanuoto femminile, davanti al pubblico amico della Piscina Comunale di Nesima (CT).

Sabato pomeriggio le catanesi hanno battuto 11-5 il Rapallo Pallanuoto, riscattando così il KO dell’andata e portandosi a + 5 proprio sulle liguri.

Prestazione perfetta delle rossazzurre, anche e soprattutto in difesa, con la porta sigillata per larghi tratti del match da una prodigiosa Giulia Gorlero, autrice di diversi miracoli durante tutto l’arco della partita. Partenza a razzo dell’Ekipe Orizzonte, che ha vinto 3-0 il primo tempo, mentre la seconda frazione si è chiusa sullo 0-0. Il terzo parziale è stato conquistato per 4-2 dalle rossazzurre, che si sono poi aggiudicate anche l’ultimo tempo con il punteggio di 4-3.

Claudia Marletta è stata la miglior marcatrice del match con tre gol, mentre Arianna GaribottiRoberta Bianconi e Sabrina Van der Sloot sono andate a segno due volte a testa. Una rete ciascuno anche per Rosaria Aiello ed Ilse Koolhaas.

Al fischio finale la squadra catanese ha manifestato grande soddisfazione per l’ottima partita disputata, così come sottolineato dalla numero 5 dell’Ekipe Orizzonte: Rispetto al match d’andata, nel quale avevamo perso contro Rapallo – ha detto Rosaria Aiello – , è sicuramente cambiato qualcosa di importante, perchè oggi abbiamo giocato da squadra. Ognuna di noi ha fatto il proprio dovere ed abbiamo portato a casa un bel risultato. Abbiamo fatto una grande prova difensiva e Giulia Gorlero è stata davvero bravissima, ma credo che anche il resto della squadra l’abbia aiutata parecchio. Di conseguenza, quando giochi bene dietro, poi in attacco risulta tutto più semplice. Adesso ci concentriamo sulla Coppa Len, ben sapendo che quando si disputano delle finali bisogna rispettare qualunque avversario. Speriamo di giocare bene da squadra anche in quel caso, così come abbiamo fatto oggi. Adesso accantoneremo per una settimana il campionato e ci concentreremo solo sulla Coppa“.

IL TABELLINO DEL MATCH:

EKIPE ORIZZONTE-RAPALLO PALLANUOTO 11-5 
Parziali: 3-0; 0-0; 4-2; 4-3

EKIPE ORIZZONTE: G. Gorlero, C. Ioannou, A. Garibotti 2, R. Bianconi 2, R. Aiello 1, Giuffrida, V. Palmieri, C. Marletta 3, C. Van Der Sloot 2, I. Koolhaas 1, I. Riccioli, R. Santapaola, G. Condorelli. All. Miceli

RAPALLO PALLANUOTO: F. Lavi, N. Zanetta, G. Viacava, S. Avegno 1, Gagliardi, Giustini, A. D’amico, G. Emmolo 2, J. Zimmerman, A. Genee 1, A. Cocchiere 1, M. Risso. All. Antonucci

Arbitri: Calabro e Petronilli

Note: Prima dell’inizio della partita è stato osservato un minuto di silenzio in memoria del direttore sportivo della AN Brescia Piero Borelli. Uscita per limite di falli Zimmermann (Rapallo) nel quarto tempo. Nell’Orizzonte Condorelli sostituisce tra i pali Gorlero nell’ultimo minuto di gioco. Superiorità numeriche: Ekipe 5/7 + un rigore realizzato da Garibotti nel quarto tempo e Rapallo 3/9 + un rigore realizzato da Emmolo nel terzo tempo. Spettatori 300 circa

Giovedì 11 aprile l’Ekipe Orizzonte partirà per Kirishi (RUS), per disputare la Final Four di Coppa Len e venerdì 12 affronterà in semifinale le spagnole del Sant Andreu. Chi avrà la meglio giocherà la finalissima del giorno dopo contro la vincente dell’altra semifinale tra le padrone di casa e le ungheresi dell’Ujpest.

La Rainbow Catania coglie un’importante vittoria in Gara 1 delle finali play off regionali siciliane battendo a domicilio l’Alma Basket Patti per 68-73, al termine di una sfida combattuta fino alla fine.

Cominciano bene le etnee che si aggiudicano il primo parziale per 17-21, spinte anche dai “+3” di Licciardello e Aleo. Nella seconda frazione l’Alma si fa sentire soprattutto in avvio, con un break di 2-9 che le consente aggancio e sorpasso (26-23). Le due formazioni non riescono a trovare vantaggi corposi, in questa fase. Le pattesi ci vanno vicine con il “+5” a fine frazione, smorzato successivamente dalla tripla di Giuliana Licciardello, che manda tutti al riposo sul 41-39. Al rientro in campo la sfida cala d’intensità ed è la Rainbow a sapere meglio gestire il frangente, imponendo un decisivo parziale di 7-15 alle avversarie, per il 48-54 della penultima sirena,  con la coppia Aleo – Chiarella sugli scudi. Nell’ultimo periodo le etnee prima contengono lo sforzo delle peloritane, conservando intatto il vantaggio fino a metà frazione (61-66) per poi allargare il gap con Chiarella, Aleo e l’ennesimo centro dall’arco di una scatenata Licciardello, che consente loro di poter amministrare un vantaggio di dodici punti a tre minuti dalla fine. Il forcing finale delle padrone di casa restringe  il divario, ma a fine gara la Rainbow può festeggiare il successo.

Nel post partita coach Deborah Bruni commenta la prestazione delle sue ragazze: “Piano piano stiamo facendo progressi nelle due fasi, ma la strada è ancora lunga. Le ragazze sono rimaste concentrate dal primo minuto all’ultimo. Tutte hanno messo quella grinta e quell’aggressività in più che chiedo da tanto tempo ed alla fine siamo state premiate dal risultato. Tatticamente, sia a livello offensivo che difensivo, dobbiamo ancora lavorare parecchio, ma avremo tempo di farlo in queste settimane. Mi è piaciuta molto la concentrazione nell’approccio e nella gestione della gara. Alle ragazze ho detto che dovevamo riscattarci dopo i due scontri di campionato. Ho chiesto al gruppo uno scatto d’orgoglio  per cercare di vincere questa gara, ed  è arrivato. Voglio fare i complimenti anche all’Alma Patti, perché è stata una bella gara, con un palazzetto pieno. E’ stato un bello spettacolo”.

ALMA BASKET PATTI: Herrera; Tumeo ne; Lombardo 26; Coppolino 4; Cangemi ne; Merrina 8; Ferreyra 6; Sciammetta; Romeo; Kramer; Ingrassia 4; Guerrera 11. Coach: Buzzanca

RAINBOW CATANIA BASKET: Diop; Nucera; Ferlito 2; Engeln; Aleo 19; Chiarella 18; La Manna 13; De Fraia 4; Spina ne; Diaz 4; Licciardello 13; Costi ne. Coach: Bruni

PARZIALI: 17-21; 41-39; 48-54

Arbitri: Calogero Cappello di Porto Empedocle (1° Arbitro) e Alex Oliver Di Mauro di Priolo Gargallo (2° Arbitro).

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI