Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 03 Marzo 2024

L'I.C. Papanice investe i…

Mar 01, 2024 Hits:186 Crotone

Presentato il Premio Nazi…

Feb 21, 2024 Hits:454 Crotone

Prosegue la formazione BL…

Feb 20, 2024 Hits:424 Crotone

Si firmerà a Crotone il M…

Feb 14, 2024 Hits:643 Crotone

Le opere del maestro Affi…

Feb 07, 2024 Hits:733 Crotone

Il patrimonio della …

Gen 24, 2024 Hits:1114 Crotone

Book Baby Boom: inizia un…

Gen 19, 2024 Hits:1204 Crotone

Alla Frassati inaugurata …

Nov 07, 2023 Hits:2532 Crotone

Netta vittoria dell’Ekipe Orizzonte nell’ultima partita del 2023 prima della lunga sosta di campionato, che resterà fermo per quasi tre mesi.

Le catanesi tornano dalla trasferta calabrese con il successo per 30-5 sul campo del Cosenza Pallanuoto, conquistato nella decima giornata di Serie A1 di pallanuoto femminile.

Certamente il modo migliore quindi per le rossazzurre per iniziare il girone di ritorno e mantenere delle sensazioni positive durante la pausa.

Il match è stato condotto sin dall’inizio dalla squadra allenata da Martina Miceli, che ha vinto tutte le frazioni di gioco, rispettivamente per 8-3, 8-1, 7-0 e 7-1.

Aurora Longo è stata la top scorer assoluta con 6 reti, mentre Dafne Bettini è andata a segno 5 volte. Quattro gol per Morena Leone, tre a testa per Gaia Gagliardi e Masha Borisova. Due reti ciascuno per Giulia Viacava, Veronica Gant e Claudia Marletta, una per Bronte Halligan, Chiara Tabani e Valeria Palmieri.

Al fischio finale bilancio affidato alla numero 9 dell’Ekipe Orizzonte, che ha evidenziato l’atteggiamento positivo di tutta la squadra nella gara odierna: “Oggi – ha sottolineato Gaia Gagliardi – era una partita importante per l’umore.

Siamo state brave perché volevamo dimostrare il nostro vero valore e la reazione c’è stata.

Ora inizierà un periodo di stop del campionato nel quale ognuna di noi, chi da casa e chi in nazionale, penserà al proprio miglioramento in maniera individuale per poterlo poi trasmettere a livello collettivo.

Torneremo in campo solo alla fine di febbraio, ma sappiamo bene quanto valiamo e sta a noi dimostrarlo”.

IL TABELLINO DEL MATCH:

OLIO DI CALABRIA IGP COSENZA PN-EKIPE ORIZZONTE 5-30

Parziali: 3-8, 1-8, 0-7, 1-7 

OLIO DI CALABRIA IGP COSENZA PN: M. Brandimarte, L. Stavolo, M. Ciudad Herrera 2, E. Salcedo Garcia, A. Manna, C. Malluzzo, F. Morrone 1, E. Ermakova 1, C. Sesti, S. Zaffina, F. Nistico’, M. Le Fosse, G. Reda, V. Occhione 1. All. Fasanella

EKIPE ORIZZONTE: L. Celona, B. Halligan 1, C. Tabani 1, G. Viacava 2, V. Gant 2, D. Bettini 5, V. Palmieri 1, C. Marletta 2, G. Gagliardi 3, M. Borisova 3, A. Longo 6, M. Leone 4, G. Condorelli. All. Miceli

Arbitri: Baretta e Iacovelli

Note: Uscita per limite di falli Ciudad (C) nel terzo tempo. Brandimarte (C) para un rigore a Gagliardi dopo 2’15” del primo tempo e a Borisova dopo 6’36” del terzo tempo. Spettatori: 350 circa.

 

Ottima prestazione per il team del quartiere lido di Catanzaro alla manifestazione sportiva della città di Potenza, quattro i podi conquistati.

Nella location del centro sportivo Caizzo di Potenza, organizzata dalla società sportiva Arcieri Lucani Potenza del  presidente Scuccimarra, sotto la perfetta guida di Luciano Spera e Nicola Taddei, domenica 26 novembre si è svolta una manifestazione sportiva di tiro con l’arco, valevole per le qualifiche ai prossimi campionati indoor di Pordenone del febbraio 2024.

La società del quartiere Lido di Catanzaro, gli Arcieri Club Lido, partecipano all’evento con il settore giovanile gestito dal tecnico Demasi Pasquale, il quale con impegno e dedizione si concentra sull’intero settore dando consigli preziosi in materia di tecnica sportiva e approccio alle competizioni.

I risultati ottenuti danno conferma della qualità sportiva dell’intero settore, infatti i giovani atleti conquistano quattro medaglie in totale, tre di oro e una di argento.

Nell’olimpico juniores maschile Francesco Poerio Piterà Segna 583 punti con uno score nella seconda parte di gara di 297 punti su 300, Oro per Anastasia Poerio Piterà nel compound Juniores Femminile con un totale a fine gara di 560 punti, un altro oro va Fabio Ludovica che è in netto miglioramento e crescita sportiva, così come la seconda classificata (medaglia di Argento) Falcone Samanta che pur essendo della la casse giovanissima gareggia tra i ragazzi.

Un grande ringraziamento va da parte della società ai genitori che accompagnano i ragazzi nella trasferte,  Maria Garcea e Gulia Sabrina, che allietano i viaggi dei ragazzi e sono di prezioso aiuto per il team societario.

Un grazie per l’ottima accoglienza, il mister Demasi Paquale, lo riserva a Luciano Spera e Nicola Taddei, ottimi padroni di casa che accolgono i ragazzi della nostra società con calore e amicizia, facendoli sentire come se fossero a casa.

Ora, continua il Mister Demasi ci concentriamo per i prossimi impegni sportivi per la stagione indoor ancora in corso. 

 

Quinto risultato utile di fila per il Ragusa che compie un altro piccolo passo in avanti in classifica, mettendo fieno in cascina, fortificando ancora di più la propria difesa visto che il gruppo azzurro è da tre partite che non subisce un goal. Sono alcuni degli aspetti salienti del pari a reti bianche di ieri a Portici per quanto concerne l’undici allenato da mister Giovanni Ignoffo che ha animato una gara accorta, a tratti dirompente, come accaduto nel frangente iniziale del primo tempo, e poi prudente per evitare di prenderle proprio nel finale quando, a quel punto, anche un punticino da portare a casa, come poi accaduto, sarebbe risultato prezioso. Ci ha pensato Freddi, con un paio di generosi interventi tra i pali, a chiudere in cassaforte il risultato di parità mentre, sempre nella parte finale della ripresa, con le azioni create da Mbaye e Brugaletta, il Ragusa stava “rischiando” di passare. In ogni caso, un’altra grande prova di maturità per l’intero gruppo come evidenzia l’allenatore. “Sì, è vero – sottolinea mister Ignoffo – ci abbiamo provato sino alla fine. Anche nel primo tempo abbiamo avuto tre-quattro situazioni potenzialmente molto pericolose in danno agli avversari che non abbiamo saputo sfruttare al meglio. C’è da dire che, in circostanze del genere, basta poi poco per rischiare anche di perdere la partita come stava succedendo. Quindi, ci prendiamo questo punto ma senza dimenticare che abbiamo sempre molto da lavorare e soprattutto da fare. Dobbiamo essere più cattivi nella fase finale. Riusciamo a creare, riusciamo ad arrivarci ma senza saper finalizzare con l’adeguata determinazione. E’ stata, comunque, una buona prestazione e sono contento di quanto fatto vedere dai nostri ragazzi”.

Continua l’allenatore azzurro: “Da questa trasferta portiamo a casa una specifica consapevolezza e cioè che dobbiamo continuare a essere quadrati sotto certi punti di vista. Dobbiamo migliorare, lo ribadisco, la fase conclusiva. Se creiamo molto e poi sprechiamo, non va bene. Serve maggiore cinismo. Devo dire la verità. A un certo punto ho avuto anche paura di perderla nonostante avessi messo un altro giocatore offensivo per dare maggiore incisività alla nostra azione, maggiore qualità alla fase conclusiva. Non ci siamo riusciti ed è un peccato perché alla fine era una partita che possiamo considerare alla portata. Comunque, continuiamo il nostro percorso e ci prendiamo questo punto ottenuto sul campo di una squadra in crescita dove, secondo me, saranno molte le formazioni che troveranno difficoltà”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI