Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 03 Dicembre 2022

Si sono spenti i riflettori sulla X edizione del Premio Internazionale “Semplicemente Donna” tenutasi i giorni scorsi nella suggestiva cornice del Teatro comunale “Mario Spina” di Castiglion Fiorentino e regalandoci, ancora una volta, storie di donne ed emozioni indimenticabili.  La cerimonia di premiazione del Premio “Semplicemente Donna” è stato l’evento clou della manifestazione e il prestigioso riconoscimento per i “Diritti umani” e per “L’impegno sociale e civile” è stato ricevuto dall’avvocato anti-tratta Esohe Aghatise e Zakia Seddiki Attanasio, vedova dell’ambasciatore Attanasio assassinato in Congo nel 2021, mentre l’attivista afghana Malalai Joya è stata insignita del premio “Donna per la pace”. La menzione “Donna Coraggio” è andato all’attrice Annamaria Spina e alla giornalista schierata contro la Camorra, Marilena Natale. A ricevere il prestigioso riconoscimento  anche la campionessa paralimpica Ambra Sabatini, la manager Giuseppina Mengano Amarelli, la giornalista Rai Giovanna Botteri, l’avvocato Gian Ettore Gassani, la scienziata Adriana Albini e Antonella Celletti, prima donna Comandante pilota dell’Alitalia. Il Premio Speciale “SOS Villaggi dei Bambini” sarà invece assegnato a Anna Rita Orfino per il Programma Mamma e Bambino riattivato all’interno del Villaggio SOS di Ostuni. “Questo decimo anniversario è sicuramente un traguardo importante, ma anche un nuovo punto di partenza da cui pianificare il futuro – spiegano Angelo Morelli e Chiara Fatai, ideatori e organizzatori del premio – Insieme a tutte le realtà che hanno collaborato con noi e alle grandi donne che abbiamo avuto l’onore di incontrare in questi anni, abbiamo condiviso un percorso fatto di emozioni, riflessioni e profondi insegnamenti. Un cammino che porteremo avanti, parlando sempre di più alle future generazioni, impegnandoci affinché, attraverso lo strumento della testimonianza, la cultura del rispetto e della non violenza possa vincere su quella dell’odio e della discriminazione.” Di seguito l’elenco completo delle categorie e dei premiati dell’edizione 2021: • Esohe Aghatise – categoria “Diritti umani” • Malalai Joya – categoria “Donna per la pace” • Annamaria Spina – categoria “Donna coraggio” • Ambra Sabatini – categoria “Donna e sport” • Zakia Seddiki Attanasio – categoria “Impegno sociale e civile” • Adriana Albini – categoria “Ricerca scientifica” • Giuseppina Mengano Amarelli – categoria “Imprenditoria per il sociale” • Antonella Celletti – categoria “Parità di genere” • Marilena Natale – categoria “Donna Coraggio” • Giovanna Botteri – categoria “Giornalismo” • Anna Rita Orfino per il Programma Mamma e Bambino del Villaggio SOS di Ostuni – Premio speciale “SOS Villaggi dei Bambini”

LA PILOTA ANTONELLA CELLETTI PREMIATA NELLA CATEGORIA "PARITA' DI GENERE"  Conosciamo meglio ANTONELLA CELLETTI, pilota di aeromobili che detiene, in Italia, un duplice primato: a soli 29 anni, è stata la prima pilota donna assunta dall’Alitalia e la prima donna a diventare, sempre per la compagnia di bandiera, Comandante Pilota. A Castiglion Fiorentino, ritirerà il X Premio Internazionale Semplicemente Donna nella categoria “Parità di genere”.    Nell'89 cadeva il muro di Berlino, e all'Alitalia cadeva un altro "muro": nell'agosto di quell'anno veniva assunta la prima donna pilota. Occhi azzurri come il cielo, simpatia tutta romagnola e una forte attrazione per la divisa: il suo battesimo di volo è su un jet di linea da Roma a Ginevra. Un momento storico per lei e per l’Italia, così come lo sarà la sua promozione, 10 anni dopo il suo primo volo con Alitalia, nel ruolo di Comandante pilota. "Ho sempre sognato volare, fin da piccola m'incantavo ad osservare tutto ciò che passava in cielo". Proprio per inseguire questo suo sogno, a 14 anni, Antonella si iscrive all'Istituto Tecnico Aeronautico di Forlì dove si destreggia tra selezioni durissime e brevetti difficili. Ma puntare alla divisa da pilota di linea non è un sogno di così facile realizzazione, considerati i costi delle lezioni di volo e la sua volontà di non pesare troppo sulla famiglia. La svolta arriva quando partecipa a un concorso per Vigile Urbano a Cesenatico: vincerlo le permette di guadagnare quel tanto che serve per continuare a volare. “Sposarmi, fare figli? Perché no? Certo ci vuole un marito comprensivo e non tradizionale. Una pilota incinta non è più idonea a volare perché le alte quote possono creare dei problemi al bambino: in pratica si sta ferme per un anno e mezzo. Al rientro dalla maternità si deve rifare il corso macchina, una specie di reintegro per il brevetto per cui dopo si è di nuovo riabilitate al volo. Paura? Certo ci sono dei momenti adrenalinici, ma per fortuna siamo addestrati e preparati a non perdere mai la testa, ad affrontare con lucidità i momenti critici che possono presentarsi. No, non conosco il panico.” In tanti anni di servizio, Antonella non ha mai vissuto il suo lavoro come una routine. E, ancora oggi, si ritrova a incantarsi guardando il cielo, a stupirsi nel vedere la luna, tramonti bellissimi e albe indimenticabili. Perché stare in alto sopra le nubi è per lei fonte continua di emozioni.

L’Italia è stata protagonista al Finnish Travel Gala 2022, Gala Finlandese del Turismo vetrina annuale dell’industria del turismo finlandese.  Al Bel Paese è stato infatti riconosciuto il prestigioso titolo di “destinazione internazionale dell’anno” con la seguente motivazione: “Cos’è  l’Italia? Meraviglie architettoniche, capolavori artistici e artigianali, interpretazioni operistiche mozzafiato, appuntamenti culturali, storia, cucina e vino, spiagge, monti, paesaggi suggestivi, borghi quieti e città pulsanti vita senza sosta. C’è qualcosa che non si può ammirare in Italia? Un Paese dove riesci sempre a scoprire qualcosa di nuovo ed interessante, per tornarci ancora e ancora”.

Il premio è stato ritirato dal Consigliere dell’Ambasciata d'Italia a Helsinki Paolo Bonissone insieme ad Anna Andersson, responsabile della Sede ENIT Stoccolma, con competenza su tutta l'area scandinava; testimonia non solo della generale ammirazione del turista nordico per le bellezze dell’Italia, ma anche della capacità di attrazione dell’amplissima offerta italiana, che fa del nostro Paese una destinazione privilegiata per l’industria turistica finlandese. Non a caso il “Finnish Travel Gala” e’ l’evento di maggior richiamo organizzato annualmente da SMAL, associazione di categoria del settore turistico nazionale che raccoglie circa 180 operatori turistici finlandesi.

Dopo due anni di pausa, il Gala Finlandese del Turismo, tenutosi ad Helsinki, ha nuovamente premiato aziende, operatori e destinazioni turistiche meritevoli e popolari.

 Il Gala, tenutosi a Little Finland, Helsinki, è stato organizzato da Smalser Oy, una società di servizi della Finnish Travel Association (SMAL) associazione finlandese degli operatori turistici ed ha riunito 400 professionisti del turismo nazionale e internazionale per celebrare la ripresa del turismo dalla pandemia, ma anche per tastare come le sfide politiche ed economiche si riflettano nelle diverse attività del settore. La serata è culminata con l'annuncio dei vincitori di nove diverse categorie di premi. I vincitori di ogni categoria sono stati selezionati sulla base di menzioni quantitative del pubblico e di un punteggio qualitativo della giuria del Gala.  Il  Gala mira a sottolineare l'importanza dell'industria del turismo nella società finlandese, sia come fonte di occupazione e stimolo economico, sia come fornitore di esperienze e facilitatore della vita quotidiana delle persone che viaggiano per lavoro e turismo. Prima della pandemia, il settore rappresentava il 2,7% del PIL finlandese e impiegava 154 100 persone in tutta la Finlandia.

Le categorie e i vincitori del Finnish Travel Gala 2022 sono stati i seguenti:

Innovazione turistica dell'anno - Sauna artistica dei Musei Serlachius

L'esperienza di viaggio o di servizio più memorabile dell'anno - Conduttori VR

Influencer turistico dell'anno - Adalmina’s Adventures

Azienda di trasporto dell'anno - Viking Line Abp

Fornitore di alloggi dell'anno - Hotel Alma

Destinazione nazionale dell'anno - Helsinki

Destinazione di viaggio internazionale dell'anno - Italia

Operatore responsabile dell'anno - Viking Line Abp - Viking Glory

Agenzia di viaggio/Tour Operator dell'anno - Oy Aurinkomatkat - Suntours Ltd Ab

Come piace a lei definire stessa ‘ama l’arte in tutti i suoi generi’. Cantautrice, scrittrice, poetessa, abbiamo avuto un appuntamento alla Stampa Estera di Roma per questa intervista 

Cara Gisela com'è sorta questa passione per il canto.

Ogni volta che qualcuno mi fa questa domanda, sorrido immaginandomi bambina. Ero piccola, avevo solo otto anni, quando mio papà mi invitò ad ascoltare una canzone intitolata "Compadre Pancho", del mio amato Venezuela. Dopodiché mi disse: Adesso cantala ... E così nacque in me l'amore per la musica. Ero felice nel vedere mio padre sorridere, gli brillavano gli occhi ogni volta che interpretavo qualsiasi tema.

Qual è il tuo genere musicale?

Mi definisco un po' camaleontica, giusto perché sono nata in una cultura musicale dove si ascoltava e interpretava musica internazionale. La mia formazione comincia con il coro, un'esperienza unica. In seguito ho iniziato a scrivere tutte le mie canzoni inedite, insieme al Maestro Giovanni Caruso, che crea la musica e gli arrangiamenti di tutto ciò che scrivo.
Di recente ho conosciuto una cantante siciliana Tiziana Raciti, in un prestigioso premio . "Colosseo d'oro 5.0 " mi e stato conferito questo onore come cantante, devo dire che quando qualcuno da valore ai tuoi sforzi professionale, e veramente speciale, ringrazio a  Gennaro Ruggiero e alla meravigliosa Angelica Loredana Anton insieme portano avante la cultura italiana nel mondo.
Quel giorno mi sono ritrovata subito in simbiosi con Tiziana Raciti dopodiché gli ho dato un mío inedito, intitolato Run, run, run lo abbiamo registrato nel nostro studio, e lei adesso lo porta avanti in tutte le sue presentazione... Devo dire sta riscuotendo un grande successo.
In quanto al mio genere musicale se dovessi scegliere uno in specifico, credo opterei per le canzoni melodiche. La mia anima romantica e appassionata mi trascina sempre verso la grande cultura classica universale, dove le parole ti lasciano una traccia di melanconia e amore.

Quali sono i tuoi programmi futuri?

Sono piena di programmi, tutti legati all'arte.  Vorrei portare avanti altre canzoni che ho scritto in spagnolo, italiano e inglese.
Sto per pubblicare un altro libro, scrivere e più che una passione, ogni volta che pubblico qualcosa questa, scaturisce l'amore è il rispetto per la vita.
In futuro vorrei fare una tournée in Europa e latinoamerica lasciando un messaggio di pace e amore attraverso la nostra musica, e dico nostra perché è la figura di Giovanni Caruso che mi spinge e mi dona l'ispirazione per dare il meglio di me... Basta ascoltare una sua composizione. Mi dico sempre: che meraviglia, come fa. Molte volte piango davanti a tanta bellezza d'animo.
E per finire i progetti a breve termine, tempo permettendo. Inaugurare la nostra struttura che porterà avanti l'arte in tante diverse sfaccettature. Un luogo di accoglienza completo, per chi vuole praticare musica, arte e cultura, trovandosi in un ambiente immerso nel benessere e nel relax.
Non vi dico altro così vi lascio liberi di volare con l'immaginazione per quel che sta arrivando. Grazie mille, vi saluto chévere cambur pin ton besitos de coco, un solo gesto e tutto può cambiare.

Gisela Josefina López

Come dice lei stessa ‘ama l’arte in tutti i suoi generi’. Cantautrice, scrittrice, poetessa e assistente sociale, dall’età di 10 anni comincia la sua attività professionale in varie formazioni corali, scrivendo favole per bambini e racconti sociali. Ha lavorato in qualità di mediatrice interculturale presso l’ospedale ‘Bambin Gesù’ di Roma nel reparto di oncologia, con i bambini dell’America Latina. 

È stata vice presidente dell’associazione folkloristica “Ensamble Venezuela”, promuovendo la cultura e le radici del suo paese. Ha recentemente fondato insieme al M° Giovanni Caruso il ‘Duo G & G’, con il quale propone proprie canzoni inedite, a partire da ‘Un llanto’ (dedicato al Venezuela), ‘Desmontame’, ‘Nota de Amor’, ‘Que es la vida’, insieme ad uno speciale repertorio di musica latinoamericana e italiana. 

Si è esibita in Italia e all’estero in importanti eventi e rassegne concertistiche (Feria de la Chinita - Madrid, Photofestival Cultura e Società - Anzio, Feria de la Chinita - Roma, Rolling Stone - Sanremo, Carnevale Africano - Roma, La Peña Latina). Numerose le partecipazioni in diretta radiofonica e televisiva (Canale Italia TV, Radio Vaticana, Radio Mambo, Radio Popolare, Radio Città Futura, Radio Voz latina, Colors Radio). I videoclip musicali ‘Que es la vida’, ‘Nota de Amor’ e ‘Un llanto’ stanno riscuotendo un notevole e positivo consenso sui Social Network e sui canali Youtube. 

‘Nota de Amor’ è stato presentato nel concerto ‘Sankara Day’, presso il Teatro Italia, insieme alla cantante Fiorella Mannoia, riscuotendo un grande successo di pubblico e critica. I videoclip ‘Nota de Amor’ e ‘Navidad a ti a mi a todos’ sono stati appena diffusi in tutti i circuiti delle linee metropolitane di Roma, Milano e Brescia. Il brano ‘Frater omnium’, dedicato a San Francesco di Assisi, è stato eseguito in prima assoluta al premio internazionale ‘San Francesco’ di Roma. 

Appena pubblicato e distribuito su scala mondiale il nuovo cd ‘Venezuela mi Amor’, con l’etichetta ‘Flipper Music’. Il brano ‘Un Ratito’ è stato inserito e utilizzato come colonna sonora del film ‘The JOB divisione NOAT’ prodotto dalla Molinari Films. Il videoclip ‘Nota de Amor’ ha vinto il primo premio al ‘Sanremo Videoclip Award 2018’. Il Duo si è presentato di recente all’importante evento organizzato a Roma ‘Senza fine…la notte dei ricordi’ con sfilata fashion di Domenico Lotti, in ricordo della stilista Laura Biagiotti. Numerosi gli articoli legati al suo percorso artistico e umanitario, sui quotidiani: ‘Sin fronteras today’ 

Profondamente legata al suo paese e orgogliosa delle sue radici, ha a cuore il repertorio musicale tradizionale sudamericano, che propone in esibizioni e concerti affiancata da artisti di chiara fama. Il suo slogan preferito è ‘non voglio passare la vita senza lasciare una traccia d'amore’. Le è stato appena conferito il prestigioso Premio Internazionale ‘Universum Donna’ dall’ International University of Peace della Svizzera, ‘quale riconoscimento per il suo lodevole ed instancabile impegno in campo culturale, sociale ed umanitario inteso all’esaltazione dei valori dell’amore, della solidarietà e della fratellanza fra le genti’. Le è stato assegnato nel 2021 il Premio Internazionale ‘Spoleto Arte’ per la letteratura. E’ stata invitata numerose volte a partecipare all’evento ‘Cuore di donne’. Ha pubblicato diversi suoi scritti, poesie e racconti brevi.  

Grazie della tua intervista rilasciata per il Corriere del Sud.

 

 

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI