Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 05 Luglio 2022

La Città metropolitana di Reggio Calabria ha preso parte a “Missione Italia”, la due giorni di approfondimento sui progetti per lo sviluppo delle comunità locali che gli Enti territoriali stanno portando avanti nel quadro del PNRR. L’evento, promosso a Roma da Anci, ha acceso i riflettori, in particolare, sul progetto per la realizzazione di impiantistica integrata per il trattamento dei rifiuti urbani differenziati su cui sta lavorando la Metrocity. L’Ente di Palazzo “Corrado Alvaro” è stato rappresentato, in occasione dell’appuntamento capitolino, dal consigliere metropolitano delegato e Sindaco di Gioiosa Ionica, Salvatore Fuda.

L’occasione è servita a descrivere il lavoro e le buone pratiche che la Città metropolitana di Reggio Calabria sta portando avanti in questi anni. “Un lavoro faticoso e complesso – ha spiegato Fuda - iniziato insieme al Sindaco Giuseppe Falcomatà e che sta proseguendo con il Sindaco f.f. Carmelo Versace, per costruire insieme ai 97 comuni della nostra città un piano, una strategia, una visione che tenga dentro da un lato le esigenze della contingenza e del quotidiano e dall’altro la necessità vitale di programmare e progettare per il medio-lungo periodo”.

Il cammino è ancora pienamente in corso, ha inoltre rimarcato il consigliere metropolitano, “ma sappiamo perfettamente dove andare. Continuiamo a lavorare nell’interesse del territorio nonostante il recente intervento legislativo regionale sul modello di governance in materia di rifiuti, pur non ancora operante, stia creando non poche incertezze e timori sulle prospettive e sulla stabilità del sistema. Presto comunque adotteremo il Piano d’Ambito nella sua versione definitiva dopo la conclusione di un ampio confronto con i territori”.

Al redigendo Piano d’Ambito, ha poi sottolineato Fuda, “si possono naturalmente ricondurre le proposte avanzate per essere finanziate con i fondi PNRR e riguardanti il completamento dell’impiantistica pubblica al servizio della raccolta differenziata: un biodigestore per il trattamento dell’umido, un impianto per il trattamento del secco, un impianto per trattare i materiali assorbenti, due per le terre da spazzamento e 5 stazioni di trasferenza; gli interventi proposti valgono circa 100 milioni di euro”.

Alle proposte della Metrocity si aggiungono tutte quelle che direttamente i comuni hanno presentato sulla linea 1 del bando PNRR come i centri comunali di raccolta, le isole ecologiche mobili o la digitalizzazione dei sistemi di raccolta. “Su questi interventi – ha evidenziato il rappresentante di Palazzo Alvaro - abbiamo chiesto al CONAI di supportare i Comuni e così è stato. Il Consorzio non si è mai tirato indietro; i proficui rapporti di collaborazione continueranno e si intensificheranno in futuro”.

Sugli esiti della due giorni capitolina, infine, “abbiamo ascoltato con interesse il Ministro Cingolani e Laura D’Aprile, Capo Dipartimento Transizione ecologica del MITE. A settembre molto probabilmente sapremo se, e in che misura, le proposte progettuali avanzate saranno ammesse a finanziamento. Siamo fiduciosi anche in virtù del fatto che la struttura dell’UPS Rifiuti si distingue per la qualità e l’efficienza che riesce a garantire. Per questo voglio ringraziare l’ingegnere De Matteis e tutto il personale della struttura che lavorano con serietà e abnegazione. Grazie anche al Sindaco De Caro, Presidente nazionale di ANCI per l’invito che mi ha rivolto e grazie ad ANCI Calabria, al suo Presidente Marcello Manna e al Segretario Franco Candia”.

È stato presentato mercoledì scorso, nella sala Biblioteca di Palazzo “Corrado Alvaro”, il calendario degli eventi in programma all’interno di “Estate Metropolitana 2022”. Un ricco cartellone di spettacoli composto da ben 75 appuntamenti che scandiranno la stagione estiva coinvolgendo, da giugno a settembre (due appuntamenti sono previsti anche a dicembre), tutto il territorio reggino nel segno della cultura, della musica e dell’intrattenimento di qualità. I dettagli dell’iniziativa sono stati illustrati dal Sindaco f.f. della Città metropolitana, Carmelo Versace e dal consigliere metropolitano delegato alla Cultura, Filippo Quartuccio nel corso di una conferenza stampa a cui hanno preso parte anche la dirigente del Settore 2 della Città metropolitana, Giuseppina Attanasio e l’assessora comunale di Reggio Calabria alla Cultura e Turismo, Irene Calabrò, che ha messo in evidenza la proficua sinergia tra Comune e Città metropolitana sul fronte della programmazione culturale.

La Città metropolitana ha voluto fortemente caratterizzare questo cartellone di eventi puntando sulla valorizzazione degli artisti locali e promuovendo delle attività di spettacolo che riguardano quelle amministrazioni comunali che hanno fatto richiesta nel quadro dell’avviso pubblico scaduto lo scorso 25 marzo. “Si tratta di eventi – ha spiegato Quartuccio - che spaziano dalla danza, alla musica, al teatro abbracciando, in generale, le forme espressive legate all’arte e alla cultura. L’elemento chiave e centrale che anima l’intero programma è la forte spinta verso il rilancio del talento locale. Artisti del nostro territorio che fanno delle loro capacità e delle loro doti artistiche, un motivo di vanto per il nostro territorio e che è preciso dovere delle istituzioni valorizzare al meglio. Un obiettivo che questa amministrazione metropolitana ha posto al centro dell’agenda di lavoro dedicata alla Cultura, con l’obiettivo di far ripartire un settore, quello degli spettacoli, che viene da un periodo durissimo. Per realizzare tutto ciò – ha poi aggiunto il rappresentante di Palazzo Alvaro - c’è stata una programmazione importante e faticosa, per la quale devo ringraziare gli uffici del Settore che hanno lavorato incessantemente e con grande attenzione affinché l’offerta culturale contenuta in questo lungo e articolato calendario, potesse essere di assoluta qualità”.

Recuperare la normalità perduta negli ultimi due anni in seguito all’emergenza pandemica, è un altro elemento che identifica l’Estate Metropolitana 2022, ha rimarcato il Sindaco f.f. Versace, evidenziando che “l’Ente ha fatto semplicemente ciò che era doveroso e giusto, utilizzando esclusivamente risorse proprie, in un momento di grave sofferenza per il settore della cultura e in particolare degli spettacoli. E di questo voglio ringraziare il consigliere Quartuccio, gli altri colleghi delegati e naturalmente gli uffici guidati dalla dirigente Attanasio. In questa direzione, abbiamo profuso il massimo sforzo per chiudere in anticipo un calendario di eventi che vede il coinvolgimento di circa settanta amministrazioni comunali, per un investimento economico di oltre 300mila euro e il protagonismo delle associazioni e dei promoter del nostro territorio. Un percorso che non guarda solo al comparto spettacoli, ovviamente, ma anche a tutto l’indotto che gravita intorno ad esso, pensiamo ad esempio  all’alberghiero e alla ristorazione. Estate Metropolitana – ha aggiunto Versace - vuole anche essere un messaggio rivolto al tessuto imprenditoriale e produttivo locale, a cui diciamo di investire con fiducia ed entusiasmo in un territorio, come quello reggino, che mostra continui segni di vitalità, che è desideroso di ripartire ed è ricco di grandi capacità artistiche e organizzative”.

Prossimamente, ha infine concluso Versace, “annunceremo l’altro programma di iniziative ed eventi esclusivamente dedicato al Cinquantesimo dei Bronzi di Riace. Dunque una duplice azione promossa dalla Città metropolitana che guarda alla valorizzazione del territorio e che vedrà ancora una volta i nostri Comuni pirenamente coinvolti all’interno del calendario di appuntamenti dedicati ai due capolavori bronzei”.




Chiara Giordano, allieva del Liceo Classico Tommaso Campanella di Reggio Calabria, frequentante la classe 5^G, già prima classificata nella Gara regionale per la Calabria della X Edizione 2021/2022 delle  Olimpiadi di lingue e civiltà classiche per la sezione di Lingua e civiltà greca, ha partecipato alla   Finale   Nazionale   della   stessa   competizione   ed   ha   conseguito   una   brillante   affermazione, risultando classificata al terzo posto per la stessa sezione di gara di Lingua e civiltà greca con un lusinghiero giudizio sul suo elaborato da parte della commissione esaminatrice: ”La candidata ha redatto un elaborato che si segnala per l’espressione chiara e lineare senza appesantimenti retorici e per una struttura logica limpida e coerente. Lo svolgimento è aderente alla traccia e rivela una buona competenza a livello di contenuti con rilievi sempre pertinenti. Da sottolineare il carattere semplice e sorvegliato dell’esposizione che la rende particolarmente efficace.”

Chiara ha ricevuto il premio nel corso della cerimonia svoltasi a Roma il 13 maggio presso la Sala Spadolini del Ministero della Cultura e trasmessa in diretta streaming nel canale Youtube del Ministero dell’Istruzione.

Le prove sono state valutate da una commissione nazionale composta da docenti e studiosi, tra cui la Professoressa Cinzia Bearzot dell’Università Cattolica di Milano, il Professor Renzo Tosi dell’Università di Bologna, la ricercatrice Evita Calabrese dell’Università di Verona, il Professore Paolo De Paolis dell’Università di Verona e la Professoressa Carla Guetti del Ministero dell’Istruzione.

Le Olimpiadi di Lingue e civiltà classiche, promosse ogni anno dalla Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici e per la valutazione del sistema nazionale di istruzione del Ministero dell’Istruzione, sono gare individuali rivolte agli studenti del secondo biennio e dell’ultimo anno della scuola secondaria di secondo grado, statale e paritaria, al fine di promuovere, incoraggiare e sostenere le potenzialità didattiche e formative delle lingue e delle civiltà classiche.

Alle Olimpiadi quest'anno hanno partecipato studentesse e studenti di 260 scuole provenienti da tutte le regioni italiane. Oltre un migliaio i giovani, con un'adesione delle ragazze doppia rispetto a quella dei loro compagni.

Quest’anno per la prova finale, studentesse e studenti si sono cimentati nell’elaborazione di un testo argomentativo-espositivo di interpretazione, analisi e commento di testimonianze della lingua e civiltà latina o greco-latina. Due le tracce proposte: una sul tema dell’educazione e l’altra sul tempo. Alle ragazze e ai ragazzi è stato chiesto di mettere in relazione le diverse concezioni che emergono dai testi di Orazio, Tacito, Quintiliano, Giovenale, Seneca o Lucrezio con autori più moderni. Nelle tracce, sono state proposte anche alcune opere di Antonio Canova, in ricordo dei duecento anni dalla sua scomparsa.

Nell’augurare un luminoso futuro a Chiara la comunità scolastica del Liceo Campanella continua – con impegno e umiltà – a scommettere sui talenti dei propri studenti nella consapevolezza del valore di una formazione solida e ricca di stimoli che faccia volare verso l’alto i sogni di ogni ragazzo.

È il professore Guido Tonelli, con il libro "Il Tempo. Il sogno di uccidere Chrònos", il vincitore del premio Cosmos Studenti promosso dalla Città Metropolitana in partnership coi Ministeri degli Affari esteri e dell'Istruzione e con la Società astronomica italiana.

Il riconoscimento è arrivato dall'assemblea studentesca formata dai rappresentanti delegati dei 28 istituti iscritti al premio, per un totale di 700 ragazzi provenienti da tutta Italia e dalle scuole italiane all'estero. La cerimonia, tenutasi al Planetario "Pythagoras" della Città Metropolitana di Reggio Calabria, diretto dalla professoressa Angela Mesiano, ha visto la partecipazione di luminari ed esperti nei settori della fisica, della matematica e dell'astronomia, quali il professore Bertone che ha introdotto i lavori, ed è stato lo studente più giovane, Edoardo Giordano del liceo scientifico "Amaldi" di Barcellona, ad annunciare l'esito della votazione accolta con molta gioia dal vincitore.

«Sono particolarmente felice per questo riconoscimento così prestigioso», ha detto Guido Tonelli aggiungendo: «Avere costruito interesse ed emozione nella mente e nel cuore di così tanti ragazzi, affrontando uno degli argomenti scientifici più complessi da trattare, mi riempie di gioia. Ringrazio di cuore gli organizzatori di questa importante manifestazione che colloca il nostro Mezzogiorno in generale, e la città di Reggio Calabria in particolare, fra i centri più dinamici nella promozione di iniziative culturali di alto livello e di respiro internazionale».

Ed il più calorosi auguri al professore Tonelli sono giunti dal consigliere metropolitano delegato alla Cultura, Filippo Quartuccio, che ha preso parte alle fasi iniziali dell'assemblea: «Una vittoria meritata e ricca di significato», ha commentato affermando: «Il premio Cosmos rappresenta il fulcro del lavoro condotto in tutti questi anni, anche grazie all'intuizione del sindaco Giuseppe Falcomatà, per contribuire alla divulgazione della cultura scientifica e proiettare la Città Metropolitana su orizzonti nuovi che permettono, al territorio, un confronto diretto con i Paesi, le scuole e gli intellettuali di tutto il mondo».

«Con i fatti - ha aggiunto - abbiamo dimostrato quanto Palazzo Alvaro tenga alla cultura scientifica ed il premio Cosmos è l'elemento principale di questo impegno. Siamo, quindi, molto soddisfatti della convenzione e della fitta collaborazione con l'associazione astronomica italiana, con il vari Ministeri coinvolti, col professore Bertone e con tutte le realtà che stanno al nostro fianco per la buona riuscita di queste iniziative».

Un ringraziamento particolare, infine, il consigliere Quartuccio lo ha riservato «allo staff del Planetario che ha curato l'organizzazione dell'evento, unitamente al personale del settore 2 della Città Metropolitana, diretto dalla dirigente Giuseppina Attanasio, ed alla funzionaria dell'Ente Anna Maria Franco».

 

 

 

Una delegazione di venticinque studenti (delle classi seconde, terze e quarte superiori) ed otto docenti del progetto Erasmus, provenienti da Belgio, Francia e Spagna, è stata ricevuta questa mattina nel Salone dei Lampadari “Italo Falcomatà” di Palazzo San Giorgio dal Sindaco f.f. del Comune, Paolo Brunetti e dal Sindaco f.f. della Città metropolitana, Carmelo Versace. Insieme ai ragazzi anche i docenti e gli studenti dell’istituto tecnico “Raffaele Piria”, guidati dalla dirigente scolastico, Anna Rita Galletta e dall’ambasciatrice del progetto Erasmus scuole, Clara Baez.  Proprio lo storico istituto scolastico reggino coordinerà le attività didattiche che gli studenti provenienti dai diversi paesi europei svolgeranno a Reggio Calabria in cui soggiorneranno nel corso di questa settimana, ospiti presso alcune famiglie degli stessi studenti reggini. Accanto al concetto dello scambio culturale che, da sempre, anima i percorsi Erasmus in tutta Europa, a caratterizzare quest’anno il progetto è il tema dell’inclusione è stato spiegato nel corso dell’incontro a Palazzo San Giorgio.

Un tema attualissimo, ha evidenziato il Sindaco metropolitano f.f. Versace, “anche in ragione degli eventi che stanno attraversando l’Europa in questo momento e che rendono questi percorsi didattici e formativi, ancor più importanti e centrali nel cammino di vita di ogni studente. Reggio Calabria è da sempre una città aperta, inclusiva e ospitale, un punto di riferimento nel cuore del Mediterraneo in grado di svolgere un ruolo significativo nell’ambito degli scambi culturali che vedono protagonista il mondo della scuola. E proprio le tristi vicende belliche che stanno scuotendo l’Europa, devono spingerci a rilanciare l’impegno delle istituzioni per rafforzare i percorsi formativi sul fronte della cittadinanza attiva e di una sempre più solida identità europea”.

Nel dare il benvenuto della città ai ragazzi (che al termine dell’incontro hanno anche visitato i vari ambienti di Palazzo San Giorgio soffermandosi, in particolare, nell’aula consiliare “Pietro Battaglia”), il Sindaco f.f. Brunetti ha invitato la delegazione Erasmus ad approfondire la storia millenaria di Reggio Calabria, “comprese le pagine più recenti, così duramente segnate dal terremoto del 1908. Oggi la nostra comunità cittadina – ha poi aggiunto Brunetti – vive con entusiasmo questo 2022 che celebra i cinquant’anni del ritrovamento dei Bronzi di Riace, i due capolavori simbolo della città in tutto il mondo. Non poteva dunque esserci momento migliore di questo per riscoprire, attraverso lo sguardo e la curiosità dei giovani, quanto di bello questa terra ha da offrire a livello culturale, artistico e paesaggistico. Rivolgo i complimenti alla dirigente e ai docenti del “Piria” per aver organizzato questo brillante percorso che offre ai ragazzi un’opportunità di grandissimo valore, non solo sul piano formativo ma soprattutto sotto il profilo umano”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI