Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 22 Ottobre 2017

Continua il percorso partecipativo in vista dell’organizzazione delle attività culturali per le festività natalizie nella Città di Reggio Calabria. L’incontro con le associazioni e gli operatori culturali, fortemente voluto dal Sindaco Giuseppe Falcomatà, ha registrato un’enorme partecipazione. L’assemblea, inizialmente prevista presso i locali dell’Urban Center di via Campanella, è stata dislocata presso la sala conferenze “Francesco Perri” di Palazzo Alvaro, sede della Città Metropolitana, proprio per rispondere alla straordinaria partecipazione dei numerosi cittadini intervenuti nell’occasione.

«Il necessario cambio di location - ha commentato il sindaco Falcomatà al termine dell’incontro - è il segno dell’enorme voglia di partecipazione che registriamo da parte di cittadini, associazioni e operatori, soprattutto nel settore della cultura. L'Urban Center non è riuscito a contenerci tutti. Credo sia un ottimo segnale e l’organizzazione di questi incontri va esattamente nella direzione della condivisione. Ho ascoltato con attenzione e interesse tutti gli interventi e alla fine dell'incontro mi porto a casa due pagine fitte di appunti con tante interessanti proposte, spunti di lavoro e proficue interazioni. Abbiamo voluto condividere con i cittadini e con gli operatori del settore le linee guida di indirizzo per la redazione delle manifestazioni di interesse pubbliche per l’organizzazione delle attività culturali e commerciali durante il periodo natalizio. Credo sia questa la modalità organizzativa più appropriata per consentire ad ognuno di poter proporre all’Amministrazione un’idea o un’iniziativa da realizzare durante il periodo natalizio».

Complessivamente sono stati 37 gli interventi registrati durante il primo incontro tenutosi nella giornata di ieri a Palazzo Alvaro. Le proposte, le idee, gli spunti organizzativi illustrati dai cittadini durante l’assemblea potranno ora essere presentati per iscritto, fino al prossimo 25 ottobre, inviando una email, indirizzata al primo Cittadino, all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., specificando nell’oggetto la dicitura “Proposte Natale 2017”.

Le istanze saranno poi passate al vaglio con il supporto degli assessori, dei delegati e dei settori competenti. Una volta delineato il quadro complessivo, nei giorni successivi saranno pubblicate le manifestazioni d’interesse per l’adesione formale al cartellone natalizio da parte di associazioni, operatori culturali e commerciali, per consentire l’avvio delle attività già nell’ultima settimana di novembre.

Commozione e partecipazione per "Ripartiamo dalla musica. Uniti per la cultura, insieme per la legalità", la manifestazione che il Liceo Statale "Rechichi" ha organizzato nella sede di Cinquefrondi come atto di solidarietà nei confronti del collega aggredito lo scorso mercoledì nel cortile della scuola.

Con l'Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Michele Conia, presenti tutta la giunta e il Vicesindaco Giuseppe Longo, per confermare il ruolo centrale del liceo per la collettività del comune pianigiano e del territorio nella formazione dei giovani.

«La nostra missione è quella di educare gli studenti anche attraverso momenti di confronto - ha dichiarato il Dirigente Scolastico Francesca Maria Morabito-  per condannare il gesto e  l'atto di arroganza con una mentalità aperta, una pronta riflessione e la cultura della legalità».

Il Dirigente Morabito ha poi manifestato la vicinanza delle istituzioni, in particolare dell'amministrazione Conia, per il continuo e profuso impegno verso ogni necessità, dai trasporti alla sede scolastica, del Liceo di Cinquefrondi.

«Ci costituiremo parte civile nel processo contro i responsabili dell'aggressione - ha dichiarato il Sindaco Conia. L'azione compiuta non è stata fatta solo contro un professore del "Rechichi", ma verso tutta la nostra comunità. Noi riteniamo il Liceo una scuola all'avanguardia, partecipe e sempre presente alle iniziative del territorio. Noi siamo qui oggi - aggiunge ancora il primo cittadino- per dire agli studenti e ai docenti che non siete soli. Rappresentate la bellezza che, come diceva Peppino Impastato, è la migliore arma contro la rassegnazione. E non permetteremo a nessuno - ha concluso - di incrinare il prestigio di questa scuola».

Anche il Consiglio Regionale della Calabria era presente con Ugo Massimilla, il capo di gabinetto del Presidente Irto.

«Abbiamo aderito all'iniziativa sin da subito, convinti che la cultura possa aiutare i giovani a distinguere il bene dal male. Ciò che è giusto compiere, da ciò che non lo è. Dove alberga la legalità- ha affermato Massimilla - lì si forma la coscienza civile di ciascuno di noi. Oggi ho visto la grande sensibilità di questi studenti nel voler stare insieme e riaffermare, con la musica e con l'arte, il loro desiderio di studiare e di apprendere per essere migliori. Questo è l'unico liceo ad indirizzo musicale del territorio - ha ricordato - un bene da tutelare, e che può contare sul sostegno dell'assemblea legislativa della Calabria». 

Per la Città Metropolitana, il delegato alla cultura, Filippo Quartuccio, ha usato parole forti per spronare i ragazzi a «vivere e costruire il presente». «Chi attacca in branco è un vigliacco - ha sostenuto- e questa aggressione merita il nostro sdegno. Ad essa dobbiamo rispondere con una lezione di legalità. Per questo vi invito - ha detto - ad esibirvi nei prossimi mesi al Palazzo della Cultura a Reggio Calabria, per dimostrare il vostro talento e il vostro valore».

Alla manifestazione erano presenti i rappresentanti delle forze dell'ordine, Don Pino Demasi e l'assessore alla cultura del Comune di Polistena, Nelly Creazzo, che ha espresso parole di condanna e di incoraggiamento per il ruolo formativo rappresentato dalla scuola.

L'iniziativa, che si è aperta con un emozionato omaggio degli studenti Catania e Filippone al docente del Liceo, è stata allietata dal coro degli studenti guidato dai Maestri Maria Grazia Costantino, Caterina Riotto e Anna Chemi.

Ripartono le attività dell'Accademia del Tempo Libero di Reggio Calabria.

19esimo anno di attività e, come ogni nuova stagione, un bilancio sempre più ricco, fatto di incontri culturali, viaggi, serate musicali, convivialità, che vanno ad arricchire l'offerta culturale cittadina.

Consueta sala gremita per la prima serata dell'anno sociale 2017/2018 che parte con un concerto del Quartetto d'archi Francesco Cilea, "Musiche dal mondo... e nel tempo".

Ad avviare la nuova entusiasmante stagione il discorso di apertura della Presidente del sodalizio, Silvana Velonà, che, sempre con un pizzico di emozione, ha salutato i soci e offerto qualche anticipazione sulle idee e le iniziative che verranno realizzate nel corso dell'anno con una formula ormai collaudata, ma anche qualche interessante novità.

Una prima importante anteprima, vista l’ampia adesione dello scorso anno, riguarda il corso di lingua e tradizioni calabro/greche che si replicherà, in collaborazione con il Circolo Culturale Apodiafazzi, per la difesa e la tutela delle minoranze linguistiche. Inoltre, dopo il successo de La Traviata, allestita all’interno dell’Auditorium Zanotti Bianco, per la Regia di Mario De Carlo e con la Direzione Artistica di Serenella Fraschini, un’altra grande opera verrà realizzata nel corso dell’anno. Poi il saluto per l’avvio dell’anno anche da parte del Vicepresidente Celeste Giovannini.

Graditissimo l’intervento del Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, invitato a partecipare alla serata inaugurale.

Ha parlato di tempo che passa e della qualità con la quale impiegarlo, il Primo Cittadino, che ha portato, agli oltre 300 soci, il saluto di Comune e di Città Metropolitana.

“L'Accademia del Tempo Libero è una vera e propria risorsa - sono state le parole di Falcomatà – che assolve un compito fondamentale: dare qualità al tempo che scorre. E attività come quelle dell’Accademia servono anche a rinnovare quel senso civico purtroppo ormai perduto da alcuni, le cui conseguenze sono facilmente visibili, partendo dal deturpamento della città sino ad arrivare ad atti più gravi ed ignobili come l'incendio dell'emeroteca comunale dei giorni scorsi, solo ultimo degli atti perpetrati a danno della città e soprattutto delle fasce deboli di cittadini”.

Il Sindaco si è detto disponibile ad organizzare incontri utili al dialogo per interpretare le esigenze dei cittadini attraverso il confronto con i soci, e per tenerli costantemente informati sul lavoro dell'Amministrazione.

Quindi il via allo spettacolo. Un vero e proprio viaggio nel tempo e per il mondo, attraverso musiche europee, nella prima parte del concerto, dalla Germania del 1600, con Bach, alla musica leggera.

In mezzo tante tappe come Austria con Mozzart, Italia con Verdi, poi Ungheria con l'operetta di Lehar e Hoffman, inventore del genere considerato, a torto, minore.

Si parte per la Francia con Offenbach, tedesco ma che operò a Parigi, con il coinvolgente “Can Can” e il Bolero di Ravel. La prima parte del viaggio si conclude in Inghilterra con gli intramontabili Beattles: Yesterday e Hey Jude.

La seconda parte invece ha sullo sfondo stelle e strisce, e non solo, con un repertorio interamente americano che coinvolge oltre agli States, con pezzi come Summertime, West side story, Singing in the rain e New York New York, anche il Messico con Besame mucho, e l’immancabile tango argentino.

Il Quartetto: Primo Violino, Pasquale Faucitano; II Violino, Paola Russo; Viola, Cristina Battaglia e Violoncello, Ludovica Cordova, travolge e appassiona.

La serata si è conclusa con un buffet di dolci per la serata che i soci hanno trascorso convivialmente, ritrovandosi dopo la pausa estiva.

Grande successo per la terza e ultima serata del “Premio Mia Martini” che si è tenuta, come ogni anno, nella cittadina di Bagnara Calabra. In moltissimi presenti all’evento condotto anche quest’anno da Veronica Maya, ma questa volta insieme a Savino Zaba e l’attore comico di origine calabrese Franco Neri.

Comincia lo spettacolo e i 12 finalisti provenienti dall’Italia e dall’estero si esibiscono sul palco con i loro brani inediti che verranno poi giudicati dalla giuria di qualità presente in sala, composta da Giuseppe Anastasi, Rosario Canale, Amara, Mario Rosini, Franco Fasano (Direttore Artistico del Premio).

Si esibiscono i primi sei concorrenti e Veronica Maya annuncia il primo ospite, la giovanissima Federica Carta direttamente dall’ultima edizione “Amici” di Maria De Filippi. Con la sua performance de “La nevicata del ‘56” accompagnata dal maestro Mario Rosini, la Carta emoziona il pubblico e  riceverà poi il “Premio Mia Martini Giovani”.

Presenti in sala, Domenico Milani, Luigi Grandinetti e Elena Morali gli speaker di Radio Medua che hanno divertito il pubblico con i loro simpaticissimi interventi. Continua la gara e l’Amministrazione Comunale ha premiato Mario Rosini, Franco Fasano, Mario Carlo Gambarrone (scenografo) e Nino Romeo che ha ricevuto, inoltre, la copia originale dell’atto di nascita di Mia Martini.

Direttamente da Los Angeles, I Ricchi e Poveri hanno cantato i loro successi, da “Sarà perché ti amo” a “Mamma Maria”, passando prima per “La prima cosa bella”. Il gruppo ha ricevuto il Premio Mia Martini alla Carriera. Tra gli ospiti, inoltre, Rosmy che ha cantato "Se mi sfiori", scritta da Mango per Mimì, Amara che si è esibita con "Che sia benedetta", la canzone che ha scritto a Fiorella Mannoia per Sanremo, Rosa Chiodo con la sua "Scuordame" e Giuseppe Anastasi ha cantato le sue canzoni diventate dei successi negli ultimi anni. Infine, Franco Fasano e Franco Neri cantano “Ma dove va a finire il cielo” scritta dallo stesso Fasano. L’evento, diretto dal regista Nino Romeo e la direzione artistica di Franco Fasano, è patrocinato dalla Regione Calabria, la città metropolitana di Reggio Calabria, Amministrazione Comunale di Bagnara Calabra; inoltre, è co-finanziato dalla Regione Calabria

I premiati:

Sara Maria Cospito con Ama Oro (Premio Solidarietà)

Matteo Gallina con Tutto esplode (Miglior brano Radiofonico)

Domenica Calabrò con Dannata regressione (Premio Giancarlo Bigazzi)

Giovanna Lauro con Sopra i miei limiti (Premio Miglior interpretazione)

Mariam Mavrova (Premio della critica)

 

I tre vincitori:

Primo posto: Simone Cocciglia Cercavo un senso

Secondo posto: Porthos con Fermo                                 

Terzo posto: Domenica Calabrò con Dannata regressione

Giovedì 12 ottobre alle ore 15.45, si è conclusa nel migliore dei modi la traversata di beneficenza, che ha visto il giovane sportivo Natale AMATO, fondatore dell’Osservatorio Ambientale Diritto per la Vita, condurre per 30,9 miglia nautiche il suo kayak, Genius 5mt Carbon-Kevlar, dalla località di Scari sull’Isola di Stromboli a Santa Maria di Ricadi (VV), impiegando, comprese le soste, 10 ore e mezza. E’ stato fondamentale il supporto tecnico logistico fornito dallo skipper, nonché componente del direttivo dell’Osservatorio Ambientale, Dino AUDINO che a bordo dell’unità Sun Odyssey 44i - Osiride, gentilmente concessa dalla società di charter Tempo di mare di Domenico Alecci, ha impostato un’andatura di crociera di circa 3,3 miglia l’ora, che cadenzando il passo all’atleta, gli ha consentito di gestire al meglio le forze, anche quando tra il 10° e il 20° miglio ha dovuto fare i conti con un fastidiosissimo vento contrario di scirocco.

Ad attendere Natale Amato all’arrivo sulla spiaggia di Santa Maria di Ricadi vi era un gruppo di amici e parenti che gli hanno voluto dimostrare il loro apprezzamento per l’impresa, compiuta all’insegna della solidarietà verso i bambini affetti da malattie oncologiche, con i fondi devoluti dagli sponsor, infatti, sarà acquistato un computer da tavolo, comprensivo di stampante a colori, che sarà donato al Reparto di Ematologia Pediatrica degli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria.    

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI