Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 28 Giugno 2017

"Al fine di valorizzare compiutamente il Centro Sportivo Sant’Agata, la Città Metropolitana di Reggio Calabria, il Comune di Reggio Calabria e la Curatela del Fallimento Reggina Calcio Spa RF 10/2016 - Tribunale di Reggio Calabria, si impegnano, ognuno per le proprie competenze, a realizzare e pubblicare un bando congiunto per la concessione del Centro Sportivo, per un periodo che vada oltre la scadenza del 31 dicembre 2020, nonché per la vendita dell’intera azienda facente capo alla Reggina Calcio SpA, in fallimento”.

Questi i contenuti della convenzione firmata nella giornata di oggi a Palazzo Alvaro dal Sindaco Metropolitano di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, dal Vicesindaco Metropolitano Riccardo Mauro, dal Vicesindaco del Comune di Reggio Calabria Armando Neri, dai rappresentanti della Curatela del Fallimento Fabrizio Condemi e Massimo Giordano, alla presenza del Presidente della Sezione Fallimenti del Tribunale di Reggio Calabria Giuseppe Campagna".

Le opere d’arte dei giovani artisti reggini realizzate nell’ambito della Festa dell’Europa dello scorso 13 maggio rimarranno esposte a Palazzo San Giorgio per tutto il mese di giugno in una mostra di pittura per le celebrazioni del trentennale del programma Erasmus sulla mobilità europea.

Questa mattina gli studenti del Liceo Artistico Preti-Frangipane, accompagnati dal docente Nunzio Tripodi, insieme al Presidente della Commissione Politiche Giovanili del Comune di Reggio Calabria Marco Antonino Malara e all’Assessore alle Politiche Comunitarie Giuseppe Marino, hanno raccontato la splendida esperienza vissuta durante la Festa dell’Europa lo scorso mese di maggio.

Dopo la presentazione di oggi i trenta quadri dipinti dai giovani artisti reggini rimarranno esposti fino a fine giugno nelle stanze di Palazzo San Giorgio. A conclusione della mostra i quadri rimarranno nella disponibilità dell’Amministrazione comunale per impreziosire gli spazi pubblici di Palazzo San Giorgio e degli altri edifici comunali, mentre lo sportello Europe Direct di Reggio Calabria procederà a realizzare delle cartoline digitali dei dipinti, per diffondere attraverso i social, gli scenari europei nel corso delle attività organizzate per tutto il 2017.

“Questo è un luogo magico, che ci riporta all’origine della vita e ci sprona ad approfondire le nostre conoscenze, cercando risposte a domande che da sempre affascinano donne  e uomini”.

Ha esordito cosi il vicesindaco della Città metropolitana, Riccardo Mauro, partecipando all’importante convegno “Sulle orme di Pitagora, il cammino dei giovani astronomi metropolitani”, organizzato presso il Planetario della Città metropolitana.

“Siamo qui – ha poi aggiunto – perché il Planetario rappresenta il fiore all’occhiello dell’Italia meridionale, un posto dove ragazze e ragazzi hanno cominciato ad avvicinarsi alle materie scientifiche per poi raggiungere traguardi importanti, ricoprendo oggi incarichi di rilievo, con responsabilità di ricerca o di direzione di importanti centri. Grazie all’ottimo lavoro dei dirigenti Giuseppina Attanasio e Giuseppe Mezzatesta, stiamo predisponendo interventi per l’edilizia e la cultura, e il Planetario è al centro di questo nostro ambizioso progetto”.     

L’evento, voluto dal consigliere metropolitano Demetrio Marino, delegato all’Istruzione, ha permesso di fare il punto sulle attività già svolte dal Planetario Pythagoras e ripercorrere l’esperienza delle Olimpiadi di Astronomia dove, giovani studenti reggini, hanno ottenuto riconoscimenti prestigiosi, fino a classificarsi primi in tutte le categorie. 

“Siamo orgogliosi di questi ragazzi – ha dichiarato Marino – perché rappresentano il punto di forza della nostra comunità, le basi sulle quali vogliamo costruire il nostro presente e il futuro di questa terra che, nonostante tutto, riesce a far germogliare fiori importanti e belli come loro. La Città metropolitana – ha poi aggiunto – è un ente di programmazione e progettazione, siamo qui perché, assieme al sindaco Giuseppe Falcomatà vogliamo sostenere il Planetario con un programma serio, con un investimento concreto. Quello dei ragazzi – ha poi concluso il consigliere metropolitano -  è un successo da condividere con la professoressa Angela Misiano e tutto il suo gruppo di lavoro, con i dirigenti scolastici e il corpo docente che dimostra, ancora una volta, che il territorio metropolitano possiede eccellenze che sanno distinguersi per capacità, professionalità e spirito di sacrificio”.

“Le Olimpiadi Italiane di Astronomia – ha dichiarato la professoressa Angela Misiano, responsabile scientifico del planetario - sono una competizione promosse dal  Ministero dell'Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) - Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale d'Istruzione ed assegnate alla Società Astronomica Italiana per l'organizzazione. Intendo ringraziare - ha poi aggiunto - la dott.ssa Edvige Mastantuono, dirigente dell'ufficio I, che gestisce questa competizione ed i suoi collaboratori per la cura e l'attenzione che pongono verso l'Astronomia, disciplina non curriculare  ma che per la sua naturale interdisciplinarietà è la più idonea alla formazione culturale ed umana degli studenti”.

E’ seguito l’intervento del Presidente nazionale del Comitato Olimpico, Flavio Fusi Pecci, che ha ricordato che per l’edizione 2017 hanno partecipato alle Olimpiadi quasi 6000 studenti, provenienti da 203 scuole italiane. “Su 1934 calabresi partecipanti – ha quindi specificato - 1800 provenivano dal territorio della Città Metropolitana di Reggio Calabria, 100 hanno poi superato la fase interregionale, 5 hanno ottenuto la qualificazione nazionale, 4 hanno vinto le Olimpiadi. Prova - ha quindi concluso - che qui esiste un punto di istruzione, conoscenza e formazione di eccellenza”.

 “Questo Planetario – ha invece dichiarato Pierluigi Veltri, Presidente di Giuria del Comitato Regionale – rappresenta un punto di riferimento grazie alla professoressa Angela Misiano, all’ottimo lavoro del suo staff, e ai tanti ragazzi che sono curiosi, desiderosi di apprendere e determinati. E’ un oratorio laico – ha concluso - indispensabile per lo sviluppo di questa terra che trova riscatto in questi ragazzi”.         

Presenti anche la dirigente scolastica del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria, Giuseppina Princi, e dell’Istituto “L.Nostro – L.Repaci” di Villa San Giovanni, Maristella Spezzano che, assieme alla professoressa Adriana Basile del Liceo Classico “Tommaso Campanella”, hanno testimoniato l’importanza dell’astronomia quale materia fondamentale e del Planetario quale luogo di formazione e approfondimento.

“I successi di questi ragazzi – hanno commentato – sono il frutto di azioni virtuose svolte in maniera sinergica. Una comunità educante che avverte l’attenzione prestata dall’Amministrazione metropolitana, sensibile e vicina alle esigenze nostre e dei ragazzi”.       

La giornata si è poi conclusa con la premiazione dei vincitori delle Olimpiadi Nazionali di Astronomia. 

Per la categoria Junior Alexia Verduci, dell’I.I.S. Statale “L.Nostro – L.Repaci” di Villa San Giovanni), per la categoria Senior Giulia Fazzino, Luca Latella e Ferdinando Tropea del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria.    

Riconoscimenti anche per Francesco Imbalzano, del Liceo Classico “T.Campanella” di Reggio Calabria, Andrea Labate, del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria, e Vincenzo Sorrentino del Liceo Scientifico statale “G. Guerrisi”  di Cittanova.

Menzioni speciali, invece, per Andrea Gatto, Angelo Latella, Marco Ricco e Augusto Suraci del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria, e Pasquale Serrao del Liceo Classico “T.Campanella” di Reggio Calabria.

Il vicesindaco della Città metropolitana, Riccardo Mauro, ha partecipato oggi alla presentazione del restauro del murale e della riqualificazione dell’ufficio postale di piazza Valarioti a Rosarno.

“Sono contento di essere qui – ha esordito il vicesindaco prendendo la parola in occasione della cerimonia di inaugurazione – perché Rosarno rappresenta un centro importante per il presente e il futuro della Città metropolitana. Con il sindaco Giuseppe Idà, impegnato quotidianamente a promuovere questo centro, ci stiamo confrontando per avviare iniziative comuni che possano favorire sviluppo perché vinceremo la scommessa della Città metropolitana se cresceremo tutti insieme, come comunità nuova e unita da Rosarno a Monasterace”.  

“A Poste Italiane – ha poi dichiarato Mauro – va il nostro ringraziamento, non solo perché ci ha voluti qui oggi, in questo momento importante per loro e per la comunità rosarnese, ma perché, facendosi carico di questo intervento di riqualificazione, testimonia ancora una volta la sensibilità di un’azienda che, da sempre, è vicina ai territori, sa ascoltare le esigenze della collettività e migliorarsi continuamente”.

“Con Poste Italiane – ha poi aggiunto il vicesindaco - dialoghiamo spesso e ci confrontiamo per superare alcune difficoltà e dare un aiuto soprattutto ai piccoli centri urbani, sempre nel rispetto dei ruoli e tendo ben presente mission e vision dell’azienda”.    

“Quella di oggi – ha quindi concluso Riccardo Mauro– è un tappa importante nella corsa a una città più bella e accogliente. Un successo che noi comunità metropolitana condividiamo con il sindaco Giuseppe Idà, Roberto Minicuci, responsabile Area Sud - Calabria e Campania di Poste Italiane, Pasquale Marchese, responsabile Divisione Mercati Privati, Pasquale Ragozzino, Direttore filiale di Reggio Calabria e Patrizia Rognetta responsabile ufficio postale di Rosarno. Un evento reso storico grazie all’annullo filatelico, e solenne con le musiche dell’Orchestra di Fiati del Liceo Musicale di Cinquefrondi, orgoglio di questa terra, diretta dal maestro Cettina Nicolosi”.

L’elegante salone dei lampadari del palazzo municipale del Comune di Reggio Calabria, in piazza Italia, ospiterà il 19 maggio 2017, con inizio alle ore 15, il convegno, organizzato dalla Confedilizia di Reggio Calabria, con il patrocinio del medesimo Comune e la collaborazione del Coram Calabria, sul tema: “La casa oggi, le vie e le sfide per il rilancio del settore”.

Al convegno, i cui lavori saranno introdotti da Carmen Russo Calveri, presidente della Confedilizia di Reggio Calabria, e moderati da Sandro Scoppa, presidente di Confedilizia Calabria, parteciperanno Daniele Capezzone, deputato, della Commissione Finanze della Camera, Lorenzo Infantino, ordinario della Luiss Guido Carli di Roma, Giorgio Spaziani Testa, presidente di Confedilizia. Sandro Scoppa, presidente di Confedilizia Catanzaro.

Giuseppe Falcomatà, sindaco della città, Alberto Panuccio e Stefano Maria Poeta, presidente rispettivamente dell’Ordine degli Avvocati e dell’Ordine dei dottori commercialisti di Reggio Calabria porteranno il saluto degli enti rappresentati.

L'evento, di particolare importanza, si inserisce nell’ambito delle iniziative della Confedilizia di Reggio Calabria. Esso si pone la finalità di richiamare l’attenzione attorno al settore immobiliare, che ormai da tempo vive in una situazione di crisi, che impone interventi urgenti e incisivi da parte del Governo, volti, da un lato, a correggere gravi errori compiuti negli anni precedenti; dall’altro, a far ripartire l’economia ed eliminare qualche iniquità.

La crisi si è accentuata a partire dalla manovra Monti, con la quale è stata approvata una riforma fiscale eccessivamente gravosa per la proprietà, come mai era stato fatto in precedenza, tanto da far apparire gli immobili non più come il bene rifugio per eccellenza degli italiani, ma come un vero e proprio problema.

Ma quali misure è urgente mettere in cantiere e attuare?

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI