Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 21 Ottobre 2017

La prima giornata di campionato inizia subito con un big match, sul campo di Crotone arriva il Cosenza ed è subito spettacolo tra due squadre costruite per i piani alti della classifica. 

Pronti via alla palestra del 4 circolo gremita in ogni ordine di posto e forse pure qualcuno in più il Cosenza di mister Crispino parte bene con Adamo che trascina la squadra in attacco mentre il libero Saieva lo fa in ricezione e difesa, sul punteggio di 9-6 in favore delle cosentine il Crotone trova delle difese spettacolari acrobatiche che esaltano nello spirito la squadra, che raggiunge il Cosenza al 15-15 la partita è vibrante ed equilibrata, il pubblico si scalda la palestra diventa una bolgia quando si giocano i punti finali, dal 19-17 per il Cosenza la squadra di mister Asteriti cambia marcia e gioca in maniera perfetta, la ricezione di Derose che chiuderà con un eccellente 76% di ricezione positiva permette alla regia di Pioli di poggiare i palloni pesanti sui centrali Bareti 10 punti finali e Gambuzza 11 punti finali per inanellare punti consecutivi e piazzare il break che consegna il primo set di questo campionato al Crotone.  

Si cambia campo, ma il Crotone non cambia pelle, nelle file del Cosenza viene confermata la stessa formazione con la stessa rotazione, il set fila via tra muri e schiacciate da ambo le parti, nelle file del Crotone Ranieri si scrolla di dosso la tensione di inizio gara ed inizia a randellare il muro e la difesa ospite, dall’altra parte colpi di classe cosentine tengono in equilibrio il set che arriva sempre in parità sul 20-20  dove anche questa volta il fattore campo e l’esperienza del gruppo pitagorico riesce a stare concentrato sulle cose determinanti infilando un break ancora una volta decisivo per le sorti del set chiuso 25-22 tra gli applausi del pubblico rossoblù un vero sostegno morale. 

Come ogni partita un doppio vantaggio in uno scontro diretto provoca la reazione della squadra che sta sotto ed il Crotone prova a rifiatare per recuperare le energie mentali sprecate per portarsi in vantaggio, 7-2 e 13-8 per il Cosenza lasciano intravedere la riapertura dell’incontro la regia di Mirimica sposta il gioco sui centrali che trovano tante soluzioni positive e mettono in crisi la difesa del Crotone, Mister Asteriti scambia di posto Ranieri con Reale per alzare il muro da posto 2 e piazzare gli attacchi da posto 4, la musica cambia la reazione del Crotone è da squadra feroce, la difesa diventa impenetrabile per 5 minuti si assiste ad azione in fotocopia Ranieri (5 punti finali) sigla 3 punti consecutivi da posto 2, nella rotazione successiva Cesario (11 punti) conclude l’opera piazzando gli attacchi decisivi, ora in campo si vede una squadra sola il Crotone, Bareti attacca un pallone imprendibile pure per Saieva, ma tocca a Gambuzza spaccare definitivamente il set con una bomba imprendibile che lancia la squadra verso il finale di un set che per l’ennesima volta vede il Crotone giocare in maniera perfetta gli ultimi palloni, Pioli mette il 23° punto con un dei sui 5 punti finali fatti di pallonetti e schiacciate di prima, e Reale (5 punti) conclude in battuta con un ace il match ball sul 24-21 che fa partire la festa del Crotone e lo sconforto del Cosenza. 

Mister Asteriti: Un big match alla prima di campionato nasconde insidie per entrambe le squadre, abbiamo giocato una buona gara restando molto concentrati nelle fasi finali dei set per cui faccio i complimenti alle ragazze che non hanno mollato mai e ci hanno creduto soprattutto quando le cose non andavano nel verso giusto, credo che entrambe le squadre si qualificheranno alla poule promozione e che fino alla fine saremo concorrenti per la promozione.  

• Crotone: Araldo, Bareti, Cesario, Gambuzza, Pioli, Ranieri A, Ranieri G, Reale, Tambaro, Derose, All. Asteriti 

• Cosenza: Napoli, Filippelli, Prezioso, Marsico, De Simone, Adamo, Mirica, Mazzuca, Gallo, Donnici, Falzetta, Saieva, Salvo, All. Crispino 

• Arbitri: Giorla A., Pultrone E., Carozzo S.

• Parziali: Crotone – Cosenza 3/0 25.21 25.22 25.21 

Convincente esordio per la Gupe Volley Catania, che regala al numeroso pubblico di casa la prima vittoria stagionale. Alla prima di campionato, gli uomini di Fabrizio Petrone portano a casa l’intera posta in palio grazie al 3-1 inflitto al Cosenza. Avvio in salita per Bonsignore e compagni, in affanno al primo parziale. Di tutt’altra marca il secondo set: dopo la falsa partenza, la formazione etnea ha infatti cominciato a riprendere confidenza con il parquet, riuscendo pian piano a ritrovare la strada del successo. Determinante il muro di Andrea Raso, che porta i compagni sul 24 pari. A seguire, ci pensa il fratello Federico a mettere il proprio sigillo sul secondo vantaggio che vale il pari nel conto dei set. Un duro colpo da digerire per gli avversari, i quali accusano le ripercussioni della rimonta anche nel successivo parziale, vinto agilmente dai padroni di casa. Più equilibrata infine l’ultima frazione di gioco conclusa con un errore ospite sul 25-23. «Da entrambe le parti, un avvio di gara teso con numerosi errori in battuta – è il commento del direttore sportivo Massimo Smario -. Sciolta la tensione, abbiamo avuto la possibilità di risalire e di prendere in mano la gara. Nonostante le belle individualità del Cosenza infatti, siamo stati abili a trovare il nostro gioco portando a casa la prima vittoria».

Lo spettacolo del volley ha preso vita anche sugli spalti, dove grazie alla collaborazione con “La Cinci” i piccoli appassionati hanno realizzato, prima della gara, delle bandierine utilizzate durante il match per sostenere i propri beniamini. Un progetto che proseguirà durante tutta la durata del campionato, in occasione delle gara casalinghe. Continuerà invece sino al 27 ottobre l’iniziativa “Dona un giocattolo che regala un sorriso” grazie al quale la Gupe, in sinergia con la società San Vincenzo de Paoli, effettua al PalaSporting Center di Sant’Agata Li Battiati una raccolta giocattoli per i bambini meno fortunati.

IL TABELLINO

GUPE – COSENZA 3-1.

Gupe: Saglimbene 15, Bonsignore 9, Raso F. 22, Bertone 9, Raso A. 1, Petrone S. 4. De Costa (Lib 1), (Trombetta (Lib. 2). Ne: Mollica, Testa, Petrone D., Scalisi, Maugeri, Zappalà. All. Fabrizio Petrone.

Cosenza: Andropoli 3, Longo 2, Iorno 13, Di Fino 11, Mille 7, Fedeli 2, Persico 6, Borghetti 15, Marchetti (Lib. 1), Maccarato (Lib. 2). Ne: Fasano, Gengano, Guerrazzi. All. Narducci.

 

Arbitri: Di Lorenzo e Virga di Palermo.

 

Set: 20-25, 26-24, 25-18, 25-23.

VOLLEYNSIEME LAMEZIA VOLLEY – CORIGLIANO VOLLEY 3-1 (25-13; 24-26; 25-15; 25-21)

VOLLEYNSIEME LAMEZIA VOLLEY: Bruni, Cevola, Leone, Torchia, Polimeni, Guzzo, Notte, Bonaccurso, Grande, Butera, Zuccherino, Gatto (L1), Celano (L2). ALL: De Fina.

CORIGLIANO VOLLEY: Granata, Martilotti, Lazzarano, Benvenuto, Casciaro, Frumuselu, Dima, Proto, Foti, Solla, Avena (L1), Fiorentino (L2). ALL: Tomasello.

ARBITRI: Notaro Gabriella (1°) e Curcio Alessandra (2°) entrambe di Lamezia Terme.

Comincia bene il campionato di Serie C della VolleYnsieme Lamezia Volley che batte per 3 a 1 il Corigliano Volley. Un avversario molto ostico il Corigliano che è stato, però, affrontato con caparbietà e determinazione dai giovani atleti lametini e gli sforzi sono stati premiati. I gialloblu partono forte e nel primo set non c’è storia: con un 25-13 Lamezia mette in cassaforte il primo parziale. Nella seconda ripresa sono sempre i padroni di casa a condurre il gioco ma sul finale perdono di concentrazione e subiscono la rimonta degli avversari che conquistano il set per 26 a 24. E qui entra in gioco la tenacia dei lametini che riprendono in mano il gioco e conquistano terzo e quarto set senza troppi problemi rispettivamente con un 25-15 e un 25-21. Soddisfazione a fine partita nelle fila del Lamezia che la prossima settimana giocherà sul campo del Cetraro, squadra da sempre coriacea la quale ha sempre disputato campionati di alto livello.

Falsa partenza per la Sifi Kondor Catania,  che rientra dalla trasferta di Lamezia con una sconfitta in tasca.  Un 3-0 frutto dei diversi infortuni che durante la settimana hanno tormentato il roster a disposizione di Agata Licciardello, orfana delle palleggiatrici Michela Buiatti e Denise Carmeci, recuperate in extremis per la gara. Match equilibrato in avvio, contro una delle formazioni, la Cofer Lamezia, che si candida ad essere protagonista del torneo. Rotti gli indugi, le locali conquistano il pallino del gioco, scattando sul 24-19. A nulla vale il tentativo, peraltro riuscito, di affiancamento da parte delle biancazzurre che dopo aver raggiunto il 24 pari mollano la presa permettendo alle padrone di casa di far proprio il primo set. Sulla scia dell’entusiasmo Lamezia trova il break anche nel secondo parziale (7-2). Anche questa volta le catanesi si rifanno sotto agguantando il pari (8-8) salvo poi cedere alla distanza alle bordate di Buonfiglio, in evidenza tra le lametine. È la stessa giocatrice a guidare le compagne alla conquista del terzo e definitivo parziale, che vale bottino pieno per le ragazze di Francesco Eliseo. «Abbiamo affrontato una formazione di alto livello – è il commento post partita del tecnico Agata Licciardello -. Da parte nostra, una gara giocata al di sotto delle nostre possibilità, con alcuni meccanismi che hanno ancora evidente bisogno di essere oleati. Lavoreremo per questo in vista della prossima gara, in casa contro l’Holimpia Siracusa».  Durante la gara, chance anche per la nuova arrivata, Giulia Caschetto, opposto classe 1991 aggiuntasi alla rosa al fotofinish.

IL TABELLINO

Cofer Lamezia – Sifi Kondor 3-0

Lamezia: Accorinti 4, Carbone 6, Papa 5, Falcucci 10, Buonfiglio 18, Torcasio 9, Spaccarotella (Lib. 1), Perri 0. Ne: Marra, Rizzo, Cirifalco. All. Francesco Eliseo.

Sifi Kondor Catania: Tomaselli 13, Bilardi 5, Buiatti 2, Morfino 5, Torre 6, Caschetto 3, Marino 9, Foscari (Lib. 1), Bontorno 0, Carmeci 0. Ne: Vescovo, Anastasi, Catania, Davì (Lib. 2). All. Agata Licciardello.

Arbitri: Dicerto di Reggio Calabria e Richichi di Vibo Valentia.

Set: 26-24, 25-21, 25-20.

 

Ancora una vittoria travolgente nel girone di ritorno di FIN Cup per l’Ekipe Orizzonte, che oggi pomeriggio ha schiantato Cosenza con un rotondissimo 2-14 tra le mura amiche della Piscina “Francesco Scuderi” di via Zurria (CT).

Un successo netto e mai in discussione, che ha regalato il primato del Girone D alle catanesi, che hanno così riscattato pienamente la sconfitta del match d’andata contro le calabresi, qualificandosi da prima in classifica alla Final Eight in programma dal 9 al 12 novembre al Centro Federale di Ostia.

La partita contro Cosenza è stata senza storia sin dal primo tempo, vinto 0-3 dall’Ekipe Orizzonte, che ha poi conquistato per 1-4 sia il secondo che il terzo parziale, vincendo 0-3 anche la quarta frazione.

Le top scorer di giornata sono state Sabrina Van der Sloot e Roberta Bianconi con tre gol a testa, mentre Capitan Arianna Garibotti, Rosaria Aiello e Isabella Riccioli hanno realizzato due reti ciascuno. Un gol anche per Carolina Ioannou e Roberta Santapaola.

Bilancio ricco di soddisfazione al termine della partita per il coach dell’Ekipe Orizzonte: “Oggi le mie giocatrici sono state davvero molto brave – ha detto Martina Miceli – , non c’è nulla da eccepire. Gli avevo chiesto di essere molto determinate in difesa e lo sono state. Avevo detto loro che non avremmo dovuto concedere alle nostre avversarie più di un gol a tempo e sono state ancora più brave ed hanno fatto addirittura meglio di ciò che gli avevo chiesto. In attacco è stato palese che c’è grande divertimento nel giocare insieme, perché si cercano ed iniziano anche a trovarsi, ed oggi hanno regalato davvero un bello spettacolo. Naturalmente sappiamo che questa partita non aveva una grande valenza, però rappresenta certamente un bel viatico per il futuro”.

IL TABELLINO DEL MATCH: 

Cosenza Pallanuoto-Ekipe Orizzonte 2-14

Cosenza Pallanuoto: Gorlero, Citino, Nisticò, De Mari 2, S. Motta, Traversi, Kuzina, Nicolai, Di Claudio, Presta, R. Motta, Garritano, Sena. All. Capanna
Ekipe Orizzonte: Palm, Ioannou 1, Garibotti 2, Bianconi 3, R. Aiello 2, Grillo, Santapaola 1, Marletta, Van der Sloot 3, Morvillo, Riccioli 2, Lombardo, Schillaci. All. Miceli
Arbitri: Luciani e Braghini
Note: parziali 0-3, 1-4, 1-4, 0-3. Nessuna giocatrice uscita per limite di falli. Superiorità numeriche: Cosenza Pallanuoto 0/4 e Ekipe Orizzonte 4/6

Giudice arbitro Scollo; arbitri Luciani, Braghini e Polimeni

CLASSIFICA GIRONE D: Ekipe Orizzonte 9, Cosenza Pallanuoto 9, Messina Waterpolo 0.

QUESTE TUTTE LE QUALIFICATE ALLA FINAL EIGHT DI FIN CUP:

Ekipe Orizzonte, Cosenza Pallanuoto, Rapallo, Bogliasco, Plebiscito Padova, NC Milano, Sis Roma, RN Florentia.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI