Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 19 Agosto 2022

Enzo Foglia, la seconda g…

Lug 28, 2022 Hits:487 Crotone

Al Taormina Film Fest tri…

Lug 20, 2022 Hits:487 Crotone

La nuova raggiera in oro …

Giu 30, 2022 Hits:664 Crotone

Imparare a realizzare un …

Giu 22, 2022 Hits:685 Crotone

Sacro Cuore: una devozion…

Giu 20, 2022 Hits:717 Crotone

La Fondazione D’Ettoris t…

Giu 14, 2022 Hits:1038 Crotone

A scuola da Tolkien

Mag 21, 2022 Hits:1018 Crotone

Acciaierie: tavolo in Prefettura per protocollo sui rottami ferrosi

Avere tempi certi per l'attuazione del protocollo sui rottami ferrosi.
Questo lo scopo dell'incontro svoltosi nel Palazzo Minoriti e convocato dal prefetto Maria Guia Federico su richiesta del sindaco di Catania Enzo Bianco alla presenza del direttore generale dell'Assessorato Regionale alle Attività Produttive, delle Acciaierie di Sicilia e delle organizzazioni sindacali. E' stato ribadito come siano indispensabili i controlli sulla filiera del rottame per garantire non solo la salvaguardia dei posti di lavoro oggi messi a rischio ma anche e soprattutto ripristinare la legalità in un settore troppo delicato e a rischio infiltrazione malavitosa.
"Abbiamo avuto dal rappresentante della Regione - ha detto il vicesindaco di Catania Marco Consoli - rassicurazioni che si metterà ordine nel settore dei rottami già entro il mese di febbraio, dopo la convocazione a Palermo di un tavolo alla presenza del Presidente della Regione e degli assessori competenti per fissare le modalità e i tempi di attuazione del protocollo. Sono certo che con l'azione congiunta di tutte le Istituzioni, i furbetti del rottame dovranno per la prima volta confrontarsi con regole certe. L'Amministrazione Bianco farà la sua parte in difesa degli imprenditori onesti ed in difesa dei lavoratori".
L'ing. Cavalli, ad di Acciaierie di Sicilia, ha ribadito la fiducia nei confronti della Regione siciliana esprimendo "grande apprezzamento nei confronti del Prefetto e del Sindaco di Catania per non aver mai fatto mancare il proprio sostegno per la risoluzione di questa importante problematica, certi che insieme alle organizzazioni sindacali daranno il giusto supporto alla Regione per mettere definitivamente ordine nel settore di interesse che investe questa ed altre realtà industriali".
Fim, Fiom, Uilm, Uglm, hanno espresso "amarezza e delusione" per l'assenza degli assessori Regionali competenti e hanno ribadito il timore "che si stia sottovalutando il rischio di compromettere oltre 400 posti di lavoro" sottolineando di essere "pronti a scendere in piazza se la Regione non passerà dalle parole ai fatti".
I Sindacati hanno però apprezzato "il grande e indiscutibile impegno a fianco di noi tutti" del prefetto Federico e del sindaco Bianco, con l'obiettivo di "giungere quanto prima a una soluzione positiva e condivisa".

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI