Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 19 Maggio 2024

Al Salone del libro Loren…

Mag 15, 2024 Hits:550 Crotone

L'Istituto Ciliberto-Luci…

Mag 14, 2024 Hits:167 Crotone

Le opere di Bach: gli eff…

Mag 02, 2024 Hits:459 Crotone

In città l'ultima tappa d…

Apr 30, 2024 Hits:492 Crotone

Convegno Nazionale per la…

Apr 23, 2024 Hits:707 Crotone

L'Associazione "Pass…

Apr 05, 2024 Hits:1109 Crotone

Ritorna Calabria Movie Fi…

Apr 03, 2024 Hits:1101 Crotone

La serie evento internazi…

Mar 27, 2024 Hits:1474 Crotone

Ylenia Lucisano, la cantautrice del nuovo pop d’autore italiano

Foto Ylenia Lucisano2_b


La vedremo quest’estate al Collisioni Festival e ancora in Piemonte ad Asti Musica, poi il 24 luglio alle “Scimmie” di Milano. Ma soprattutto stiamo gustando sulla rete, a partire da You Tube, il video del brano Quando non c’eri, diretto da Diego Ricci e realizzato da Quelchechose. E stanno per arrivare anche alcune date estive nella sua Calabria. Insomma Ylenia Lucisano non è più un’artista emergente, visti i premi acquisiti, le presenze in RAI e su network privati nazionali e il gradimento a livello radiofonico. Piace, a quanto pare, il suo pop d’autore di nuova generazione che dimostra di avere assorbito appieno e metabolizzato in modo personale diversi modelli del passato.

Abbiamo raggiunto telefonicamente la cantautrice a Milano per “intercettare” al volo qualche suo pensiero su questa fase importante della propria vita artistica.

D. Prima domanda d’obbligo: quali sono i tuoi riferimenti artistici.

R. Sono molto presa da Rino Gaetano, da De Gregori, e dagli altri mostri sacri del nostro cantautorato.

A livello internazionale adoro i Cold Play. Quando compongo o interpreto cerco comunque di essere me stessa fino in fondo.

 

D. Il tuo video ha come sfondo Venezia. Scelta romantica, decadente...

R. Essenzialmente mi è parsa la città più vicina, in tutti i sensi, al brano che dovevo registrare, sia come testo che come musica.

 

D. E’ dura la vita della musicista in Italia?

R. Si ma come ogni altro mestiere. Solo che la musica presuppone molta pazienza. Bisogna saper aspettare che arrivi il tuo momento, sperando che arrivi, e molto è affidato al caso.

Per chi si è formato per un lavoro tradizionale forse è più semplice immaginare il proprio percorso, per un’artista il futuro può diventare imprevedibile. Però se c’è la passione questa fatica non la si sente.

D. Una voce del sud. Pensi che questa matrice, essendo tu di Rossano, orienti in qualche modo la tua forma espressiva?

R. Incide, di sicuro, nel senso delle scelte che si fanno, perché si è motivati in una data direzione, si rivalutano alcuni valori, come la famiglia, ma anche la bellezza del paesaggio calabrese influenza il mio comporre e il mio interpretare.

 

D. Ma chi è realmente Ylenia Lucisano? Diciamolo in poche parole e con la tua naturale franchezza.

R. Sono attaccata visceralmente alla musica ed è per questo che mi sento in qualche modo instabile, come la musica stessa, e come il girovagare di noi musicisti.

Forse, per usare un aggettivo, mi sento un po’ pazza… perché le cose che faccio sono dettate dal cuore più che dalla testa.

Cover_Quando non c'eri B

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI