Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 25 Luglio 2024

Isola Summer 2024, ecco g…

Lug 05, 2024 Hits:535 Crotone

Premio Pino D'Ettoris: al…

Lug 01, 2024 Hits:588 Crotone

San Giuda Taddeo presenta…

Mag 27, 2024 Hits:1105 Crotone

Al Salone del libro Loren…

Mag 15, 2024 Hits:1792 Crotone

L'Istituto Ciliberto-Luci…

Mag 14, 2024 Hits:1105 Crotone

Le opere di Bach: gli eff…

Mag 02, 2024 Hits:1268 Crotone

In città l'ultima tappa d…

Apr 30, 2024 Hits:1305 Crotone

Convegno Nazionale per la…

Apr 23, 2024 Hits:1513 Crotone

Von der Leyen: la Cina ha un ruolo nel promuovere la pace

"Siamo preoccupati da ciò che sta dietro al ritorno della Cina sulla scena globale. In qualità di membro permanente del Consiglio di Sicurezza, la Cina ha la responsabilità di salvaguardare i principi e i valori che sono alla base della Carta Onu. E ha la responsabilità di svolgere un ruolo costruttivo nel promuovere una pace giusta. Ma questa pace può essere giusta solo se si basa sulla difesa della sovranità e dell'integrità territoriale dell'Ucraina". Lo ha detto la presidente della Commissione Ursula von der Leyen intervenendo sui rapporti tra Ue e Cina dove la numero uno dell'esecutivo europeo si recherà la settimana prossima. "Lungi dall'essere scoraggiato dall'atroce e illegale invasione dell'Ucraina", il Presidente Xi mantiene la sua "amicizia senza limiti" con la Russia di Putin. Ma c'è stato un cambiamento di dinamica nelle relazioni tra Cina e Russia. Dalla visita è emerso chiaramente che la Cina vede nella debolezza di Putin un modo per aumentare la propria influenza sulla Russia. Ed è chiaro che l'equilibrio di potere in questo rapporto - che per la maggior parte del secolo scorso ha favorito la Russia - si è ora invertito".

Intanto Il giornalista americano del Wall Street Journal, Evan Gershkovich, è stato arrestato a Ekaterinburg. Gershkovich che ha 32 anni, regolarmente accreditato presso il ministero degli Esteri, è accusato di spionaggio.

L'uomo è stato portato al tribunale del distretto di Lefortovo a Mosca che dovrà decidere se e come prolungare lo stato di detenzione. L'udienza si svolge a porte chiuse
Il giornalista americano è accusato di spionaggio sulla base dell'articolo 276 del Codice penale, che prevede condanne fino a 20 anni di reclusione. Lo hanno precisato i servizi d'intelligence interni russi (Fsb). Gershkovich, i cui genitori vivono negli Stati Uniti ma sono originari dell'ex Unione Sovietica, ha 32 anni e parla russo. Prima di essere assunto al Wall Street Journal aveva lavorato per l'agenzia Afp e per la testata russa in lingua inglese a Mosca. In un comunicato l'Fsb afferma che il giornalista, "agendo su istruzione della parte americana, raccoglieva informazioni coperte dal segreto di Stato sull'attività di una delle imprese del complesso industriale militare russo".

Solo tre o quattro persone nella cerchia ristretta di Vladimir Putin erano a conoscenza dei preparativi per l'invasione dell'Ucraina. Insieme al leader russo, ha preso in particolare la decisione di iniziare la guerra il segretario del Consiglio di sicurezza Nikolai Patrushev. Lo ha dichiarato in un'intervista a Gazeta.ua il portavoce dell'intelligence della Difesa ucraina Andriy Yusov. "La decisione di scatenare una guerra - ha affermato - è la conseguenza del modello di governo russo. La Russia è una società chiusa, anche all'interno del verticismo dittatoriale. Le conseguenze sono catastrofiche", ha detto Yusov.

Il direttore dell'Svr (Servizio di intelligence internazionale) Sergei Naryshkin aveva avvertito, senza successo, Putin prima dell'inizio dell'invasione dell'Ucraina precisando che sarebbe stato necessario altro tempo per prepararla. Lo afferma il Royal United Services Institute (Rusi) britannico in un rapporto di 39 pagine sulle azioni dei servizi russi preliminari alla guerra e durante il conflitto.

L'Svr aveva iniziato a preparare l'invasione già dal giugno del 2021. E ha avuto un successo maggiore che non i militari. Come anche l'Fsb (Servizio di sicurezza federale) che è riuscito a dominare la popolazione dei territori occupati, scaricando gli hard disk dei computer degli uffici del governo, identificando le persone fedeli allo Stato ucraino che sarebbero state poi arrestate e interrogate. L'errore dei servizi di anticipare un'accoglienza a braccia aperte per le forze di Mosca ha in realtà messo in secondo piano il successo del loro operato, si sottolinea.

Secondo Adn Kronos, "E' evidente che i servizi speciali russi sono riusciti a reclutare un'ampia rete di agenti in Ucraina prima dell'invasione e che gran parte di questo apparato di sostegno è rimasto a disposizione dopo l'invasione, fornendo un flusso costante di intelligence alle forze russe", si legge nel rapporto. L'Fsb aveva formato gruppi operativi provvisori con l'obiettivo di città come Melitopol. E mano a mano che le forze avanzavano, l'Fsb sequestrava le memorie dei computer che consentivano all'intelligence di compilare liste degli ucraini da arrestare a scopo intimidatorio, per spingere la popolazione a non opporre resistenza. Almeno 800 funzionari ucraini sono stati cooptati per lavorare per l'Fsb, alcuni costretti altri no. Per i servizi russi, è necessario cooptare solo l'8 per cento della popolazione per poter controllare il territorio. Per il Rusi la strategia dell'Fsb ha funzionato.

"Se Vladimir Putin scivolasse su una buccia di banana e morisse domani, la guerra in Ucraina finirebbe subito": lo ha detto alla Tv nazionale australiana Abc una figura chiave dell'opposizione in Russia, Leonid Volkov, capo dello staff del leader in carcere dell'opposizione Alexei Navalny. "L'invasione non ha il sostegno nè dell'opinione pubblica russa, nè delle élite - afferma - ed è interamente un progetto del presidente".

Secondo i media russi le autorità si stanno preparando ad avviare una grande campagna di reclutamento per arruolare 400.000 soldati, le amministrazioni regionali cercano di raggiungere l'obiettivo costringendo gli uomini ad arruolarsi.

Lo scrive nel suo report postato su Twitter l'intelligence del Ministero della Difesa britannico, spiegando che Mosca ha scelto un "modello di volontariato" anche per minimizzare il dissenso.

Ma, è altamente improbabile che la campagna possa attirare 400.000 veri volontari. Tuttavia, per ricostruire la potenza di combattimento in Ucraina non basterà solo il personale.

Fonte Ansa e AdnKronos

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI