Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 13 Luglio 2024

Mostra sul giudice Rosario Livatino al Museo e Giardini di Pitagora di Crotone

“Sub tutela dei”, è questo il titolo della mostra sul giudice Rosario Livatino, magistrato siciliano assassinato dalla mafia nel 1990, a soli 37 anni, e proclamato Beato nel 2021. Meno di due anni dopo, Paolo Borsellino fu vittima della stessa violenza mafiosa.

La mostra è molto importante per moltissimi motivi: vuol far conoscere la figura di un uomo che ha operato per tutta la sua carriera nell’agrigentino, un esempio per le nuove generazioni, in ricordo di una persona eccezionale, non solo per il motivo per cui è morto, ma soprattutto per il motivo per cui è vissuto. La sua fede, infatti, permeava tutta la sua vita, dalla professione che esercitava a tutto ciò che compiva nel quotidiano.

 L’inaugurazione avverrà al Museo e Giardini di Pitagora di Crotone - luogo altamente simbolico per la città e l’esercizio della giustizia - il 20 ottobre 2023 alle ore 10:00.

La giornata verrà introdotta da una poesia del poeta Davide Rondoni ed evocherà l’agguato e l’uccisione, oltre a ricordare una o più frasi particolarmente significative.

Sempre nella prima parte saranno presentate le due associazioni grazie alle quali la mostra è stata pensata e realizzata: la LAF, Libera Associazione Forense e il Centro Studi Rosario Livatino.

 La mostra prevede un percorso diviso in quattro sezioni con testi, immagini, video e un audio che rievoca l’agguato e che introduce al percorso.

La prima sezione è dedicata alla formazione personale di Rosario Livatino e al contesto sociale e umano in cui è vissuto e cresciuto.

La seconda sezione è dedicata alla figura di Livatino come magistrato e alla sua concezione come magistrato quale operatore di giustizia.

La terza sezione è dedicata al martirio e alla causa di beatificazione.

Nella quarta sezione, infine, si dà atto dell’eredità lasciataci.

All’inizio della mostra, i visitatori saranno accolti da una ricostruzione audio dei momenti di vita del cosiddetto giudice; poi, una carrellata di pannelli sulla vita, la fede e l’impegno nell’esercizio della giustizia in un territorio non facile del nostro Paese. Alcuni video completeranno il percorso.

 Di tutti i grandi eroi che la magistratura ha offerto che hanno dato vita per la giustizia, Rosario Livatino fu il più giovane e questo, probabilmente, lo avvicina ai giovani.

Questo, infatti, è stato il desiderio dell’evento:  presentare un esempio, forse imitabile, di come il lavoro, la coerenza, la lealtà, la serietà, portano a risultati.

La mostra è rivolta alla cittadinanza tutta, con un’attenzione particolare agli studenti.

La sua fruibilità è importante soprattutto per le scolaresche, poiché Livatino fu un mentore e un esempio da seguire.

Questo è l’aspetto più importante dell’evento: trovare il modo che il ricordo di Rosario Livatino riempia le menti, le emozioni e i cuori dei ragazzi. I più piccoli perché potranno emozionarsi; i più grandi perché potranno elaborare un pensiero al futuro e alla giustizia.

 Sarà possibile visitare la mostra fino al 31 di ottobre, tutti i giorni alle ore 09:00/12:30 della mattina, e alle ore 16:00/19:30 del pomeriggio.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI