Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 26 Aprile 2017

"Black Island"…

Apr 20, 2017 Hits:216 Crotone

"Maria Taglioni…

Apr 20, 2017 Hits:231 Crotone

A San Leonardo di Cutro s…

Apr 18, 2017 Hits:313 Crotone

Wecar Crotone perde in ca…

Apr 12, 2017 Hits:393 Crotone

A gonfie vele il gemellag…

Apr 04, 2017 Hits:709 Crotone

Santa Spina a Umbriatico…

Apr 01, 2017 Hits:636 Crotone

Successo della "Mari…

Apr 01, 2017 Hits:619 Crotone

Sport: "Rugby nei parchi" sabato nel Boschetto della Plaia

"Invitiamo bambini e genitori a scoprire il rugby e il Boschetto della Plaia".
Lo ha detto il vicesindaco Marco Consoli presentando, con il presidente della Fir Sicilia Orazio Arancio e molti altri ospiti, nel corso di un incontro con i giornalisti nella Sala Giunta di Palazzo degli elefanti, la manifestazione "Rugby nei parchi", che, aperta a ragazzi e ragazze dai 5 ai 12 anni, si svolgerà sabato prossimo, a partire dalle 15, organizzata dall'Assessorato comunale allo Sport e dal Comitato regionale siciliano della Federazione .
Alla conferenza stampa erano presenti anche Totò Perugini, vicepresidente nazionale della Fir, il testimonial Oliviero Fabiani, nazionale di rugby, Emanuela Bertole, organizzatrice nazionale dell'evento, Luca Di Mauro, Maurizio Gibilaro e Salvo Mirabella, presidenti rispettivamente di Cus Catania, Telethon e Wheelchair rugby Catania, la vicequestore Manuela Recca, Mariagrazia Fiamingo, consigliere regionale Fir e numerose personalità del mondo del rugby, da Antonio Raimondi a Totò Trovato a Tito Cicciò.
Arancio ha sottolineato come "Rugby nei parchi" abbia tre finalità: "Far conoscere la nostra disciplina e le sue regole, favorire l'attività fisica all'aria aperta e far conoscere il polmone verde cittadino del Boschetto della Plaia: è importante che i genitori diano la possibilità ai loro figli di apprezzare tutto questo perché con lo sport si diventa cittadini migliori e tutti possono praticare il rugby, anche chi è costretto su una sedia a rotelle".
Emanuela Bertole ha detto di essere felice che il progetto, nato sei anni fa a Milano, "Con Catania acquisti un respiro nazionale, portando con sè valori come inclusione sociale e condivisione, perché quando le istituzioni tendono la mano allo sport, i frutti, sul territorio, si vedono subito". Anche Perugini ha sottolineato come la Sicilia, "nel Meridione la regione che meglio ha saputo interpretare il rugby" rappresenti, con Catania, "Un'area che deve tornare a essere un traino per tutto il Sud", mentre Fabiani ha rimarcato la necessità "Di far comprendere ai genitori come il rugby possa essere praticato da sia da bambini che da bambine". Nel corso della manifestazione sono previste inoltre dimostrazioni del Reparto a cavallo e del Gruppo cinofilo della Polizia di Stato che, come ha sottolineato il vicequestore Recca, "Creano un rapporto speciale con i più giovani".
Assente per altri impegni istituzionali, l'assessore allo Sport, Valentina Scialfa, che ha fortemente voluto "Rugby nei parchi", ha sottolineato con un messaggio di aver accolto subito con entusiasmo la proposta del Comitato Regionale.
"Non potevamo - ha sottolineato - farci sfuggire l'occasione di avere qui da noi una manifestazione che da anni sta avendo un successo oltre ogni rosea previsione. A Milano, in poche ore, hanno preso parte alla kermesse oltre settecento tra bambini e bambine, tutti accompagnati dai genitori. Un'iniziativa che ha il merito da una parte di far conoscere ai giovanissimi uno sport capace di inculcare in chi lo pratica sani principi e dall'altra di valorizzare la pratica dell'attività fisica in grandi spazi verdi".
Nel corso della conferenza stampa il vicesindaco Consoli ha ricordato che l'evento "Combina la storica vocazione rugbistica della nostra città alla valorizzazione della vita sana e all'aria aperta che la nostra Amministrazione sta dal primo giorno sostenendo e sarà l'occasione per far conoscere meglio a tanti cittadini catanesi il Boschetto della Plaia,  magnifico polmone verde a pochi passi dal centro che potrà diventare un riferimento costante".
Arancio ha poi ringraziato l'Amministrazione comunale e la Questura - e in particolare il sindaco Enzo Bianco e il questore Giuseppe Gualtieri -, ma anche la Multiservizi, Telethon, il Cus Catania e gli sponsor che assicureranno il cosiddetto "terzo tempo" ossia il momento conviviale conclusivo.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI