Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 04 Luglio 2022

Torna il Talos Festival a Ruvo di Puglia

Nome: Talos Festival. Luogo di svolgimento: Ruvo di Puglia. Periodo: 4/14 settembre 2014. Direzione artistica: Pino Minafra. Tema: incontro del jazz italiano e internazionale con la tradizione popolare bandistica. Musicisti coinvolti: Louis Moholo, Keith e Julie Tippett, Instant Composers Pool Orchestra, Han Bennink e vari altri (oltre 350!)...
A questo punto la scheda sintetica si rivela incapiente a racchiudere il nutrito programma dell'edizione 2014 della manifestazione forse più in controtendenza dell'estate pugliese, e non solo. Dieci giorni che sconvolgono il mondo festivaliero che mira al consumo più spicciolo di musica, e che al contrario si propone come una sorta di decatlon concertistico basato sull'originalità, la ricerca, la sperimentazione, l'innovazione, la creatività istantanea, e sullo spettacolo.
L'idea di base resta la banda musicale, nucleo aggregante per fare musica d'insieme, sia essa popolare, bandistica, operistica, sinfonica. Jazzistica, naturalmente. E su tale nucleo che il palinsesto minafriano dipana i vari appuntamenti che dal 4 al 10 riguardano varie formazioni, orchestre giovanili (la Apulia's Musicainsieme) e di fiati ( del Piccinni di Bari), la Birbantband Italian Street Band, le bande di Ruvo e Bisceglie, le fanfare dei bersaglieri di Ruvo e Altamura a confronto come quello fra la Sossio banda e l'orchestra di fiati " Farina" di Spinazzola. Da giorno 11 poi la sezione prettamente jazzistica ha in calendario, oltre agli artisti già citati provenienti dalla scena nordeuropea ed africana, diverse chicche fra cui la coppia Klaus Paier- Vanja Valcic, la Tankio Band di Riccardo  Fassi con Antonello Salis che ripropone una rilettura di Frank Zappa, il trio di Roberto Ottaviano con un tributo a Steve Lacy, Trovesi con l'Orobico Quartetto e in duo con Margherita Porfido al clavicembalo... E non può mancare la MinAfric Orchestra che, integrata fra gli altri dai coniugi Tippett, da Moholo ( con cui Minafra collabora da tempo, ed in scaletta c'è anche una performance del sudafricano in 2et con suo figlio, il pianista Livio Minafra)  ha in cantiere il progetto evento For Nelson Mandela. Interessante anche il concerto finale del trombettista salentino Cesare Dell'Anna  che con Girodibanda si esibirà nel Bolero di Aradeo (Bolero Pizzicato).  Per date orari location rinviamo gli interessati al programma più dettagliato del Festival anche relativo all'incontro-focus sulla Ogun, alla mostra fotografica sulla "Instant" a cura di Francesca Patella e alla proiezione del film su Misha Mengelberg a cura di Cherry Duyn.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI