Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 16 Gennaio 2021

Magna Graecia Film Festival, Affidato premia le star del cinema

AFFIDATO E CRISTIANO DE ANDRE'

E' andato a “Smetto quando voglio”, di Sydney Sibilia la Colonna d'Oro per la miglior opera prima, nell'ambito dell'undicesima edizione del Magna Graecia Film Festival. Il prestigioso, premio, realizzato dal maestro orafo crotonese Michele Affidato, è stato consegnato dai giurati Alessandro Haber e Alessandro Genovesi al produttore Matteo Rovere. Si è conclusa così l'edizione 2014 della kermesse cinematografico ideato dal direttore artistico Gianvito Casadonte, tenutosi dal 26 luglio al 3 agosto scorsi in piazza Brindisi, sul lungomare di Catanzaro, ribattezzata per l'evento “arena Mario Monicelli”. Il festival, arricchito come è ormai tradizione, dall'arte orafa di Michele Affidato, non ha dimenticato di celebrare i grandi del cinema italiano ed internazionale: Massimo Troisi, della cui scomparsa ricorre il ventennale, Audrey Hepburn, icona scelta per i manifesti dell’edizione appena conclusa, e Giorgio Faletti, recentemente scomparso, che qualche anno fa fu ospite acclamato del Magna Graecia Film Festival. Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Catanzaro Sergio Abramo e del presidente del Consiglio regionale, Francesco Talarico, ha avuto inizio la consegna delle Colonne d'Oro dell'orafo Michele Affidato ai vincitori delle diverse categorie. Il Gran Premio della giuria è andato a “Il venditore di medicine” di Antonio Morabito, mentre Claudio Amendola ha vinto il riconoscimento come miglior regista per “La mossa del pinguino”. La Colonna d'oro “Luciana Papaleo” per la miglior attrice è stata attribuita a Miriam Karlkvist per la sua interpretazione in “Il sud è niente”; mentre il riconoscimento di miglior attore è andato a Giuseppe Battiston per “Zoran, il mio nipote scemo”. La Colonna d'oro per il miglior cast è stata consegnata dal vice-direttore di Rai Uno, Ludovico Di Meo a due dei protagonisti de “La mossa del pinguino”, Edoardo Leo e Antonello Fassari. Miglior sceneggiatura a “La mafia uccide solo d'estate” di Pif. a Lando Buzzanca, invece, il Premio alla Carriera. Infine, Colonna d'Oro per la musica è andata a Cristiano De Andrè che ha concluso la serata con un apprezzato live acustico. E' ancora ricca di impegni ed eventi l'estate di Michele Affidato, la cui arte è richiesta nell'ambito di manifestazioni nazionali ed internazionali: reduce dal “Premio Internazionale Kouros” svoltosi a Roma e dal “Premio Filottete”, ideato dall’avv. Cataldo Calabretta nell'ambito del quale lo scorso 4 agosto ha premiato personalmente Barbara Capponi del Tg1. Affidato sta ultimando le sue creazioni per il prossimo Premio Letterario Caccuri: con la sua “Torre d’Argento” saranno premiati Vittorio Sgarbi, Vittorio Feltri e Barbara Serra. Inoltre, Affidato che contemporaneamente sta lavorando, nel suo laboratorio di piazza Pitagora, alle prossime collezioni di gioielli, sarà presente a Montecarlo con il suo premio per l’evento “Professionalità Italiana nel Mondo”. Il prossimo 25 agosto, invece, sarà lui a ricevere, a Maratea, un premio per la sua carriera artistica.

AFFIDATO E LANDO BUZZANCA

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI