Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 30 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:1114 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1593 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1110 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1814 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2574 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2074 Crotone

Sorpasso nei sondaggi per Fratelli d'Italia sul Movimento 5 Stelle

Sorpasso nei sondaggi per Fratelli d'Italia sul Movimento 5 Stelle: il partito di Giorgia Meloni guadagna il terzo posto dopo le elezioni regionali e il referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari. I dati sono quelli della rilevazione effettuata da Index Research per Piazza Pulita, trasmissione di La7. Cambia poco in testa, con la Lega che è al 24% ma vede avvicinarsi il Pd, ora al 20,5%. La novità più importante arriva al terzo posto, con Fratelli d'Italia che raggiunge il 16,2% e scavalca il Movimento 5 Stelle, fermo al 16%. Più indietro troviamo Forza Italia al 6,1% e la Sinistra al 3,5%. Altro sorpasso è quello di Azione ai danni di Italia Viva: il partito di Carlo Calenda si attesta al 3,1%, quello di Matteo Renzi al 3%. I Verdi sono a 2%, così come +Europa, mentre Cambiamo di Giovanni Toti non va oltre l’1,4%  

Giorgia Meloni secondo Antonio Polito al Corriere della Sera, esiste sfida mai dichiarata ma nei fatti con Salvini, l'accreditamento internazionale ha un peso cruciale.  Unica a guidare un partito europeo, quello dei Conservatori, dove c'erano i Tories inglesi e dove oggi c’è il Likud israeliano e il partito al governo in Polonia. Questo le dà una collocazione internazionale più credibile di Salvini: pur restando infatti «contro» questa Unione Europea, lei non ne è più «fuori», come chi a Bruxelles è alleato della Le Pen. E neanche tanto “contro”, poi, se si considera che il partito gemello polacco ha votato per la Von der Leyen.  

Secondo Polito sono due anni che lei si muove per guadagnarselo, attraverso una rete sempre più fitta di relazioni tessute in Europa sia da Fitto sia da Carlo Fidanza, capo delegazione di FdI, e in America da più contatti diretti che hanno portato a due visite con incontro informale con Trump, una nel 2019 al Cpac (convegno annuale degli attivisti conservatori) e l'altra lo scorso febbraio a Washington al National Prayer and Breakfast, ristretto circolo della destra Usa. Di converso, la manifestazione del partito — la festa di Atreju — si è sempre più aperta ad ospiti internazionali.

Con Salvini coltiva rapporti di lealtà scrive corriere della sera, ci tiene alla coerenza. Sarà a Catania per solidarizzare con lui, imputato per il caso Gregoretti. Non sempre Salvini ha ricambiato. Giorgia Meloni non lo dice, ma il leader della Lega aprì la crisi di governo nell'agosto del 2019 mentre lei era in volo, in vacanza, per andare a nuotare con gli squali balena in Messico. Non le aveva detto niente.  

Ho avuto il grande onore di essere stata eletta Presidente di ECR, il partito dei conservatori europei che raggruppa più di 40 partiti europei e occidentali dice Giorgia Meloni alla Gazzetta Tricolore.

Ringrazio la famiglia dei conservatori per la grande fiducia che mi è stata data. Continueremo insieme a lavorare e a batterci per un'Europa confederale di Stati Liberi e Sovrani. Fratelli d’Italia è sempre più protagonista nel quadro politico internazionale: contro lo strapotere dei tecnocrati e dei burocrati, per costruire un’Europa che sappia difendere la sua identità e quella delle Nazioni che la compongono. Un’Europa di Patrioti.
 
Vi ringrazio continua , di cuore per ogni messaggio di augurio e sostegno ricevuto per la mia elezione dice Giorgia Meloni alla Gazzetta Tricolore. Essere il primo politico italiano a guidare un grande partito europeo è per me un immenso onore e farò di tutto per rappresentare al meglio l'Italia e per costruire un’Europa diversa, che sappia riscoprire le sue radici e il suo coraggio.

Intanto la Sinistra (3,5%), secondo il sondaggio, dei dati della rilevazione effettuata da Index Research per Piazza Pulita, trasmissione di La7. fa meglio sia di Azione sia di Italia Viva, visto che il partito di Carlo Calenda viene registrato al 3,1% e quello di Matteo Renzi al 3%. Appaiate al 2% troviamo due realtà come i Verdi e Più Europa, mentre tutti gli altri partiti messi insieme valgono il 2,2%. Rimane molto alta, infine, la percentuale di chi si dice indeciso e propende per l’astensione: secondo il sondaggio Index ben trentanove italiani su cento farebbero parte del cosiddetto partito del non voto.

Dai dati di Piazza Pulita relativi ai partiti a quelli dedicati ai leader politici. Nella speciale classifica della fiducia, il leader più apprezzato rimane il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, forte del 42% delle indicazioni. Alle spalle dell'inquilino di Palazzo Chigi si colloca Giorgia Meloni (35%), mentre la medaglia di bronzo va al segretario leghista Matteo Salvini, con il 29%. Giù dal podio il segretario dem Nicola Zingaretti – al 20% – seguito da Silvio Berlusconi (20%). Carlo Calenda e Luigi Di Maio sono appaiati al 19%, mentre Matteo Renzi è il fanalino di coda con il 15%.

Venendo dunque alla sfida per la leadership politica tra la Lega di Matteo Salvini e il Partito Democratico di Nicola Zingaretti, il Carroccio si conferma essere la lista più votata a livello nazionale, con il 24% dei consensi; al 20,5%, invece, il Piddì.

Se al 16,2% e al 16%, come detto, troviamo FdI e il M5s, Forza Italia di Silvio Berlusconi viene fotografata dal sondaggio al 6,1% delle preferenze. Per rimanere nell'area di centrodestra, Cambiamo! di Giovanni Toti intercetta l’1,4% dei favori. Mettendo assieme i volumi elettorali delle quattro forze di centrodestra, un’eventuale coalizione unita riuscirebbe a portare a casa il 47,7% dei voti. L'attuale maggioranza giallorossa di centrosinistra, invece, si ferma al 43% delle intenzioni di voto.

Dal sondaggio emergono secondo il Tempo di Roma, inoltre interessanti indicatori sull'operato del governo e sulla fiducia dell'opinione pubblica su quello che faranno Conte e i ministri. Il 50,9% ha dichiarato di avere poca o nulla fiducia in un buon utilizzo dei fondi europei per la crisi Covid.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI