Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 16 Luglio 2020

I 9 finalisti al contest per il Concerto del Primo Maggio

carboidrati

 

Dalle oltre 1000 iscrizioni pervenute entro il 29 febbraio, ai 100 artisti selezionati e annunciati lo scorso 22 marzo e successivamente ascoltati e votati dalla Giuria di Qualità e dal Pubblico della Rete, si giunge oggi alla proclamazione dei 9 artisti finalisti dell’1MNext 2016, il contest del Concerto del Primo Maggio di Roma, che si avvia così alla sua terza e penultima fase di valutazione.

I 9 finalisti selezionati sono: 2elementi (Roma), Banda Rulli Frulli (Finale Emilia), Carboidrati (Crotone), Davide Campisi (Enna), I Santi Bevitori (Roma), Il geometra Mangoni (Pistoia), Simone Costanzo Shark (Catania), Stip’ Ca Groove (Bari) e Toot (Roma). Le selezioni sono state effettuate attraverso il conteggio delle valutazioni ottenute sommando, in quota ponderata, il voto del web (con quota di influenza del 35%) e il voto della giuria di qualità (con quota di influenza del 65%).

NOTA: (alla valutazione dei 100 Selezionati non ha partecipato il giurato Carlo Massarini per improrogabili impegni personali; Massarini sarà invece presente alle finali live).

 

A questi finalisti, andranno ad aggiungersi poi altri 3 artisti selezionati attraverso il Circuito Keepon Live, il Circuito dei Live Club italiani.

Le finali dal vivo si svolgeranno venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 aprile presso il Contestaccio di Roma, noto live club la cui direzione artistica è affidata a Marina Luca.

Durante le tre serate sarà presente la Giuria di Qualità al completo, che avrà il compito di scegliere i 3 artisti che si esibiranno durante il Concerto del Primo Maggio di Roma, in Piazza San Giovanni In Laterano. Il vincitore assoluto sarà poi proclamato durante il Concertone.

 

Nasce inoltre un’importante partnership tra 1MNEXT e Rete dei Festival.

Attraverso la Rete dei Festival, 1MNext amplierà infatti i propri premi, garantendo al vincitore assoluto un mini tour nazionale in alcuni tra i principali Festival della “Rete”.

Saranno infatti 4 i festival aderenti alla Rete ad ospitare il vincitore dell’1MNext2016, con ultima tappa al MEI di Faenza, che quest’anno si terrà tra il 23 e il 25 settembre.

 

La giuria di qualità dell’1MNEXT 2016 è composta da:

Massimo Bonelli, produttore, manager ed editore, Ceo di iCompany e organizzatore del Concerto del Primo Maggio; Massimo Cotto, giornalista, autore e speaker radiofonico, per anni in Rai come conduttore e autore; Carlo Martelli, label manager e talent scout, ha lavorato in BMG ed EMI Music seguendo il percorso di numerosi artisti tra cui Frankie-hinrg e Caparezza; Carlo Massarini, giornalista, conduttore televisivo e radiofonico. Tra le ultime trasmissioni da lui condotte ci sono Ghiaccio Bollente e Cool Tour per Rai 5; Luisa Melis, figlia d’arte, dal 2004 è organizzatrice e direttrice artistica del Premio Fabrizio De Andrè; Riccardo Sinigallia, produttore, cantautore e musicista, ha lavorato con Niccolò Fabi, Tiromancino, Luca Carboni, Max Gazzè e tanti altri; Maria Cristina Zoppa, conduttrice e autrice radiofonica e co-direttrice artistica del Festival Meraviglioso Modugno.

 

Quest’anno, il Concerto del Primo Maggio sarà condotto per la prima volta da Luca Barbarossa. Il cast è composto da nomi di grande prestigio, anche internazionale: gli Skunk Anansie, che sulle note dei loro inni alternative rock faranno ballare l’intera piazza; Vinicio Capossela, che presenterà in anteprima alcuni brani del disco “Canzoni della Cupa”, accompagnato dall’inconfondibile sound di frontiera dei Calexico; l’incontro di musiche e suoni del mondo degli Asian Dub Foundation; il balkan rock dei bosniaci Dubioza Kolektiv; il folk d’autore dei Modena City Ramblers, che si esibi-ranno con la Fanfara di Tirana, per una performance che si preannuncia davvero unica; il cantautorato d’avanguardia dei TheGiornalisti ed, infine, il crossover tra canzone d'autore e rap di Coez.

Ecco le biografie dei 9 artisti selezionati:

2ELEMENTI

Vito e Vito da sempre condividono una comune passione per la musica e, vantando entrambi un ricco curriculum che li vede impegnati in numerose band in veste di musicisti, nell’estate del 2013 decidono di intraprendere un percorso personale con il nome di 2eleMenti; Il nome del progetto è un gioco di parole che vuole sottolineare l’idea originale che racconta vari aspetti della loro personalità. Le loro idee sostenute da una forte simbiosi a livello musicale e personale si trasformano in composizioni di genere pop/rock, basate su una costante ricerca a livello sonoro e una forte attenzione per la componente musicale. Il progetto nasce con l’idea di raccontare questi due personaggi sinonimi e contrari. 2eleMenti marca il connubio e centra in pieno il significato dell’idea stessa, due amici, due musicisti, due interi, due opposti.

BANDA RULLI FRULLI

La Banda Rulli Frulli nasce nel settembre 2010 come progetto sperimentale all’interno della Fondazione Scuola di Musica C. e G. Andreoli di Mirandola. Oggi è formata da oltre sessanta ragazzi diversi per età, genere e abilità, e si pone come una realtà che mira al coinvolgimento dei suoi partecipanti superando le barriere della disabilità perché uniti dal desiderio di far musica d'insieme. Gli strumenti utilizzati non sono convenzionali: la banda usa, infatti, oggetti di recupero riciclati e portati ad una seconda vita durante attività di laboratorio dove i ragazzi li inventano, costruiscono e colorano.

CARBOIDRATI

La band nasce nel 2006 da giovani ragazzi di Cirò (KR), in Calabria. Nel 2010 si affacciano nel mondo nazionale, vincendo il Festival Show. Nel 2014 entrano ad “Amici di Maria de Filippi”, arrivando alla quarta puntata della fase finale. Nel giugno 2014 pubblicano il loro album “Anche se qui”, con la produzione di Enzo Longobardi ed il maestro Adriano Pennino, e per tutta l’estate girano l’Italia tra tra concerti ed ospitate (oltre 35 date). Nel 2015 arrivano nelle 60 nuove proposte di Sanremo Giovani e pubblicano “Una storia disonesta” di Stefano Rosso, facendo un'altra stagione di concerti in tutta Italia.

DAVIDE CAMPISI

Percussionista e cantante. A 16 anni intraprende lo studio della batteria. Da 15 anni studia stili e tecniche degli strumenti ritmici della tradizione musicale del Sud Italia: i tamburi a cornice. Ha collaborato con musicisti riconosciuti nel campo della musica popolare. Oggi porta avanti una sua personale ricerca sui ritmi ancestrali, sperimentando sui suoi tamburi forme sonore e tecniche espressive nuove e contemporanee.

I SANTI BEVITORI

I Santi Bevitori sono un quintetto rock-folk cantautorale romano. Nel 2014. Hanno realizzato il loro primo Ep “Presto verremo alle mani”, finendo in rotazione su diverse radio locali, tra cui Radio Rock. Sono stati ospiti del Music Corner di Repubblica.it, hanno aperto i concerti di Tonino Carotone e ‘A67 e sono stati selezionati per il festival Musicultura 2015. Sono stati inoltre premiati da Paola Turci come uno dei tre vincitori del Capitalent 2015, il contest di Radio Capital, e così il video del loro brano “Un giorno alle poste” è stato in rotazione su Capital Tv per qualche tempo. Attualmente, la band è al lavoro sul primo album ed intende dominare il mondo con la sua narrativa elettrica!

IL GEOMETRA MANGONI

Il geometra Mangoni è il progetto solista di Maurizio Mangoni, venuto alla luce nel 2011. I risultati non tardano ad arrivare: infatti, nello stesso anno l’artista è il vincitore del Premio Ernesto De Pascale con la canzone “Domani” e terzo classificato al Rock Contest di Controradio Firenze. Premiato da Brunori SAS, che dirà di lui: «…Il brano “Domani” racchiude tutti gli elementi peculiari di questo premio che dà importanza alla composizione (…) mi ricorda alcune sonorità a cui sono legato per amore, come quella dei Notwist con il cantato italiano, e quindi un sapore comunque italico…». Il 2012 sarà un anno che lo vedrà spesso in concerto, partecipando a festival importanti, fra cui Lezioni di Italiano insieme agli Offlaga Disco Pax, BlackOut Festival 2012 e il MEI di Faenza. Sarà nel gennaio del 2013, dall'incontro con QuiBaseLuna, che verranno tracciate le basi di quello che sarà il disco di esordio, pubblicato nell'ottobre del 2015.

SIMONE COSTANZO SHARK

Simone Costanzo, classe 1997, nel corso degli anni 2014 - 2015 ha superato le selezioni per il 57° ed il 58° Festival di Castrocaro Terme, arrivando in ambedue edizioni alle semifinali, dove ha destato anche l'interesse della produzione Rai che curava la preparazione di alcune puntate di avvicinamento alle finali del concorso. Inoltre, ha partecipato al Tour Music Fest ed a diversi concorsi canori che si sono svolti in Sicilia, nelle province di Siracusa e Catania. Nell’estate del 2014, Simone ha scritto e cantato la canzone dance “Shake your body”, che ha raggiunto anche i vertici delle classifiche mondiali per il suo genere musicale (Latin House). Il 9 dicembre 2014 è uscito in fisico e digitale il suo primo EP ufficiale, con l’etichetta discografica siciliana Una nuova luce. Ha partecipato a due Master AKAMU per cantautori tenutisi presso l’Università di Asti con docenti di alto livello artistico e musicale a livello nazionale e mondiale, come Guccini, Carboni, Morgan, Saturnino Celani, Umberto Iervolino, Nicolò Agliardi, Giuseppe Anastasi, Cheope, Mauro Pagani, Stefano Senardi e Franco Zanetti. Durante questo inverno è stato impegnato con la promozione del disco nelle varie piazze siciliane.

STIP’ CA GROOVE

Con sonorità oscillanti dal funk alla spymusic, sulle quali si innestano rap e venature rock, gli Stip' Ca Groove avviano la loro attività nell'autunno del 2011. La formula del progetto è chiara a tutta la band sin dall’inizio: una formazione funk in cui il groove di basso e batteria incontra la potenza di una sezione fiati e la percussività del rap. Dieci esperienze musicali diverse, una convergenza unanime nell'orizzonte della black music. Nell'attività live della band spicca la partecipazione all'edizione 2014 del Concerto del Primo Maggio di Taranto, al fianco di nomi quali Caparezza, Afterhours, Sud Sound System e tanti altri. Il disco d'esordio è in uscita nel 2016.

TOOT

I TOOT nascono alla fine del 2011, a Roma, da un'idea di Flux (produzione, basso, voci), Luca Stefanini (chitarra e voce) e Michele Lunati (produzione, batteria). Sono il riuscito mix tra i due modi di vivere la musica: la produzione e il live show. Il loro sound presenta diverse contaminazioni: dal rock anni ‘90, al crossover, dall'electro alla techno. La performance live è un'esplosione di energia, vibrazioni positive, alla continua ricerca di connessione con il pubblico. Il loro nuovo album, "ERROR 404" - anticipato nel giugno 2014 dal videoclip di "Jungle" -, viene pubblicato nel maggio 2015 per Sostanze Records. "ERROR 404" viene finanziato grazie alla vittoria di Fuoriscena -il contest del Circolo degli Artisti di Roma-, registrato presso il CosecomuniRecording Studio e vanta molte collaborazioni, tra cui quelle di Giovani Ciaffoni dei Suntiago, Lord Madness, Dj FastCut e Alessandro Sgreccia dei Velvet.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI