Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 02 Luglio 2020

Carmine Abate al Liceo Classico Pitagora

IMG_2709

Martedì 5 aprile 2016, nell'aula magna del liceo classico Pitagora di Crotone, si è tenuta una conferenza con il noto scrittore calabrese Carmine Abate, per la presentazione del suo ultimo romanzo, " la felicità dell'attesa".Erano presenti in sala, il dirigente scolastico Nicola Armignacca, il presidente del Consiglio di Istituto dott. Vincenzo Poerio, il presidente del club velico di Crotone avv. Francesco Verri, il giornalista Francesco Vignis, in rappresentanza dell'Amministrazione Comunale di Crotone. All'incontro con il professor Abate erano presenti gli alunni del Liceo pitagoera ed una nutrita rappresentanza degli allievi del Liceo Scientifico Filolao, che hanno alternato l'attività del reading a riflessioni personali e momenti musicali. L'incontro è iniziato con i saluti del dirigente Armignacca al professor Abate e a tutti i convenuti. Lo stesso si è soffermato sull'importanza culturale della lettura, invitando tutti i giovani a tale attività. Nella società tardo-moderna, dove l'informazione e la comunicazione rivestono un ruolo strategico, leggere ed aggiornarsi diventa quasi una necessità vitale, un'attività dettata dall'istinto di sopravvivenza. Per avere successo nel lavoro, in un'economia concorrenziale, non servono soltanto conoscenze tecniche, ma competenze legate alla sfera psicologica: motivazione, capacità di introspezione, empatia, autostima, capacità di lavorare in gruppo nel rispetto degli altri, capacità di trasmettere le proprie conoscenze: intelligenza emotiva. Qualità che si possono acquisire attraverso una formazione basata sulla lettura personale di molti libri. Quando si legge un libro, ha continuato il Dirigente Scolastico, si incontra l'autore nella "strada" che sta tracciando; ma contemporaneamente, si comincia a costruire quella propria, e si diventa così "architetti" di quella piazza, dove le idee si confrontano e si sviluppano. “Oggi è una bella giornata, non è merito mio, e neanche di Abate. Il merito è vostro”. Esemplari le parole che l’avvocato Francesco Verri, presidente del Club Velico di Crotone, ha dedicato agli studenti crotonesi durante la conferenza. Il tanto atteso ospite dell’incontro, lo scrittore Carmine Abate, ha scherzato e interagito con i ragazzi, rispondendo a domande e quesiti legati al territorio. Abate è ben cosciente delle mille preoccupazioni che pervadono i ragazzi calabresi d’oggi, le mille domande apocalittiche a cui nessuno statista o antropologo sa rispondere. Lo scrittore risponde con sincerità, schiettezza, raccontando la propria esperienza e mettendo in evidenza un concetto fondamentale “Non accetto che si dica che si può essere capaci di odiare la propria Terra. La Terra, la mia Terra. Ci litigo spesso, ma ricordate che le cose con cui veniamo più a guerra, sono quelle che amiamo di più e, probabilmente, quelle di cui abbiamo più bisogno”. L'orafo Gerardo Sacco, sinceramente emozionato, ha svelato ai ragazzi per quanto tempo abbia sognato di salire la maestosa e affascinante scala del Liceo. Abate ha concluso con un augurio “Vado via da qui ringraziandovi, e augurandovi ciò che ho augurato ai miei figli, la possibilità di scegliere”.

IMG_2738

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI