Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 23 Giugno 2024

San Giuda Taddeo presenta…

Mag 27, 2024 Hits:629 Crotone

Al Salone del libro Loren…

Mag 15, 2024 Hits:1368 Crotone

L'Istituto Ciliberto-Luci…

Mag 14, 2024 Hits:711 Crotone

Le opere di Bach: gli eff…

Mag 02, 2024 Hits:906 Crotone

In città l'ultima tappa d…

Apr 30, 2024 Hits:961 Crotone

Convegno Nazionale per la…

Apr 23, 2024 Hits:1154 Crotone

L'Associazione "Pass…

Apr 05, 2024 Hits:1490 Crotone

Ritorna Calabria Movie Fi…

Apr 03, 2024 Hits:1482 Crotone

Meo: ausiliari del traffico e commissioni, i fitti li paghi Vallone

In questi giorni, nelle grandi e nelle piccole cose, assistiamo impotenti all’inevitabile risultato di oltre sette anni di anni di pessima amministrazione, tollerata da tutti noi, neppure fosse una inevitabile piaga biblica.

Ebbene, soltanto prendendo atto della nostra innata capacità di sopportare l’insopportabile possiamo forse arrivare a comprendere la temerarietà con la quale, in questi giorni, l’Amministrazione comunale di Crotone ha inteso proporci un assai positivo bilancio del proprio operato.

Ed infatti, i disservizi ripetutamente patiti dai cittadini a causa delle frequenti, quanto disastrose rotture di tubazioni, del ricorrente intasamento di caditoie dell’acqua che non vengono pulite, il vergognoso scarica barile in diretta televisiva fra pagatissimi burocrati che sa Dio come si trovano al posto in cui si trovano, tutto questo è conseguenza diretta di quello che è stato sino ad oggi il nostro disinteresse per l’operato di chi ci amministra in modo tanto inefficiente.

Credo perciò che sia venuto il momento di diventare nostro malgrado curiosi, tanto più che la “curiosità” quando è riferita alle segrete carte di chi ci amministra è considerata una intromissione intollerabile.

Perciò, senza alcuno spirito polemico vorrei iniziare a cacciarmi qualche piccola ma significativa curiosità e tanto per incominciare domandare ai vertici Akrea, ma si può sapere come sia possibile che sistematicamente in questa nostra Città vi siano zone in cui ogni santo giorno i rifiuti vengono doverosamente rimossi, le strade spazzate ed altre zone che invece rimangono totalmente neglette, dimenticate ed abbandonate al punto tale da non vedere un camion con la dicitura Akrea per mesi e mesi, non dico poi una spazzatrice, discorso analogo del resto lo si potrebbe fare per quanto concerne la cura del verde pubblico. Non sarà che questo dipende dalla capacità di rappresentare i propri interessi con efficacia da parte di chi abita in certe zone piuttosto che in altre. Intendiamoci, assolutamente legittimo che chi ne ha la possibilità perori la pulizia della strada, del marciapiede, della piazza, calpestata ogni giorno dai propri figli, ciò che invece mi pare intollerabile è però la condizione in cui sono lasciati “gli altri”, tutti gli altri che magari non hanno la fortunata ventura di abitare vicino a qualcuno che sappia fare i propri interessi.

Ed ancora, si può sapere a cosa servono quelle centinaia di bidoni gialli che l’Akros ha disseminato da anni ed anni a questa parte per la raccolta dell’umido e che per tutto vengono utilizzati tranne che per la raccolta dell’umido ?!

Vi prego, se mi dovessi sbagliare, alzi la mano quel cittadino fortunato che ha visto, uno, uno soltanto di questi vasi di Pandora, ricolmi di ogni genere di rifiuto non classificato, invece utilizzato esclusivamente per raccogliere l’umido. Ed allora perché, perché questi ricettacoli di eterogenee schifezze, spesso persino privi di coperchio, vengono lasciati ancora in giro per la nostra città.

Molte altre cose mi verrebbe la curiosità di domandare, ma in qualche caso conosco già la risposta che il nostro ineffabile Sindaco mi rivolgerebbe, ad esempio, quando in Consiglio Comunale, tramite una formale interrogazione, ho evidenziato come la sede degli ausiliari del traffico, oggi collocata in un angusto e costoso locale, affittato da un privato, bene si farebbe a traslocarla a costo zero presso il locale comando dei Vigili Urbani, mi è stato però spiegato dal Primo cittadino che il risparmio sarebbe stato di due o trecento euro, quindi, implicitamente sono stato invitato a non fare il taccagno e che diamine !

Ebbene a parte che una volta di più il nostro Sindaco ha mostrato di essere assai male informato (o piuttosto ha fatto finta di non esserlo), posto che il costo di mantenimento di questa struttura mi risulta per certo sia molto, ma molto più elevato, senza contare che la collocazione di tale sede presso il Comando dei Vigili sarebbe conveniente per tutta una serie di ulteriori ragioni, ma pure a volere prescindere da tale considerazioni, la domanda che rivolgo è questa; forse che al Sindaco fanno schifo trecento euro al mese, ammesso che tanto costi? (e così purtroppo non è), no, perché se così fosse consiglierei al Primo Cittadino di pagarlo di tasca proprio il fitto e le ulteriori spese relative alla sede degli ausiliari del traffico ed anzi, considerata la sua repellenza per il denaro, consiglierei al nostro Primo Cittadino di farsi carico anche delle spese di fitto delle sedi delle Commissioni, oltre mille euro al mese per un appartamento che neppure sarebbe agibile ed idoneo per l’uso cui è stato destinato. Questa spesa oltretutto potrebbe simpaticamente dividerla con il Presidente del Consiglio Comunale Arturo Pantisano, che tanto pervicacemente ha voluto che si fittasse ed arredasse una sede da destinare alle Commissioni ed alla sede della Presidenza del Consiglio, salvo poi, svaporato l’entusiasmo, non metterci personalmente più piede da almeno sei o sette mesi a questa parte.
Infine, gradirei che qualcuno mi spiegasse la ragione per la quale il vecchio Municipio, immobile di proprietà comunale, viene concesso del tutto gratuitamente ad associazioni varie, ed invece per quali ragione noi Consiglieri Comunali, da esempio, dobbiamo occupare a caro prezzo i locali di Via Roma che nessuno di noi peraltro, mai vorrebbe occupare, non foss’altro che per lo spreco di risorse di cui si è detto. Questa però cari concittadini è una “curiosità” che forse il sottoscritto, chissà, un giorno potrà persino cacciarsi se è vero come è vero che di tanto disinvolto utilizzo della proprietà pubblica di questo Comune tanto virtuoso informerò la magistratura contabile e non soltanto.

Termino questa mia con un invito che rivolgo sinceramente a tutti i miei concittadini ed ovvero:

da quest’anno siate curiosi !

Domandatevi perciò come siamo arrivati a questo punto, prima o poi se lo faremo tutti e tutti insieme, le risposte dovranno arrivare.

 

Consigliere Comunale

avv. Fabrizio Meo

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI