Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 20 Maggio 2024

Al Salone del libro Loren…

Mag 15, 2024 Hits:657 Crotone

L'Istituto Ciliberto-Luci…

Mag 14, 2024 Hits:192 Crotone

Le opere di Bach: gli eff…

Mag 02, 2024 Hits:483 Crotone

In città l'ultima tappa d…

Apr 30, 2024 Hits:516 Crotone

Convegno Nazionale per la…

Apr 23, 2024 Hits:735 Crotone

L'Associazione "Pass…

Apr 05, 2024 Hits:1128 Crotone

Ritorna Calabria Movie Fi…

Apr 03, 2024 Hits:1120 Crotone

La serie evento internazi…

Mar 27, 2024 Hits:1490 Crotone

Segnali di ripresa per lo sviluppo del Mezzogiorno

Sono numerosi i segnali di ripresa che vengono da molte imprese del Mezzogiorno. Vediamo come. Sono state ben 680 nel 2014 (di cui un terzo nell’industria) le aziende di successo meridionali che hanno visto raddoppiare il loro fatturato rispetto all’anno 2007 e i cui risultati dovrebbero, nel loro complesso, continuare ad essere positivi, nei prossimi anni. Ancora, dalle previsioni di Confindustria e Cerved, contenute nel Rapporto 2016, sulle piccole e medie imprese si evince una moderata ripresa del Mezzogiorno dopo gli anni più bui della crisi economica, grazie, anche, ai dati positivi che si stanno registrando: 1) sul fronte dell’esportazione; 2) sul lato tecnologia e innovazione; dati questi che, in passato, erano appannaggio solo delle Regioni del Nord Italia. Ma c’è di più. Dal punto di vista delle politicy, un impegno straordinario deve riguardare l’internalizzazione delle imprese meridionali. In tal senso, fondamentale è il “Progetto Export Sud” (condotto dall’Ice, in stretta collaborazione, tra gli altri, anche, con Confindustria), quale opportuna continuazione, anche, nel nuovo ciclo di finanziamenti, in programmazione dei Fondi Strutturali 2014-2020. Al Sud, poi, ci sono aziende più competitive, con fatturati da record, cui si affiancano numerose nuove aziende, molte delle quali possono considerarsi a tutti gli effetti innovative. In conclusione, diciamo che se da un lato i dai dati statistici registrano che la ripartenza economica interessa, con investimenti, in crescita del 6,2%, soprattutto, le Pmi di tutte le Regioni del Mezzogiorno, dall’altro lato non bisogna dimenticare che è necessario assicurare, sempre, il “carburante” alle imprese meridionali, ovvero l’accesso al credito e, più in generale, la liquidità effettiva delle imprese meridionali.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI