Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 25 Luglio 2024

Isola Summer 2024, ecco g…

Lug 05, 2024 Hits:544 Crotone

Premio Pino D'Ettoris: al…

Lug 01, 2024 Hits:592 Crotone

San Giuda Taddeo presenta…

Mag 27, 2024 Hits:1111 Crotone

Al Salone del libro Loren…

Mag 15, 2024 Hits:1797 Crotone

L'Istituto Ciliberto-Luci…

Mag 14, 2024 Hits:1109 Crotone

Le opere di Bach: gli eff…

Mag 02, 2024 Hits:1272 Crotone

In città l'ultima tappa d…

Apr 30, 2024 Hits:1309 Crotone

Convegno Nazionale per la…

Apr 23, 2024 Hits:1518 Crotone

Le Pen, il discorso della vittoria: «Il blocco di Macron è cancellato»

Marine Le Pen promette un ''governo di unione nazionale'', in caso di vittoria del Rassemblement National alle elezioni politiche anticipate del 30 giugno e del 7 luglio. Le Pen lo ha dichiarato questa mattina nel feudo di Hénin-Beaumont, nel Nord Pas-de-Calais.'Il vero tema'' delle elezioni politiche anticipate francesi è la lotta contro ''una estrema sinistra radicale e violenta che oltraggia le libertà individuali e pubbliche'', ha dichiarato Le Pen.

«Ci serve la maggioranza assoluta» dice Marine Le Pen dal suo feudo nel nord, Hénin-Beaumont. Lei non ha avuto problema ad ottenerla: ieri sera è passata al primo turno, come previsto. «La democrazia ha parlato - dice tra la folla festante - in un voto senza ambiguità, che dimostra la volontà dei francesi di voltare pagina dopo sette anni di potere sprezzante e corrosivo» di Macron.

Le Pen lancia subito la campagna per il voto di domenica: «niente è scontato, il secondo turno è determinante per evitare al paese di cadere nelle mani della coalizione di un’estrema sinistra a tendenza violenta».

La democrazia ha parlato", ha dichiarato il dirigente storico del Rassemblement National in dichiarazioni riportate da Bfmtv. "I francesi hanno dimostrato di voler voltare pagina", ha detto ancora Le Pen. "Una partecipazione così elevata dà particolare forza al voto", ha proseguito la dirigente, commentando il record di affluenza delle elezioni, che dimostra un forte interesse dei francesi per queste elezioni. "Il blocco macronista è stato praticamente cancellato", ha dichiarato la dirigente di Rn. 

Ma Le Pen, in vista del secondo turno, ha rivolto anche un appello agli elettori per dare la definitiva vittoria al suo partito: "Vi invito a rinnovare il vostro voto se avete scelto i nostri candidati al primo turno. Se avete fatto un'altra scelta vi invito a unirvi alla coalizione della sicurezza, della libertà e dell'unità. Abbiamo bisogno di una maggioranza assoluta".

Anche in Italia si studiano i risultati delle elezioni francesi, dove la destra del Rassemblement National di Marine Le Pen ha preso quasi il 34%,  abbastanza da essere primo partito. I titoli dei giornali si sbizzarriscono puntando un po' sulla bionda leader dell'RN, un po' sulla sconfitta del presidente Emmanuel Macron il cui partito è arrivato terzo ...Si voterà domenica 7 luglio al secondo turno, dove sono possibili alleanze di sinistra e del centro per fare blocco contro l'RN. 

Intanto sale il livello d' allerta nelle basi americane in Europa per il rischio concreto di un attacco terroristico. Le basi coinvolte sono quelle di Army Garrison di Stoccarda, quella di Ramstein nell'omonima città e quella di Aviano in Friuli Venezia Giulia. Tutte le basi sono passate dal livello "Bravo", che indica una "maggiore e prevedibile minaccia di terrorismo" al livello "Charlie", penultimo prima di quello di massimo allarme, per "minaccia imminente di terrorismo".

Questo allarme fa il paio con quello lanciato dalle autorità europee nei giorni scorsi e relativo al rischio di possibili attentati durante gli europei di calcio in corso in Germania e durante le prossime Olimpiadi di Parigi. L'Europa non ha mai dimenticato la minaccia terroristica ma i continui allarmi danno la misura di come la situazione, negli ultimi tempi, sia precipitata.

Uno dei funzionari statunitensi, di stanza in una base in Europa, ha spiegato che non si vedeva questo livello di allerta "da almeno 10 anni", e aggiungendo che di solito significa che l'esercito ha ricevuto una "minaccia attiva-affidabile". Non è stata ovviamente indicata la tipologia di allarme che è stato lanciato ma quando l'allerta viene innalzata a livello Charlie significa che la minaccia viene considerata affidabile. Non si ha una indicazione precisa del tipo e della localizzazione ma è un'indicazione di massima di un pericolo concreto.

Il timore, rende noto la Cnn, è che un attacco terroristico possa colpire personale o strutture militari statunitensi. L'emittente americana ha riportato le indicazioni fornite da funzionari americani. Tra le basi coinvolte c'è quella in cui la guarnigione americana è tra le più corpose, ossia quella di Stoccarda, dove ha sede il Comando europeo degli Stati Uniti. A Ramstein si trova la base aerea per le United States Air Forces in Europe-Air Forces Africa, uno dei major command dell'aeronautica militare statunitense. La based di Aviano, invece, è quella in cui ha sede il 31esimo stormo caccia delle United States Air Forces in Europe-Air Forces Africa.

 

Fonte varie agenzie 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI