Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 20 Maggio 2024

Al Salone del libro Loren…

Mag 15, 2024 Hits:653 Crotone

L'Istituto Ciliberto-Luci…

Mag 14, 2024 Hits:190 Crotone

Le opere di Bach: gli eff…

Mag 02, 2024 Hits:481 Crotone

In città l'ultima tappa d…

Apr 30, 2024 Hits:514 Crotone

Convegno Nazionale per la…

Apr 23, 2024 Hits:733 Crotone

L'Associazione "Pass…

Apr 05, 2024 Hits:1127 Crotone

Ritorna Calabria Movie Fi…

Apr 03, 2024 Hits:1119 Crotone

La serie evento internazi…

Mar 27, 2024 Hits:1489 Crotone

"Per non dimenticare. Immagini dai lager"

E' stata inaugurata ieri nelle sale dell'EcoMuseo del Mare di via Messina Marine, 14, alla presenza dell'assessore alla Cultura Giampiero Cannella, la mostra “Per non dimenticare. Immagini dai lager”. Il percorso espositivo, che sarà visitabile fino a domani, 27 gennaio, per la“Giornata della Memoria”, comprende 22 maxi-fotografie scattate dal giornalista palermitano Leone Zingales nei campi di concentramento di Auschwitz, Buchenwald, Dachau e Mauthausen. La rassegna include, inoltre, quattro pannelli che riproducono i simboli colorati che venivano applicati sulle casacche dei deportati, una volta arrivati nei lager nazisti, i ghetti creati dal regime hitleriano, i nomi di alcune delle vittime e la cartina dell’Europa con i venti tra i più noti campi di concentramento.

“I numeri della tragedia – ha sottolineato Zingales – sono sotto gli occhi tutti: oltre 6 milioni di ebrei trucidati nei lager o negli omicidi di massa compiuti dai nazisti, dai loro alleati e dai cosiddetti collaborazionisti. E sono numeri approssimativi. Una tragedia che non va dimenticata”.

Per l'assessore alla Cultura Giampiero Cannella “è necessario mantenere viva la memoria di una pagina orribile della storia dell’uomo, soprattutto tra le giovani generazioni, a perenne ammonimento affinché certe tragedie non si ripropongano più. Il ricordo delle vittime della barbarie nazista è fondamentale per la produzione, nella società attuale, di quegli anticorpi culturali indispensabili a combattere l’odio etnico e religioso, in qualunque forma e in qualunque luogo esso si presenti".

La mostra domani sarà visitabile oggi fino alle ore 18.30.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI