Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 17 Novembre 2019

La riqualificazione dell’arena delle rose con interventi manutentivi e per aumentarne la capienza con la messa a norma della struttura: l’amministrazione comunale ha avviato avvia i lavori che riguardano lo spazio a gradinate all'aperto che è parte integrante del palazzo municipale di corso Mattarella. Si tratta praticamente del chiostro dell’antico convento dei Padri Crociferi fondato nel 1659 insieme all'attigua chiesa di Maria SS. degli Agonizzanti, utilizzata come sede comunale. I lavori per riqualificare e rendere più funzionale l’auditorium sono stati consegnati ed iniziati. L’arena delle rose è utilizzata per spettacoli teatrali di vario genere ed essendo all'aperto soprattutto nel periodo estivo, ed ha un palcoscenico di media grandezza. Per assistere agli spettacoli gli spettatori si possono posizionare sui gradoni dell’arena che è provvista di bagni pubblici. «Lo scopo è quello di valorizzare l’intera struttura migliorandone le condizioni di utilizzo. Un edificio storico nel quale sarà posto anche il logo dei 500 anni della fondazione della nostra città. Già nella programmazione del bilancio abbiamo previsto interventi di manutenzione e restyling dell’arena. In particolare per rendere più fruibili i gradoni saranno ristrutturati ed illuminati- affermano il sindaco Nicolò Coppola e l’assessore ai Lavori Pubblici Salvo Bologna- e saranno collocate le sedute con spalliere così da poter assistere comodamente agli spettacoli. Soprattutto riteniamo importante il previsto aumento della capienza per la nostra frequentata arena: con la ristrutturazione e la messa a norma, da circa 600 posti a sedere arriveremo quasi ad un raddoppio così da avere oltre 1200 posti. Questo ci consentirà anche di ospitare eventi, spettacoli e musicisti di alto livello. I lavori sono stati già consegnati ed iniziati e prevedono anche interventi di manutenzione dei bagni. Quindi a breve la nostra arena, che è una risorsa importante per la città, avrà un nuovo, e certamente più adeguato, look». I lavori sono eseguiti dalla ditta artigiana di Giuseppe Bologna ed il progetto, redatto dal terzo settore dell’ufficio tecnico  comunale diretto dall'ingegnere Simone Cusumano, con la collaborazione dell’architetto Irene Cavarretta, in dettaglio prevede la manutenzione straordinaria dell’intera gradinata e “la collocazione delle sedute con spalliere, ergonomicamente studiate per ottenere il massimo comfort d’uso. Le scalinate saranno ricostruite a norma, rivestite con pellicola in resina e illuminate con segna passo a led”. Prevista anche la realizzazione dell’impianto antincendio e la sostituzione di tutta la pavimentazione della platea ma anche la riqualificazione dei “fronti dei palazzi che prospettano nell'auditorium, attraverso la realizzazione di un filtro di rose rampicanti su strutture metalliche”. Con il collaudo saranno raddoppiati i posti perché, come si legge nella relazione tecnica, “tutto l’intervento nel suo complesso consentirà di collaudare l’auditorium per una capienza doppia di spettatori rispetto agli attuali 600 posti”. Le sedute fissate sulle gradinate saranno 1050, oltre ai  300 posti che saranno collocati nella platea.

Multe “a strascico” in arrivo a Castellammare e telecamere per controllare aree dove vengono abbandonati rifiuti. A breve, infatti,  sarà attivo il sistema di controllo basato su telecamere che, dalle pattuglie della polizia municipale, controllano se le auto in sosta sono in regola con assicurazione e revisione e rispettano il codice della strada. In arrivo anche il sistema “rifiuto stop” cioè il posizionamento di telecamere nascoste in zone a rischio. L’amministrazione comunale ha acquistato entrambi i sistemi di controllo. «Intendiamo adottarli come mezzi di prevenzione. Abbiamo avviato le procedure per il sistema targa scanner poiché lo riteniamo principalmente un investimento per la sicurezza stradale - affermano il sindaco Nicolò Coppola e l’assessore alla Viabilità Maurizio Paradiso- perché questo strumento consente di bloccare auto senza revisione o assicurazione. È inoltre un mezzo digitale che come tale non prevede alcuna distrazione e consente di velocizzare le procedure di accertamento. Rimane fondamentale il ruolo dell’agente di polizia municipale che riceve i dati e verifica». Controlli in tempo reale, di giorno come di notte essendo telecamere a infrarossi, con il sistema targa scanner, video controllo automatico tramite telecamere posizionate sulle autovetture della polizia municipale che, mentre percorrono le vie cittadine, in due secondi riprendono e fotografano le targhe dei mezzi. Il dato è inviato ad un tablet utilizzato da un vigile urbano che può accertare, da altri database collegati, il possesso dell’assicurazione, l’avvenuta revisione della vettura e rilevare la sosta irregolare, se l’auto è rubata o ha permessi speciali di transito. Ma l’amministrazione comunale ha anche deciso di acquistare telecamere stand alone (indipendenti) per il sistema “Rifiuto Stop” per installarle nascoste nelle aree più a rischio abbandono rifiuti. Si tratta di telecamere ad alta risoluzione che consentono la registrazioni di immagini e audio con perfetta visione sia diurna che notturna.  «Le telecamere occultate saranno installate nelle aree più interessate dal fenomeno dell’abbandono indiscriminato di rifiuti. Un comportamento incivile che, nonostante varie azioni messe in campo non si riesce ad arginare in particolare in alcune zone di transito per aree di pregio paesaggistico nonostante nostri appelli, controlli, verifiche, l’attivazione di un servizio gratuito al quale rivolgersi per disfarsi di oggetti ingombranti. Ci serviremo adesso delle telecamere -spiegano il sindaco Nicolò Coppola e l’assessore Maurizio Paradiso-, un sistema semplice ma che riteniamo possa essere efficace, perché l’installazione delle telecamere nascoste ci consentirà probabilmente di fare da deterrente dopo le prime sanzioni. Ricordiamo che le multe previste sono pesanti e oltre a quelle pecuniarie, a seconda del tipo di rifiuti abbandonati, si può trattare anche di reati perseguibili penalmente».

Completati i lavori di messa in sicurezza e manutenzione del plesso scolastico Falcone Borsellino, finanziati per 240mila euro con delibera CIPE 22/2014. I lavori sono stati avviati in estate dopo la fine delle lezioni e sono stati adesso ultimati  così come gli altri lavori avviati a luglio in un’altra scuola cioè il plesso Don Bosco, ristrutturato con un finanziamento di 195mila euro.  Si tratta di lavori avviati con il piano nazionale di edilizia scolastica per interventi di decoro e messa in sicurezza delle scuole con il quale al Comune di Castellammare sono stati finanziati, in totale, oltre cinquecentonovantamila euro. «I finanziamenti ottenuti con il piano del Miur  #scuolesicure ci hanno consentito di mettere in sicurezza quasi tutte le scuole cittadine ad eccezione del plesso Verga che necessita di interventi ed è al momento chiuso. Anche in questo caso, però,abbiamo lavorato alla possibilità di recuperare le somme necessarie ottenute con un finanziamento del Miur così da risolvere definitivamente il problema -affermano il sindaco Nicolò Coppola ed il vicesindaco ed assessore ai Lavori Pubblici, Salvo Bologna-. I finanziamenti per le scuole riguardano anche il plesso “Crispi”, con circa trecentomila euro finanziati con il “Decreto del fare”, la scuola “Mignosi” e la scuola di Balata di Baida con un progetto finanziato con delibera Cipe e pari a circa centonovantaquattromila euro. Per la scuola Mignosi attenderemo la fine delle lezioni per avviare i lavori.  Abbiamo anche acquistato arredi ed alcune pompe di calore, complessivamente dieci, da posizionare nella scuola Pirandello, dove sono ospiti anche gli studenti del Verga ed in altri plessi dove i vecchi impianti non sono funzionanti. Nonostante avessimo da tempo predisposto le procedure, solamente adesso sono state tecnicamente completate così da provvedere a risolvere il problema nella scuola dove le stufe da noi fornite non sono sufficienti a riscaldare le aule in queste giornate di freddo intenso. Per questo -concludono il sindaco Nicolò Coppola ed il vicesindaco ed assessore ai Lavori Pubblici, Salvo Bologna- ci scusiamo con le famiglie per i disagi che hanno dovuto subire i bambini, che purtroppo non sono dipesi dalla nostra volontà. Riteniamo che dalla prossima settimana non dovrebbero più esserci problemi».

Quattro giorni di dolcezza dal 2 al 5 febbraio, nel centro storico cittadino: la festa del cioccolato fa tappa a Castellammare con un appuntamento “delizioso” che prevede stand, laboratori, degustazioni e musica. Nelle zone pedonali di corso Mattarella e corso Garibaldi, dal mattino a tarda sera, precisamente dalle 10 alle 24, sarà di scena l’alta pasticceria legata esclusivamente al cioccolato con maestri cioccolatieri italiani che proporranno le loro specialità. Quindi musica, canto, spettacoli per bambini e cabaret. Per i golosi saranno quattro giorni di piacere per il palato perché il cioccolato potrà essere gustato in varie combinazioni e forme, negli stand appositamente allestiti.

 «Abbiamo programmato manifestazioni ed attività che richiamano visitatori in questo periodo invernale- affermano il sindaco Nicolò Coppola ed il vicesindaco ed assessore alla Cultura, Salvo Bologna-. La nostra proposta periodica di manifestazioni di livello ci consente di captare l’attenzione di tanti cittadini che, come già avvenuto con le attività ed i mercati di Natale, sono invogliati a raggiungere le nostre zone pedonali in centro storico, anche per una semplice passeggiata ed uno sguardo a quanto da noi proposto: stand e prodotti di qualità in vendita, fantasia ed originalità degli eventi proposti creano un’attrazione che ci consente di destagionalizzare così da rendere più vivo il centro storico cittadino non solo nel periodo estivo, con la collaborazione sempre attenta delle attività commerciali. Leghiamo inoltre le attività alla solidarietà ed alla didattica con laboratori nelle scuole sulla lavorazione del cioccolato».

 Al mattino ci saranno laboratori didattici per i bambini delle scuole sulla lavorazione, conservazione del cioccolato e la sua scultura che è una vera e propria arte. Ce ne sarà per tutti i sensi e la fantasia dei maestri cioccolatieri si sbizzarrirà con creazioni da ammirare, poiché saranno realizzate delle vere e proprie sculture di cioccolato, ma soprattutto specialità da assaporare perché realizzate con materie prime di alta qualità e proposte con combinazioni originali. Sarà anche realizzata una scultura in cioccolato raffigurante un simbolo della città che sarà messa all’asta e il ricavato sarà devoluto ad un’associazione di beneficenza. Gli stand resteranno aperti dalle 10 alle 24. Per quanto riguarda gli spettacoli giovedì 2 febbraio apertura degli stand e delle manifestazioni. La sera del 3 febbraio il direttore artistico Giuseppe Senia ha organizzato uno spettacolo di animazione con Agata Leale e le sue bolle di sapone, sabato 4 febbraio, dalle ore 18, musica cubana con il gruppo “Nessun tributo”. Domenica 5 febbraio la manifestazione sarà chiusa dal duo “Io e l’altro” con cabaret e musica.

Avviata la stagione artistica invernale al teatro Apollo Anton Rocco Guadagno. Il cartellone della stagione teatrale 2017 prevede dieci appuntamenti iniziati l’otto gennaio e che si concluderanno il 9 aprile. Gli spettacoli saranno la domenica pomeriggio e l’orario è fissato alle 18,15 tranne l’ultimo appuntamento di marzo e i due di aprile che cominceranno alle 19, in considerazione del cambio dell'ora legale. Per il quarto anno la stagione di prosa è organizzata dalla Proloco in collaborazione con il Comune e la direzione artistica è affidata ad Antonio Enea. Per tutti gli appuntamenti è previsto un abbonamento del costo di 70 euro. «Quella con la Pro Loco è una collaborazione che va avanti da tempo, che migliora di anno in anno con un’offerta sempre di qualità -affermano il sindaco Nicolò Coppola e l’assessore alla Cultura Salvo Bologna- e che anche quest’anno prevede appuntamenti di varia natura per tutte le fasce d’età e per tutti i gusti, dagli spettacoli musicali a quelli comici ed impegnati, nonché alcune novità. Invitiamo tutti i cittadini a partecipare agli spettacoli che rappresentano certamente un arricchimento culturale».

Ad aprire la stagione artistica è stato lo spettacolo di Giuditta Sin che ha avuto notevole successo e il direttore artistico Antonio Enea spiega che «la novità di quest'anno è proprio lo spettacolo Regina Noctis con performer internazionali di burlesque e momenti di poesia. Dopo l’apertura della stagione con la splendida Giuditta Sin, sono previsti  due spettacoli musicali, uno dedicato alle canzoni degli anni venti e trenta del novecento dal titolo “Parlami d'amore Mariù” realizzato dell'ormai irrinunciabile associazione Arco e del camaleontico Giacomo Frazzitta, l'altro un omaggio a Pino Daniele portato in scena dai musicanti di Gregorio Caimi».  «Ci saranno poi tre appuntamenti che parleranno della lingua siciliana, del napoletano e  romano: il primo è il 15  gennaio e s’intitola “l'Italia e la Sicilia dei nostri nonni” di e con Gaetano Basile accompagnato dai musicisti Mandreucci e Vella -spiega ancora il direttore artistico Antonio Enea-. Il 5 febbraio sarà la volta del romano Trilussa in una lettura delle poesie a cura di Vanessa Gravina ed Edoardo Siravo, accompagnati dalla voce di Maria Polizzi ed il piano del maestro Bartolone, guidati dalla sapiente regia di Mariaelena Masetti Zannini, che abbiamo avuto modo di apprezzare quest’estate a Castellammare con il suo splendido ed apprezzato lavoro “Eroideide”. I tre appuntamenti si chiudono il 26 marzo con “Napule è na parola” di Marco Simeoli. Due gli appuntamenti con il teatro comico: il 12 marzo lo spettacolo “Noi diviso due” con Moschella e Mulè con la regia di Ernesto Maria Ponte, produzione Agricantur, ed il 9 aprile con la commedia della Filodrammatica del Golfo. Infine -conclude Antonio Enea- i due spettacoli più impegnati: il 5 marzo “Novembre” di Flaubert a cura del teatro Gamma di Catania che arriva per la prima volta in Italia dopo più di 50 repliche a Parigi e il 2 aprile appuntamento con Luigi Lo Cascio che porterà in scena “Il sole e gli sguardi” spettacolo sulla poesia di Pier Paolo Pasolini. 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI