Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 31 Ottobre 2020

Finalmente un docufilm su…

Ott 30, 2020 Hits:101 Crotone

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:1127 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1599 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1116 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1820 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2582 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2081 Crotone

Emanuele Spataro, il contadino-tenore

emanuele spataro 2

In attesa di conoscere il verdetto definitivo della giuria del concorso internazionale “Ibla Grand Prize”, restano le storie degli artisti e il loro talento. E quest’anno una delle storie che ha più affascinato il pubblico della manifestazione è stata quella di Emanuele Spataro, 55 anni, di Ragusa. Lui si autodefinisce coltivatore diretto. E’ il classico “massaro” delle nostre campagne intessute dai bianchi muretti a secco degli altipiani iblei. La sua dote segreta è il canto. Emanuele Spataro è infatti un ottimo tenore. Con la sua potente voce, ma anche con la sua grande umiltà, ha strabiliato il pubblico di “Ibla Grand Prize” e fatto breccia tra i giurati. Al concorso internazionale promosso dalla Ibla Foundation con il patrocinio del Comune di Ragusa, ha presentato alcune delle canzoni più note della lirica italiana. Si è esibito accompagnato dal maestro Giorgio Adamo che è anche il direttore del coro En Armonia dove Spataro ha iniziato a cantare scoprendo le sue doti. Non ha mai studiato canto ma fin da giovane ha sapeva di avere una voce talentuosa che soltanto adesso ha deciso di “mostrare” al pubblico anche se nel coro ha già svolto qualche parte da solista. “Ma era la prima volta in un concorso internazionale – spiega Spataro – Sono molto timido e naturalmente all’inizio c’era un po’ di imbarazzo. Nel corso delle varie esibizioni ad Ibla Grand Prize, questo imbarazzo si è trasformato in una maggiore sicurezza anche sul palco. Sono molto felice per il fatto che abbia trovato il buon riscontro da parte del pubblico. Per me è già una vittoria essere arrivato a salire sul palco e a cantare davanti ad un pubblico così numeroso e dinnanzi alla preparatissima giuria internazionale”. Ma qual è la giornata tipo di Emanuele Spataro? “Mi alzo la mattina presto e vado in campagna, accudisco gli animali, mungiamo insieme ai miei familiari le mucche, lavoro nei campi. Solitamente non canto durante il giorno ma se qualcuno me lo chiede, sono ben felice di intonare qualcosa. Ho svolto delle parti da solista nel coro En Armonia, diretto dal maestro Adamo che mi ha preparato e accompagnato al pianoforte in questa avventura di Ibla Grand Prize”.

 

 

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI