Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 19 Giugno 2019

Lunedì 27 maggio, alle ore 18,30, presso i locali della biblioteca “Pier Giorgio Frassati” della Fondazione D’Ettoris, in via Ducarne, 43 a Crotone, sarà presentato il nuovo libro di Mario Decima "Quando il mito è donna” pubblicato da D’Ettoris Editori. Dopo i saluti dell’assessore ai Beni Culturali del Comune di Crotone, Valentina Galdieri, introduce Eleonora Costa, collaboratrice D’Ettoris Editori. Interviene lo scrittore crotonese, Elio Cortese. Saranno presenti l’autore e l’editore.

Cinque racconti, cinque donne affascinanti che con la loro personalità e la loro audacia travolgono il lettore e lo conducono in un viaggio, tutto al femminile, tra mito e realtà. Leggende e fatti realmente accaduti diventano per l’autore incipit ideale per tessere con maestria storie dal sapore antico in cui, sullo sfondo di una Calabria dalla bellezza senza tempo, la donna è protagonista indiscussa. Un testo prezioso che conquisterà con le sue suggestive descrizioni e i colpi di scena anche i lettori più esigenti.

Mario Decima (Crotone 1951), architetto e professore di Costruzioni fino al 2010, ha esordito come scrittore nel 2011 con il racconto I due diavoletti, premiato al Concorso Letterario “Parole Colorate 2012”, Polla città del libro (SA). Seguono Il trionfo dei due diavoletti (2013), Mi chiamerò Francesco (2015) e Il fascino dei miti (2017). Due racconti brevi dal titolo Il fanciullo e il mare e Venivano dall’Africa hanno partecipato rispettivamente alla I Edizione del Premio Letterario di Narrativa e poesia “Il mare sopra, sotto, comunque”, Città di Lodi (2012), e alla III Edizione del Premio letterario “Un mare da leggere”, Gioia Tauro (2014) e sono stati inseriti in due antologie.

Domani, venerdì 24 maggio, alle ore 18,30, presso il Salone dell'Arcivescovado di Crotone, organizzato da Alleanza Cattolica e D’Ettoris Editori, si terrà l’incontro dal titolo “Quale futuro per l’Italia”. Per l’occasione sarà presentato il libro di Paolo Martinucci "Per Dio e per la Patria. Profili di contro-rivoluzionari fra Settecento e Ottocento" pubblicato da D’Ettoris Editori. Dopo i saluti di Antonio D’Ettoris, direttore editoriale della D’Ettoris Editori, presenta Ernesto Nudo, responsabile provinciale di Alleanza Cattolica, interviene Marco Invernizzi, reggente nazionale di Alleanza Cattolica.

Due icone simbolo di popoli lontani, ma che saranno per sempre uniti nella fede. La Madonna di Capocolonna è quella di Czestochowa, dopo la cerimonia ufficiale, viaggeranno accanto, nella storia. Le effigi delle “Madonne nere”, adesso sono posizionate a distanza di qualche metro nella Basilica Cattedrale di Crotone. A benedire l’icona della Vergine polacca, tanto cara a Giovanni Paolo II, è stato nei giorni scorsi il Cardinale Menichelli, mentre la suggestiva cerimonia per la posa è stata presieduta dall’Arcivescovo Metropolita di Reggio Calabria-Bova, S.E. Mons. Giuseppe Fiorini Morosini, accolto da tutto il Clero crotonese. Dopo la Santa messa, l’icona della Vergine di Czestochowa è stata posizionata nella navata destra della Basilica Cattedrale, adiacente alla Cappella della Madonna di Capocolonna. Un evento che rafforza il gemellaggio tra i Santuari di Capocolonna e quello polacco, nato in occasione della realizzazione dei nuovi diademi per la Vergine polacca creati dal maestro orafo Michele Affidato su incarico dei Padri Paolini di Jasna Gora. La consegna della preziosa Icona è avvenuta un anno fa per mano dell’Arcivescovo Metropolita di Czestochowa Mons. Depo Waclaw nel Santuario di Jasna Gòra all’orafo Michele Affidato. Una copia fedele dell’icona della Madonna Polacca donata  alla Chiesa Crotonese “come segno di amicizia tra i Popoli” e gratitudine per il gemellaggio e per quanto realizzato da Affidato per la Madonna di Czestochowa.

I Padri Paolini erano presenti anche ieri alla cerimonia, per vivere insieme alla Chiesa crotonese un momento di unione e condivisione, vedere le due icone così vicine è stata un’emozione straordinaria per tutti, un momento che segna per sempre il percorso di entrambe le comunità. Insieme al Vescovo Morosini la cerimonia è stata concelebrata anche da Padre Abraham Kavalakatt “Ufficiale del Dicastero della comunicazione per la Santa Sede”, invitato da Michele Affidato che presenterà anche a Crotone il libro "Vie Meravigliose di Dio", considerato un vero e proprio best seller della letteratura cattolica degli ultimi anni. Con la cerimonia di ieri il gemellaggio tra i Santuari di Capocolonna e quello polacco è ancora più saldo e tra un anno circa vivrà un altro momento molto importante. Sarà la Chiesa crotonese, infatti, a donare a quella di Jasna Gòra un’icona della Madonna di Capocolonna, che verrà posizionata in uno dei Santuari più visitati al mondo. Erano presenti alla cerimonia numerose autorità civili, militari ed ecclesiastiche.

 

Nella Basilica Cattedrale di Crotone, alla presenza di S. Ecc.za Mons. Domenico Graziani Vescovo di Crotone, del Clero della Diocesi e tutte le massime autorità, il Cardinale Edoardo Menichelli  ha presieduto la Santa Messa Pontificale durante la quale è stata benedetta  l’Effige della Madonna di Częstochowa, donata l’anno scorso alla Chiesa crotonese dai Padri Paolini di Jasna Gora a sugello del gemellaggio tra il Santuario della Madonna di Capocolonna e quella polacca. La consegna della preziosa Icona è avvenuta un anno fa per mano dell’Arcivescovo Metropolita di Czestochowa Mons. Depo Waclaw nel Santuario di Jasna Gòra al maestro orafo Michele Affidato. Una copia fedele dell’icona della Madonna Polacca donata  alla Chiesa Crotonese “come segno di amicizia tra i Popoli” e gratitudine per il gemellaggio e per quanto realizzato da Affidato per la Madonna di Czestochowa. L’Effige della Vergine tanto cara a Giovanni Paolo II, per la quale il maestro ha anche realizzato una particolare lavorazione intorno alla cornice fedele a quella originaria di Czestochova, il prossimo venerdì 17 Maggio, subito dopo la Santa Messa delle ore 18.30, officiata dall’Arcivescovo di Reggio Calabria S.E. Mons. Giuseppe Fiorini Morosini, verrà posizionata nella navata destra della Basilica Cattedrale adiacente alla Cappella della Madonna di Capocolonna. Sarà il simbolo di ponte per due popoli lontani ma uniti nella fede e che potrà aprire le porte del turismo religioso. Inoltre, in occasione del 500esimo anniversario del ritrovamento della Tela della Madonna di Capocolonna, Michele Affidato ha ricevuto dal Capitolo Cattedrale di Crotone anche il compito di realizzare i vasi che conterranno gli Oli Sacri, che domenica 12 maggio, sono stati benedetti presso la Cattedrale di Crotone dal Cardinale Menichelli. I Vasi sono stati realizzati nel laboratorio del Maestro orafo interamente in argento e conterranno “Oleum Catechumenorum”, “Sacrum Chrisma” e “Oleum Infirmorum”, ovvero  crisma, l'olio dei catecumeni e l'olio degli infermi. Nei tre vasi che evidenziano una particolare lavorazione a rilievo, è stata inserita la raffigurazione della Madonna di Capocolonna e lo stemma della Basilica Cattedrale. Opere di arte sacra che faranno parte del patrimonio della Diocesi crotonese.

Termina con una sconfitta interna la stagione della Pallamano Crotone. L’Amatori Terranova è stata più brava e più forte dei rossoblù ed ha portato a casa una vittoria meritata. Troppo scarichi i padroni di casa che nelle ultime tre di campionato hanno letteralmente mollato. Finale di stagione difficilissimo dal punto di vista mentale per i rossoblù che non avendo più niente da chiedere al proprio campionato non hanno trovato, in un potenziale quarto posto da raggiungere, lo stimolo giusto per vincere le partite. Un passo indietro dal punto di vista del carattere che neanche il derby contro il Terranova è riuscito a smuovere. Ne è venuta fuori una partita a senso unico con il Crotone in campo quasi per onor di firma ed un Terranova letteralmente più affamato che fin da subito ha preso in mano le redini della partita. Andamento chiaro fin dalle prime battute perciò la partita è durata pochi minuti dopo di che il tecnico Stefano Liviera, in panchina perché Antonio Cusato ha scontato la sua squalifica, ha deciso di schierare praticamente la formazione Under 17 ed in campo il capitano Daniele Gentile a lottare e fare da chioccia ai tanti giovani che hanno mostrato tanto bisogno di crescere. Una partita che non sarà certo ricordata e che archivia nel peggiore dei modi una stagione che è stata a tratti esaltante che ha regalato grandi soddisfazioni e che da conferme importanti. Sono state due la caratteristiche negative mostrate dalla Pallamano Crotone in questa stagione: la fragilità casalinga e la metamorfosi fra primo e secondo tempo. Paradossalmente a quanto succede nella pallamano il Crotone non è riuscito a sfruttare il fattore campo, anzi lo ha subito visto che ha conquistato più punti lontano dalle mura amiche che al Palakro. In tante partite inoltre la squadra ha dimostrato di non sapere dosare le energie fisiche e mentali. Rimasta nell’incontro nella prima frazione di gioco, molto, troppo spesso al rientro in campo dopo l’intervallo non è riuscita a ritrovare il passo, a bissare la buona prestazione del primo tempo. Le partite però durano sessanta minuti e questa cosa la Pallamano Crotone l’ha pagata amaramente.

Sabato i tanti giovani del vivaio hanno fatto vedere buone cose, ma è anche emerso che hanno bisogno di crescere e lavorare tanto perché non sono ancora del tutto pronti per affrontare una campionato di serie B e giocarlo da protagonisti.

 

Pallamano Crotone – Amatori Terranova: 8 - 25   (risultato pt: 3 - 11)

 

PALLAMANO CROTONE: Lo Guarro, Galluccio, Gerace, Calabrese, Lucente M., Gentile, Foresta, Berlingeri, Perri, De Cicco, Cosentino, Lucente L., Giaquinta, Caristo, Pisano. All.: Liviera.

 

AMATORI TERRANOVA: Rimoli, Scirrotta, Giordano, Perrone, Di Marco, La Fortuna G., La Fortuna F., Mauro, Cassetti, Torano, Pugliese, Maiolino, Campiglia, Storino. All.: Porco.

 

ARBITRI: Lo Russo e Fasano

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI