Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 30 Maggio 2024

Max Biaggi è ricoverato in gravi condizioni

Max Biaggi è ricoverato in gravi condizioni all'ospedale San Camillo di Roma dopo un incidente in moto avuto sulla pista del Sagittario, a Latina. Biaggi è stato soccorso dal 118 e trasportato in eliambulanza a Roma.

In mattinata erano previste le prove per gli internazionali di Supermoto previsto per l'11 giugno.

Trasportato con l'elicottero Pegaso 44 all'ospedale San camillo di Roma. Secondo alcune indiscrezioni, riportate dal Messaggero.it le sue condizioni sarebbero gravi. Il pilota infatti sarebbe stato trasportato in ospedale in codice rosso con un trauma toracico e spinale. Il pilota sarebbe cosciente, vigile e orientato e non è in pericolo di vita.

Biaggi, a quanto apprende l'Agi, è vigile e orientato, e lamenta un forte dolore intercostale. Ora i sanitari stanno procedendo con gli accertamenti diagnostici del caso, a partire dalla Tac, ma da quanto filtra le condizioni del pilota romano non sarebbero gravi

Quattro volte campione del mondo nella classe 250 (consecutivamente dal 1994 al 1997) e due volte campione mondiale Superbike (2010 e 2012). Ha il primato assoluto di titoli conquistati nella 250 ed è stato il primo italiano a trionfare in questa categoria.

Nel novembre del 2012 ha lasciato l'attività agonistica. E nel 2013 diventa commentatore per le gare di Superbike su Mediaset. Nel 2015 torna ancora in sella come collaudatore del Team Aprilia Racing. E sempre nel 2015 torna a competere nel mondiale Superbike arrivando sul podio nella gara in Malesia. Nel 2016 diventa team manager del Max Racing Team che corre nel campionato italiano velocità Moto3.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI