Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 30 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:1114 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1593 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1110 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1814 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2574 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2074 Crotone

Come per la luna il sole: intervista a Manuela Stangoni

Abbiamo incontrato Manuela Stangoni per parlare con Lei delle sue parole del suo libro “COME PER LA LUNA IL SOLE” in esclusiva per il CDS

Frugandomi dentro, scrutando le varie parti, osservavo un'esistenza trascorsa sui libri di scuola; e a ragion veduta, compresi che non mi sarebbe stato possibile avere una vita felice senza l'amore. Riguardo alla saggezza attraverso il quale regolarlo, avevo ben diciannove anni di riflessioni e attese. Adesso sentivo il mio sangue ribollire dal desiderio di farmi travolgere dalla vita con passione ostinata e gioia indomabile, dalla necessità di sradicare quel peso mortale che non mi faceva vivere.

Avvertivo la bramosia di cercare, tra le pieghe della mia anima e nei meandri più reconditi del mio cuore, quell'armonia intrinseca e invisibile: l'amore.
E per farlo, ero pronta a scavare nei luoghi più oscuri del mio essere: stanarlo e permettergli di riemergere.
Avrei sciolto i ghiacci che incastonavano come dentro un'ametista il mio cuore; cosicché il mio pragmatismo, fosse riuscito a lasciare il posto ad azioni dettate dall'animo.Il mio tempo era giunto. Nulla sarebbe stato in grado di fermarmi.Per questo partii; per smetterla di esistere.
Dopo sei anni sarei tornata nell'unico luogo dove mi ero sentita viva: Badesi.
E avrei cercato l'unica persona che mi aveva fatto percepire come un essere completo: Leonardo.
Quanti ricordi si riaffacciarono alla mia mente durante il viaggio, che, sembrò interminabile.

Leggendo questo piccolo testo del libro mi e venuta la curiosità di chiederti di piu su di te Manuela :

1 ) Parlami di te,  come sei diventata scrittrice

Leggere e scrivere sono stati i verbi che ho imparato dopo Essere e Avere, ma in effetti per quanto riguarda la stesura del mio primo romanzo “COME PER LA LUNA IL SOLE” ho dovuto attendere un po’ di anni; e in effetti è nato per caso, e in seguito a un’esigenza familiare.

2) come nasce la tua idea    

L’idea di questo romanzo nasce in seguito ad un’esigenza familiare, nello specifico di mia figlia Aurora che, stava entrando nel difficile periodo dell’adolescenza e volevo trasmetterle dei valori. Dopo i primi dialoghi che avvertivo cadere nella noia ho pensato a una strada alternativa. Così è nata Luna: la protagonista di “Come per la luna il sole” e del seguito “Come ombra all’imbrunire”.

In pratica ho fatto dire a Luna tutto quello che volevo comunicare e trasmettere ad Aurora.

Ma oltre a lei, ho anche un figlio più piccolo, Andrea, e quindi anche per lui questo romanzo è stato didattico.

Lo hanno vissuto con me, parola dopo parola, riga dopo riga. Mentre loro facevano i compiti io gli ero accanto, insieme a Luna e le sue vicissitudini. Perché la sua storia è paragonabile a quella di molte vite reali: ardua, dolorosa, complicata; ma lei non molla. Luna attende, e questa attesa la forma e la rafforza, e quando è finalmente pronta, affronta la vita in modo fiero e vigoroso: senza paura.

Per rendere questo romanzo il più appetibile possibile a un adolescente, l’ho condito con l'amore e il sentimento, poi, ho cercato di renderlo veloce creando situazioni che lo facessero diventare un vero page turner: per questo al rosa ho affiancato anche un po’ di giallo e di imprevisti. Per dare l’impronta didattica invece ho posto all’inizio una breve riflessione sul senso della vita e altre nascoste tra i dialoghi… Luna è molto meditativa, ed è proprio attraverso questa sua peculiarità che ho avuto la possibilità di enunciare quanto mi ero preposta di elargire ai miei figli e a questo punto a chi si appresterà a leggermi.

Sia nel primo sia nel secondo romanzo Luna oltre a portarci a riflettere, ci accompagna in posti meravigliosi come la Sardegna, Genova e anche il Sud Dakota. E lo fa mettendo in gioco tutta se stessa. Perché la vita è cadere, viverla, è rialzarsi.

3 ) Come mai  ti e venuto in mente questa frase : A ognuno di noi in questo mondo è dato vivere...

Desideravo che chi si fosse apprestato ad acquistare il libro potesse capire sin dalla prima pagina che non si sarebbe trovato a leggere un romanzo “passatempo”… bensì, chi lo aveva scritto aspirava a trasmettere un concetto più profondo.

Lavoro da trent’anni in una terapia intensiva e il valore della vita l’ho imparato da subito accudendo i miei pazienti. Per me vivere è un concetto molto più ampio che non corrisponde al solo semplice atto del trascorrere del tempo. È il mettersi in gioco con tutti noi stessi. Da qui, la frase che segue; composta nella fattispecie, in un pomeriggio in ospedale, ma vista e rivista più volte, alla ricerca delle parole più appropriate per descrivere ciò che intendo per vita.

Quella vita che va vissuta appieno: senza paura.

4  ) i progetti nel futuro ? 

Dopo il sequel “Come ombra all’imbrunire” ho cambiato genere.
Ho un figlio maschio che mi ha chiesto di scrivere una storia per lui: dinamica e avventurosa. Sono già a buon punto ma ho ancora un po’ di lavoro da fare. Si tratta di un distopico dove amore, coraggio, solidarietà e amicizia combattono contro una società in cui il desiderio di potere è tale da eliminare ogni forma di integrità morale.
Un altro progetto letterario del quale ho già tratteggiato i primi tasselli parla di resilienza. L’unico mio problema è il tempo. Avrei bisogno di giornate di 48 ore per poter fare tutto ciò che mi prefiggo

SINOSSI

Luna nasce e cresce a Genova, ma trascorre ogni estate a Badesi (Sardegna), dove, una tenera passione la lega a Leonardo. Questa si rinnova anni dopo, ma le premesse sono di tutt'altro genere: Leonardo è impegnato con un’altra ragazza, Luna diventa preda delle attenzioni di uno sconosciuto, e in questo scompiglio fa il suo ingresso Gianni, amico d’infanzia di Luna. Ci vorrà tempo e determinazione da parte di ognuno di loro, per mettere un po’ d’ordine nelle loro vite. Per farlo, dovranno affrontare quel dolore taciuto: fatto di sogni infranti, perdite inconsolabili, lontananza forzata. Per tramutarlo in desiderio di rinascita e desiderio di vivere. Gli odori e i colori di Badesi sono le spezie.  

L’AUTORE

Manuela Stangoni è nata a Genova nel 1968. Vive a Mignanego con i suoi due figli Aurora e Andrea, e due gatti, Noah e Lea. È un’infermiera e lavora presso la Terapia Intensiva del Centro Grandi Ustionati dell’Ospedale Villa Scassi di Genova.
“Come per la luna il sole” è il suo esordio; ma che vede al momento la sua seconda edizione. Lo ha scritto per dire a suo padre quanto ama la terra in cui è nato, e per dire ai suoi figli: “Cammina, corri, inciampa e cadi… ma rialzati sempre.”
Nel 2017 la Casa Editrice Lettere Animate, le ha pubblicato la prima edizione di "COME PER LA LUNA IL SOLE" e il sequel "COME OMBRA ALL'IMBRUNIRE" nel 2019.
Entrambe le opere hanno un'impronta didattica e di formazione che l'autrice, per rendere facilmente leggibile a un pubblico che comprendesse anche i più giovani, ha vivacizzato con tinte di giallo, rosa, un po' di antropologia sarda, tanta riflessione, ironia e risate.
A ognuno di noi in questo mondo è dato vivere.
Spesso, però, si sopravvive; o per lo più, semplicemente, si esiste.

La vita è buio spettrale o luce abbacinante,
feroce carnefice o mite medicamento.
Ti sputa addosso: ostile, deforme, arcigna;
poi, si veste di fresco e ti alita contro una gioia quieta.
Ti spia in silenzio, e in silenzio attende;
un fremito o un'inquietudine le dirà che sei pronto a viverla,
affinché non resti solo un sogno ciò che può e potremmo essere.
L'azzardo è l'essenza del vivere, l'inciampo la sua vertigine;
col tempo, s'impara a rimettersi in piedi, sempre più in fretta.
La vita è cadere..viverla è rialzarsi.


Grazie a tutti per il tempo che mi avete dedicato

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI