Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 21 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:777 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1444 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:969 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1671 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2424 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1937 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1926 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1879 Crotone

La Capitanata alla Giornata dell’Agricoltura italiana ad Expo

E’ stata una giornata di festa, di colori, di sapori, di riscatto, di gioia. Da sempre la Coldiretti riesce a coniugare in un solo momento tutto ciò. E la Capitanata non poteva mancare all’appello, una nutrita delegazione che ha dato vita alla giornata dell’Agricoltura Italiana ha vissuto un momento indimenticabile. L’annuncio di Renzi dell’abolizione dell’imu agricola e dell’irap, a partire dal 2016, accolto con grande soddisfazione e non già per il risparmio che si determina, quanto per la consapevolezza che l’agricoltura torna al centro delle attenzioni del paese. L’istituzione del registro unico dei controlli poi dovrebbe, sempre a partire da gennaio 2016, completare il quadro e dare lo start –up allo snellimento delle procedure che in termini di risvolti burocratici ha sino qui appesantito il quotidiano delle imprese agricole e della stessa organizzazione che svolge un ruolo di cerniera tra mondo agricolo e le istituzioni. E poi la grande sottolineatura del premier alla capacità che Coldiretti ha espresso in termini di protesta/proposta, siamo l’unica Organizzazione che ha saputo soffrire per il bene del paese e soprattutto lo ha saputo trasferire alla propria base associata, ma siamo l’unica che ha saputo contribuire al rilancio con una serie di proposte che hanno trovato il consenso, perché eque, perché misurate, perché frutto della capacità del saper agire.

Nel corso dell’intervento il Presidente Nazionale di Coldiretti Moncalvo ha anche consegnato un ulteriore documento di proposte per il sud del paese, che merita risposte proprio in ragione di una capacità di crescita che sta facendo registrare. Basta osservare l’incremento occupazionale dell’11% rispetto al 5 della media nazionale. Sono segnali più che incoraggianti e quindi la piattaforma sarà e dovrà essere oggetto di ulteriori attenzioni da parte del Governo. Questi temi naturalmente individuano nella Puglia ed in particolare in Capitanata i territori trainanti per gli attuali accenni di crescita e per quelli che potranno esserci, afferma Giuseppe De Filippo, Presidente di Coldiretti di Foggia. L’agricoltura di Capitanata è infatti tra le più vive del paese, non a caso è la prima provincia d’Italia per Sau(superficie agricola utilizzata), circa 500.000 ettari, ed è pronta a candidarsi per guidare un riscatto economico del settore ed anche sociale, considerato che l’agricoltura è il volano dell’economia dei nostri territori. Le novità annunciate nell’assemblea di ieri contribuiscono in maniera marcata a rideterminare la competitività. Se sino ad oggi in qualche maniera le imprese agricole hanno tenuto , con questi alleggerimenti fiscali e burocratici, aumentano le chances di competizione sui mercati e scatta l’orgoglio di chi ha saputo soffrire ed aspettare, un giusto mix per riscattare i momenti bui del settore, quasi sempre bistrattato e che solo da un decennio a questa parte sta ritornando al centro delle attenzioni. La parola d’ordine quindi, conclude De Filippo, è di non mollare.

Su questa scia aggiunge Michele Errico, direttore di Coldiretti di Capitanata, è il caso di sottolineare ancora una volta che i provvedimenti in adozione segnano una svolta epocale, possiamo sicuramente affermare che i valori che il mondo agricolo ha saputo da sempre esprimere ed indicare, vengono finalmente premiati a riconoscimento di un ruolo che non è solo primario nei trattati e nei regolamenti, è primario per il paese.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI