Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 22 Luglio 2024

Isola Summer 2024, ecco g…

Lug 05, 2024 Hits:491 Crotone

Premio Pino D'Ettoris: al…

Lug 01, 2024 Hits:563 Crotone

San Giuda Taddeo presenta…

Mag 27, 2024 Hits:1080 Crotone

Al Salone del libro Loren…

Mag 15, 2024 Hits:1771 Crotone

L'Istituto Ciliberto-Luci…

Mag 14, 2024 Hits:1084 Crotone

Le opere di Bach: gli eff…

Mag 02, 2024 Hits:1247 Crotone

In città l'ultima tappa d…

Apr 30, 2024 Hits:1286 Crotone

Convegno Nazionale per la…

Apr 23, 2024 Hits:1491 Crotone

L’Istituto Duca degli Abruzzi di Catania ospiterà il Museo del Mare

Una intera duratura e la piena valorizzazione delle testimonianze del mare alle pendici dell’Etna. E’ stata firmata mercoledì, presso i locali dell’istituto superiore del viale Artale D’Alagona a Catania, il protocollo d’intera tra la dirigente della scuola “Duca degli Abruzzi” Brigida Morsellino e il presidente dell’associazione “Santa Maria di Ognina” l’ingegnere Salvatore Grasso. Una convenzione che consentirà all’istituto di diventare la nuova “location” del Museo del Mare contribuendo così alla valorizzazione e allo sviluppo di tutte quelle testimonianze del passato che hanno caratterizzato il borgo marinaro etneo e non solo. “ Si tratta di un valore aggiunto e di un’ eccellenza per la città di Catania- afferma la dott.ssa Morsellino- quale migliore luogo se non la scuola che forma i giovani professionisti del domani? Cimeli storici della pesca che saranno perfettamente visibili a chiunque voglia osservare e studiare le radici storiche di Ognina e del capoluogo etneo. Speriamo che- continua la dirigente- il nostro esempio sia contagioso e coinvolga anche gli altri comuni costieri siciliani”. Cultura vera che nasce dal popolo e che passa attraverso le donazioni spontanee di tutti quei pescatori che hanno voluto mantenere vivo il ricordo di un mestiere che si tramanda di padre in figlio da generazioni. “ Vogliamo gettare le basi per un progetto che coinvolga anche gli altri paesi che si affacciano sul Mediterraneo- spiega l’ingegnere Salvatore Grasso- scambiare esperienze e valori serve ad abbattere gli ostacoli e le differenze che generano odio ed incomprensioni. La cultura come veicolo di pace va sviluppata attraverso le giovani generazioni. La scuola,in questo contesto, diventa il punto focale dove si costruisce il futuro di interi popoli”. La struttura sarà operativa e fruibile per tutti i visitatori attraverso un ingresso esterno specifico. Una nuova casa che prende il posto del vecchio museo di Ognina chiuso nel 2012.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI