Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 14 Luglio 2024

AMA Calabria, Standing ovation per Mariangela D’Abbraccio e Daniele Pecci

Sublime. Non esiste un termine più adatto che possa dare un senso a una serata in cui il Teatro, quello vero, si è palesato in tutte le sue forme. L’arte della recitazione esaltata all’ennesima potenza. Tutto questo è stato ‘Un tram che si chiama desiderio’ con Mariangela D’Abbraccio e Daniele Pecci che, alla stessa maniera di una freccia scagliata con estrema forza e precisione, hanno centrato il cuore degli spettatori con un caleidoscopio di emozioni. Il dramma, andato in scena giovedì scorso al Teatro Comunale di Catanzaro, nell’ambito della stagione teatrale organizzata da AMA Calabria, è stato l’ennesimo diamante incastonato in una preziosa collana.

L’intensità di una storia complessa, vissuta insolitamente in un atto unico, è stata resa alla perfezione dai due attori apparsi baciati sulla fronte da Dioniso. I complessi personaggi di Blanche Du Bois e Stanley Kowalski non potevano trovare una migliore dimensione di quella fornita da Mariangela D’Abbraccio e Daniele Pecci. Accanto a loro Giorgia SalariEros PascaleGiorgio SalesErika Puddu e Diego Migeni, perfetti nell’adattamento curato dalla regia, rispettosa del testo originale, di Pier Luigi Pizzi.

Il rischio di affrontare un capolavoro, dandogli un tocco di modernità, era enorme. La casa di Stanley e sua moglie Stella (Giorgia Salari), sorella di Blanche, è sembrato un girone dell’Inferno dantesco in cui le paure e le ansie conducono la protagonista verso un tragico finale. Mariangela D’Abbraccio ha perfettamente interpretato il ruolo di una donna che, in seguito alle tristi vicende che l’hanno colpita, ha preferito nascondere la realtà con le sue fantasie. Il suo continuo scontro con il cognato, i confronti con la sorella e la sua relazione incompiuta con Mitch (Eros Pascale) fanno apparire Blanche una donna tanto in preda a una crisi di nervi quanto ingenua. A far da contraltare è Stanley, un uomo rozzo e prepotente nei suoi comportamenti, ma anche violento nei confronti della moglie. Personaggio che Pecci si cuce addosso alla perfezione, rendendolo molto attuale e sentito.

Di grande impatto il monologo in cui Blanche racconta alla sorella, con estrema emozione, il momento della scoperta dell’omosessualità del marito. Un momento in cui l’intensità emotiva è aumentata, grazie alla interpretazione di una immensa Mariangela D’Abbraccio che, con le parole conclusive “E allora il faro che s’era acceso sul mondo, si spense di nuovo e mai più per un solo istante da allora, ha brillato una luce tanto più forte di questo mozzicone di sigaretta”, ha tracciato un vuoto interiore determinato da una immagine di donna profondamente colpita dal suicidio del marito.

Il finale lascia l’amaro in bocca, allorquando Blanche si fa portare via da un dottore, a lei sconosciuto, attratta com’è dalla sua gentilezza. Un gesto suggellato da una frase che spiega da sola il fragile stato mentale di Blanche: “Chiunque voi siate, ho sempre confidato nella gentilezza degli estranei”. La mestizia del dramma lascia spazio a un applauso caloroso del pubblico sfociato in una standing ovation. Mariangela D’Abbraccio, Daniele Pecci e l’intera Compagnia hanno scritto l’ennesima pagina importante nel Grande Libro del Teatro Italiano.

Il cartellone della rassegna teatrale catanzarese di AMA Calabria, avrà una variazione. Mercoledì 16 marzo andrà in scena ‘Sulle acque, sui rovi. Storia di San Francesco di Paola’, con Ernesto Orrico e Paolo Napoli, la cui data era stata prevista per il 13 gennaio. Giovedì 31 marzo, sarà la volta di Carlo Buccirosso e ‘La rottamazione di un uomo perbene’, spettacolo che sostituisce il previsto ‘Variazioni enigmatiche’ con Glauco Mauri. Entrambi gli spettacoli si terranno al Teatro Comunale di Catanzaro, con inizio alle ore 21:00.

 

I biglietti di ‘Sulle acque, sui rovi. Storia di San Francesco di Paola’e di ‘La rottamazione di un uomo perbene’potranno essere acquistati presso la biglietteria del Teatro Comunale di Catanzaro, oppure s’invita a consultare il sito www.amaeventi.org, per l’acquisto on line. Per ulteriori informazioni ci si potrà rivolgere alla segreteria al numero telefonico 0968.24850 o contattandoci alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

AMA Calabria si atterrà alle misure disposte dalle autorità nazionali in ordine all’emergenza pandemica consentendo, fino a esaurimento posti, l’ingresso esclusivamente agli spettatori in possesso del Super Green Pass e con l’obbligo di indossare la mascherina FFP2.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI