Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 17 Novembre 2019

Durante il Carnevale le attività commerciali ambulanti lungo il circuito potranno esercitare solo dietro autorizzazione e solo all’interno dei box predisposti dal Comune per uniformare le attività di vendita nella direttrice di marcia delle sfilate carnascialesche.

Il concetto è stato ribadito questa mattina dal sindaco Nino Garozzo e dall’assessore alla Polizia Municipale Nino Sorace nel corso di un colloquio con alcuni operatori commerciali che ritenevano non opportuna tale scelta.

Il sindaco e l’assessore hanno confermato tutti i passaggi sin qui svolti, ricordando che in aree esterne al circuito e prossime allo stesso sarà possibile “montare” bancarelle di altro tipo seguendo le normali procedure di occupazione del suolo pubblico.

Sindaco e assessore hanno inoltre smentito alcune dicerie relative alla diminuzione dei punti vendita lungo il circuito rispetto al numero dello scorso anno: il Comune ha previsto lo stesso numero di punti vendita.

Allo stato attuale sono stati montanti solo gli stand che soddisfano le richieste presentate.

Si svolgerà mercoledì 2 marzo con inizio alle ore 20,30 nel PalaVolcan il “9° Trofeo Nazionale di pattinaggio artistico Carnevale Acese 2011”. L’evento è inserito nel programma del Più Bel Carnevale di Sicilia. Vi prenderanno parte circa 230 atleti provenienti dalla Sicilia e dall Calabria. Ospiti della serata gli 11 volte campioni del mondo coppia artistico Patrick Venerucci - Beatrice Palazzi Rossi, Sara Venerucci - Danilo Decembrini (Campioni del Mondo 2010 specialità coppia artistico), Silvia Marangoni (campionessa del mondo 2010 specialità singolo in line), la nuova coppia danza Anna Remondini -  Alessandro Spigai, i vincitori del trofeo di Hettange 2009 la coppia danza Marco Mondello - Alessandra Basile e Valeria Raccuglia campionessa Europea di Free Jump e Hight Jump.

Lo spettacolo è patrocinato dalla Fondazione del Carnevale, dalla Città di Acireale, dalla Provincia Regionale di Catania e dalla Regione Siciliana.

Dopo il grande Evento Internazionale di pattinaggio artistico svoltosi in estate ad Acireale e Bronte, ritorna nella nostra città questa splendida disciplina che, per la prima volta entra all'interno del PalaVolcan, struttura inaugurata appena 2 anni. Si ringrazia il sindaco di Acireale Nino Garozzo da sempre vicino alle nostre discipline (per questo lo ringraziamo) perché con le dovute rassicurazioni tecniche ha consentito l’ingresso degli sport con i pattini all’interno della preziosa struttura sportiva.

"Il divieto di transito provvisorio ai mezzi pesanti su via Gramsci, misura resasi indispensabile per consentire  la realizzazione dei lavori di riqualificazione dell’importante asse viario, potrebbe diventare definitivo”. Lo annuncia il sindaco di Gravina di Catania Domenico Rapisarda in una nota. “La chiusura temporanea  ai veicoli pesanti – precisa il primo cittadino  – ha dimostrato, dati alla mano, un netto miglioramento della qualità della vita sia per i cittadini gravinesi, sia per le decine di migliaia di automobilisti che ogni giorno la percorrono. Ecco perché l’Amministrazione sta valutando la possibilità di affidare ai propri tecnici, meglio se in sinergia con quelli dei Comuni viciniori, la possibilità di percorsi alternativi alla via Gramsci, per i mezzi pesanti, anche dopo l’ultimazione dei lavori. L’ipotesi  di chiusura permanente – conclude Rapisarda – ci risulta essere molto gradita a tutti i cittadini”.

 

 

Giovedì mattina, presso la sede della direzione generale dell’Asp Catania, il direttore generale Giuseppe Calaciura – alla presenza del direttore sanitario Domenico Barbagallo, del direttore amministrativo Giovanni Puglisi e del direttore dell’Unità Operativa Complessa Affari del Personale Rosa Anna Battiato – ha firmato i contratti per l’immissione in servizio a tempo indeterminato di 22 infermieri, 3 veterinari e un dirigente medico anestesista. «Mi sono rallegrato nel vedere la gioia degli infermieri specializzati che finalmente hanno potuto raggiungere il traguardo della stabilità professionale – ha spiegato Calaciura – queste assunzioni si aggiungono alle precedenti unità professionali assorbite nelle scorse settimane, che consentiranno di coprire posti vacanti nella dotazione organica dell’Azienda. Questi lavoratori, che troveranno collocazione nei presidi ospedalieri della provincia, rappresentano una boccata d’ossigeno per la nostra Azienda. Grazie all’attività politico-amministrativa dell’assessore regionale Massimo Russo, che ha sbloccato diverse graduatorie di concorsi esitati negli anni passati, consentiremo finalmente una stabilità e una serenità ai lavoratori che da tempo prestano servizio all’interno delle nostre strutture».

Il direttore, inoltre, ha annunciato che, proprio in questi giorni, sono stati inviati i telegrammi per il reclutamento di altri 14 infermieri che verranno assorbiti nel mese di marzo. Oltre alle assunzioni di ruolo, sono stati contrattualizzati a tempo determinato anche un medico radiologo, un medico di medicina interna e due ostetriche, che da ieri hanno preso ufficialmente servizio presso l’ospedale di Bronte: «Questo ci consentirà – ha continuato Calaciura – di sopperire alle carenze del personale e di lavorare con serenità, nelle more dell’espletamento delle procedure concorsuali di selezione pubblica o di mobilità».

E’ sacrosanto  e giusto che chi con senso civico e impegno giornaliero si adopera a non conferire i proprio “preziosi” rifiuti alla discarica ma, anche se ancora del tutto precaria,  raccolta differenziata  sia non solo premiato ma nel rispetto della legge  e del buonsenso, deve avere il diritto di pagare minore tassa sui rifiuti. Una raccolta differenziata fatta di contenitori e campane

( messi spesso sopra i più che martoriati marciapiedi)  come ci ha dimostrato la loro breve storia non faranno ovviamente crescere di una sola virgola la quantità di rifiuti differenziati  che verranno raccolti restando, come nostra eterna condanna, agli ultimi posti della classifica nazionale. La stessa legge non lascia alcun dubbio di sorta: la raccolta differenziata deve essere esercitata in modo capillare e prevalentemente con la  tecnica del   “ porta a porta”, oltre all’esplicito obbligo di arrivare entro il 2015 al 65% dei rifiuti complessivi. Questo, come dovrebbero sapere in primo luogo i Sindaci, se non verrà rispettato indurrà l’unione Europea  ad emettere una forte ennesima  multa  nei confronti dei Comuni con il conseguente aumento ( altro che diminuzione) della tassa sui rifiuti a danno di tutti. Dobbiamo pure dire che vi sono degli aspetti della raccolta differenziata che oramai  da tempo non invogliano il cittadino a mettere in pratica la raccolta stessa, ovvero la separazione dei rifiuti e il loro conferimento negli appositi contenitori sta non solo nella quasi totale mancanza di una adeguata informazione ma, soprattutto,  nella  poca fiducia da parte del cittadino sulla fine che faranno i rifiuti differenziati ( carta, lattine, vetro, plastica, umido etc)  ovvero se essi faranno la stessa fine degli altri rifiuti  trasferiti nelle discariche, o se realmente verranno trasformati  in nuovi oggetti o nuovi materiali.

E, purtroppo, su tali ambigui aspetti sia i Comuni che quelle  aziende che si occupano della raccolta differenziata, non hanno dato ad oggi le richieste e dovute garanzie, affinchè tali dubbi fossero definitivamente debellati ridando così fiducia ad ogni cittadino.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI