Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 07 Luglio 2020

Le Colonne d’Oro di Affidato alle Star del grande schermo

Si è conclusa con grande successo la nove giorni del Magna Graecia Film Festival ideato e diretto da Gianvito Casadonte che ha visto sfilare a Catanzaro, numerosi artisti nazionali ed internazionali premiati con il simbolo del Festival, la “Colonna d’Oro” opera realizzata dal maestro orafo Michele Affidato.

A vincere la tredicesima edizione della kermesse è stato “Un posto sicuro", film di Francesco Ghiaccio dedicato alla complessa problematica del lavoro in fabbrica e delle gravi conseguenze per la salute dell’amianto. A ritirare il premio sul palco del Magna Graecia Film Festival c'erano, oltre al regista, i protagonisti Marco d’Amore e Matilde Gioli. La “Colonna d’Oro” alla carriera è andata quest'anno alle star  del cinema hollywoodiano Matt Dillon e Matthew Modine, all'attrice italiana Milena Vukotic ed al maestro Gino Lanzillotta. Tanti altri i big del cinema che hanno ricevuto l'ambita Colonna d'Oro realizzata da Michele Affidato: Colonna d'Oro "Melting pot" a Violante Placido, premio "Box office" ad Andrea Pisani, Eleonora Giovanardi ed a Matilde Gioli, premio Produzione a Manuela Cacciamani, Colonna d'oro per la musica ad Antonio Pascuzzo e ad Eman, premio "Giornalismo" ad Alfonso Samengo, premio "Serie tv" a Marco D'Amore,  premio "Fiction" a Lino Guanciale ed Andrea Bosca, premio "Monica Scattini" ad Ilenia Pastorelli. La serata finale del Magna Graecia Film Festival si è conclusa con la proiezione di “Ridendo e scherzando” in memoria di Ettore Scola. Prima del Magna Graecia Film Festival, Affidato era stato impegnato con il Festival del cinema di Maratea, dove i suoi premi sono stati consegnati, tra gli altri, a Carlo Verdone, al premio Oscar Paolo Sorrentino, a Rocio Munoz Morales, a Maria Sole Tognazzi, a Jo Champa, a Manuela Arcuri, a Claudio Santamaria ed a Primo Reggiani. Non solo cinema ma anche cultura e spettacolo sono gli eventi dove sarà presente l’orafo crotonese. E' sua infatti  la “Torre d’Argento” che si contenderanno all’imminente Premio Letterario Caccuri i tre finalisti: Pierluigi Battista con “Mio padre era fascista”, edito da Mondadori, Edoardo Boncinelli con “Noi siamo cultura” edito da Rizzoli e Gianluigi Nuzzi con “Via Crucis” edito da Chiarelettere. Così come è sua la particolare scultura del  “Pitagora d’Argento” che sarà consegnato ad Al bano Carrisi al Premio Nazionale dell’Accoglienza di Isola Capo Rizzuto, a Fiorella Mannoia e Gianna Nannini al Summer Arena di Soverato e tanti altri artisti. E' un’estate intensa e ricca di eventi per il maestro Affidato, suddivisa tra sfilate, premi da consegnare ed anche premi da ricevere. Sono diverse le associazioni e le amministrazioni locali che intendono, così, riconoscere l'operato di Affidato che con la sua arte orafa rappresenta la Calabria nel mondo. L'orafo crotonese riceverà a Squillace  il “Premio Cassiodoro”, a Catanzaro al Premio Alda Merini gli sarà consegnata la Medaglia della Camera dei Deputati concessa dal Presidente Laura Boldrini, a Gizzeria il “Premio Caposuvero”, ad Aprigliano il “Premio Stelle di Calabria”, a Reggio Calabria il “Premio Simpatia” il cui bellissimo castello aragonese ospiterà anche una sfilata delle sue creazioni dal tema “Percorsi di una storia preziosa - L’Evoluzione del gioiello dall’antica Magna Graecia ai nostri giorni”.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI