Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 12 Novembre 2019

Presentata al Comune di Ragusa la 16^ edizione di Ibla Classica International

Diciassette appuntamenti per una sedicesima stagione concertistica appassionante. Un viaggio speciale tra i sentimenti, guida prediletta la grande musica internazionale e i suoi interpreti più affermati al mondo. Ragusa Ibla danza leggiadra al ritmo di Ibla Classica International, la rassegna diretta da Giovanni Cultrera, con l’organizzazione dell’associazione Agimus, presieduta da Marisa Di Natale, che sceglie ancora una volta il Teatro Donnafugata come casa di accoglienza.

Presentato venerdì al Comune di Ragusa il cartellone di appuntamenti, alla presenza dell’assessore alla Cultura Ciccio Barone, del direttore artistico Cultrera e di Peppe Basile, dell’Agimus di Ragusa.  

Ibla classica international è un evento molto prestigioso per Ragusa – commenta l’assessore Ciccio BaroneApprezzato anche dalla stampa nazionale, è certamente un riflettore importante su tutto il territorio, momento di forte richiamo per gli appassionati locali, ma soprattutto per i tanti turisti. Otto mesi di spettacoli con artisti di fama internazionale – continua – che così potranno apprezzare le nostre bellezze artistiche e concerti di altissima qualità”.

Primo appuntamento in programma domenica 20 ottobre con il Gran Galà della Lirica, tra duetti, terzetti, andrà in scena la tradizione belcantistica e partenopea in compagnia del soprano Manuela Cucuccio, del mezzo soprano Sabrina Messina, del baritono Francesco Verna, accompagnati da Anna Maria Calì al pianoforte. Una data importante, come ha evidenziato il direttore artistico Cultrera: “Abbiamo deciso di inserire il nostro concerto di apertura nel programma di Scale del Gusto, la manifestazione che esalta le ricchezze di Ragusa Ibla, anche per arricchire i due giorni di questa manifestazione di grande interesse – commenta - Diremmo si tratta di un gran gala della lirica in mezzo al gusto. Siamo orgogliosi di presentare la sedicesima edizione che ancora una volta porterà a Ragusa ospiti di fama mondiale. Complessivamente sono 500 i concerti di musica da camera, classica, sinfonica e lirica che abbiamo proposto finora: un successo straordinario”.

Il programma continua il 3 novembre con lo Shéhérazade & Percussio World Mundi. A dicembre ben tre appuntamenti: l’1 con Puccini &Dvorák; il 22 dicembre si festeggia il clima natalizio con l’Opera Galà del soprano Daniela Schillaci, accompagnata al pianoforte dal maestro Gaetano Costa, due amici ormai della rassegna; e il 29 dicembre con l’Opera di scena e il soprano Adriana Iozzia. Il nuovo anno inizia il 5 gennaio con il Gran concerto con l’Orchestra d’archi Ibla Ensemble, ospite gradita della rassegna che vuole premiare le eccellenze del territorio oltre che ospitare artisti di fama. Il 19 gennaio in cartellone i Duetti all’opera con il soprano Marianna Cappellani e il tenore Angelo Villari; mentre 9 febbraio sarà il jazz il protagonista di una serata in compagnia di Rosalba Bentivoglio e il Sicilian Jazz Quartet.

Fino a giugno ancora tanti imperdibili appuntamenti – riprende il direttore artistico Cultrera – che spaziano da un genere all’altro. Il 15 febbraio ad esempio il quintetto “Roll&Swing” ci regalerà una serata all’insegna dello swing, del latin e del jazz”.

Altro attesissimo ritorno sul palcoscenico di Ibla Classica International, l’8 marzo con il baritono Carmelo Corrado Caruso, altra star della rassegna che festeggia quest’anno i 40 anni di carriera, e che, in occasione proprio dell’8 marzo, la festa della donna, farà un concerto dedicato all’universo femminile, in compagnia del mezzo soprano Maria Russo.

Clarinetto d’autore per la serata del 14 marzo, mentre il 29 marzo omaggio alle romanze con il soprano Chiara Notarnicola, anch’ella presenza ormai fissa della stagione.

Il 4 aprile Ibla Classica International si sposta eccezionalmente all’Auditorium San Vincenzo Ferreri per il concerto dell’Orchestra di Fiati del Liceo musicale di Modica per un omaggio al genio di Leonardo. Il pianista Ruben Micieli sarà in scena il 26 aprile, mentre il 10 maggio il calore partenopeo vibrerà nell’aria con Napoli canto d’amore al Mediterraneo. Ultimi due appuntamenti della stagione con la serata Un flauto all’opera, il 31 maggio, durante la quale sarà consegnato il Premio Ibla Classica International, e infine il 20 giugno consueta chiusura all’Auditorium San Vincenzo Ferreri con l’Orchestra e il Coro Cantus Novo.

Confermata la consueta formula dell’apertura dei concerti affidata a giovani talenti che così avranno un’importante occasione per farsi conoscere.

E a proposito dell’attenzione che la rassegna dà ai giovani, Peppe Basile, dell’Agimus di Ragusa, ha rilanciato l’idea di un conservatorio di musica a Ragusa, progetto lanciato anni fa, mai partito, ma mai accantonato a dimostrazione della grande potenzialità che l’iniziativa conserva e che farebbe della città un punto di riferimento d’eccellenza della formazione musicale.

 

E’ già in corso da qualche settimana la campagna abbonamenti all’intera stagione, ci sarà tempo fino a fine ottobre per abbonarsi.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI