Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 22 Giugno 2024

San Giuda Taddeo presenta…

Mag 27, 2024 Hits:617 Crotone

Al Salone del libro Loren…

Mag 15, 2024 Hits:1355 Crotone

L'Istituto Ciliberto-Luci…

Mag 14, 2024 Hits:697 Crotone

Le opere di Bach: gli eff…

Mag 02, 2024 Hits:896 Crotone

In città l'ultima tappa d…

Apr 30, 2024 Hits:951 Crotone

Convegno Nazionale per la…

Apr 23, 2024 Hits:1144 Crotone

L'Associazione "Pass…

Apr 05, 2024 Hits:1480 Crotone

Ritorna Calabria Movie Fi…

Apr 03, 2024 Hits:1472 Crotone

Caltagirone - Presentato il progetto “Santo Pietro città del benessere naturale”

L’ambizioso obiettivo è fare del borgo di Santo Pietro e del suo bosco una piccola Provenza, utilizzando le piante officinali, largamente presenti in quest’area naturale (timo, rosmarino, salvia, etc) per produrre oli essenziali da immettere sul mercato per applicazioni farmacologiche, fisioterapiche ed estetiche. E, nel contempo, farne anche la “location” per l’esposizione di prodotti naturali e alimentari biologici, valorizzando i percorsi di turismo naturalistico che il borgo e il bosco presentano in abbondanza.

Il progetto, denominato “Santo Pietro città del benessere naturale”, è stato presentato nel corso di un incontro in municipio da Giuseppe Polipo, cosmetologo e docente di psicologia estetica alla Bsa di Lugano, che ha sottolineato”le innumerevoli opportunità che potrebbero schiudersi per la piena valorizzazione di questo territorio, con forti ricadute anche occupazionali”.

Si creerebbero, infatti – è stato evidenziato - occasioni di lavoro legate alla raccolta delle cime delle piante officinali, alla distillazione, al trasporto e al confezionamento del prodotto. Necessarie le partnership con la Regione (per le autorizzazioni alla raccolta; intanto c’è la disponibilità a collaborare della Stazione sperimentale di Granicoltura) e col Comune che, attraverso il sindaco Nicola Bonanno, si è detto “entusiasta di fornire il massimo supporto possibile a un progetto che intende esaltare le vere peculiarità di questa splendida porzione del nostro territorio”. Il primo cittadino ha annunciato “la costituzione di un tavolo tecnico per far decollare al più presto l’iniziativa”. “Si tratta – spiega Daniela Lo Bianco – tossicologa dell’ambiente – di un progetto che si propone di valorizzare l’area nel pieno rispetto dell’ambiente”.

Sono intervenuti all’incontro, per il comitato “Pro Santo Pietro”, Fabrizio Alparone (architetto), per l’associazione “Il Ramarro” Alessandro Aleo, per l’associazione agronomi Simone Amato, per il Museo regionale della ceramica il direttore Vera Greco, l’assessore comunale Fabrizia Palazzo e lo scrittore Domenico Seminerio. E’ seguito il dibattito, con un secco no all’ipotesi che Santo Pietro ospiti una struttura per ex ospiti di ospedali psichiatrici giudiziari (ritenuta configgente col progetto) e la richiesta di maggiore sicurezza nella frazione.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI