Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 12 Giugno 2024

San Giuda Taddeo presenta…

Mag 27, 2024 Hits:383 Crotone

Al Salone del libro Loren…

Mag 15, 2024 Hits:1125 Crotone

L'Istituto Ciliberto-Luci…

Mag 14, 2024 Hits:478 Crotone

Le opere di Bach: gli eff…

Mag 02, 2024 Hits:766 Crotone

In città l'ultima tappa d…

Apr 30, 2024 Hits:821 Crotone

Convegno Nazionale per la…

Apr 23, 2024 Hits:1018 Crotone

L'Associazione "Pass…

Apr 05, 2024 Hits:1364 Crotone

Ritorna Calabria Movie Fi…

Apr 03, 2024 Hits:1351 Crotone

Lamezia Terme - Successo per "Lo scopone scientifico"

DSC_2561

Non ha disatteso le aspettative la commedia “Lo scopone scientifico”, diretta da Enzo Ardone e presentata al pubblico dagli attori della compagnia “Rive Gauche” di Roma. Lo spettacolo, inserito nella rassegna “Vacantiandu – Città di Lamezia Terme”, diretta da Nicola Morelli, Walter Vasta e Sasà Palumbo, è andato in scena al Teatro Politeama Costabile, in quanto il Teatro Grandinetti, il giorno prima della serata, è stato chiuso per inagibilità. Per questo, gli attori della compagnia si sono dovuti esibire in due spettacoli, con solo mezz’ora di intervallo tra il primo e il secondo, comprendendo il disagio che si era venuto a creare, dimostrando grande professionalità e serietà. Professionalità dimostrata, anche in questa occasione, dai direttori artistici della rassegna teatrale e da tutto il gruppo dei “Vacantusi”, che in 24 ore hanno contattato gli oltre 600 abbonati, predisponendo l’organizzazione dei due spettacoli al Teatro Politeama Costabile, senza arrecare disagi agli spettatori.

Una sforzo organizzativo che è stato premiato dal pubblico, attento, accogliente e generoso di applausi per la commedia che ha divertito ma ha anche fatto riflettere. “Lo scopone scientifico”, il cui adattamento per il teatro è stato curato da Giovanni Clementi, racconta del binomio denaro-potere, che Luigi Comencini, regista dell’omonimo film, ha definito “una favola giusta sulla lotta dei deboli contro i potenti”.

La storia si svolge tra una baracca romana e una lussuosa villa, dove ogni anno una vecchia signora americana, amante del gioco delle carte, viene a soggiornare. Tutti gli anni quindi l'anziana donna e il suo segretario si scontrano giocando allo scopone scientifico con Peppino e Antonia, coppia di borgatari. Una partita che ogni anno dà la possibilità alla coppia romana di sognare un futuro diverso e di uscire dalla loro vita misera. Ogni anno però, puntualmente, la coppia americana ha la meglio su Antonia e Peppino, fino a quando le cose sembrano cambiare, sia per i consigli di un professore, il saggio della baraccopoli, che per l’intervento di un baro. Solo l’intervento finale di Cleopatra, figlia dei due baraccati, metterà fine a questa lunga partita.
Sul palco si sono esibiti i bravissimi attori Paolo Formiconi (Peppino), Anna Maria Astengo (Antonio), Maria Antonietta Tortora (la vecchia), Paolo Franzini (George), Raimondo Statella (il professore), Elio Bruni (Richetto), Giulia Ardone (Cleopatra), Agostino Abolesci (nonno Augusto), Antonella Rebecchi (Pasqualina), Monica Biagini (Iolanda) e Maurizio Bisozzi (il dottore).

DSC_2805

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI