Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 16 Giugno 2024

San Giuda Taddeo presenta…

Mag 27, 2024 Hits:447 Crotone

Al Salone del libro Loren…

Mag 15, 2024 Hits:1197 Crotone

L'Istituto Ciliberto-Luci…

Mag 14, 2024 Hits:548 Crotone

Le opere di Bach: gli eff…

Mag 02, 2024 Hits:806 Crotone

In città l'ultima tappa d…

Apr 30, 2024 Hits:861 Crotone

Convegno Nazionale per la…

Apr 23, 2024 Hits:1056 Crotone

L'Associazione "Pass…

Apr 05, 2024 Hits:1397 Crotone

Ritorna Calabria Movie Fi…

Apr 03, 2024 Hits:1391 Crotone

Largo ai giovani del Mezzogiorno

Accendiamo un faro sulla crescita professionale e culturale di due giovani registi salentini: Fabrizio Lecce e Tommaso Faggiano. Insieme, hanno programmato, la presentazione alla Biennale di Pechino, di due lungometraggi: “Equilibri nel tempo” di Fabrizio Lecce e “L’ultimo temporale” di Tommaso Faggiano. Ebbene, a nostro modesto avviso, dalla “situazione” di questi due giovani salentini può cogliersi un importante insegnamento per i giovani creativi del Sud: se lo desiderano possono andare, anche lontano, con successo. Peraltro, va detto, pure, che una formazione globale favorisce le idee brillanti dei nostro giovani, per rientrare nel Sud ed investire. Ora, diciamo che questo faro acceso può aiutare ad osservare, con una speranza, due altre “situazioni” difficili dei giovani del Mezzogiorno: 1) disoccupati e inattivi tout-court i giovani che restano, non lavorano, non studiano, non fanno formazione, come si evince dall’ultimo Rapporto Biennale Ocse; 2) ne vanno all’estero sempre di più, in particolare, quelli che hanno tra i diciotto e trentadue anni per evitare la tristezza di un ripiego, della provvisorietà, del precariato o, peggio, ancora, della lunga disoccupazione. Ancora, un’altra pessima, “situazione” è stata rilevata per i giovani studenti del Sud nel Regno Unito: dal 2006, in poi, c’è stata una sorprendente distinzione tra “italiano”, “italiano siciliano”, “italiano napoletano” e “sardo” (Cfr.”Il Messaggero” del 13 ottobre 2016).  Infine, diciamo che una scommessa per il futuro dei giovani del Mezzogiorno è creare incubatori d’impresa che dovranno affiancare i neo imprenditori, con una formula nuova che serva a capire se questo nostro territorio è in grado di svilupparsi in modo autonomo e non solo assistito.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI