Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 14 Aprile 2024

L'Associazione "Pass…

Apr 05, 2024 Hits:361 Crotone

Ritorna Calabria Movie Fi…

Apr 03, 2024 Hits:398 Crotone

La serie evento internazi…

Mar 27, 2024 Hits:587 Crotone

L'I.C. Papanice investe i…

Mar 01, 2024 Hits:1254 Crotone

Presentato il Premio Nazi…

Feb 21, 2024 Hits:1373 Crotone

Prosegue la formazione BL…

Feb 20, 2024 Hits:1212 Crotone

Si firmerà a Crotone il M…

Feb 14, 2024 Hits:1382 Crotone

Le opere del maestro Affi…

Feb 07, 2024 Hits:1434 Crotone

Intervista in esclusiva a Kostantina Pilafa

Petros Kapsaskis  è il fondatore dell’Istituto Ellenico per la Diplomazia Culturale, costituito il 25 marzo 2017; una Fondazione che vede coinvolti giovani di notevole levatura intellettuale e di buona volontà, nel progetto condiviso di valorizzazione e diffusione della Cultura ellenica nel mondo.

L’Istituto della diplomazia Culturale ha lo scopo di promuovere all’estero l’immagine della Grecia e la sua cultura, classica ma anche e soprattutto contemporanea, mediante l’organizzazione, la gestione e la promozione di attività culturali, artistiche o ricreative di particolare interesse sociale.  l’Istituto Ellenico della diplomazia Cultura aspira a diventare il punto di riferimento per la promozione della cultura ellenica su tutto il territorio italiano ed all’estero, facendo rete con le istituzioni pubbliche e private che condividono i medesimi valori

Ora la diplomazia culturale oltre ad Ancona e in Calabria arriva a Roma e apre il suo Ufficio. Presidente della diplomazia culturale di Roma è Kostantina Pilafa che ci ha concesso un'intervista in esclusiva per il corriere del Sud :

1) Chi e Kostantina Pilafa, e come sei finita in Italia ? Per studio o per lavoro ?

Sono nata e cresciuta ad Atene, e da parte di mio padre ho radici in Asia Minore, che faccio del mio meglio per mantenere. Ho fatto gli ultimi due anni di liceo a Heraklion (Creta) e poi sono tornata ad Atene per studiare Educazione Pre-scolare, e mi sono specializzata in Bisogni Educativi Speciali con un focus sull’Ippoterapia. Mentre studiavo, allo stesso tempo lavoravo come maestra. E’ in quel periodo che ho capito che c’è qualcosa che non va con il sistema educativo in Grecia, e che il problema nasce da un vuoto culturale, perché anche l’educazione e l’istruzione fanno parte della cultura. Ho deciso quindi di tornare a studiare per trovare delle risposte a questi problemi, e ho preso un’altra laurea, in Civilizzazione Europea. Mi sono poi trasferita in Italia per studiare Diplomazia Pubblica e Culturale all’Università di Siena e ho avuto la fortuna di avere il Professor Richard Higgott e il Professor Pierangelo Isernia come relatori della mia tesi, che mi hanno incoraggiato a svolgere una ricerca originale invece di una compilazione. Sono in Italia dal 2020, ma i legami con questo Paese sono molto più vecchi. Mia mamma ha studiato Farmacia all’Università di Siena, e alcuni dei suoi migliori amici erano italiani. Quindi ho sempre sentito grande vicinanza con la cultura italiana.

2) Come avete deciso con Petros di aprire a Roma un centro per la diplomazia culturale ? E come sei stata scelta di essere il Presidente

Ho finito la mia Laurea Magistrale a dicembre 2022, ma purtroppo subito dopo sono dovuta rientrare in Grecia a causa della perdita dei miei genitori. Dopo alcuni mesi sono tornata in Italia e ho visto l’annuncio per un tirocinio presso l’Istituto Ellenico della Diplomazia Culturale. Ho fatto il colloquio proprio con Petros; siamo rimasti a telefono per circa due ore, tanto che da un certo punto in poi mi sono scordata la natura della conversazione! Abbiamo parlato di tutto, dalla filosofia alla politica globale, e alla fine Petros mi ha proposto di aprire la sede di Roma dell’Istituto. Petros ha un forte legame con la città di Roma e stava proprio cercando una persona adatta per aprire questa sede. Per me è stata una grande sorpresa, ma Petros mi ha mostrato fiducia e io, dopo averci pensato, sono stata entusiasta di accettare.


3) esiste ad Ancona un altro centro avete collaborazione o ogni centro è autonomo ?


In Italia ci sono altre due sedi, una ad Ancona e una in Calabria. Quella di Ancona, che è sotto la presidenza di Haris Koudounas, è stata la prima ad essere aperta fuori dalla Grecia. Ogni sede è autonoma ma collabora con le altre per scambiare idee e organizzare eventi, non solo in ambito italiano, ma anche internazionale. Abbiamo tutti esperienze e background diversi, e questo ci permette di trarre ispirazione gli uni dagli altri. E’ davvero una grande fortuna, e il grande vantaggio dell’interdisciplinarietà.

4 ) quali sono i tuoi programmi avendo presentato il centro da poco dove sono stato presente , e quali sono le strategie e le iniziative per fare funzionare questo centro ?


Per poter rispondere a queste domande, vorrei innanzitutto spiegare che cos'è la Diplomazia Culturale, perché non tutti sono familiari con la distinzione tra Diplomazia tradizionale e Diplomazia Culturale. La Diplomazia Culturale non è un concetto nuovo, infatti la proiezione della cultura nazionale all'estero, o "esportazione della cultura nazionale", come la chiama il Prof. G. Paschalidis, fa parte delle politiche estere delle potenze europee dal 1870 circa. Nella prima metà del XX secolo, tutte le potenze europee hanno iniziato a utilizzare la cultura nazionale come strumento di proiezione esterna; la Diplomazia Culturale è diventata una questione di interesse nazionale e si è gradualmente istituzionalizzata. Solo nell'ultimo decennio le cose sono cambiate: la Diplomazia Culturale non è più uno strumento per "conquistare cuori e menti" a fini strategici, ma è andata oltre. La Diplomazia Culturale contemporanea può essere vista più come una cooperazione a lungo termine e come una condivisione di valori e fiducia che va al di là delle agende governative. Di conseguenza, attraverso il dialogo e la comprensione reciproca, riusciamo a costruire basi più profonde con altre culture.

Quindi, per rispondere alla sua domanda, il nostro piano è quello di costruire ponti trovando o evidenziando elementi condivisi tra Grecia e Italia e, soprattutto, di creare una rete di partner creativi a lungo termine in ogni campo. Per la nostra inaugurazione abbiamo scelto di organizzare una conferenza, alla quale ci avete onorato con la vostra presenza. Il titolo di questa conferenza era "Under the Same Sky" (“Sotto lo stesso cielo”), infatti il cielo è sempre stato un simbolo di speranza e di desiderio. Ogni volta che abbiamo bisogno di riprendere fiato o di riposare gli occhi, abbiamo la tendenza a guardare le stelle. Per noi questo significa che, nonostante i nostri confini geografici, siamo sempre interconnessi, e guardiamo in alto cercando di trovare i nostri pezzi mancanti.

Per quanto riguarda i progetti futuri, vorrei condividerne uno in particolare. Nel 2024 ricorre il 200° anniversario della morte del grande poeta romantico Lord Byron, che ha dato la vita per l'indipendenza della Grecia. Pertanto, vorremmo organizzare un evento il prossimo marzo, per onorare questo straordinario filelleno che morì a Messologhi.

5) Sei autonoma o avrai collaborazione con Atene ?


Siamo connessi con Atene, ma con un alto grado di autonomia. Petros è comunque molto presente e disponibile. Sicuramente ci saranno occasioni di collaborare e organizzare eventi congiunti.

 

BREVI NOTE BIOGRAFICHE DEL FONDATORE  PETROS KAPSASKIS

Peter (Petros) Denis Kapsaskis è nato ad Atene, ma la sua famiglia proviene da Zante (isola ionica della Grecia), dove si stabilì intorno al 1534. Ha vissuto sette anni a Roma, dove ha compiuto gli studi medi e superiori; ha frequentato la “Panteion University of Athens” dove si è laureato in Scienze Politiche e Storia. Successivamente ha lavorato presso il Ministero degli Affari Esteri e l’Accademia Diplomatica di Atene, (nel settore del diritto del mare). In seguito, dopo aver completato il servizio militare, si è trasferito a Londra, dove ha lavorato come stage all'Ambasciata Greca a Londra ed ha completato con successo i suoi studi post-laurea in Sicurezza e Geopolitica al “Royal Holloway University of London”. Ora sta proseguendo i suoi studi con il dottorato sulla Diplomazia culturale e la Politica estera. Nel 2017 ha fondato l’Istituto Ellenico della Diplomazia Culturale.



Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI