Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 25 Luglio 2024

Isola Summer 2024, ecco g…

Lug 05, 2024 Hits:544 Crotone

Premio Pino D'Ettoris: al…

Lug 01, 2024 Hits:592 Crotone

San Giuda Taddeo presenta…

Mag 27, 2024 Hits:1111 Crotone

Al Salone del libro Loren…

Mag 15, 2024 Hits:1797 Crotone

L'Istituto Ciliberto-Luci…

Mag 14, 2024 Hits:1109 Crotone

Le opere di Bach: gli eff…

Mag 02, 2024 Hits:1272 Crotone

In città l'ultima tappa d…

Apr 30, 2024 Hits:1309 Crotone

Convegno Nazionale per la…

Apr 23, 2024 Hits:1518 Crotone

La lingua greca, madre di tutte le lingue

"Tutte le lingue sono segretamente considerate greche, prese in prestito dalla madre delle lingue, il greco". Queste sono le parole dell'eminente accademico spagnolo Francisco R. Adrados, un rinomato ellenista, linguista e traduttore, nonché membro dell'Accademia di Atene. Adrados (1922-2020) ha dedicato la maggior parte della sua carriera all'Università Complutense di Madrid ed è stato membro delle prestigiose Accademie Reale Spagnola e Reale di Storia.

Un Retaggio Millenario

Adrados sosteneva con fervore che "il greco e il cinese sono le uniche lingue ancora parlate oggi, la cui esistenza è nota da 3.500 anni". La loro longevità e influenza sono ineguagliabili, soprattutto per il greco, che ha esercitato un impatto fondamentale su tutte le lingue europee. "Non c'è dubbio che, a giudicare dall'influenza che hanno avuto su tutte le lingue europee, il greco è la prima lingua del mondo", dichiarava Adrados.

La Storia della Lingua Greca

Questa scoperta è centrale nel libro "Storia della lingua greca" di Adrados, pubblicato da Papadimas Publications e presentato in un evento all'ESIEA. Con numerosi libri sulla lingua e la letteratura greca al suo attivo, nonché opere sulla linguistica indoeuropea e generale, Adrados aveva ricevuto il Premio Onassis per il suo dizionario greco-spagnolo. Durante l'evento, Adrados aveva parlato del contributo di questi due libri alla storia della lingua greca, e aveva sottolineatto l'enorme influenza del greco su altre lingue.

Un'Eredità Linguistica Senza Tempo

"L'influenza diretta o indiretta dell'alfabeto greco, del suo vocabolario, della sua sintassi e della sua letteratura è stata ed è enorme", scriveva Adrados nella prefazione del suo libro. Egli affermava che "le nostre lingue sono oggi una specie di semi-greco o cripto-greco", riflettendo l'impronta indelebile del greco sulle lingue moderne.

La Struttura del Libro

Il libro di Adrados si compone di due parti: la prima esplora la lingua greca, dall'indoeuropeo al greco koinè, fino all'attico, che divenne la nuova lingua comune. La seconda parte analizza la storia del greco comune con le sue variazioni dall'epoca ellenistica ai giorni nostri, passando per l'epoca romana e bizantina. Adrados esplorava anche il rapporto del greco con altre lingue e il suo ruolo come lingua dell'Impero Romano d'Oriente e bizantino, e infine come lingua del nuovo Stato greco.

Una Lingua Matematica

Un aspetto sorprendente della lingua greca è la sua base matematica. Ogni parola greca ha un valore numerico, poiché ogni lettera dell'alfabeto greco rappresenta un numero. Questo sistema, che si estende all'intero lessico greco, nasconde una conoscenza codificata dietro i valori numerici delle parole. Questa caratteristica unica del greco non è solo un'interessante curiosità linguistica, ma una testimonianza del pensiero matematico avanzato degli antichi greci.

L'Eredità di Pitagora

Il celebre filosofo Pitagora fu uno dei pionieri nell'esplorazione delle interconnessioni tra numeri, forme, armonia e astronomia. Egli sosteneva che matematica, geometria, musica e astronomia fossero scienze sorelle, fondamentali per l'evoluzione della mente e dell'anima verso il Creatore. Questa visione olistica del sapere, integrata nella lingua greca, mostra quanto profondamente il pensiero matematico e filosofico fosse radicato nella cultura greca.


La lingua greca, con la sua straordinaria longevità e la sua base matematica, rappresenta un patrimonio culturale inestimabile. Le parole di Francisco R. Adrados ci ricordano che il greco non è solo una lingua del passato, ma una forza vivente che continua a influenzare e arricchire le lingue moderne. Il greco, quindi, non è solo una lingua, ma una chiave per comprendere la storia, la cultura e il pensiero dell'umanità.

 

Francisco Rodríguez Adrados (1922-2020) è stato un rinomato ellenista, linguista e traduttore spagnolo, riconosciuto a livello internazionale per i suoi contributi allo studio della lingua e della letteratura greca. Ha dedicato gran parte della sua carriera accademica all'Università Complutense di Madrid, dove ha influenzato generazioni di studenti e studiosi con il suo lavoro innovativo e la sua passione per la filologia classica.

Formazione e Carriera Accademica

Rodríguez Adrados ha intrapreso la sua formazione accademica con grande dedizione, specializzandosi in filologia classica. La sua competenza nel campo lo ha portato a ricoprire ruoli di rilievo in diverse istituzioni accademiche. Oltre al suo ruolo di professore presso l'Università Complutense di Madrid, è stato membro dell'Accademia Reale Spagnola e dell'Accademia Reale di Storia, dove ha contribuito significativamente agli studi linguistici e storici.

Contributi alla Linguistica e alla Filologia

Adrados è noto per i suoi numerosi libri e articoli sulla lingua e la letteratura greca, nonché sulla linguistica indoeuropea e generale. Uno dei suoi lavori più influenti è stato il dizionario greco-spagnolo, un'opera monumentale che gli ha valso il prestigioso Premio Onassis. Il suo libro "Storia della lingua greca" è stato ampiamente acclamato e presentato in occasione di un evento all'ESIEA, dove Adrados aveva sottolineato l'enorme influenza del greco su altre lingue europee.

Riconoscimenti e Onorificenze

Il lavoro di Adrados è stato riconosciuto con numerosi premi e onorificenze. È stato membro dell'Accademia di Atene, un raro riconoscimento per uno studioso non greco, che testimonia il suo profondo impatto nello studio della lingua greca. La sua carriera è stata costellata di successi accademici e di contributi fondamentali alla comprensione della filologia classica.

Eredità

Francisco Rodríguez Adrados ha lasciato un'eredità duratura nel campo della linguistica e della filologia. La sua dedizione allo studio della lingua greca e il suo impegno nell'insegnamento hanno ispirato numerosi studiosi e studenti. La sua opera continua a essere una risorsa inestimabile per chiunque sia interessato alla storia e alla struttura delle lingue europee.

Adrados è ricordato non solo per la sua erudizione, ma anche per la sua capacità di comunicare la bellezza e l'importanza della lingua greca a un pubblico più ampio, contribuendo a mantenere viva la sua eredità culturale per le future generazioni.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI