Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 22 Giugno 2024

San Giuda Taddeo presenta…

Mag 27, 2024 Hits:617 Crotone

Al Salone del libro Loren…

Mag 15, 2024 Hits:1355 Crotone

L'Istituto Ciliberto-Luci…

Mag 14, 2024 Hits:697 Crotone

Le opere di Bach: gli eff…

Mag 02, 2024 Hits:896 Crotone

In città l'ultima tappa d…

Apr 30, 2024 Hits:951 Crotone

Convegno Nazionale per la…

Apr 23, 2024 Hits:1144 Crotone

L'Associazione "Pass…

Apr 05, 2024 Hits:1480 Crotone

Ritorna Calabria Movie Fi…

Apr 03, 2024 Hits:1472 Crotone

Bronte - Fino ad un milione di euro per i servizi sociali grazie a home care premium

Presentazione progetto Home carepremium

Un aiuto concreto alle  persone non autosufficienti, familiari di dipendenti o pensionati pubblici. Questo quanto prevede il progetto “Home care premium” presentato dal Comune di Bronte e rivolto agli utenti Inps, non solo della Città del pistacchio, ma anche di Maletto, Maniace e Randazzo.

Alla presentazione del progetto hanno partecipato il sindaco di Bronte, Pino Firrarello e l’assessore alla solidarietà sociale, Maria De Luca. Con loro il sindaco di Maletto, Salvatore Barbagiovanni, il vice sindaco di Maniace, Antonino Cantali, diverse organizzazioni sindacali, alcuni patronati ed il dott. Massimiliano Terzi, che ha spiegato gli aspetti principali dell’iniziativa.

“Si tratta di un progetto sperimentale – ha affermato l’assessore Maria De Luca - che il Comune di Bronte ha voluto attuare mettendolo a disposizione anche degli altri Comuni nel rispetto della normativa. Garantirà servizi di assistenza domiciliare ai familiari non autosufficienti dei dipendenti o pensionati pubblici. Un progetto già finanziato con una prima trance di 173 mila euro, ma che nel proseguo, fino a novembre del 2015, potrebbe permetterci di erogare servizi anche per un milione di euro”.

In pratica coloro che ritengono di averne diritto, anche attraverso gli uffici del Comune di Bronte, dovranno compilare un apposito modello dell’Inps. Le domande saranno esaminate dai Servizi sociali dei Comuni che stileranno una graduatoria. Agli aventi diritto verrà assegnato un contributo per l’assistenza proporzionale al grado di non autosufficienza e del reddito del paziente. In più questo avrà la possibilità di avvalersi di un assistente, reclutato attraverso dei voucher Inps.

Soddisfazione è stata espressa dagli altri Comuni che grazie al lavoro del Comune di Bronte potranno contare su un servizio importante: “E grazie all’impegno dei sindaci, degli assessori e degli uffici se si possono avviare servizi importanti come questo. – ha affermato il sindaco Firrarello - Oggi avere finanziamenti non è facile, siamo più abituati ai tagli. Per questo Bronte è sempre alla continua ricerca dei bandi cui partecipare, per ottenere i finanziamenti. E non a caso nel settore dei servizi sociali quest’anno abbiamo avuto diversi finanziamenti, distribuiti poi non solo nella nostra cittadina, ma nei Comuni del distretto sanitario che ingloba pure Randazzo, Maletto e Maniace”.

Sia i sindacati (presente Enza Meli in rappresentanza della Triplice), sia i patronati presenti alla presentazione hanno apprezzato l’iniziativa, ringraziando l’Amministrazione comunale per un progetto che aiuta le persone disagiate, migliorando la qualità della vita dei familiari.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI