Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 23 Giugno 2024

San Giuda Taddeo presenta…

Mag 27, 2024 Hits:631 Crotone

Al Salone del libro Loren…

Mag 15, 2024 Hits:1371 Crotone

L'Istituto Ciliberto-Luci…

Mag 14, 2024 Hits:713 Crotone

Le opere di Bach: gli eff…

Mag 02, 2024 Hits:906 Crotone

In città l'ultima tappa d…

Apr 30, 2024 Hits:961 Crotone

Convegno Nazionale per la…

Apr 23, 2024 Hits:1154 Crotone

L'Associazione "Pass…

Apr 05, 2024 Hits:1490 Crotone

Ritorna Calabria Movie Fi…

Apr 03, 2024 Hits:1482 Crotone

Comune Catania licenzia dirigente per motivi disciplinari

Il Comune di Catania, con un provvedimento dirigenziale del Dipartimento del Personale emesso oggi, ha licenziato senza preavviso per gravi motivi disciplinari, così come previsto dalle norme contrattuali vigenti, la dirigente del servizio Ecologia. Quest’ultima aveva redatto un bando di gara che, si legge nel provvedimento, "contiene disposizioni per la selezione dei concorrenti che violano in modo sostanziale i principi di libera concorrenza, par condicio, non discriminazione e trasparenza di cui parla il codice dei contratti”.

Con una nota riservata del 5 settembre scorso erano stati contestati alla dirigente "formali addebiti disciplinari" scaturiti da una denuncia dei sindacati che avevano segnalato presunte anomalie nei documenti di una gara pubblica per l'appalto dei servizi di riparazione, manutenzione, lavaggio, disinfezione e ingrassaggio dei veicoli di proprietà comunale adibiti ai servizi di nettezza urbana e dei cassonetti.

Il 25 settembre la dirigente aveva prodotto una memoria difensiva ma questa, secondo il Comune, “non consente di ritenere che gli elementi convergenti verso l'individuazione di un unico soggetto imprenditoriale possano essere frutto di mera casualità”.

Secondo quanto scritto nel provvedimento “rimane dunque intatta in tutta la sua gravità la contestazione di aver predisposto un bando di gara di considerevole valore economico contenente regole di selezione dei concorrenti tali da favorire l'ammissione alla gara di un solo soggetto certamente in possesso di tutti i requisiti illegittimamente restrittivi e preclusivi introdotti nel bando”.

Gli atti del procedimento disciplinare sono stati trasmessi alla Procura della Repubblica di Catania, che già stava indagando sull'appalto.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI